La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 SISTEMI INFORMATIVI PUBBLICI PER LE IMPRESE La Pubblica Amministrazione digitale dialoga con limprenditore agricolo Ancona, 28 novembre 2008 Maria Laura.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 SISTEMI INFORMATIVI PUBBLICI PER LE IMPRESE La Pubblica Amministrazione digitale dialoga con limprenditore agricolo Ancona, 28 novembre 2008 Maria Laura."— Transcript della presentazione:

1 1 SISTEMI INFORMATIVI PUBBLICI PER LE IMPRESE La Pubblica Amministrazione digitale dialoga con limprenditore agricolo Ancona, 28 novembre 2008 Maria Laura Maggiulli Resp. Centro Controllo Reti e Sistemi Regione Marche Il Piano Telematico: strumento abilitante ai servizi avanzati in rete

2 2 polverizzazione dei centri abitativi, con prevalenza di piccoli comuni, spesso spopolati, nella fascia interna e rurale concentrazione della popolazione residente nellarea costiera, in centri medio grandi, con elevata densità abitativa distribuzione della piccola e media impresa e presenza dei distretti industriali anche nella fascia alto – medio collinare, oltre che litoranea permanenza di significativi squilibri economici (in termini di redditi pro capite, sviluppo industriale, prospettive produttive, ecc) e di servizi infrastrutturali tra le zone costiere e medio collinari e lentroterra particolare conformazione geo-morfologica (susseguirsi della fascia montuosa a quella collinare e infine litoranea) complessi fattori storici e sociali La Regione Marche è caratterizzata da: CONTESTO DI RIFERIMENTO

3 3 OBIETTIVI STRATEGICI DELLA REGIONE MARCHE ridurre la perifericità economica e sociale frenare lo spopolamento delle aree regionali obiettivo 2 valorizzare le potenzialità storico-culturali e ambientali dei territori favorire la nascita e il rafforzamento di iniziative imprenditoriali, capaci di generare nuove opportunità occupazionali e di competere sul mercato internazionale Precondizione per il raggiungimento di tali obiettivi è la riduzione degli squilibri territoriali con particolare riferimento al digital divide infrastrutturale Estensione della banda larga come elemento di inclusione sociale, sviluppo economico e diffusione della conoscenza

4 4 IL DIGITAL DIVIDE INFRASTRUTTURALE: CAUSA ED EFFETTO DEGLI SQUILIBRI TERRITORIALI (1) La copertura a banda larga nelle Marche presenta forti disparità territoriali tra la fascia costiera e le zone collinari/montuose. In particolare: nella fascia costiera sono presenti una infrastrutturazione e un grado di copertura a banda larga sufficienti; nella fascia appenninica sono presenti una scarsa infrastrutturazione e significativi problemi di copertura

5 5 IL DIGITAL DIVIDE INFRASTRUTTURALE: CAUSA ED EFFETTO DEGLI SQUILIBRI TERRITORIALI (2) Comuni per % di copertura Broadband (Wired+Wireless) Alcuni grandi comuni con problemi di copertura 130 comuni con coperture parziali A fine giugno 2007, la copertura broadband nelle Marche ha raggiunto il 90% della popolazione. I Comuni con problemi di copertura sono circa 130 di cui 40 comuni privi di copertura a banda larga abitanti

6 6 AZIONI DELLA REGIONE PER LA RIDUZIONE DEL DIGITAL DIVIDE INFRASTRUTURALE (1) Rete Marche Way Periodo: Investimento: 5 Milioni di euro, nellambito dellAPQ-SI-RM (Accordo di programma quadro Società dellinformazione della Regione Marche) Obiettivo: potenziare i collegamenti a banda larga a favore delle zone più svantaggiate (aree montuose e collinari) Interventi: creazione di una dorsale regionale a ponti radio su frequenze dedicate per scopi di protezione civile, emergenza sanitaria e collegamenti Intranet della PA locale creazione di reti territoriali wireless di aggregazioni di comuni appartenenti ad aree obiettivo 2 e in phasing out da collegare alla rete telematica regionale

7 7 Dorsale MARCHEWAY

8 8 Reti territoriali wireless Marche Way

9 9 AZIONI DELLA REGIONE PER LA RIDUZIONE DEL DIGITAL DIVIDE INFRASTRUTTURALE (2) Obiettivo generale: eliminare il digital divide infrastrutturale ed estendere la banda larga a tutta la popolazione, in una logica di servizio universale rivolto a: Piano Telematico regionale per lo sviluppo della Banda Larga ed il superamento del Digital Divide Periodo: 2008 – 2012 Investimenti (di cui totali 45,2 Mln ): 24,2 Mln (POR FESR Marche 2007 – 2013) 8 Mln (FAS Marche 2007 – 2013) 13 Mln (Fondi statali legge finanziaria 2008) 100% dei cittadini 100% delle PA (EELL e comparto sanitario) 100% delle imprese

