La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

12 ottobre 2012 RINNOVO DEL CONSIGLIO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI FORLÌ-CESENA Procedure, termini e documentazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "12 ottobre 2012 RINNOVO DEL CONSIGLIO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI FORLÌ-CESENA Procedure, termini e documentazione."— Transcript della presentazione:

1 12 ottobre 2012 RINNOVO DEL CONSIGLIO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI FORLÌ-CESENA Procedure, termini e documentazione

2 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena SOMMARIO - I nuovi termini - Organizzazioni imprenditoriali: la documentazione (allegati A e B) - Divieto di duplicazione - Le piccole imprese - Settore artigianato e settore cooperazione - Organizzazioni sindacali e Associazioni dei consumatori: la documentazione (allegati C e D) - Organizzazioni imprenditoriali, Organizzazioni sindacali e Associazioni dei consumatori: gli apparentamenti (allegato E) - Casi di esclusione dal procedimento e casi di irricevibilità - Note organizzative - Normativa e documenti di riferimento

3 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena I nuovi termini 180 giorni prima della scadenza del Consiglio, il Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena: -pubblica lAvviso di avvio delle procedure allalbo camerale e sul sito internet istituzionale -ne dà contestuale comunicazione al Presidente della Giunta della Regione Emilia-Romagna Termine: 15/01/2013 (Scadenza Consiglio: 15/07/2013)

4 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena I nuovi termini Entro e non oltre 40 giorni dalla pubblicazione dellavviso: le Organizzazioni imprenditoriali, le organizzazioni sindacali, le associazioni dei consumatori fanno pervenire alla Camera di Commercio i dati relativi alla rappresentatività Termine: 24/02/2013, che slitta al 25/02/2013 (Decorrenza: 15/01/2013)

5 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni imprenditoriali Chi partecipa alla procedura1)le organizzazioni imprenditoriali di livello provinciale aderenti ad organizzazioni nazionali rappresentate nel CNEL ovvero 2) le organizzazioni imprenditoriali operanti nella circoscrizione da almeno 3 anni prima della pubblicazione dellavviso di rinnovo del Consiglio. Tali requisiti sono soggetti ad apposita dichiarazione da rendere nellallegato A di cui al D.M. n. 156/2011.

6 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni imprenditoriali: la documentazione Le organizzazioni imprenditoriali devono far pervenire alla Camera di Commercio, entro il 25 febbraio 2013 a pena di esclusione dal procedimento: 1) ununica dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (art. 47 del d.p.r. 28 dicembre 2000, n. 445) redatta, a pena di irricevibilità, secondo lo schema dellallegato A al D.M. n. 156/2011, sottoscritta dal legale rappresentante 2) unitamente alla dichiarazione di cui sopra, a pena di esclusione dal procedimento, lelenco delle imprese associate redatto secondo lo schema dellallegato B al D.M. n. 156/11.

7 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni imprenditoriali: Allegato A Lallegato A al D.M. n.156/11 deve contenere: -informazioni documentate, anche attraverso copia dello statuto e dellatto costitutivo dellorganizzazione imprenditoriale, in merito alla propria natura e alle proprie finalità di tutela e promozione degli interessi degli associati nonché allampiezza e diffusione delle strutture operative, ai servizi resi ed allattività svolta nella circoscrizione -numero imprese iscritte, a norma del proprio Statuto, al 31/12/2012 purché nellultimo biennio abbiano pagato almeno una quota annuale di adesione -numero degli occupati nelle imprese al 31/12/2012, secondo la distinta per categorie contenuta nellallegato A al D.M. n. 156/2011, con indicazione della fonte da cui sono stati tratti

8 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni imprenditoriali: Allegato A Per il settore delle società in forma cooperativa, lallegato A deve altresì contenere: -il numero dei soci aderenti alle cooperative stesse -lattestazione che lorganizzazione opera da almeno tre (3) anni nel territorio della circoscrizione oppure che è rappresentata nel CNEL Link allallegato A

