La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fabio Spinosa Pingue Una Confindustria più Verde Non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa dove andare Seneca.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fabio Spinosa Pingue Una Confindustria più Verde Non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa dove andare Seneca."— Transcript della presentazione:

1 Fabio Spinosa Pingue Una Confindustria più Verde Non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa dove andare Seneca

2 Fabio Spinosa Pingue Considerazioni base Confindustria rispetta la vocazione del territorio, da intendersi come linsieme delle risorse naturali, ambientali, architettoniche e delluomo. Con le sue specificità e professionalità… In Italia il primo pozzo petrolifero risale al 1935, ad Alanno (Pe). In Abruzzo esiste una lunga tradizione dellindustria degli idrocarburi. Il successo in campo agroalimentare dellAbruzzo a livello internazionale dimostra la possibile coesistenza tra industria e sviluppo sostenibile, turistico e agroalimentare. Confindustria rifiuta categoricamente la cultura nimbista - da NIMBY (not in my back yard). Il petrolio è un prodotto della natura, della terra. Solo lingegno delluomo lo ha reso fruibile per lutilizzo civile e industriale. Con leconomia sostenibile le imprese creano un vantaggio competitivo.

3 Fabio Spinosa Pingue Perché la green economy È una scelta economica perché permette di anticipare e accompagnare una tendenza in atto a livello mondiale, sia da parte dei consumatori sia da parte dei legislatori: su un campione di oltre 16 mila consumatori intervistati in 15 Paesi dei 5 continenti, oltre la metà preferisce acquistare prodotti e servizi da aziende che vantano una buona reputazione ambientale. È una scelta culturale che tende a lasciare un mondo ancora vivibile alle future generazioni. In Abruzzo è una scelta strategica che si pone in linea di continuità, modernizzandola e attualizzandola, con la scelta di Abruzzo Regione Verde e consente di definire una strategia comune di sviluppo territoriale. Anticipare e perseguire con forza una scelta a favore della green economy significa quindi anticipare i tempi e mantenere o guadagnare in competitività. E questo è valido in molti settori economici.

4 Fabio Spinosa Pingue Green economy: alcuni dati Dal punto di vista del consumo: il mercato dei prodotti tessili realizzati in fibre naturali da agricoltura biologica nel 2009, anno della recessione internazionale, è aumentato del 35% rispetto al 2008, per un valore complessivo di 4,3 miliardi di dollari - Rapporto Organic Exchange (2009). Dal punto di vista della legislazione comunitaria: con la Direttiva Europea 2000/53/EC, si determina che entro il 2015 il 95% dei materiali di cui è composta unautomobile dovrà essere riciclato come materia prima. Questo impone un cambio epocale a tutte le produzioni connesse al sistema automotive, imponendo nuovi concetti di progettazione che prevedano un facile disassemblaggio di tutte le componenti per rendere economico tale processo. Per fare un esempio estremo, da alcuni anni in California possono essere importate rubinetterie per uso domestico solo da produttori italiani e tedeschi, che sono attualmente gli unici a non utilizzare il piombo nella lavorazione.

5 Fabio Spinosa Pingue Il Contesto – come definire la green ecomomy Sono da considerare green quei processi produttivi in grado di realizzare uguali o maggiori unità di prodotto o di valore aggiunto utilizzando minori quantità di materia e di energia. Sono da considerare green quei processi produttivi in grado di realizzare uguali o maggiori quantità di output, riducendo la pressione sullatmosfera, sullacqua e sul suolo e generando una minore quantità di rifiuti non reimpiegabile nel ciclo produttivo. Si tratta quindi di un mondo vasto che attraversa tutti i settori produttivi: dalle costruzioni allimpresa meccanica, dallagricoltura alla Pubblica Amministrazione.

6 Fabio Spinosa Pingue Il Contesto – come definire la green ecomomy Nella green economy si tende a sottolineare innanzitutto il riorientamento del settore energetico verso le fonti rinnovabili (low carbon economy). La prospettiva è però più ampia. Assumono pari rilevanza rispetto al ciclo dellenergia altri cicli, come quello dellacqua, dei rifiuti, della filiera agricola, di quella industriale, della Pubblica Amministrazione. Tutti ambiti destinati a costituire fonti rilevanti di investimento e innovazione. Di conseguenza, quei prodotti e servizi che garantiscono un basso impatto ambientale lungo tutte le fasi del ciclo di vita (LCA - Life Cicle Assessment) diventano più competitivi.

