La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L'origine dell'immagine del Cristo Misericordioso è legata ad una visione che S.Maria Faustina Kowalska ebbe il 22 febbraio 1931 nel convento di Plock.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L'origine dell'immagine del Cristo Misericordioso è legata ad una visione che S.Maria Faustina Kowalska ebbe il 22 febbraio 1931 nel convento di Plock."— Transcript della presentazione:

1

2 L'origine dell'immagine del Cristo Misericordioso è legata ad una visione che S.Maria Faustina Kowalska ebbe il 22 febbraio 1931 nel convento di Plock.

3 La sera, stando nella mia cella, vidi il Signore Gesù vestito di una vesta bianca: una mano alzata per benedire, mentre laltra toccava sul petto la veste, che ivi leggermente scostata lasciava uscire due grandi raggi, rosso luno e laltro pallido. Muta tenevo gli occhi fissi sul Signore; lanima mia era presa da timore, ma anche da gioia grande. Dopo un istante, Gesù mi disse: Dipingi unimmagine secondo il modello che vedi, con sotto scritto: Gesù confido in Te! Desidero che questa immagine venga venerata prima nella vostra cappella, e poi nel mondo intero. Prometto che lanima, che venererà questimmagine, non perirà. Prometto pure già su questa terra, ma in particolare nellora della morte, la vittoria sui nemici. Io stesso la difenderò come Mia propria gloria. nn

4 n. 50 Le fiamme della Misericordia Mi divorano; voglio riversarle sulle anime degli uomini. Poi Gesù si lamentò con me dicendomi: La sfiducia delle anime Mi strazia le viscere. Ancora di più Mi addolora la sfiducia delle anime elette. Nonostante il mio amore inesauribile non hanno fiducia in Me. Nemmeno la Mia morte è stata sufficiente per loro. Guai alle anime che ne abusano!.

5 n. 65 Durante lesame di coscienza di mezzogiorno, mi lamentai col Signore per la diminuzione delle forze. Fu allora che udii dentro di me queste parole: Da oggi in poi, ti riuscirà assai facile; accrescerò le tue forze. La sera, venuto il momento di scolare le patate, maffrettai per prima, fiduciosa nelle parole del Signore. Afferrai la marmitta con disinvoltura e scolai le patate con facilità. Ma quando sollevai il coperchio per farne uscire il vapore, invece delle patate notai nella marmitta interi fasci di rose rosse, così belle che non riuscirei a descriverle. Mai prima dallora ne avevo vedute di simili.

6 In un momento in cui ero tremendamente schiacciata da queste sofferenze, andai in cappella e dissi dal profondo dellanima queste parole: Fa di me, o Gesù, quello che Ti piace. Io Ti adorerò ovunque. E avvenga in me tutta la Tua volontà, o Signore e Dio mio, e io glorificherò la Tua infinita Misericordia. In seguito a questatto di sottomissione cessarono quei terribili tormenti. Allimprovviso vidi Gesù che mi disse: Io sono sempre nel tuo cuore. Una gioia indicibile inondò la mia anima e la riempì di tanto amor di Dio, che infiammò il mio povero cuore. Vedo che Dio non permette mai prove al di sopra di quello che possiamo sopportare. n. 78

7 Scrivi questo: prima di venire come Giudice giusto, vengo come Re di Misericordia. Prima che giunga il giorno della giustizia, sarà dato agli uomini questo segno del cielo: si spegnerà ogni luce in cielo e ci sarà una grande oscurità su tutta la terra. Allora apparirà in cielo il segno della Croce e dai fori, dove furono inchiodati i piedi e le mani del Salvatore, usciranno grandi luci che per qualche tempo illumineranno la terra. Ciò avverrà poco tempo prima dellultimo giorno. n. 83

8 PREGHIERA PER ESSERE MISERICORDIOSI

9 O Trinità Santissima, desidero ardentemente che ogni mio respiro, ogni battito del mio cuore e ogni fremito dell'essere mio lodino la tua misericordia.

10 Vorrei che mi tramutassi in misericordia per diventare un tuo riflesso vivente, o mio Signore, e che la tua misericordia, che è infinita e di tutti i divini attributi il più sublime, si riversasse dal mio cuore e dal mio spirito sul prossimo.

11 O Gesù, so che la tua misericordia supera la nostra intelligenza. T'imploro, perciò, di rendere il mio cuore tanto grande da contenere le necessità di tutte le anime viventi.

12 So che ti comporti con noi come noi ci comportiamo con gli altri. Gesù, il mio amore mi spinge, oltre i confini di questo mondo, fino alle anime che soffrono nel purgatorio e intendo fare opera di misericordia anche per esse, servendomi delle indulgenze.

13 Gesù mio, rendi il mio cuore simile al tuo cuore misericordioso. Fammi sensibile ad ogni sofferenza del corpo o dell'anima del mio prossimo e aiutami a trascorrere la vita facendo del bene a ogni persona.

14 Signore, aiutami perché i miei occhi siano pieni di misericordia, in modo che io non sospetti mai né giudichi nessuno dalle apparenze esterne, ma scorga la bellezza interiore degli altri e possa favorirla.

15 Fa' che il mio udito sia pieno di misericordia, così ch'io mi possa chinare sulle necessità dei miei fratelli e non mi permetta di restare indifferente davanti ai loro dolori e ai loro pianti.

16 Soccorrimi, o Dio, affinché dalle mie labbra trabocchi la misericordia e, senza mai fare torto al prossimo quando parlo di lui, io abbia per ciascuno una parola di conforto e di perdono.

17 Signore, fa' che le mie mani siano caritatevoli e ripiene sempre di qualche buona azione, né mai si stanchino di fare del bene agli altri, mentre da parte mia, invece, accetterò per me i compiti più difficili e penosi.

18 Fa' che siano misericordiosi anche i miei piedi e portino senza sosta l'aiuto ai miei fratelli, dominando la fatica e la stanchezza: il mio riposo stia nel servire tutti.

19 Ti chiedo infine, o Dio, di riempire di misericordia questo cuore e di renderlo sensibile alle sofferenze degli altri: nessuno abbia un rifiuto dal mio cuore, né io prenda mai la fuga di fronte a quelli che abusano della mia condiscendenza.

20 Quanto a me, mi rinchiudo nel misericordiosissimo tuo cuore, tacendo agli altri quanto ho da soffrire.

21 BUON CAMMINO…. DON ADRIANO O Gesù, che sei l'Onnipotente, trasforma in te l'anima mia! Amen


Scaricare ppt "L'origine dell'immagine del Cristo Misericordioso è legata ad una visione che S.Maria Faustina Kowalska ebbe il 22 febbraio 1931 nel convento di Plock."

Presentazioni simili


Annunci Google