9 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni imprenditoriali: Allegato B Gli elenchi delle imprese associate devono essere presentati: -quali allegati e parti integranti della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà sottoscritta dal legale rappresentante (allegato B al D.M. n. 156/2011) -esclusivamente su supporto digitale, in duplice copia su foglio elettronico ed in formato PDF/A, sottoscritti con firma digitale -consegnati in busta chiusa sigillata oppure crittografati con la tecnica asimmetrica, utilizzando una chiave pubblica indicata dalla Camera di Commercio e resa nota anche tramite pubblicazione in unapposita sezione del sito istituzionale camerale a partire dal 15/01/2013

10 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Note tecniche di elaborazione degli elenchi dellAllegato B al D.M. n. 156/2011 La Camera di Commercio deve acquisire dalle organizzazioni imprenditoriali gli elenchi redatti secondo l'esempio di seguito riportato, nel rispetto del tracciato definito (cfr. tavola 1) e salvati con estensione.csv (comma separated value, cioè campi separati da delimitatore ; punto e virgola). Lelenco si traduce in un singolo record per impresa. Come da seguente esempio, nella prima riga vanno riportate le denominazioni dei campi: Avvertenze 1) con riguardo alla denominazione, è necessario precisare con esattezza i termini anagrafici per non incorrere nellesclusione delle imprese non identificate nel R.I. 2) Con riguardo allindirizzo, deve essere indicato, a seconda dei casi, quello della sede o dellunità locale elencata.

11 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Lelenco di cui allAllegato B (D.M. n. 156/2011) L'elenco può essere compilato con i più diffusi prodotti di gestione di fogli elettronici, inserendo le informazioni (quelle indicate nella precedente diapositiva) nelle singole celle e quindi salvando nel formato indicato, con le seguenti modalità: Microsoft Excel: File – Salva con nome – indicare nome file - selezione in tipo file CSV (delimitato dal separatore di elenco) (*.csv) – Salva OpenOffice Calc: File – Salva con nome – indicare nome file - selezione in Salva come Testo CSV (.csv) – Salva – Mantieni il formato corrente – indicare separatore di campo ; (punto e virgola) – cancellare separatore di testo - OK Il file CSV così creato dovrà essere poi convertito in formato PDF/A. Successivamente, entrambi i file CSV e PDF/A dovranno essere firmati digitalmente dal legale rappresentante e salvati su apposito supporto digitale da inviare alla Camera di Commercio con le modalità prima descritte. Link allallegato B

12 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazione imprenditoriale che partecipa all'assegnazione del seggio in un solo settore Non si possono segnalare le imprese operanti in altri settori DIVIETO DI DUPLICAZIONE LOrganizzazione imprenditoriale che concorre allassegnazione di uno o più seggi in un solo settore, deve segnalare esclusivamente le imprese che operano in quel determinato settore, identificate sulla base del codice ATECO2007 con il quale sono iscritte al Registro Imprese

13 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazione imprenditoriale che partecipa all'assegnazione del seggio in più settori economici LOrganizzazione imprenditoriale deve fornire notizie e dati in modo distinto per ciascun settore di proprio interesse In ogni caso limpresa associata, identificata sulla base del codice ATECO2007 con il quale è iscritta al Registro Imprese, va conteggiata in un unico settore anche se svolge attività promiscua: non è possibile utilizzare, da parte della medesima organizzazione imprenditoriale, la stessa impresa in due settori diversi, al fine di evitare duplicazioni OBBLIGO DI DISTINZIONE DIVIETO DI DUPLICAZIONE

14 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Imprese iscritte a più organizzazioni É fatta salva la possibilità per le imprese di essere iscritte a più organizzazioni imprenditoriali; in tale caso, esse sono rappresentate da ciascuna delle organizzazioni imprenditoriali alle quali sono iscritte Non è vietato, pertanto, che due diverse organizzazioni imprenditoriali cui la stessa impresa aderisce, la includano ciascuna nellelenco delle imprese associate relativo al settore in cui limpresa opera