7 Fabio Spinosa Pingue Perché un progetto green economy di Confindustria Permette un posizionamento strategico avanzato di Confindustria, ricollocandola come attore credibile nelle scelte sullambiente e sulla sostenibilità, favorendo così lo sviluppo di un dibattito territoriale responsabile. Landamento positivo dellazione di comunicazione promossa da Confindustria sugli idrocarburi rende evidente come sia possibile ricondurre il dialogo sullo sviluppo in un alveo di scelte responsabili. Può favorire una più semplice realizzazione di investimenti sulle energie rinnovabili. È utile per direzionare le scelte del sistema imprenditoriale verso linee comuni, favorendo quindi azioni di marketing territoriale congiunto. È in linea con le scelte che Confindustria sta attuando a livello nazionale e territoriale (esempio, tra gli altri: il premio di LegambienteInnovazione amica dellAmbiente che ha come main partner Confindustria Nazionale e come promotore, tra gli altri, Assolombarda).

8 Fabio Spinosa Pingue Obiettivi Sviluppare la cultura della tutela dellambiente e dello sviluppo green, inserendo questi concetti in un contesto di mercato e di competitività. Valorizzare le buone pratiche di gestione sostenibile delle imprese (applicazione dellLCA – Life Cicle Assessment; riduzione di emissioni e di consumi di energia, di utilizzo di materie prime a parità di prodotto realizzato, etc.). Promuovere e valorizzare ladozione di micro-comportamenti e soluzioni eco- sostenibili nel mondo delle imprese. Applicare la metodologia di Agenda 21 Locale per attivare un processo di partecipazione organizzato, con cui costruire consenso tra tutti i settori e gli attori della comunità locale ed elaborare un Piano di azione di lungo termine nella direzione della sostenibilità ambientale, sociale ed economica del territorio. Promuovere e valorizzare lo sviluppo presso la Pubblica Amministrazione del GPP (Green Public Procurement – acquisti verdi). Sviluppare un dialogo con il mondo ambientalista istituzionale, che permetta una gestione più razionale delle criticità nei nuovi investimenti in unottica di reciproco interesse. Far assurgere Confindustria a garante di scelte equilibrate tra sviluppo economico, anche impattante, e valorizzazione del territorio. LImprenditore deve essere disposto a guadagnare di meno…

9 Fabio Spinosa Pingue I niziamo subito Raccolta differenziata negli uffici Stampare le solo se necessario Prima di stampare pensa ai costi ambientali Rispetta lambiente. Hai davvero bisogno di stampare questa mail? Utilizzare carta riciclata per tutti i nostri mezzi di comunicazione: lettere, buste intestate, giornali e periodici, …

10 Fabio Spinosa Pingue Alcuni esempi

11 Fabio Spinosa Pingue Premio per lImpresa Sostenibile: un concorso a livello regionale con cerimonia di premiazione per le aziende con i progetti più sostenibili. Marchio Confindustria Abruzzo Green di cui si possono fregiare le imprese premiate. Contaminazione: istituire la figura dellinvitato permanente proveniente dal settore ambientale in seno agli organi direttivi. Istituire un gruppo di lavoro nel sistema per la tutela e la valorizzazione del territorio. Alcune proposte di Sistema

12 Fabio Spinosa Pingue In conclusione… LAMBIENTE non è una moda passeggera, quindi: Contribuiamo ancora di più a migliorare la qualità della vita consegnando alle future generazioni un territorio non massacrato. La contaminazione tra il mondo dellimpresa e il mondo ambientalista avvicinerà ancora di più le tante posizioni comuni e minimizzerà le poche differenze con benefici per la comunità. Non lasciamo solo e soltanto ai verdi ambientalisti e ai sempre più numerosi comitati del no a prescindere la difesa strumentale dellambiente… La sostenibilità non è solo difesa dellambiente, ma un concetto più ampio che integra gli effetti sociali, ambientali ed economici per costruire una società più forte e durevole nel tempo.


Scaricare ppt "Fabio Spinosa Pingue Una Confindustria più Verde Non esistono venti favorevoli per il marinaio che non sa dove andare Seneca."

Presentazioni simili


Annunci Google