10 10 AZIONI DELLA REGIONE PER LA RIDUZIONE DEL DIGITAL DIVIDE INFRASTRUTTURALE (3) eliminare il digital divide di prima generazione entro il 2010 (livello di connettività diffuso a 4 Mbps) accelerare la diffusione della banda larga di seconda generazione entro il 2012 (livello di connettività diffuso a 20 Mbps) Piano Telematico regionale per lo sviluppo della Banda Larga ed il superamento del Digital Divide Obiettivi specifici: A.realizzare una dorsale regionale in fibra ottica di proprietà pubblica ad altissima capacità trasmissiva B.realizzare un sistema di accesso senza fili (wireless) di proprietà pubblica in grado di raggiungere anche le aree interne più svantaggiate C.incentivare gli operatori di telecomunicazione privati affinché investano nei territori marginali fornendo servizi di TLC a banda larga a cittadini e imprese Interventi:

11 11 AZIONI DELLA REGIONE PER LA RIDUZIONE DEL DIGITAL DIVIDE INFRASTRUTTURALE (4) Intervento C: incentivare gli operatori di telecomunicazione privati affinché investano nei territori marginali fornendo servizi di TLC a banda larga a cittadini e imprese Intervento A: realizzare una dorsale regionale in fibra ottica di proprietà pubblica ad altissima capacità trasmissiva 714 Km di fibra ottica da posare 114 aree di centrale su cui si interverrà 147 comuni da coprire da novembre 2008 a febbraio ,5 Mln Intervento B: realizzare un sistema di accesso senza fili (wireless) di proprietà pubblica in grado di raggiungere anche le aree interne più svantaggiate 40 comuni in aree montane o collinari da coprire da dicembre 2008 a fine ,8 Mln 131 Comuni in cui verranno aggiornate le centrali telefoniche entro dicembre Mln

12 12 70 Comuni priorità 1 (Copertura FULL+LITE <95%) 54 Comuni priorità 2 (Copertura FULL>95% ma +LITE >95%) 23 Comuni priorità 3 (Copertura 95%>FULL>100%) 99 Comuni con Copertura FULL al 100% AREE DI INTERVENTO IN DIGITAL DIVIDE DI 1^ GENERAZIONE

13 13 Estensione della connettività a 20 Mbps in tutto il territorio (anticipazione al 2012) AREE DI INTERVENTO IN DIGITAL DIVIDE DI 2^ GENERAZIONE In termini di copertura, il digital divide di seconda generazione (2007), colpisce il 53% della popolazione regionale. Larea di intervento si identifica con le aree non servite da soluzioni di connettività a banda larga di livello pari alle offerte ADSL2+ (oltre 200 Comuni), nelle quali vi sono vincoli tecnici alla predisposizione di offerte allineate con lobiettivo di un livello di servizio pari almeno a 20 Mbps le aree non coperte da servizi di connettività superiori a 4 Mbps possono essere classificate in due tipi rispetto al livello di gravità del digital divide di seconda generazione: Comuni senza banda larga di tipo base (assenza totale di copertura, coperture Lite e/o coperture base minori del 50%); Comuni con banda larga di tipo base (parziale e/o totale).

14 14 IL DIGITAL DIVIDE INFRASTRUTTURALE NELLE PROVINCE: CAUSA ED EFFETTO DEGLI SQUILIBRI TERRITORIALI COPERTURA PROVINCIALE DELLADSL (% POPOLAZIONE) A giugno 2007, la percentuale della popolazione regionale coperta dai servizi ADSL (ad oggi, il più accessibile in termini di costo) si attesta all89% Si evidenziano contesti territoriali con significative disomogeneità: Ancona e Ascoli Piceno sono le province più coperte, attestandosi oltre il dato regionale per circa 3 punti percentuali; valori decrescenti si riscontrano per Pesaro Urbino e Macerata.

