La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Massimo Spagnolo IREPA Onlus - Istituto Ricerche Economiche Pesca e Acquacoltura Via S. Leonardo, Trav. Migliaro, Salerno, ITALY Roma,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Massimo Spagnolo IREPA Onlus - Istituto Ricerche Economiche Pesca e Acquacoltura Via S. Leonardo, Trav. Migliaro, Salerno, ITALY Roma,"— Transcript della presentazione:

1 Massimo Spagnolo IREPA Onlus - Istituto Ricerche Economiche Pesca e Acquacoltura Via S. Leonardo, Trav. Migliaro, Salerno, ITALY Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON ESPON Progetto TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY

2 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY La coesione territoriale si raggiunge attraverso politiche che: riducono la disparità, promuovono uno sviluppo più bilanciato e sostenibile del territorio europeo in linea con la Prospettiva di Sviluppo Spaziale Europea (ESDP) anche attraverso un miglior coordinamento delle decisioni territorialmente rilevanti. Lo scopo di ESPON Progetto è di rafforzare la conoscenza della coesione territoriale attraverso unanalisi territoriale degli impatti della PCP.. Il 2° e 3° Rapporto sulla Coesione Economica e Sociale introducono la terza dimensione della coesione, accanto a quella economica e sociale: LA COESIONE TERRITORIALE LA COESIONE TERRITORIALE

3 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY LA POLITICA COMUNE DELLA PESCA E DELLACQUACOLTURA Conservazione delle risorse Ristrutturazione della pesca e dellacquacoltura Organizzazione dei mercati Accordi con Paesi terzi

4 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY La PCP è considerata una politica settoriale di grande impatto sulloccupazione, sulla coesione e sulleconomia regionale. La pesca e lacquacoltura sono due dei più importanti settori che usano e producono le risorse naturali ed entrambi i settori hanno subito profondi cambiamenti negli anni passati. La PCP è stata oggetto di modifiche verso la fine del 2002 ed una serie di misure saranno implementate nel prossimo futuro. Per il Mediterraneo la nuova strategia di conservazione delle risorse è ancora da definire ed approvare. Scopo principale è quello di rafforzare la competitività del settore e di assicurare la sua sostenibilità. Le modifiche avranno impatto principalmente sul comparto della pesca marittima, influenzando, in particolare, i livelli occupazionali. QUADRO DI RIFERIMENTO

5 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY GLI STRUMENTI DELLA POLITICA DI CONSERVAZIONE DELLE RISORSE Piani di gestione pluriennale per tutti gli stocks Riduzione delle quote Riduzione delle flotte di pesca Limitazioni sul come, quando e dove esercitare lattività di pesca Limitazioni sul supporto finanziario alla modernizzazione e costruzione di nuovi battelli IN SINTESI: OBIETTIVI DI RIDIMENSIONAMENTO SETTORIALE CON PREVISIONI GRAVE IMPATTO OCCUPAZIONALE E STRUTTURALE

6 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY Gli obiettivi generali di ESPON progetto Territorial Impacts of European Fisheries Policy possono essere così riassunti: Sviluppo di metodologie per la valutazione dellimpatto territoriale delle politiche di settore Sviluppo di indicatori territoriali, tipologie e concetti; fornire un input per il database ESPON e sostenere il progetto attraverso analisi di dati empiriche e statistiche. Analizzare gli impatti demografici, sociali ed ambientali della PCP. Proporre raccomandazioni politiche finalizzate alla promozione della coesione territoriale ed allo sviluppo di un territorio europeo più bilanciato e policentrico, alla promozione della cooperazione e della creazione di networks. Proporre strumenti appropriati per il miglioramento del coordinamento delle politiche di settore europee e lESDP. Analizzare i trend territoriali, problemi ed opportunità derivanti dallimplementazione delle politiche di settore ai diversi livelli geografici e in zone differenti del territorio europeo, considerato nella sua veste allargata. OBIETTIVI GENERALI