15 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Le piccole imprese Qualora unOrganizzazione imprenditoriale intenda partecipare, allinterno del proprio settore, anche allassegnazione della rappresentanza delle piccole imprese deve 1)fornire le relative notizie e dati distinguendo tra piccole imprese e altre imprese associate; 2)integrare lallegato A nella parte iniziale con la specifica che si intende partecipare anche allassegnazione della rappresentanza delle piccole imprese; 3)integrare lallegato A nel punto 4) indicando che una parte del totale delle imprese dichiarate sono piccole imprese e nel punto 6) indicando che una parte degli occupati si riferisce a quelli delle piccole imprese 4)presentare due elenchi (ciascuno in duplice copia su foglio elettronico e in formato PDF/A): uno contenente lelenco di tutte le imprese e uno contenente lelenco delle piccole imprese Link allAllegato A con piccole imprese e Link allAllegato B con piccole imprese

16 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Settore Artigianato e Settore Cooperazione Si ricorda, come stabilito fin dallinizio dalla norma, che 1)Le imprese artigiane svolgenti attività nei settori delle Assicurazioni, Credito, Servizi alle imprese, Trasporti e Spedizioni, Turismo non possono concorrere allassegnazione dei seggi fissati per il settore dellArtigianato 2)Le Cooperative svolgenti attività nei settori delle Assicurazioni, Credito, Servizi alle imprese, Trasporti e Spedizioni, Turismo non possono concorrere allassegnazione del seggio fissato per il settore della Cooperazione

17 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni sindacali e Associazioni dei consumatori – LAllegato C Partecipano alla procedura le Organizzazioni sindacali e le Associazioni dei consumatori di livello provinciale operanti nella circoscrizione da almeno 3 anni prima della pubblicazione dellAvviso di rinnovo del Consiglio Il possesso dei suddetti requisiti di partecipazione è soggetto ad apposita dichiarazione da rendere nellAllegato C al D.M. n. 156/2011

18 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni sindacali e Associazioni dei consumatori: la documentazione – LAllegato D Le Organizzazioni sindacali e le Associazioni dei consumatori devono far pervenire alla Camera di Commercio entro il 25/02/2013 a pena di esclusione dal procedimento 1)una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (art. 47 del d.p.r. 28 dicembre 2000, n. 445) redatta, a pena di irricevibilità, secondo lo schema dellallegato C al D.M. n. 156/2011, sottoscritta dal legale rappresentante e contenente gli elementi necessari dai quali si possa desumere il grado di rappresentatività nella circoscrizione 2)unitamente alla dichiarazione di cui sopra, a pena di esclusione dal procedimento, lelenco degli associati redatto secondo lo schema dellallegato D al D.M. n. 156/2011

19 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni sindacali e Associazioni dei consumatori: lAllegato C Lallegato C al D.M. n. 156/2011 deve contenere 1)Informazioni documentate sullampiezza e la diffusione delle strutture operative 2)Informazioni documentate sui servizi resi e lattività svolta nella circoscrizione 3)Il numero degli iscritti al sindacato o allassociazione al 31/12/2012 4)La dichiarazione che lassociazione opera nella provincia da almeno 3 anni

20 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni sindacali e Associazioni dei consumatori: il numero degli iscritti Come si determina il numero degli iscritti 1)Per le Organizzazioni sindacali: si tiene conto degli iscritti dipendenti da imprese della circoscrizione della Camera di Commercio, con esclusione dei pensionati 2)Per le Associazioni dei consumatori: si tiene conto degli iscritti della circoscrizione della Camera di Commercio inclusi nellelenco, tenuto a cura delle stesse organizzazioni di cui allarticolo 137, comma 2, lettera b) del D.Lgs , n. 206, ovvero negli elenchi tenuti dalle associazioni riconosciute in base alle leggi regionali in materia Link allAllegato C