15

16 Interventi Regione Marche / Infratel nella Provincia di Ascoli Piceno

17 Interventi Regione Marche / Infratel nella Provincia di Pesaro

18 Interventi Regione Marche / Infratel nella Provincia di Macerata

19 Interventi Regione Marche / Infratel nella Provincia di Ancona

20 PrioritàComune beneficiario Centrale collegata (fibra) o abilitata (rame) Stima Pop. Coperta Totale Km P1 MombaroccioMOMBAROCCIO ,50 P1 CarpegnaCARPEGNA ,20 P1 Sant'Agata FeltriaS.AGATA F ,10 P1 Montefelcino MONTEFELCINO 783 3,60 P1 FrontinoFRONTINO646 6,60 P1 Cagli SMIRRA 589 5,30 P1 San CostanzoCERASA475 5,15 P1 Pennabilli SOANNE ,00 P1 Pennabilli MOLINO BASCIO 370 6,08 P2 Novafeltria PERTICARA 997 2,10 P2Mercatello sul MetauroMERCATELLO SUL METAURO ,05 P2 Sassocorvaro PARADISO 418 1,00 P2 Fratte RosaFRATTE ROSA ,20 P2Serra Sant'AbbondioSERRA S.ABBONDIO ,50 P2 Urbino CASTELCAVALLINO 546 1,60 P2MontecopioloVILLAGRANDE ,80 P2 Cantiano CANTIANO ,50 P2 Cartoceto CARTOCETO 931 4,70 P2San Giorgio di PesaroS.GIORGIO , ,08 Interventi con Fondi Regionali previsti per la Provincia di Pesaro Urbino

21 Priorit à ProvComune beneficiario Centrale collegata (fibra) o abilitata (rame) Stima Pop. Coperta Totale Km P2 Pesaro UrbinoFossombrone CALMAZZO 940 5,90 P2 Pesaro UrbinoUrbino PIEVE DI CAGNA 845 5,55 P2 Pesaro Urbino Isola del PianoISOLA DEL PIANO 572 7,50 P2 Pesaro UrbinoPergola MONTEROLO223 3,50 P2 Pesaro UrbinoPeglio PEGLIO 632 5,50 P2 Pesaro UrbinoOrciano di Pesaro RUPOLI 570 5,00 P2 Pesaro Urbino FossombroneISOLA DI FANO 992 7,60 P2 Pesaro UrbinoSan Leo PIETRAMAURA 648 6,40 P2 Pesaro UrbinoAcqualagna PELINGO 484 5,00 P2 Pesaro UrbinoPiagge PIAGGE 810 7,60 P2 Pesaro UrbinoM.Cerignone M.CERIGNONE 688 7,90 P2 Pesaro UrbinoPergola BELLISIO SOLFARE 413 4,30 P2 Pesaro UrbinoApecchio SERRAVALLE DI CARDA ,70 P2 Pesaro UrbinoBorgo Pace LAMOLI 318 9,70 P3 Pesaro UrbinoFano FENILE ,70 P3 Pesaro UrbinoPesaro CANDELARA , ,62 Interventi con Fondi Regionali previsti per la Provincia di Pesaro Urbino

22 Priorit à Comune beneficiario Centrale collegata (fibra) o abilitata (rame) Stima Pop. CopertaTotale Km P1 CastignanoRIPABERARDA6772,58 P1 Acquasanta TermeACQUASANTA TERME2.6614,60 P1OrtezzanoORTEZZANO 7362,60 P1 Montefiore dell'AsoMONTEFIORE DELL'ASO1.9828,60 P1 Monte RinaldoMONTERINALDO5085,80 P1 MontemonacoMONTEMONACO8526,80 P1 CarassaiCARASSAI1.2047,50 P1 Petritoli MONTE VIDON COMBATTE 4153,40 P1 Arquata del TrontoARQUATA DEL TRONTO ,10 P1 Rotella ROTELLA 8889,50 P1 Acquasanta TermePONTE D'ARLI5297,80 P2 Appignano del TrontoAPPIGNANO1.5431,20 P2 Force FORCE ,00 P2MaltignanoMALTIGNANO ,15 P2RipatransoneCABIANO ,50 P2CastoranoCASTORANO ,70 P2MontottoneMONTOTTONE 8713,30 P2 Mons. Morico e M. di Fermo MONSAMPIETRO MORICO ,50 P2LapedonaLAPEDONA ,30 P2 Monterubbiano MONTERUBBIANO ,18 P2 Montefortino MONTEFORTINO ,10 P2CossignanoCOSSIGNANO ,50 P2 Monterubbiano RUBBIANELLO ,84 P2Monte GibertoMONTEGIBERTO ,50 P2 Belmonte Piceno BELMONTE PICENO 565 3,50 P2Montefalcone AppenninoMONTEFALCONE APPENNINO 867 5, ,05 Interventi con Fondi Regionali previsti per la Provincia di Ascoli Piceno

23 Priorit à Prov Comune beneficiario Centrale collegata (fibra) o abilitata (rame) Stima Pop. Coperta Totale Km P2 Ascoli Piceno MassignanoMASSIGNANO 924 7,02 P3 Ascoli Piceno MOZZANO ,90 P3 Ascoli PicenoFermo GIROLA 831 4,50 P3 Ascoli PicenoFolignano VENAGRANDE 831 6, ,72 Interventi con Fondi Regionali previsti per la Provincia di Ascoli Piceno

