La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

narrazione in prosa estesa reale o fantastica più personaggi vicende piuttosto complesse sviluppo conflittuale. Il romanzo:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "narrazione in prosa estesa reale o fantastica più personaggi vicende piuttosto complesse sviluppo conflittuale. Il romanzo:"— Transcript della presentazione:

1

2 narrazione in prosa estesa reale o fantastica più personaggi vicende piuttosto complesse sviluppo conflittuale. Il romanzo:

3 La lunghezza della narrazione e la complessità dell'intreccio sono le caratteristiche soprattutto del romanzo moderno nato nel 1700 in Inghilterra ed affermatosi nell'800 in tutta Europa.

4 VIII secolo d.C. "romanz" = lingua volgare XII secolo d.C. " romanz" = narrazione in versi poi in prosa

5 Romanzo della Grecia classica Ambientato a Lesbo, il romanzo narra la storia di due fanciulli abbandonati. Trovati e adottati a pochi anni di distanza da due famiglie di contadini, Dafni e Cloe s'incontrano portando a pascolare le greggi e col tempo, quasi senza accorgersene, s'innamorano; prima di coronare il loro amore con il matrimonio devono superare una serie di ostacoli. Lo schema narrativo è simile a quello di altri romanzi greci pervenutici, ma particolare è il "rovesciamento" operato da Longo: le avventure e le peripezie diventano una sorta di "sfondo" sul quale risaltano le vicende sentimentali dei due giovani, il turbamento suscitato dal gelido inverno, che li tiene separati, e ancor più l'ignoranza delle cose d'amore.

6 Il romanzo medievale riprende i temi amorosi e avventurosi del romanzo antico in chiave cortese-cavalleresca: lo scenario è quello della società feudale, i protagonisti sono quindi nobili cavalieri, che combattono con valore e lealtà verso il sovrano, ammirando e rispettando la propria donna

7 Nel 1400 Jacopo Sannazzaro riprende largomento pastorale presente già in Dafni e Cloe di Longo Sofista

8 Nel XVI secolo si sviluppa in Spagna il romanzo picaresco, genere inaugurato dall'operetta anonima "Lazarillo de Tormes" (1554) ), in cui il protagonista è un "picaro"; i picari sono vagabondi, allegri e furbi, che passano attraverso una serie di avventure, in parte realistiche, in parte ispirate dalle peripezie degli eroi della fiaba. Il cieco e Lazarillo del Tormes, Salamanca

9 Nel 1605 e 1615 Miguel de Cervantes pubblica, in due diverse edizioni, il "Don Chisciotte" ", un romanzo che segna una svolta verso la narrativa moderna, in quanto segna il definitivo superamento del mondo eroico-cavalleresco. Il protagonista è un nobile decaduto, che si appassiona tanto alle vicende narrate nei poemi cavallereschi da credere che siano realtà e quindi si aggira per la Spagna alla ricerca di imprese avventurose, che sono solo la proiezione fantastica della sua mente folle.

10 Nel '700 nasce e si diffonde con una straordinaria varietà di generi e forme il romanzo moderno. La sua caratteristica è di essere un'opera di invenzione che si avvicina alla realtà; la vicenda narrata è articolata secondo nessi logico-temporali. I personaggi sono spesso individui comuni con comportamenti che riflettono la mentalità degli ambienti rappresentati. il romanzo si rivolge a un pubblico di lettori non specialisti, "borghesi" che amano identificarsi con la fantasia nell'eroe o nell'eroina. Nel XVIII secolo in Francia il contesto sociale è meno dinamico e favorevole all'inserimento degli scrittori; il romanzo francese è quindi uno strumento per dibattere idee. Scrivono romanzi Rousseau ("Giulia o la nuova Eloisa", 1760)

11 Voltaire ("Candido ovvero l'ottimismo", 1759) Narra la storia di Candido, giovane che attraversa innumerevoli peripezie nel corso della vita. La narrazione si può dividere in 3 parti : cacciata dal castello e fuga di Candido verso il Nuovo Mondo, soggiorno nell'Eldorado, ricerca di Cunegonda e ritorno nel Vecchio Mondo fino al giardino di Costantinopoli.

12 Defoe: "Robinson Crusoe", 1719, Spunto iniziale è la storia del marinaio Alessandro Selkirk che, abbandonato sull'isola di Juan Fernandez, vi aveva trascorso in assoluta solitudine quattro anni e quattro mesi. Il romanzo è il racconto di come gradualmente ricostruisce il tipo di società che ha lasciato nel suo paese. Per mantenere un contatto ideale con la terra madre scrive un diario dove registra le sue esperienze e dibatte sulle idee contemporanee rivolgendosi direttamente talvolta al lettore e talvolta a Dio. Dopo anni di solitudine si accorge che sull'isola c'è un gruppo di cannibali. Decide di attaccarli e di liberare uno dei loro prigionieri,Venerdì. Robinson gli insegna l'inglese e a leggere la Bibbia. Il romanzo termina con il ritorno in patria, dove scopre che la sua piantagione in Brasile lo ha reso un uomo molto ricco.