21 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni sindacali e Associazioni dei consumatori: lAllegato D Gli elenchi degli iscritti devono essere presentati -quali allegati e parti integranti della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà sottoscritta dal legale rappresentante (allegato D al D.M. n. 156/2011) -esclusivamente su supporto digitale, in formato PDF/A, sottoscritti con firma digitale -consegnati in busta chiusa sigillata oppure crittografati con la tecnica asimmetrica, utilizzando una chiave pubblica indicata dalla Camera di Commercio e resa nota anche tramite pubblicazione in unapposita sezione del sito istituzionale camerale a partire dal 15/01/2013

22 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Lelenco di cui allAllegato D La Camera di Commercio deve acquisire dalle Organizzazioni sindacali e dalle Associazioni dei consumatori gli elenchi degli iscritti, redatti secondo l'esempio di seguito riportato e salvati in formato PDF/A. Lelenco si traduce in un singolo record per iscritto. Come da seguente esempio, nella prima riga vanno riportate le denominazioni dei campi: - Progressivo, ove va indicato un numero progressivo per nominativo elencato - Nome - Cognome - Altri elementi di individuazione delliscritto, ove occorre indicare il luogo e la data di nascita, lindirizzo di residenza ovvero di domicilio o di posto di lavoro (specificare) o altro dato utile allindividuazione. N.B.: I dati indicati devono corrispondere a quelli in possesso dellassociazione, in quanto acquisiti in occasione delliscrizione o utilizzati ai fini dei rapporti associativi con liscritto.

23 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena La Consulta delle professioni – Art. 8 del D.M. 156/2011 La Consulta Provinciale delle professioni è prevista dal comma 6 dell'articolo 10 della legge 580/1993 rinnovellata. Lo statuto della Camera di Commercio istituisce la Consulta definendone compiti e funzioni, oltre quelli previsti dallo stesso comma 6.2. Fanno parte della Consulta i rappresentanti delle associazioni maggiormente rappresentative delle categorie di professioni individuate dallo statuto e, di diritto, i presidenti degli ordini professionali operanti nella circoscrizione territoriale della camera di commercio. Ai soli fini della designazione del rappresentante degli ordini professionali in seno al consiglio della Camera di Commercio, il diritto di voto spetta esclusivamente ai presidenti degli ordini professionali. Il Presidente della Consulta comunica – entro trenta giorni dalla comunicazione del Presidente della giunta regionale - al Presidente della giunta regionale il nominativo del rappresentante dei liberi professionisti designato dalla Consulta.

24 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni imprenditoriali, Organizzazioni sindacali e Associazioni dei consumatori: apparentamenti / raggruppamenti Gli apparentamenti Due o più Organizzazioni imprenditoriali possono concorrere congiuntamente allassegnazione dei seggi di uno o più settori Due o più Organizzazioni sindacali o Associazioni di consumatori possono concorrere congiuntamente allassegnazione del seggio

25 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Organizzazioni imprenditoriali, Organizzazioni sindacali e Associazioni dei consumatori: Allegato E Le Organizzazioni interessate ad apparentarsi o raggrupparsi devono far pervenire alla Camera di Commercio entro il 25/02/2013 una dichiarazione -redatta, a pena di esclusione dal procedimento, secondo lo schema dellallegato E al D.M. n.156/11 -sottoscritta congiuntamente dai legali rappresentanti delle Organizzazioni o delle Associazioni partecipanti -contenente limpegno a partecipare unitariamente al procedimento per la nomina dei componenti il consiglio camerale Le Organizzazioni o Associazioni partecipanti allapparentamento/raggruppamento presentano, contestualmente a tale dichiarazione, rispettivamente gli allegati A e B oppure gli allegati C e D, dichiarando i dati disgiuntamente a pena di irricevibilità

