La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1° Congresso AIPO di Telemedicina ed applicazioni tecnico-informatiche Bari 29-30 ottobre 2004 ESAME SPIROMETRICO CON CURVA FLUSSO VOLUME modalità e standard.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1° Congresso AIPO di Telemedicina ed applicazioni tecnico-informatiche Bari 29-30 ottobre 2004 ESAME SPIROMETRICO CON CURVA FLUSSO VOLUME modalità e standard."— Transcript della presentazione:

1 1° Congresso AIPO di Telemedicina ed applicazioni tecnico-informatiche Bari ottobre 2004 ESAME SPIROMETRICO CON CURVA FLUSSO VOLUME modalità e standard di esecuzione Fausto De Michele U.O. Fisiopatologia Respiratoria A.O. A. Cardarelli - Napoli

2

3 HYATT J Appl Physiol 1958; 13:

4

5 Tiffeneau R., Pinelli AF. Paris Med 1947; 133:

6 HUTCHINSON 1847

7 Spirometria nellasma bronchiale ATS: Toronto 2000

8 Classification of Severity CLASSIFY SEVERITY Clinical Features Before Treatment Symptoms NocturnalSymptoms FEV 1 or PEF STEP 4 Severe Persistent STEP 3 Moderate Persistent STEP 2 Mild Persistent STEP 1 Intermittent Continuous Limited physical activity Daily Attacks affect activity > 1 time a week but 1 time a week but < 1 time a day < 1 time a week Asymptomatic and normal PEF between attacks Frequent > 1 time week > 2 times a month 2 times a month 60% predicted 60% predicted Variability > 30% % predicted Variability > 30% 80% predicted 80% predicted Variability % 80% predicted 80% predicted Variability < 20% The presence of one feature of severity is sufficient to place patient in that category.

9 SINTOMITosseEscreatoDispnea ESPOSIZIONE A FATTORI DI RISCHIO Tabacco Agenti occupazionali Inquinamento indoor/outdoor SPIROMETRIA DIAGNOSI DI BPCO

10 *oppure FEV 1 < 50% del teorico con insufficienza respiratoria o segni clinici riferiti a scompenso cardiaco destro Classificazione di gravità della BPCOStadioCaratteristiche 0 a rischio Spirometria normale sintomi cronici (tosse, espettorato), esposizione a fattori di rischio I lieve FEV 1 /FVC < 70%; FEV 1 80% del teorico con o senza sintomi cronici (tosse, espettorato) II moderata FEV 1 /FVC < 70%; 50% FEV 1 < 80% del teorico con o senza sintomi cronici (tosse, espettorato, dispnea) III grave FEV 1 /FVC < 70%; 30% FEV 1 < 50% del teorico con o senza sintomi cronici (tosse, espettorato, dispnea) IV molto grave FEV 1 /FVC < 70%; FEV 1 < 30% del teorico* GOLD 2003

11 Indicazioni della spirometria Diagnostiche Monitoraggio Valutazione dellinvalidità polmonare Epidemiologiche

12 Problemi aperti nella standardizzazione della spirometria Norme riguardanti le apparecchiature Norme riguardanti le manovre di esecuzione dei tests Valori di riferimento e limiti di normalità Criteri di interpretazione

13 Problemi aperti nella standardizzazione della spirometria (1) Norme riguardanti le apparecchiature 1) Specifiche tecniche 2) Validazione delle apparecchiature 3) Controllo di qualità 4) Controllo delle infezioni e sicurezza

14 Problemi aperti nella standardizzazione della spirometria (2) Norme per le manovre di esecuzione del test

15 Provateci voi a fare lesame !!!!

16 Indicazioni allesame Indicazioni allesame Esami precedenti Esami precedenti Cosa ci possiamo aspettare dal paziente Cosa ci possiamo aspettare dal paziente Informazioni da raccogliere prima dellindagine

17 Norme per le manovre di esecuzione del test Norme generali (paziente rilassato, istruzioni preliminari chiare) Norme per le singole manovre

18 Norme per le manovre di esecuzione del test Norme generali (paziente rilassato, istruzioni preliminari chiare) Norme per le singole manovre

19 Capacità vitale lenta Capacità vitale lenta Capacità vitale forzata Capacità vitale forzata

20 INIZIO ESPIRAZIONE FORZATA

21 Criteri di fine test

22 Stabilizzazione del tracciato

23

24 Expiratory Reserve Residual Volume Vital Capacity VTVT Total Lung Capacity Inspiratory Reserve FRC Inspiratory Capacity TLC RV IC VTVT IR FRC ER VC

25 Volumi polmonari nel soggetto normale e nel BPCO COPD TLC IC Volume Normal RV IC TLC FRC/EELV ERV VTVTVTVT IRV FRC/EELV *FRC=TGV

26

27 POSIZIONE DEL DIAFRAMMA IN CONDIZIONI NORMALI ED IN CASO DI IPERDISTENSIONE POLMONARE

28

29

30 Possibili errori

31

32 Note the saw toothed pattern. Results from excess tissue in the posterior pharynx.

33 Problemi aperti nella standardizzazione della spirometria Norme riguardanti le apparecchiature Norme riguardanti le manovre di esecuzione dei tests Valori di riferimento e limiti di normalità Criteri di interpretazione

34 Alcuni requisiti del report di stampa Parte numerica e parte grafica Parte numerica e parte grafica Indicazione del tecnico e del medico Indicazione del tecnico e del medico Valori teorici di riferimento Valori teorici di riferimento Grado di cooperazione del paziente Grado di cooperazione del paziente

35 Quando una spirometria eseguita per una valutazione diagnostica può essere considerata conclusiva?

36 Brusasco, Irvin, Pellegrino

37 Grazie per lattenzione !


Scaricare ppt "1° Congresso AIPO di Telemedicina ed applicazioni tecnico-informatiche Bari 29-30 ottobre 2004 ESAME SPIROMETRICO CON CURVA FLUSSO VOLUME modalità e standard."

Presentazioni simili


Annunci Google