24 Priorit à Comune beneficiario Centrale collegata (fibra) o abilitata (rame) Stima Pop. CopertaTotale Km P1 MontemarcianoMONTEMARCIANO3.1434,60 P1 Belvedere OstrenseBELVEDERE OSTRENSE1.8954,00 P1 BarbaraBARBARA1.2562,00 P1FabrianoCANCELLI ,30 P1 Monte San VitoMONTE S.VITO2.1206,40 P1 Morro d'AlbaMORRO D'ALBA1.7313,20 P1 FabrianoMELANO1.4151,60 P1 Ostra VetereOSTRA VETERE3.4928,40 P1 Castelleone di SuasaCASTELLEONE DI SUASA1.5693,75 P1 S. Maria NuovaS.MARIA NUOVA ,40 P1 OffagnaOFFAGNA1.7025,80 P1 OsimoPASSATEMPO1.8925,30 P1 Staffolo e San Paolo di Jesi STAFFOLO2.6579,70 P1 Sassoferrato MONTEROSSO STAZIONE 8435,20 P1 ArceviaMAESTA'7128,10 P1 Osimo CASE NUOVE 7578,10 P1 Serra San Quirico CASTELLARO 6675,00 P1 FabrianoS.GIOVANNI67211,60 P1 SassoferratoCABERNARDI67410,40 P1 ArceviaMONTEFIORE4274,00 P1 SassoferratoPERTICANO14211,00 P2 Genga GENGA 9665, ,95 Interventi con Fondi Regionali previsti per la Provincia di Ancona

25 Priorit à ProvComune beneficiario Centrale collegata (fibra) o abilitata (rame) Stima Pop. Coperta Totale Km P3 Ancona MONTESICURO ,70 P3 Ancona POGGIO ,70 P3 AnconaSenigallia RONCITELLI 629 3,00 P3 AnconaSenigallia S.SILVESTRO 836 7,00 P3 AnconaOstra VACCARILE 202 5, ,00 Interventi con Fondi Regionali previsti per la Provincia di Ancona

26 Priorit à Comune beneficiario Centrale collegata (fibra) o abilitata (rame) Stima Pop. CopertaTotale Km P1 FiuminataFIUMINATA1.6795,20 P1 EsanatogliaESANATOGLIA1.9616,10 P1 Pieve TorinaPIEVE TORINA1.4134,50 P1 ColmuranoCOLMURANO8901,50 P1 Cingoli VILLA STRADA ,00 P1 MontecosaroMONTECOSARO1.5935,70 P1 UssitaUSSITA9924,90 P1PieveboviglianaPIEVEBOVIGLIANA ,20 P1 Serravalle di ChientiSERRAVALLE DI CHIENTI7509,20 P1 SerrapetronaSERRAPETRONA5036,40 P1 Castensantangelo sul Nera CASTELSANTANGELO 6706,08 P1 San Ginesio PIAN DI PIECA 7816,80 P1 CingoliLA GROTTACCIA7388,60 P1 CessapalomboCESSAPALOMBO7938,70 P1 Fiastra FIASTRA ,00 P2Sant'Angelo in PontanoS.ANGELO IN PONTANO ,90 P2PioracoPIORACO ,00 P2 Gualdo GUALDO , ,58 Interventi con Fondi Regionali previsti per la Provincia di Macerata

27 Priorit à Prov Comune beneficiario Centrale collegata (fibra) o abilitata (rame) Stima Pop. Coperta Totale Km P2 MacerataPenna San Giovanni PENNA S.GIOVANNI ,50 P2 MacerataSan Severino Marche LA ROCCHETTA 539 6,30 P2 MacerataMonte San Martino MONTE S.MARTINO 651 8,40 P3 MacerataCamerino POLVERINA484 9, ,30 Interventi con Fondi Regionali previsti per la Provincia di Macerata

28 28 GOVERNANCE E COINVOLGIMENTO EELL Il successo del Piano Telematico Regionale per la riduzione del Digital Divide Infrastrutturale è di tutti gli EELL del territorio. Un contributo essenziale nella fase di pianificazione è stato dato da due gruppi di lavoro: Direzione Strategica (1 rappresentante della Regione Marche, 2 rappresentanti UPI Marche, 2 rappresentanti dellUNCEM Marche, 4 rappresentanti dellANCI Marche) con compiti di indirizzo strategico; Cabina di Regia (composta da referenti tecnici di UPI, ANCI e UNCEM Marche) con compiti di supporto tecnico alle scelte della direzione strategica

29 29 GRAZIE PER LATTENZIONE!


Scaricare ppt "1 SISTEMI INFORMATIVI PUBBLICI PER LE IMPRESE La Pubblica Amministrazione digitale dialoga con limprenditore agricolo Ancona, 28 novembre 2008 Maria Laura."

Presentazioni simili


Annunci Google