La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Elaborazione della ISO 26000 Unattività di normazione Unattività di normazione socialmente responsabile Stefano Sibilio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Elaborazione della ISO 26000 Unattività di normazione Unattività di normazione socialmente responsabile Stefano Sibilio."— Transcript della presentazione:

1 Elaborazione della ISO Unattività di normazione Unattività di normazione socialmente responsabile Stefano Sibilio

2 2 Ente Nazionale Italiano di Unificazione Finalità elaborare, pubblicare e diffondere NORME TECNICHE Fondazione : 1921 Riconoscimento: Ente Normatore Membro italiano

3 3 Enti di normazione nazionale

4 4 4 Vienna Agreement Partecipazione / Mirroring Comitè Européen de Normalisation Ente Nazionale Italiano di Unificazione International Organization for Standardization Member Body Liason La partecipazione italiana in CEN ed ISO

5 5 Network costituito dagli Enti Nazionali di Normazione di 162 Paesi, per lItalia, con Segreteria Centrale a Ginevra norme internazionali oggi in vigore 192 Comitati Tecnici (ISO/TC) attivi per: più di 3100 organi tecnici circa esperti Elabora, pubblica e diffonde: NORME TECNICHE INTERNAZIONALI Organizzazione Internazionale Normazione

6 6 Network costituito dagli Enti Nazionali di Normazione di 31 Paesi, per lItalia, con Segreteria Centrale a Bruxelles Elabora, pubblica e diffonde: NORME TECNICHE EUROPEE Comitato Europeo di Normazione

7 7 © DIN La nascita della normazione europea Before: Trade barriers hindered the European economy

8 8 TERMINOLOGIA DIMENSIONI REQUISITI QUALITAGESTIONE PRESTAZIONI SICUREZZA UTILIZZO MANUTENZIONE MANUTENZIONE METODI DI PROVA Organi meccanici Manufatti Prodotti industriali… Prodotto, processo, servizio … Focalizzazione al cliente Miglioramento continuo Storia ed evoluzione delle attività normative

9 9 Documento, stabilito mediante consenso e approvato da un organismo riconosciuto, che fornisce, per utilizzi comuni e ripetuti, regole, linee guida o caratteristiche, relative a determinate attività o ai loro risultati, al fine di ottenere il miglior ordine in un determinato contesto. UNI CEI EN 45020:2007 Definizione di NORMA

10 10 COGENTE VOLONTARIO Direttive Regolamenti Leggi Decreti NORME Mandato Rapporto tra norme e leggi

11 11 Commissioni Tecniche 59 Enti Federati 7 Sottocommissionicirca150 Gruppi di lavorocirca 500 Dimensione dellattività normativa UNI

12 12 Pluralità e Partecipazione Produttori Utilizzatori Ministeri Laboratori Mondo accademico Ricerca Associazioni di Categoria ecc. Gli attori della redazione delle norme

13 ISO/Technical Management Board ISO/Technical Management Board Environmental Management Environmental Management Quality Management Quality Management Systems Standards SC1 SC2 SC3 SC1 SC2 SC3 ISO/TC 207 ISO/TC 176 Struttura Comitati Tecnici ISO 13

14 14 Norme elaborate dallISO/TC 176 Requisiti Linee guida miglioramento Fondamenti e terminologia Audit UNI EN ISO 9001 UNI EN ISO 9000 UNI EN ISO 9004 UNI EN ISO Tecniche di supporto su aspetti specifici della qualità Serie ISO 10000

15 LCA serie ISO Etichettatura serie ISO Eco-Design ISO/TR UNI ISO Sistemi di Gestione Amb. UNI EN ISO UNI ISO Indicatori e prestazioni UNI EN ISO Audit UNI EN ISO Comunicazione UNI ISO Gas serra UNI ISO UNI ISO Norme elaborate dallISO/TC