13 "Moll Flanders", 1722, Questo romanzo, come Robinson Crusoe, prende spunto da un fatto reale, la vita di una ladra, Mary Fith o Moll la tagliaborse, morta nel 1659 Nata in una prigione di Newgate, figlia di una ladra condannata a morte, che riesce a far mutare la condanna con una deportazione in Virginia, Moll entra a servizio da una ricca signora, madre di due figli, uno dei quali la seduce e l'altro la sposa. Rimasta vedova, passa attraverso cinque matrimoni, ha dei figli, diventa una prostituta e una ladra per riuscire a sopravvivere. Viene imprigionata, deportata in Virginia, dove riesce ad acquistare una certa agiatezza, diventando proprietaria di piantagioni. All'età di settant'anni ritorna in Inghilterra, dove conduce una vita rispettabile, scrivendo le sue memorie ad esemplificazione degli errori da evitare nella vita. Quando ormai vecchia incontra il figlio, è molto preoccupata per le sue reazioni ma, dopo che il giovane le ha consegnato una lista completa delle ricchezze che le spettano, la preoccupazione svanisce per lasciare il posto alla più grande felicità.

14 M. Fielding "Tom Jones", 1740 uno dei più grandi romanzi della letteratura inglese. Romanzo picaresco e romanzo di formazione allo stesso tempo, Tom Jones, narra le divertenti disavventure e peregrinazioni del giovane Tom Jones e della sua amata Sophia Western fino alle nozze conclusive.

15 LOttocento è il secolo in cui il romanzo conosce il suo massimo successo grazie alla dilatazione di un pubblico borghese e anche popolare. Romanzo storico romano sperimentale romanzo verista romanzo gotico

16 Si afferma anche il romanzo storico L'ambientazione della vicenda si situa nel passato ( molto spesso il Medioevo, tanto amato dai Romantici ). Nel passato si scorgono le radici del presente. Manzoni ad esempio nei Promessi Sposi ricorda l'oppressione spagnola del 1600 in Italia come anticipazione del dominio austriaco dell'età della Restaurazione.

17 Walter Scott Ivanoe Ad antiche ballate, tra storia e leggenda, ambientate nella selvaggia Inghilterra alle prese con il proprio medioevo, attinse Walter Scott per costruire il primo e più importante romanzo storico ottocentesco. Guerrieri senza pietà e fanciulle piene di coraggio sono presenti nella sua opera e servono a Scott a ricordare per il Regno Unito un passato di gesta eroiche e imprese cavalleresche, in un succedersi di castelli assediati, giostre, tornei e foreste abitate da eroi fuorilegge.

18 Nella seconda metà del secolo si affermano il romanzo sperimentale in Francia ed il romanzo verista in Italia. La narrazione comunque si fa più oggettiva e meno legata all'insieme dei valori della società. Scrivere un romanzo significa studiare il meccanismo delle passioni in un dato contesto sociale.

19 Germinale di Emile Zola, tredicesimo romanzo del ciclo dei Rougon-Macquart, fu pubblicato a Parigi il 25 febbraio 1885, L'opera ottenne un grande successo di pubblico, non solo presso la classe borghese, ma anche tra i ceti artigianali e operai, e suscitò consensi e polemiche tra i critici. Il romanzo racconta la vita dei minatori in Francia, si ispirò agli scioperi che avevano insanguinato la fine dell'Impero (1869), particolarmente quelli di Aubin e di La Ricamerie, in cui complessivamente rimasero sul terreno ventisette morti.

20 Uno degli ultimi, se non l'ultimo tra i grandi romanzi gotici, Dracula di Bram Stoker (1897) riprende il mito del vampiro, lanciato nella letteratura da John William Polidori, e realizza un romanzo dalle atmosfere cupe e oscure, in cui l'orrore e la minaccia, sempre ben presenti, assillano i protagonisti, in un crescendo di emozioni che conduce alla scoperta e alla sconfitta finale dell'orrore rappresentato dal vampiro.

21 Il romanzo del novecento prosegue con molte tematiche dellottocento legate ai problemi storici, politici e sociali. Negli ultimi decenni le leggi di mercato hanno imposto una vasta serie di romanzi di facile consumo. Riscuotono larghi consensi i romanzi gialli, di spionaggio, di fantapolitica, di fantascienza, dellorrore ecc.


Scaricare ppt "narrazione in prosa estesa reale o fantastica più personaggi vicende piuttosto complesse sviluppo conflittuale. Il romanzo:"

Presentazioni simili


Annunci Google