La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Testo argomentativo. Ha lo scopo di dimostrare/persuadere di qualcosa linterlocutore, deve indurlo ad accettare o a valutare positivamente o negativamente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Testo argomentativo. Ha lo scopo di dimostrare/persuadere di qualcosa linterlocutore, deve indurlo ad accettare o a valutare positivamente o negativamente."— Transcript della presentazione:

1 Testo argomentativo

2 Ha lo scopo di dimostrare/persuadere di qualcosa linterlocutore, deve indurlo ad accettare o a valutare positivamente o negativamente determinate idee o convinzioni e, eventualmente, ad assumere comportamenti conseguenti. Arringa di avvocato, predica religiosa, articolo di opinione, saggio critico, dimostrazione scientifica, testo pubblicitario.

3 Struttura del testo argomentativo Introduzione Tesi Argomento 1 Prova 1 Prova 2 Argomento 2 Prova 1 Prova 2 Prova 3 Argomento 3 Prova 1 Conclusione

4 Introduzione Enunciazione della tesi Dati numerici (statistiche, costi, date…) Esempio concreto tratto da cronaca, storia, romanzo…

5 Tesi Nucleo concettuale del testo argomentativo, consiste in una o più affermazioni fondate su argomenti, che a loro volta sono suffragati da prove

6 Prove Dautorità: la verità di un assunto è comprovata dal valore e dallautorità del suo sostenitore (spesso è prova tautologica) Scientifica: formule, sondaggi, tabelle, statistiche, analisi…

7 Conclusione Conclusione bilancio: propone una sintesi del testo, ribadendo la tesi Conclusione circolare: riafferma la tesi espressa allinizio del testo Conclusione di tipo progressivo: la tesi non viene esplicitata allinizio del testo ma si ricava via via che procedono le diverse argomentazioni (la conclusione coincide con lenunciazione della tesi) Conclusione aperta: rilancia la questione su altri piani, aprendo a nuove riflessioni

8 Consigli Prima della stesura: Interpretare correttamente il titolo Fare una lista delle idee pertinenti rispetto al tema Disporle secondo una struttura logica e consequenziale

9 Consigli Durante la stesura (o in fase di revisione): Dividere il testo in paragrafi o capoversi Attenzione ai connettivi: le prove delle argomentazioni sono efficaci se legate dal connettivo sintattico corretto Sviluppare le argomentazioni al tempo presente (per prove ed esempi si può usare anche il passato) Presentare le argomentazioni in forma impersonale («si può quindi concludere che», «tutti potranno convenire che»), meglio evitare personalismi («secondo me», «sono fermamente convinto che»)

10 Analisi del titolo Il servizio militare Il servizio militare obbligatorio dovrebbe essere soppresso in tutto il mondo La dieta mediterranea Dieta e salute Il 57% degli italiani schiavo della dieta La dieta può incoraggiare lanoressia

11 Titolo – 1 Laumento della violenza tra i minori ha acceso un vivace dibattito sullinfluenza che TV e cinema esercitano sul comportamento degli adolescenti per gli effetti imitativi che certi film violenti possono scatenare. Qual è la tua opinione in proposito?

12 Tesi Tesi A: Sono daccordo. Bersagliare di immagini violente le menti dei bambini predispone ad attitudini violente le fasce dei giovani socialmente più deboli, che non dispongono di un valido appoggio nella famiglia e nella scuola. Tesi B: Non sono daccordo. La violenza fa parte della natura umana e bisogna imparare a controllarla. Cause sociali e uneducazione sbagliata la rendono invece esplosiva. Censurare i media è perciò un falso problema, occorre eliminare le cause che innescano le tendenze distruttive. Tesi C: Sono parzialmente daccordo. Laggressività è innata nelluomo e la miseria e la degradazione sociale aumentano le pulsioni violente; in tal caso certi film possono offrire facili modelli da imitare.

13 Titolo – 2 «Ti rispetto ma non ti accolgo» è una frase che esprime bene un atteggiamento diffuso tra la gente di fronte allaumento degli immigrati. Inquadra il problema ed esprimi il tuo giudizio in proposito.

14 Lista delle idee Cè chi pensa che limmigrazione porti via lavoro e sia un danno La presenza degli immigrati è utile allo sviluppo delleconomia del nostro e del loro Paese Limmigrazione è sintomo della disuguaglianza tra Paesi ricchi e Paesi poveri È meglio lasciarsi cogliere impreparati o pensare a come gestire le future ondate migratorie? Lodierna immigrazione pone problemi nuovi di convivenza sociale e culturale Comportamenti ostili e aggressivi in realtà si intensificano ovunque In presenza di sacche di povertà gli immigrati possono scatenare una guerra tra poveri Limmigrazione comporta vantaggi demografici, ringiovanisce la popolazione Responsabilità storica dellEuropa e doveri attuali La pluralità etnica e culturale è elemento di ricchezza di un popolo Nei prossimi ventanni la pressione delle masse affamate del sud del Mediterraneo è destinata ad aumentare

15 Tesi La presenza sempre più massiccia ed evidente di immigrati nella nostra società è motivo di arricchimento economico e culturale È comprensibile la diffidenza di molti italiani, soprattutto di fronte ad episodi di violenza: il reale inserimento degli immigrati nella comunità sociale italiana è il primo strumento per arginare il disordine che la presenza di stranieri può provocare

