La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Bologna, 19 maggio 2009 Riservato e confidenziale Societarizzazione della Divisione Ambiente Presentazione alle Organizzazioni Sindacali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Bologna, 19 maggio 2009 Riservato e confidenziale Societarizzazione della Divisione Ambiente Presentazione alle Organizzazioni Sindacali."— Transcript della presentazione:

1 Bologna, 19 maggio 2009 Riservato e confidenziale Societarizzazione della Divisione Ambiente Presentazione alle Organizzazioni Sindacali

2 Riservato e confidenziale 2 Macro assetto organizzativo business in libero mercato - Situazione attuale - Presidio differenziato per i business in libero mercato, con veicoli societari dedicati per il settore Energy e un assetto divisionale per larea Ambiente

3 Riservato e confidenziale 3 Divisione Ambiente – Struttura attuale Progettazione, Realizzazione e Innovazione Business Unit Romagna Qualità, Sicurezza e Ambiente Sviluppo Impianti Termovalorizzatori Coordinamento Impianti Divisione Ambiente Business Unit EmiliaBusiness Unit Emilia Nord Innovazione Servizi Ambientali Pianificazione e Controllo RSPP Coordinamento Servizi Ambientali Line Staff

4 Riservato e confidenziale 4 Razionali delloperazione Perché trasformare la divisione ambiente in società: Genera opportunità di sviluppo del perimetro attraverso la valorizzazione di asset esistenti e nuove opportunità di acquisizioni; Consente la segregazione delle responsabilità connesse alla gestione di impianti ambientali Agevola una razionalizzazione delle società del settore Ambiente, controllate da Hera.

5 Riservato e confidenziale 5 Trasferimento di ramo di azienda Impianti e attività legate alla gestione e manutenzione dei medesimi, comprensiva della eventuale relativa produzione di Energia Elettrica. A titolo esemplificativo per impianti si intende: Termovalorizzatori Discariche Chimico-fisico-Biologico Compostaggio … Programmazione e pianificazione del trasporto e gestione del flusso dei rifiuti a valle del conferimento ad impianto Gestione della progettazione, ad eccezione di impianti termovalorizzatori, e degli iter autorizzativi relativi agli impianti in ambito ambientale Attività di Controllo di gestione, Normativa Ambientale e di Qualità, Sicurezza e Ambiente relativa alla gestione degli impianti e delle attività ad essi associate

6 Riservato e confidenziale 6 Il percorso attuativo Il perimetro delle attività interessate: La proprietà e la gestione degli impianti di trattamento dei rifiuti; La concessione della gestione di impianti di proprietà di terzi (discarica Tre Monti); Le partecipazioni HERA SpA nelle Società controllate del settore Ambiente e le partecipate: - Controllate: FEA, Nuova Geovis, GALA, ASA, AKRON, SOTRIS, Romagna Compost. Conferimento ad Ecologia Ambiente Srl del Ramo dAzienda identificato attraverso aumento di capitale riservato ad Hera S.p.A Variazione della denominazione sociale (Herambiente) e articolazione in tre sedi principali (Bologna, Rimini e Ravenna Contestuale fusione per incorporazione di RECUPERA (100% Hera SpA) Il percorso delloperazione: Il complesso delle operazioni sopra descritto si realizzerà entro il 30 giugno 2009, con effetti quindi decorrenti, in capo alla società ricevente, dal 1° luglio 2009.

