La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Pianificazione Energetica Provinciale: Produzione ed uso razionale dellenergia elettrica e termica Assessorato alle Politiche ambientali ed Energia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Pianificazione Energetica Provinciale: Produzione ed uso razionale dellenergia elettrica e termica Assessorato alle Politiche ambientali ed Energia."— Transcript della presentazione:

1 La Pianificazione Energetica Provinciale: Produzione ed uso razionale dellenergia elettrica e termica Assessorato alle Politiche ambientali ed Energia Provincia di Livorno

2 La pianificazione energetica provinciale Allegati: Allegato I - Schede su efficienza energetica e fonti rinnovabili Allegato II - Progetti strategici Allegato III - Linee guida per la redazione dei regolamenti edilizi, ai fini del risparmio e dellefficienza energetica

3 Aspetti salienti intervento Alcuni dati estrapolati dal quadro conoscitivo (bilancio energetico) Evoluzione della normativa La produzione energetica con particolare riferimento alle F.R. Piani di azione inerenti lefficienza energetica, il risparmio e linnovazione Progetti strategici della provincia

4 Alcuni dati estrapolati dal bilancio energetico provinciale (1) In provincia di Livorno, a fronte di un consumo di energia elettrica, al 2008, pari a GWh, si ha una produzione elettrica di GWh: pertanto, il 37% di quanto prodotto viene richiesto e consumato a livello provinciale. La produzione di energia elettrica nella provincia rappresenta circa il 50% del totale prodotto nella regione Toscana (incluso geotermia ed idroelettrico) ed il 75% della produzione termoelettrica (nelle centrali di tipo tradizionale che impiegano fonti fossili).

5 Alcuni dati estrapolati dal bilancio energetico provinciale (2) I dati del bilancio energetico provinciale evidenziano che la potenza elettrica installata risulta ampiamente superiore rispetto ai fabbisogni locali, ma anche che la qualità tecnologica degli impianti, i quali utilizzano, nella generazione elettrica, ancora quasi esclusivamente combustibili fossili, creano squilibri che si ripercuotono sullo stato dell'ambiente. Lapporto delle fonti rinnovabili a livello provinciale inizia ad essere significativo (attualmente la quota approvata si aggira intorno ai 140 MWe).

6 La produzione energetica da F.R. Impianti fotovoltaici non integrati a terra Comune P (KWp) N. impianti approvati Collesalvetti1899,812 Rosignano Marittimo5483,821 Castagneto Carducci993,61 Suvereto12600,248 Campiglia Marittima8087,364 Piombino2997,24 Totale Consumo di suolo (ha)70,54

7 La produzione energetica da F.R. Impianti alimentati con biomassa Comune P (MWe) N. impianti approvati Livorno752 Piombino231 Totale983

8 Evoluzione della normativa Nel corso degli ultimi mesi il quadro normativo inerente lattività di promozione delluso dellenergia da F.R. ha subito una evoluzione radicale. Sono da segnalare i seguenti atti in ordine cronologico : Approvazione del Terzo Conto Energia (DM 6 Agosto 2010) che ridisegna il quadro degli incentivi per i prossimi anni Approvazione delle Linee Guida (DM 10 Settembre 2010) attese da 10 anni che regolamentano il procedimento autorizzativo e dettano criteri per linserimento degli impianti e sul territorio individuando criteri per lindividuazione di Aree non Idonee;

9 Evoluzione della normativa Il decreto Legislativo attuativo della Direttiva Comunitaria 2009/28/CE licenziato dal CdM il 3 Marzo u.s. che è una norma che penalizza la GREEN ECONOMY bloccando di fatto progetti già avviati (norma retroattiva) e finanziati mettendo a rischio investimenti cospicui, ma anche bloccando di fatto lo sviluppo del fotovoltaico diffuso. La deliberazione della Giunta Regionale Toscana del Dicembre 2010 che formula una proposta al C.R. per la formulazione delle aree non idonee per il fotovoltaico.

10 PRODUZIONE DIFFUSA DI ENERGIA (ELETTRICA E TERMICA) DA F.R. DI PICCOLA TAGLIA. Tenuto conto del quadro conoscitivo e normativo descritto ove si rilevano i dati della produzione energetica provinciale da fonti fossili e la produzione energetica da f.r. autorizzata ( circa 140 MWe di fotovoltaico e da biomassa) si ritiene di incentivare una produzione diffusa di energia di piccola taglia ricorrendo a: piccoli impianti di cogenerazione alimentati a sfalci e potature provenienti dal verde pubblico e privato, da biomasse o bioliquidi da filiera corta;

11 PRODUZIONE DIFFUSA DI ENERGIA (ELETTRICA E TERMICA) DA F.R. DI PICCOLA TAGLIA. sostituzione delle coperture in eternit dei fabbricati civili, industriali e agricoli con pannelli fotovoltaici per la produzione di energia, e la diffusione di impianti IAFR nelle PMI per abbattere lincidenza del costo energetico Filiere Locali per la produzione diffusa di energia

12 Efficienza energetica Efficienza energetica nel settore civile La certificazione energetica degli edifici Gli interventi di risparmio energetico (riscaldamento, raffrescamento) e relativo piano di azione

13 Efficienza energetica Efficienza energetica nel settore industria Gli interventi di risparmio energetico (gestione dei carichi, illuminazione, processo, cogenerazione, motori ad azionamento variabile) Esempi di tecnologie di ottimizzazione energetica di alcuni processi industriali e relativo piano di azione

14 Piano di azione settore civile Controlli degli impianti termici Interventi sulle centrali al servizio dei condomini Interventi sugli scaldacqua elettrici Interventi sui regolamenti edilizi Il sole per le famiglie: impianti fotovoltaici al servizio di tutti (Gas)

15 Piano di azione settore industria Promozione di diagnosi energetiche effettuate dalle imprese della provincia di Livorno (attività effettuata per 141 imprese nel 2009). Questa attività da proseguire prevede la redazione di progetti di efficientamento energetico permetterebbe oltre che migliorare i livelli di risparmio energetico ed efficienza energetica anche una animazione del mercato e la diffusione dei risultati ( del modello intrapreso).

16 Piano di azione settore industria Lenergia nelle Autorizzazioni Integrate Ambientali Campagna provincia eternit free (dgp n. 20 del 22/2/2011 che approva protocollo di intesa con Legambiente e Azzero CO2)

17 I progetti strategici Distretto delle energie della provincia di Livorno e della costa: Polo di Livorno - Collesalvetti Polo di Piombino Polo di Rosignano – Bassa val di Cecina Progetto per lIsola dElba e Arcipelago Sassetta: comune verde


Scaricare ppt "La Pianificazione Energetica Provinciale: Produzione ed uso razionale dellenergia elettrica e termica Assessorato alle Politiche ambientali ed Energia."

Presentazioni simili


Annunci Google