7 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY In sostanza, il progetto ESPON si propone di dare una risposta alle seguenti domande: Che impatto avranno sui paesi e sulle regioni europee i cambiamenti avvenuti nella PCP e quelli pianificati per il futuro del settore? Quali saranno gli impatti territoriali di questi cambiamenti alla luce delle finalità della coesione, dello sviluppo territoriale bilanciato e sostenibile e del policentrismo? Qual è il potenziale dellinnovazione del settore della pesca? In che modo le nuove dinamiche economiche possono influenzare le diverse tipologie di zona costiera? Quali sono i processi di ristrutturazione che le aree dipendenti dalla pesca hanno subito negli anni più recenti e che esito ha avuto questa ristrutturazione? Quali sono gli impatti delle politiche della pesca di cui bisogna tener conto nelle diverse tipologie di zona costiera in relazione al concetto di ICZM? In che modo gli effetti delle politiche della pesca influenzeranno lo sviluppo spaziale nelle regioni costiere e lo sviluppo del policentrismo? Che ruolo gioca laccessibilità per lo sviluppo di nuove attività nel settore della pesca nelle diverse regioni europee? RISPOSTE ATTESE

8 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY In particolare, il progetto si focalizzerà sulle seguenti questioni: La posizione delle regioni costiere in sistemi territoriali di alto livello (come lUE ed i singoli paesi membri). Di particolare importanza è limpatto della PCP sulle disparità tra regioni nellambito dellUE ed allinterno delle singole nazioni; Cambiamenti demografici, sociali ed economici allinterno delle regioni costiere e, se possibile, in relazione a diverse tipologie di regioni costiere, al fine di identificare le aree in cui limpatto della PCP risulta più significativo (in positivo e negativo). Il processo di ristrutturazione e lo sviluppo territoriale nellambito delle regioni costiere. Il progetto esaminerà la possibilità di condurre analisi intra-regionali a diversi livelli; TEMATICHE PRINCIPALI La posizione delle regioni costiere nellambito delle politiche comunitarie (come lESDP, Prospettiva di Sviluppo Spaziale Europea) ed in particolare di quelle strutturali (come lo SFOP, il Fondo di Coesione, il FESR ed il FSE). Di notevole importanza sono questioni come quelle relative al phasing in/out delle regioni nellambito delle diverse politiche;

9 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY La sfida consiste nellesaminare la relazione tra implementazione dei cambiamenti nelle politiche della pesca ed i cambiamenti nei sistemi territoriali e nelle strutture socio-economiche. c) posizione nel sistema politico europeo e nazionale (politiche strutturali e nazionali); b) tipo di dipendenza strutturale dalla pesca (se dalla piccola pesca, dalla pesca daltura, dallindustria di trasformazione o dalla maricoltura); a) localizzazione geografica; Lanalisi potrà essere condotta in modo efficiente solo attraverso unadeguata definizione del concetto di regione costiera. La definizione del concetto di regione costiera si baserà, principalmente su: d) relazione con limplementazione della nuova PCP. METODOLOGIA DI ANALISI

10 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY Impatto sulla gestione ambientale e della zona costiera. Impatto sulla struttura e solidità economica regionale; Impatto su occupazione, coesione sociale e demografia; Lanalisi dellimpatto territoriale dei cambiamenti della politica della pesca nellambito del Progetto ESPON si svolgerà attraverso i seguenti punti: LIREPA è responsabile dellanalisi di impatto sulla struttura socio-economica delle regioni costiere. METODOLOGIA DI ANALISI

11 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY METODOLOGIA DI ANALISI Lapplicazione della metodologia di analisi TIA (Territorial Impact Analysis), elaborata nellambito del Progetto ESPON 3.1 (Strumenti Integrati per lo Sviluppo Spaziale Europeo) trova limiti sostanziali nel fatto che : le politiche europee sono ancora molto lontane dal prendere in considerazione effetti di natura territoriale, (neppure economica e sociale) nonostante le ricadute in tal senso siano significative; tali politiche sono drammaticamente carenti in termini di differenziazione territoriale dei dati relativamente ai loro effetti.