7 Riservato e confidenziale 7 Razionalizzazione organizzativa Macro-organizzazione Herambiente Direzione Presidenza CdA ProduzioneMercato Rifiuti Filiere produttive organizzate per tipologia impianti: – WTE – Discariche – Compostaggio – Selezione/ recupero – Digestione anaerobica Strutture commerciali articolate per segmenti di clientela/offerta: – Grandi Clienti – Bonifiche/full Service – Impianti Rifiuti Industriali Staff da capogruppo Staff Funzioni interne: – Pianificazione e Controllo – Logistica – QSA – Tecnologia & Ingegneria – Normativa Ambiente Funzioni in service da Capogruppo: – Acquisti – Amm.ne – Legale e Societario – Personale – Relazioni esterne – DPO Definizione di una struttura organizzativa coerente ai razionali di business ed alle linee guida di Gruppo Creazione di due Funzioni: - Funzione Produzione: competenze tecniche - Funzione Mercato Rifiuti: competenze commerciali Produzione: specializzazione per tipologia impianti Mercato Rifiuti: specializzazione per segmento di clientela/ tipologia servizio Proposta di assetto organizzativo delle staff in continuità con lattuale allocazione delle strutture di staff in Divisione Ambiente STAFF LINE

8 Riservato e confidenziale 8 Organizzazione Herambiente - Dettaglio Macrostruttura (1/2) RSPP Direzione Logistica Qualità, Sicurezza e Ambiente Normativa Ambientale Pianificazione e Controllo Tecnologia e Ingegneria Produzione Mercato Line Staff

9 Riservato e confidenziale 9 Direzione Produzione Coordinamento Filiere/ Standardizzazione Omologhe Digestori Anaerobici WTE Discariche Compostaggio Recupero materia/ CHI FI Presidio Ricavi e Marketing Operativo Impianti Rifiuti Industriali Bonifiche / Full Service Vendite Mercato Organizzazione Herambiente - Dettaglio Macrostruttura (2/2) Line Staff

10 Riservato e confidenziale 10 Trasferimento del Personale Il rapporto di lavoro con il personale della Divisione Ambiente di Hera S.p.A. e di Recupera S.r.l. continuerà senza soluzione di continuità alle dipendenze di Ecologia Ambiente S.r.l. / Herambiente S.r.l. ai sensi dellart c.c.; Gli effetti del trasferimento decorreranno dal 1° luglio 2009 II personale manterrà i trattamenti economici e normativi previsti dal CCNL, e accordi sindacali aziendali applicati presso il cedente alla data del trasferimento Applicazione della Contrattazione Collettiva di Gruppo Personale coinvolto (Divisione Ambiente e Recupera S.r.l.): 11 Dirigenti 39 Quadri 231 Impiegati 264 Operai Personale non coinvolto: Quattordici unità del Coordinamento Servizi Ambientali trasferite presso Direzione Generale Operations

11 Riservato e confidenziale 11 Le attività di trattamento dei rifiuti sono finalizzate a: recuperare materia da destinare al reimpiego nei cicli produttivi, produrre energia elettrica e/o termica, reintrodurre nell'ambiente i residui dei processi di trattamento, ridurre la pericolosità dei rifiuti destinati allo smaltimento in discarica. Nel 2008 la percentuale dei rifiuti smaltiti direttamente in discarica è stata pari al 28,1%; contro una media della Regione Emilia- Romagna del 37,5% e italiana del 49,3% (Fonte Rapporto Rifiuti ISPRA/ONR 2008). Hera prevede di ridurre ulteriormente lo smaltimento in discarica del rifiuto tal quale, aumentando il recupero di materia e di energia. Rifiuti totali trattati (RU + RS + Sottoprodotti) per tipo di impianto comprensivi di sovvalli da impianti di separazione 6,7%5,3%11,8%6,8%28,1%20,1%21,2%100%

12 Riservato e confidenziale 12 Rifiuti totali trattati (RU + RS + Sottoprodotti) per tipo di impianto comprensivi di sovvalli da impianti di separazione 15,0%8,5%24,9%4,2%14,6%7,2%6,5%19,2% 100%

13 Riservato e confidenziale 13 Rifiuti Urbani per tipo di impianto 2,7%9,4%28,6%6,6%35,3%0,0%17,3%100,0%

14 Riservato e confidenziale 14 Trend annuale quantità


Scaricare ppt "Bologna, 19 maggio 2009 Riservato e confidenziale Societarizzazione della Divisione Ambiente Presentazione alle Organizzazioni Sindacali."

Presentazioni simili


Annunci Google