16 16 Valutazione della conformità Conformità: rispondenza di un prodotto, processo o servizio ai requisiti specificati. UNI CEI EN 45020:2006 Valutazione della conformità: dimostrazione che requisiti specificati relativi ad un prodotto, processo, sistema, persona od organismo, sono soddisfatti. UNI CEI EN ISO IEC 17000:2005

17 17 UNI CEI EN ISO/IEC UNI CEI EN ISO/IEC UNI CEI EN ISO/IEC UNI...ISO/IEC Laboratori ISO Marchi ISO Ispezione ISO Valutazioni tra pari ISO Certificazione persone ISO Valutazione della conformità: dalle EN alle ISO (ISO CASCO)

18 18 Working Group SOCIAL RESPONSIBILITY ISO/Technical Management Board ISO/Technical Management Board Environmental Management Environmental Management Quality Management Quality Management Systems Standards SC1 SC2 SC3 SC1 SC2 SC3 ISO/TC 207 ISO/TC 176 Responsabilità Sociale in ISO

19 19 Imprenditoria Lavoratori 500 esperti 99 Paesi 42 organizzazioni internazionali 6 categorie di stakeholder Consumatori Servizi, ricerca ONG ISO/TMB/WG SR Social Responsibility Governi

20 20 Organizzazione del Working Group SR

21 TAPPETAPPETAPPETAPPE RIUNIONIRIUNIONIRIUNIONIRIUNIONI ISO/ COPOLCO Gruppo ad-hoc Working Report New Work Item Proposal Conferenza ISO di Stoccolma I riunione del WG SR Salvador de Bahia WG SR Bangkok ISO/WD ISO/CD FDIS e pubblicazione ISO Enquiry ISO/DIS ISO/WD ISO/WD ISO/WD WG SR Quebec city WG SR Lisbona WG SR Sidney WG SR Vienna WG SR Santiago del Cile WG SR Copenaghen ISO Working Group SR Design Specification ISO La lunga strada verso ISO

22 Dichiarazione sui principi e i diritti fondamentali nel lavoro Dichiarazione tripartita principi imprese multinazionali Convenzioni lavoro Linee guida per le imprese multinazionali Principi di corporate governance Altre linee guida e raccomandazioni 10 Principi Global Compact Convenzioni e Dichiarazioni ONU Protocolli di intesa dellISO su SR 22

23 Titolo: Guidance on Social Responsibility Percorso di approvazione del testo Ultima fase superata: inchiesta pubblica internazionale, chiusa il 14/02/2010 con voto positivo attualmente: redazione del FINAL DRAFT (FDIS) fase successiva: voto formale sul FDIS (2 mesi) partecipazione al voto: Paesi iscritti al WG SR scopo: votare il testo senza ulteriori commenti (SI/NO) criteri approvazione: più di 2/3 di voti positivi tra i partecipanti, meno di ¼ negativi totali Possibile pubblicazione ISO 26000: fine 2010 ISO/DIS (Draft International Standard) 23

24 Definizione di: Responsabilità Sociale Responsabilità da parte di unorganizzazione, per gli impatti delle sue decisioni e delle sue attività sulla società e sullambiente, attraverso un comportamento etico e trasparente, che - contribuisce allo sviluppo sostenibile, inclusa la salute e il benessere della società; - tiene conto delle aspettative degli stakeholder; - è in conformità con la legge applicabile e coerente con le norme internazionali di comportamento; - è integrata in tutta lorganizzazione e messa in pratica nelle sue relazioni. NOTA 1: il termine attività include prodotti, servizi e processi. NOTA 2: le relazioni si riferiscono alle attività di unorganizzazione allinterno della propria sfera dinfluenza. ISO/DIS (Draft International Standard) 24

25 1)Scopo e campo di applicazione del documento 2)Termini, definizioni ed abbreviazioni 3)Capire la RS (trend, caratteristiche, ecc.) 4)I principi della RS 5)Riconoscere la RS e coinvolgere gli stakeholder 6)Guida ai temi fondamentali della RS 7)Guida allintegrazione della RS nelle organizzazioni Appendice: Iniziative di RS ISO/DIS (Draft International Standard) Guidance on Social Responsibility : contenuti 25

