La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CASO DI STUDIO: ACCREDITAMENTO SIT CNR – CENTRO DI RESPONSABILITA DI ATTIVITA SCIENTIFICA DI PRIMO LIVELLO (Ex ISTITUTO DI ACUSTICA O. M. CORBINO) Silvano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CASO DI STUDIO: ACCREDITAMENTO SIT CNR – CENTRO DI RESPONSABILITA DI ATTIVITA SCIENTIFICA DI PRIMO LIVELLO (Ex ISTITUTO DI ACUSTICA O. M. CORBINO) Silvano."— Transcript della presentazione:

1 CASO DI STUDIO: ACCREDITAMENTO SIT CNR – CENTRO DI RESPONSABILITA DI ATTIVITA SCIENTIFICA DI PRIMO LIVELLO (Ex ISTITUTO DI ACUSTICA O. M. CORBINO) Silvano Buogo METROLOGIA E QUALITÀ: Processo di misurazione, Norme, Riferibilità, Incertezze di misura Università La Sapienza - Roma Facoltà di Ingegneria – S. Pietro in Vincoli, Auletta del Chiostro 2 dicembre 2005

2 2 Sommario Sommario Presentazione del contesto (Area CNR, Istituto, Laboratorio) Obiettivi dellaccreditamento Descrizione del tipo di misura (metodi, apparecchiature, incertezze) Metodologia di implementazione di un Sistema di Gestione Particolarità dellapproccio metrologico Conclusioni

3 2 dicembre LArea della Ricerca CNR di Roma 2 Tor Vergata LArea della Ricerca CNR di Roma 2 Tor Vergata Inaugurazione: dicembre 1997 Principali Istituti Nazionali afferenti In prossimità di: Situata allinterno del campus universitario Sezioni: IA, IGAG, IMM, INeMM, ISC, ITIA

4 2 dicembre Centro di Responsabilità di Attività Scientifica di primo livello – (Ex Istituto di Acustica O. M. Corbino) Centro di Responsabilità di Attività Scientifica di primo livello – (Ex Istituto di Acustica O. M. Corbino) Unico Istituto di ricerca nazionale interamente dedicato allacusticaUnico Istituto di ricerca nazionale interamente dedicato allacustica Campi di attività: Sensori, Attuatori, Rumore, Acustica ambientale, Acustica subacqueaCampi di attività: Sensori, Attuatori, Rumore, Acustica ambientale, Acustica subacquea Laboratori: camere pulite, camera anecoica, camere riverberanti accoppiate, vascaLaboratori: camere pulite, camera anecoica, camere riverberanti accoppiate, vasca Orso Mario Corbino (1876 – 1937) 1936: INEA 1949: INUA 1968: IDAC 2002: IA 2005: CRAS 1 liv. 2006: …

5 2 dicembre Il Laboratorio di Acustica Subacquea Il Laboratorio di Acustica Subacquea Allestito nel 1998 nella nuova sede di Tor Vergata Edificio indipendente Vasca per le tarature: 6 m x 4 m, profondità 5,5 m Strumentazione specifica per misure elettroacustiche ed interferometriche

6 2 dicembre Obiettivi dellaccreditamento Obiettivi dellaccreditamento Rendere utile alla comunità scientifica ed industriale una importante struttura di ricerca ricca di competenze nel settore acustico Realizzare il primo Centro di Taratura accreditato SIT operante in Italia e nel bacino del Mediterraneo per la taratura di idrofoni Garantire la riferibilità allo standard primario, detenuto a livello europeo dal National Physical Laboratory (UK) Contribuire alla creazione di uno sportello tecnologico presso lArea della Ricerca CNR, orientato a servizi, formazione, … Introdurre il concetto di Qualità in un ambiente di ricerca