26 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Casi di esclusione dal procedimento ex D.M. 156/ Mancato rispetto del termine per la presentazione della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà da parte delle organizzazioni imprenditoriali, sindacali e associazioni dei consumatori (40 gg dalla pubblicazione dellavviso, vale a dire 25 febbraio 2013 per la Camera di Commercio di Forlì-Cesena) Articolo 2, comma 2, e Articolo 3, comma 1

27 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Casi di esclusione dal procedimento ex D.M. 156/ Articolo 2, comma 2, e Articolo 3, comma 1 1)da parte delle organizzazioni imprenditoriali, degli elenchi delle imprese associate redatti secondo lo schema di cui allallegato B del D.M. n. 156/2011 2)da parte delle organizzazioni sindacali e associazioni dei consumatori, degli elenchi degli associati redatti secondo lo schema di cui allallegato D del D.M. n. 156/2011 Mancata presentazione, unitamente alla dichiarazione precedentemente indicata:

28 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Articolo 4, comma 1 Nel caso di apparentamento, mancata presentazione nei termini della dichiarazione redatta secondo lo schema allegato E del D.M. n. 156/2011 Casi di esclusione dal procedimento ex D.M. 156/

29 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Articolo 5, comma 2 Nel caso in cui i dati e i documenti trasmessi a norma degli artt. 2, 3 e 4 del D.M. n. 156/2011 siano affetti da irregolarità sanabili ma lorganizzazione o associazione non provveda alla regolarizzazione entro il termine di 10 gg dalla richiesta Casi di esclusione dal procedimento ex D.M. 156/

30 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Casi di irricevibilità ex D.M. 156/ Articolo 2, comma 2, e Articolo 3, comma 1 Nel caso di dichiarazione sostituiva di atto di notorietà NON redatta secondo gli schemi (più esattamente, lo schema di cui allallegato A per le organizzazioni imprenditoriali e lo schema di cui allallegato C per le organizzazioni sindacali ed associazioni dei consumatori)

31 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Art. 4, comma 3 Nel caso in cui le organizzazioni imprenditoriali, sindacali ed associazioni dei consumatori che intendono concorrere in apparentamento NON presentino i dati in maniera disgiunta, come previsto dallart. 12, comma 2, della L. 580/1993 Casi di irricevibilità ex D.M. 156/

32 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Articolo 5, comma 2 Nel caso in cui i dati e i documenti trasmessi a norma degli artt. 2, 3 e 4 siano affetti da irregolarità non sanabili Casi di irricevibilità ex D.M. 156/

33 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Esclusione o irricevibilità il ruolo del Segretario Generale Il Segretario Generale, in quanto responsabile del procedimento, verificandosi le indicate ipotesi, - dispone lesclusione dal procedimento ovvero - dichiara lirricevibilità della dichiarazione con propri provvedimenti che vanno notificati al legale rappresentante dellorganizzazione o dellassociazione

34 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Note 1 Tutta la documentazione deve pervenire, a pena di esclusione dal procedimento, allUfficio Protocollo della Camera di Commercio di Forlì-Cesena entro le ore del 25 febbraio 2013 (farà fede la registrazione di protocollo). A tal proposito è opportuno evidenziare che, secondo le istruzioni diramate dal Ministero dello Sviluppo Economico con circolare prot. n del 16/11/2011, ai fini del rispetto di tale termine NON può essere considerata la data di spedizione della raccomandata. 2 Il procedimento, relativamente alla forme e requisiti della documentazione, osserva le norme previste dal D.P.R. 445/2000. Lautentica della firma non è necessaria qualora la dichiarazione sia presentata unitamente alla copia fotostatica (non autenticata) di un documento didentità, in corso di validità, del sottoscrittore (art. 38 del D.P.R. 445/2000)