12 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY La PCP ha effetti collaterali, anche se non intenzionali, nelle regioni costiere ed, in particolare, in quelle dipendenti dalla pesca. Alcuni di questi sono: aumento della disoccupazione, diminuzione della produzione (PIL), diminuzione della popolazione a causa di fenomeni di migrazione, alterazione della composizione per età della popolazione nelle regioni dipendenti dalla pesca (invecchiamento), cambiamenti nella densità di popolazione nelle regioni costiere. Tali effetti saranno meno devastanti nelle aree urbane che in quelle costiere. La PCP ha impatti diversi nelle regioni europee e allinterno delle stesse. Limpatto sarà maggiore a livelli più bassi di suddivisione territoriale; IPOTESI PRELIMINARI

13 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY IPOTESI PRELIMINARI Limpatto territoriale della PCP può contrastare con gli obiettivi di coesione, sviluppo bilanciato del territorio e policentrismo in quanto può favorire le regioni più ricche e sfavorire quelle più remote, ovvero favorire le regioni meno dipendenti dalla pesca a discapito di quelle che basano la loro economica principalmente sulle attività di pesca. La PCP può contribuire allincremento della concentrazione dellindustria della pesca.

14 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY In generale, linnovazione è generalmente concentrata nelle città e nelle aree urbane per cui, eventuali processi innovativi favoriranno queste aree a discapito delle regioni più isolate. Limpatto territoriale delle misure della PCP dipende dalle modalità di attuazione nelle varie regioni. Esso dipende, inoltre, dalla struttura del settore della pesca nelle rispettive regioni e dalle prospettive di accesso a: opportunità di pesca, fonti di approvvigionamento di materia prima per la trasformazione, fonti di reddito alternative, ecc….. Lacquacoltura continuerà ad espandersi; il suo sviluppo sarà molto più concentrato regionalmente, se si fa riferimento al valore aggiunto ed alloccupazione. IPOTESI PRELIMINARI

15 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY Una delle conclusioni che si possono trarre alla fine della prima fase di ricerca è che le fonti di dati socio-economici per la pesca per i paesi europei (sia EU che EFTA) sono notevolmente differenti ed eterogenee. Le difficoltà principali riscontrate riguardano la possibilità di reperire dati completi ed omogenei a livelli di suddivisione territoriale NUTS 3. Le vie per far fronte al problema possono essere le seguenti: Utilizzare le informazioni derivanti dai progetti Interreg IIIB Utilizzare progetti di ricerca già completati Condurre le analisi sulle statistiche di paesi per cui si dispone di dati rilevanti per livelli di suddivisione territoriale più dettagliata. SITUAZIONE ATTUALE E PROSPETTIVE FUTURE

16 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY SITUAZIONE ATTUALE E PROSPETTIVE FUTURE Tabella 1 – Alcuni degli indicatori socio-economici proposti dallIREPA nellambito di ESPON Progetto DimensionLevel indicatorChange indicators General economy Gross Domestic Product (GDP) per inhabitant in PPP Evolution of GDP per inhabitant in PPP Unemployment rateEvolution of unemployment rate GDP per occupied personEvolution in GDP per occupied person Fishery GDPFishery GDP/Global GDPEvolution in fishery share of global GDP Aquaculture GDPAquaculture GDP/Global GDPEvolution in fishery share of global GDP Fleet investments Fishing power Current fishery investment rate Trends in fishery investment (vessel, engine, fishing gear, navigation, technology) Fishing effortFishing daysTrends in allocation of fishing days to the target species Fishery yieldTons of harvestYield trends Fishery costs Unit cost of effort Variable cost over catch rate Changes in costs of fishing Fishery revenuesRevenues per unit of effortChanges in real prices of species and sizes Fishery employmentDirect and indirect fishery employmentTrends in direct and indirect fishery employment Fishery food self-sufficiency Percentage of harvest that remains in coastal area Per capita non-export harvest Trends in harvest remaining in coastal area Trends in per capita consumption of seafood Source: Irepa, 2004 based on an adaptation from Seijo and Caddy (2000).

17 Roma, 18 gennaio 2005, Secondo Seminario Nazionale I partners italiani nei progetti ESPON Progetto 2.1.5, TERRITORIAL IMPACTS OF EUROPEAN FISHERIES POLICY Grazie per lattenzione!


Scaricare ppt "Massimo Spagnolo IREPA Onlus - Istituto Ricerche Economiche Pesca e Acquacoltura Via S. Leonardo, Trav. Migliaro, Salerno, ITALY Roma,"

Presentazioni simili


Annunci Google