7 2 dicembre Taratura di idrofoni Taratura di idrofoni La misura consiste nel determinare la sensibilità di un sensore (idrofono) definita* come rapporto tra la risposta (tensione elettrica) e la sollecitazione esterna (pressione acustica) La risposta è funzione della frequenza dellonda incidente** La gamma di frequenze considerata si estende da qualche kHz a qualche centinaia di kHz (tipicamente da 5 kHz a 500 kHz) (** a potenza incidente costante) (* nellipotesi di linearità e passaggio per lo zero)

8 2 dicembre Metodi di taratura Metodi di taratura 1. Metodo del confronto: consiste nel confrontare la risposta dellidrofono in taratura con quella di un idrofono campione nelle stesse condizioni di misura: metodo relativo Risultato = prodotto della sensibilità del campione e per il rapporto tra la tensione prodotta dal tarando e quella prodotta dal campione 2. Metodo della reciprocità: la sensibilità si ottiene combinando le risposte di 3 trasduttori, di cui almeno uno reciproco (lineare, passivo, reversibile): metodo assoluto, non necessita di un campione Risultato = funzione dei segnali in tensione ricevuti, delle correnti inviate alle sorgenti, della frequenza, della distanza tra i trasduttori e della densità dellacqua P P H HT P PT H C P = proiettore C = campione H = idrofono P = proiettore T = trasduttore reciproco H = idrofono

9 2 dicembre Schema di misura Schema di misura

10 2 dicembre Strumentazione Strumentazione I misurandi si suddividono in: Grandezze elettriche: tensioni e correnti (in regime alternato) Grandezze elettriche: tensioni e correnti (in regime alternato) Altre grandezze: frequenza, distanza, densità*, temperatura Altre grandezze: frequenza, distanza, densità*, temperatura Catena di misura: generatore, amplificatore di potenza, sonda di corrente, preamplificatore, scheda di acquisizione Riferibilità delle misure Le apparecchiature costituenti la catena di misura sono tarate internamente tramite un campione di prima linea (multimetro) sottoposto a taratura esterna In aggiunta, sono tarati allesterno: termometro acqua e termometro/igrometro ambiente termometro acqua e termometro/igrometro ambiente asta graduata. asta graduata. (* si ottiene da valori tabulati in funzione della temperatura)

11 2 dicembre Incertezze di misura Incertezze di misura Per i metodi non assoluti (confronto) la componente principale deriva dallincertezza della taratura esterna del campione Ordini di grandezza delle componenti dellincertezza: Campione5 % – 10 %dipende dalla frequenza Campione5 % – 10 %dipende dalla frequenza Tensioni AC0,5 % – 5 % Tensioni AC0,5 % – 5 % Correnti AC1 % – 5 % Correnti AC1 % – 5 % frequenza100 ppm (0.01 %) frequenza100 ppm (0.01 %) distanza1 % – 2 % distanza1 % – 2 % densità< 0.01 % densità< 0.01 % Lincertezza composta, funzione della frequenza, è compresa tra circa il 5% ed oltre il 10% (> 1 dB) secondo il metodo

12 2 dicembre Particolarità dellaccreditamento Particolarità dellaccreditamento 1.Manca un campione primario nazionale: lIstituto Primario (IEN) non è competente nel settore specifico 2.Non esiste un unico metodo normalizzato ma indicazioni generiche sulla realizzazione di più metodi (IEC 565: 1977) Non esistono Centri già accreditati SIT per la grandezza/strumento in questione I metodi implementati vengono considerati come non normalizzati Si richiede laccreditamento per la misura della sensibilità assoluta alla pressione acustica di idrofoni