26 ISO/DIS (Draft International Standard) Schematic Overview 26

27 La norma internazionale fornisce una GUIDA su: concetti, termini e definizioni della RS; background, trend e caratteristiche della RS; PRINCIPI e pratiche della RS; temi fondamentali e aspetti specifici della RS; integrazione, attuazione e promozione della RS; identificazione e coinvolgimento degli stakeholder; comunicazione degli impegni e delle prestazioni; contributo allo sviluppo sostenibile. ISO/DIS : Scopo e campo di applicazione 27

28 E applicabile a qualsiasi ORGANIZZAZIONE Riconosce nel rispetto delle leggi la base della RS ed incoraggia ad azioni che vadano oltre la LEGGE Promuove la comprensione comune della RS E complementare ad altri strumenti ed iniziative Tiene conto delle differenze sociali, ambientali, legali, economiche Non è un sistema di gestione e non ha scopi di certificazione ISO/DIS : Scopo e campo di applicazione 28

29 Accountability Trasparenza Comportamento etico Interessi degli Stakeholder Ruolo delle leggi Norme internazionali comportamento Diritti umani ISO/DIS : I principi della RS 29

30 Conoscere i propri impatti, gli interessi degli stakeholder e le aspettative della società I confini della RS – La sfera di influenza Identificazione degli stakeholder Coinvolgimento degli stakeholder ISO/DIS : Riconoscere la RS e coinvolgere gli stakeholder 30

31 ISO/DIS Relazione tra organizzazione, stakeholder e società 31

32 ISO/DIS : I temi fondamentali della RS 32

33 Comprensione dei temi fondamentali e della propria sfera di influenza Identificazione delle priorità Prassi e governance Comunicazione Credibilità Miglioramento ISO/DIS : Integrare la RS nellorganizzazione 33

34 ISO/DIS : Integrare la RS nellorganizzazione 34

35 È vero che non sei responsabile di quello che sei, ma sei responsabile di quello che fai di ciò che sei. [Jean-Paul Sartre] Grazie per lattenzione! Stefano Sibilio -

36 36 Valutazione della conformità QUALIFICAZIONE Cliente vs fornitore QUALIFICAZIONE Cliente vs fornitore CERTIFICAZIONE Organismo indipendente ed accreditato CERTIFICAZIONE Organismo indipendente ed accreditato AUTODICHIARAZIONE Valutazione di prima parte Valutazione di prima parte Valutazione di seconda parte Valutazione di seconda parte Valutazione di terza parte Valutazione di terza parte

37 Tenore di vita decente, senso di appartenenza alla comunità Esperienze, competenze e qualifiche, sviluppo delle capacità personali Istruzione, formazione ad apprendimento continui Opportunità di avanzamento di carriera Rispetto delle responsabilità familiari Promozione della salute e del benessere dei lavoratori ISO/DIS : Labour practices – Human development 37

38 Permettere scelte dacquisto consapevoli Sviluppare capacità di scelta e confronto Educare su salute e sicurezza e sui prodotti pericolosi Informare su leggi e protezione del consumatore Etichettatura di prodotto accurata e trasparente Educare alluso efficiente delle risorse (materiali, energia, acqua) Educare a consumi sostenibili Informare sul corretto smaltimento di imballaggi e rifiuti ISO/DIS : Consumer - Education and awareness 38

39 CULTURA come componente fondamentale dellidentità, della coesione e dello sviluppo sociale Incoraggiare linserimento dei bambini nel sistema scolastico – combattere il lavoro minorile Promuovere attività culturali nel rispetto delle tradizioni locali Contribuire alla conservazione del patrimonio culturale Promuovere conoscenze e tecnologie locali ISO/DIS : Community involvement and development - Education and culture 39


Scaricare ppt "Elaborazione della ISO 26000 Unattività di normazione Unattività di normazione socialmente responsabile Stefano Sibilio."

Presentazioni simili


Annunci Google