16 Argomentazione della tesi – 1 La paura degli immigrati Cè chi pensa che limmigrazione porti via lavoro e sia un danno In presenza di sacche di povertà gli immigrati possono scatenare una guerra tra poveri Comportamenti ostili e aggressivi in realtà si intensificano ovunque

17 Argomentazione della tesi – 2 Limmigrazione invece è vantaggiosa, anche se pone dei problemi La presenza degli immigrati è utile per lo sviluppo delleconomia del nostro e del loro Paese Limmigrazione comporta vantaggi demografici, ringiovanisce la popolazione La pluralità etnica e culturale è elemento di ricchezza di un popolo Lodierna immigrazione pone problemi nuovi di convivenza sociale e culturale

18 Argomentazione della tesi – 3 Laccoglienza come atto di solidarietà e di razionalità Limmigrazione è sintomo della disuguaglianza tra Paesi ricchi e Paesi poveri Responsabilità storica dellEuropa e doveri attuali Nei prossimi ventanni la pressione delle masse affamate del sud del Mediterraneo è destinata ad aumentare È meglio lasciarsi cogliere impreparati o pensare a come gestire le future ondate migratorie?

19 1 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Introduzione: La mia vita quotidiana è regolata dagli impegni scolastici: la mattina frequento le lezioni e il pomeriggio studio; anche il tempo libero che si può ricavare nella giornata deve essere programmato con molta attenzione.

20 1 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Tesi: Quando mi è possibile cambiare binario, qualche giorno in montagna mi fa sentire padrona del mio tempo: disporre della giornata come meglio credo mi fa sentire davvero libera.

21 1 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Argomento 1: Posso dormire senza aver regolato la sveglia, e se mi alzo più presto del solito è perché vado a letto prima che in città: ma ciò che conta è la sensazione di potermi addormentare e svegliare al di fuori delle solite costrizioni.

22 1 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Argomento 2: Il tempo può essere bello o brutto, ma cè sempre qualcosa da fare e, soprattutto, sono io a decidere che cosa fare: scalate, sci, bicicletta o chiacchiere con gli amici.

23 1 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Argomento 3: La gente del posto è simpatica, e i proprietari della pensione (ne siamo clienti abituali da alcuni anni) sono molto cordiali. Ragazzi e ragazze del luogo sono i miei compagni di sport invernali e di gioco, e al gruppo si uniscono altri forestieri, che sono accettati purché siano simpatici.

24 1 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Argomento 4: Lo sguardo e la mente non si stancano di percorrere i paesaggi ampi della montagna e delle valli, molto diversi dalle prospettive pianeggianti della periferia di P., e laria che si respira è, in senso letterale e metaforico, molto diversa.

25 1 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Conclusione: Insomma, la montagna mi ricarica.

26 2 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Introduzione: Nellimmaginario collettivo e nella pubblicità delle agenzie di viaggio la vacanza in montagna è una parentesi felice dalla vita quotidiana.

27 2 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Tesi: Purtroppo, io non detesto il mio lavoro e nellambiente dufficio mi trovo bene, mentre mi mette a disagio il momento delle vacanze, che da qualche anno trascorro a S. con la famiglia.

28 2 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Argomento 1: Non mi piace la gente di S., che non è socievole e tratta i turisti come polli da spennare: la qualità dei servizi è scadente (pensione modesta, vitto mediocre, maestri di sci che non sanno fare il loro mestiere).

29 2 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Argomento 2: Non mi piace lambiente, che si propaganda come puro e incontaminato, mentre si sono moltiplicate villette pretenziose ma anonime, frutto della cementificazione; e non parliamo dellaria, che sarà pura, ma non quando a S. vado io, perché insieme con me si muovono, da P. e da altri centri, battaglioni di turisti, tutti a bordo delle loro auto, con il risultato di portare in paese linquinamento e i rumori della città ma non i suoi servizi.

30 2 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Argomento 3: Non mi piacciono, infine, gli sport di montagna: non riesco a sciare, e sono troppo sedentario per le marce e le lunghe passeggiate che sono di rigore nelle località alpine.

31 2 – La vacanza in montagna: unalternativa alla vita di città Conclusione: Se sono costretto a divertirmi, divento furioso: lavorare stanca, ma almeno è utile a me e agli altri.

32 Indicazioni bibliografiche Esempi e citazioni tratti da: Paola Italia, Scrivere alluniversità. Manuale pratico con esercizi e antologia di testi, Firenze, Le Monnier Università 2006 Letteratura storia immaginario, a cura di Romano Luperini, Pietro Cataldi, Lidia Marchiani, Franco Marchese, Palermo, Palumbo 2008 Manuale di scrittura e comunicazione, a cura di Francesco Bruni, Gabriella Alfieri, Serena Fornasiero, Silvana Tamiozzo Goldmann, Bologna, Zanichelli 2006


Scaricare ppt "Testo argomentativo. Ha lo scopo di dimostrare/persuadere di qualcosa linterlocutore, deve indurlo ad accettare o a valutare positivamente o negativamente."

Presentazioni simili


Annunci Google