13 2 dicembre Metodologia per laccreditamento Metodologia per laccreditamento 1.Identificazione della strategia e degli obiettivi 2.Contatti con i principali enti coinvolti (IEN, SIT, NPL) 3.Reperimento del materiale (modulistica SIT, norme, leggi) 4.Formazione di base: seminari ENEA, corsi NPL 5.Individuazione delle risorse: Personale: Ripartizione dei compiti, affidamento tesi di laureaPersonale: Ripartizione dei compiti, affidamento tesi di laurea Apparecchiature: individuazione e caratterizzazioneApparecchiature: individuazione e caratterizzazione Ambienti: controllo degli accessiAmbienti: controllo degli accessi 6.Consulenza esterna: Riesame della documentazione prodotta (manuale, procedure)Riesame della documentazione prodotta (manuale, procedure) Formazione specifica: Il Laboratorio MetrologicoFormazione specifica: Il Laboratorio Metrologico Audit interniAudit interni Riesame del Sistema con la Direzione dellIstitutoRiesame del Sistema con la Direzione dellIstituto 7.Confronto con realtà simili esistenti nellEnte/Università

14 2 dicembre Allestimento del Sistema Gestione Qualità Una gestione in Qualità è fondata su concetti a volte sottovalutati nelle attività di ricerca: definizione di politiche e obiettivi, processi gestionali e per le risorse, analisi e miglioramento,… Queste particolarità sono state affrontate avvalendosi di opportuna consulenza in modo specifico per: 1.Studio aspetti normativi (UNI EN ISO/IEC 17025) 2.Revisione documentazione (Manuale della Qualità) 3.Responsabilità del Sistema di Gestione (audit, verifiche) 4.Aspetti metrologici (riferibilità, conferma metrologica) Obiettivo: istaurare la cultura della Qualità nel personale interessato, invece che soddisfare banalmente un requisito formale (stesura della documentazione richiesta)

15 2 dicembre Ricerca e Sistemi Gestione Qualità Ricerca e Sistemi Gestione Qualità Valutazione della corrispondenza tra un approccio per processi* e lo svolgimento di attività di ricerca IdentificazioneScopoObiettivi Flusso e interazioni ResponsabilitàDocumentazionePianificazioneAttivitàMonitoraggio Risorse necessarie Verifica Può non essere definito univocamente (ricerca spontanea) Definiti solo in caso di commessa esterna Definiti solo in grandi progetti Spesso attribuita autonomamente Prodotta in corso di attività o al termine (pubblicazioni) Definita univocamente solo in grandi progetti Mancano indicatori certi (=impact factor?) Spesso è una variabile indipendente Possibile solo in caso di commessa esterna (* documento ISO TC 176 SC2 N544 R3)

16 2 dicembre Particolarità del laboratorio metrologico Particolarità del laboratorio metrologico Principali criticità emerse nella gestione in Qualità di un Centro di taratura rispetto alla gestione delle attività di ricerca: 1.Riferibilità delle misure: identificare catena di riferibilità e quali tarature esterne effettuare 2.Necessità di conferma metrologica per le apparecchiature: definire requisiti e intervallo di conferma 3.Formazione continua del personale, attraverso una pianificazione periodica guidata da procedure di verifica 4.Definizione dei processi condivisi con altre entità (servizi di Area: vigilanza, rete informatica, manutenzione impianti, …) Verso un approccio di tipo metrologico alle attività

17 2 dicembre Conclusioni Conclusioni Sviluppi futuri Porre le basi per costituire un Istituto Metrologico Designato competente a livello nazionale per lacustica subacquea Porre le basi per costituire un Istituto Metrologico Designato competente a livello nazionale per lacustica subacquea Estendere laccreditamento allacustica in aria, per costituire il primo Centro SIT per lacustica interamente a gestione pubblica Estendere laccreditamento allacustica in aria, per costituire il primo Centro SIT per lacustica interamente a gestione pubblica Laccreditamento costituisce unoccasione per unautovalutazione delle attività di un laboratorio di ricerca e per confermare elementi di buona pratica propri della Qualità Loccasione è vista come un ampliamento delle competenze e non come un semplice conformarsi a normative


Scaricare ppt "CASO DI STUDIO: ACCREDITAMENTO SIT CNR – CENTRO DI RESPONSABILITA DI ATTIVITA SCIENTIFICA DI PRIMO LIVELLO (Ex ISTITUTO DI ACUSTICA O. M. CORBINO) Silvano."

Presentazioni simili


Annunci Google