La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lanalisi strategica capitolo 28 Corso di Economia e Gestione dimpresa Prof. Edoardo Sabbadin a.a. 2000-2001.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lanalisi strategica capitolo 28 Corso di Economia e Gestione dimpresa Prof. Edoardo Sabbadin a.a. 2000-2001."— Transcript della presentazione:

1 Lanalisi strategica capitolo 28 Corso di Economia e Gestione dimpresa Prof. Edoardo Sabbadin a.a

2 28.3 Strumenti per lanalisi strategica esogena analisi della struttura concorrenziale. Potenziali entranti clienti Prodotti sostitutivi fornitori Rivalità tra imprese I fattori fondamentali della concorrenza

3 28.3 Strumenti per lanalisi strategica I fattori fondamentali della concorrenza La minaccia di potenziali entranti in un settore dipende dalle barriere allentrata, quindi: Economie di scala Differenziazione (per es. mediante pubblicità) Fabbisogno di capitali Vantaggi di costo indipendenti dalla dimensione Accesso ai canali di distribuzione Politica di governo.

4 Il potere contrattuale dei fornitori Grado di concentrazione relativo (numero fornitori rispetto al numero imprese acquirenti) Costi legati al cambiamento dei fornitori Limportanza del settore a valle per i fornitori

5 Il potere contrattuale dei clienti Volume degli acquisti (importante nei settori con elevati costi fissi) Il potere è elevato se gli acquirenti possono trovare senza fatica fornitori alternativi Livello di profitti (con i profitti bassi i clienti chiedono riduzioni di prezzo); ….. Possibilità di integrarsi verticalmente.

6 Prodotti/servizi sostitutivi La combinazione prezzo-prestazione di prodotti alternativi possono ridurre il potenziale di profitto del settore.

7 Il ciclo di vita del settore Vendite del settore tempo introduzione sviluppo maturità declino

8 Il ciclo di vita del settore Lo strumento è mutuato dal ciclo di vita del prodotto.

9 La definizione dellarea business Definire lAsa significa precisare il campo di attività Funzioni svolte dallimpresa per i clienti (Categorie di utilizzatori) Gruppi di clienti

10 La definizione dellarea business (segue) Funzioni svolte dallimpresa per i clienti Dimensione tecnologica Gruppi di clienti serviti (Categorie di utilizzatori) (bisogni serviti) (tecnologia utilizzata per produrre)

11 La definizione dellarea business (segue) Le tre dimensioni rispondono ai seguenti quesiti: 1.Quali segmenti di clientela vengono serviti? 2.Quale bisogno viene soddisfatto? 3.Come vengono saturati i bisogni dei clienti? Con quali soluzioni tecnologiche?

12 La definizione dellarea business (segue) Un esempio FUNZIONI DUSO GRUPPI DI CLIENTI TECNOLOGIE Bevanda Gastronomia Nutrizione Area 1 Area 2 Area 3 Pastorizzazione Sterilizzazione Uht

13 I raggruppamenti strategici Un gruppo strategico (o Raggruppamento strategico costituisce un gruppo di imprese, che allinterno di un settore, adottano strategie competitive simili. (Porter 1982). La costruzione di mappe dei Raggruppamenti strategici consente di visualizzare la concorrenza.

14 I raggruppamenti strategici (segue) Per la scelta delle variabili è opportuno considerare: Le variabili più importanti sono quelle che esprimono barriere alla mobilità (es. marca, reti di vendita…; Devono riflettere diverse azioni strategiche; A volte è utile costruire diverse mappe.

15 28.4 ANALISI ENDOGENA La resource based theory Lidea di base del nuovo approccio è che le imprese dovrebbero prestare maggiore attenzione alle proprie risorse interne rispetto al contesto competitivo. Nellottica resource based limpresa è un complesso di risorse specifiche, uniche e coordinate.

16 28.4 ANALISI ENDOGENA (segue) La resource based theory (segue) La concezione dellimpresa come insieme di risorse non è recente. Già lo sviluppo di Andrews (1971) della SWOT analysis aveva posto le basi per valutare i punti di forza e di debolezza rispetto alle minacce e alle opportunità. Il concetto di punti di forza e debolezza presenta analogie con il concetto di dotazione di risorse.

17 28.4 ANALISI ENDOGENA (segue) La resource based theory (segue) La letteratura più recente sta ponendo molta attenzione allanalisi del sistema delle risorse e delle competenze. La strategia si fonda su ciò che limpresa è capace di fare (e in misura minore sullanalisi dellambiente esterno)

18 28.4 ANALISI ENDOGENA (segue) La resource based theory (segue) Le risorse e le competenze di unimpresa sono le fonti del vantaggio competitivo. La ricerca di nuove fonti di vantaggio competitivo deve fare leva sulle risorse e sulle competenze attuali. Se mancano dovrà attivare processi di apprendimento o di acquisizione dallesterno.

19 28.4 ANALISI ENDOGENA (segue) La resource based theory (segue) Lo sviluppo di risorse e competenze è strettamente correlato al processo di sviluppo della strategia.


Scaricare ppt "Lanalisi strategica capitolo 28 Corso di Economia e Gestione dimpresa Prof. Edoardo Sabbadin a.a. 2000-2001."

Presentazioni simili


Annunci Google