35 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena I nuovi termini Entro 30 giorni dalla scadenza del termine dei 40 giorni dalla pubblicazione dellavviso di avvio delle procedure di rinnovo: Il Segretario Generale della Camera di Commercio di Forlì-Cesena fa pervenire al Presidente della Giunta della Regione Emilia-Romagna i dati ed i documenti acquisiti, i provvedimenti di irricevibilità ed esclusione eventualmente adottati, ad esclusione degli elenchi delle imprese associate e degli associati Termine: 26/03/2013 (Decorrenza: 24/02/2013)

36 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Procedura presso la Regione - 1 A questo punto la competenza della procedura si incardina presso la Presidenza della Giunta della Regione Emilia Romagna, il cui atto finale sarà la NOTIFICA agli interessati del DECRETO DI NOMINA con comunicazione della data di insediamento del nuovo Consiglio

37 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Procedura presso la Regione - 2 Entro 30 gg dalla ricezione della documentazione, il Presidente della Giunta regionale, con proprio Decreto: - Determina il grado di rappresentatività delle Organizzazioni imprenditoriali - Individua le Organizzazioni (o i raggruppamenti di Organizzazioni imprenditoriali) che dovranno provvedere alla designazione dei componenti - Determina a quale Organizzazione sindacale o associazione di consumatori (ovvero a quale raggruppamento) spetta la designazione del componente del Consiglio. - Notifica tale decreto ai soggetti interessati che hanno validamente trasmesso la documentazione - Richiede al Presidente della Consulta delle professioni il nominativo del rappresentante designato

38 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Procedura presso la Regione - 3 Entro 30 gg dalla notifica del decreto Le Organizzazioni imprenditoriali, le Organizzazioni sindacali, le Associazioni dei consumatori, il Presidente della Consulta delle professioni COMUNICANO al Presidente della Giunta regionale i nominativi dei componenti il Consiglio in relazione al numero dei seggi assegnati In assenza di designazione, il Presidente della giunta regionale nomina, entro venti giorni, il componente o i componenti del consiglio camerale tra le personalità di riconosciuto prestigio nella vita economica della circoscrizione territoriale con riferimento al settore che deve essere rappresentato (V. articolo 12, comma 6, secondo periodo, della legge 580/1993).

39 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Procedura presso la Regione – 4 Il Presidente della Giunta Regionale Verificato il possesso dei requisiti in capo ai soggetti designati - PROVVEDE con apposito decreto, da notificare agli interessati entro 10 gg dalla sua adozione, alla nomina - FISSA la data di insediamento del nuovo Consiglio camerale

40 12/10/2012 Rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena Normativa e documenti di riferimento principali -L. 29 dicembre 1993, n. 580 Riordinamento delle Camere di Commercio, industria, artigianato e agricoltura, come modificata dal decreto legislativo 15 febbraio 2010, n. 23 -Decreto del Ministero dello sviluppo economico del 4 agosto 2011, n. 155 «Regolamento sulla composizione dei consigli delle Camere di Commercio in attuazione dellarticolo 10, comma 3, della legge 29 dicembre 1993, n. 580, così come modificata dal decreto legislativo 15 febbraio 2010, n. 23» -Decreto del Ministero dello sviluppo economico del 4 agosto 2011 n. 156 «Regolamento relativo alla designazione e nomina dei componenti del consiglio ed allelezione dei membri della Giunta delle Camere di Commercio in attuazione dellarticolo 12 della legge 29 dicembre 1993, n. 580, come modificata dal decreto legislativo 15 febbraio 2010, n. 23» -Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico protocollo n del 16/11/2011 -Statuto della Camera di Commercio di Forlì-Cesena, come da ultimo modificato con delibera n. 147 del 15 Novembre 2011


Scaricare ppt "12 ottobre 2012 RINNOVO DEL CONSIGLIO DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI FORLÌ-CESENA Procedure, termini e documentazione."

Presentazioni simili


Annunci Google