La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Percezione e descrizione: originalità e creatività della lingua Lingua Italiana Novembre 2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Percezione e descrizione: originalità e creatività della lingua Lingua Italiana Novembre 2007."— Transcript della presentazione:

1 Percezione e descrizione: originalità e creatività della lingua Lingua Italiana Novembre 2007

2 La ricerca dellespressione

3 Testi da immagini, testi per immagini: Foscolo, Le Grazie Alle Grazie immortali le tre di Citerea figlie gemelle è sacro il tempio, e son d'Amor sorelle; nate il dì che a' mortali beltà ingegno virtù concesse Giove, onde perpetue sempre e sempre nuove le tre doti celesti e più lodate e più modeste ognora le Dee serbino al mondo. Entra ed adora.

4 Antonio Canova, Le tre Grazie

5 Depliant o sito web? Alcune strategie comuni. Promozione messaggio che suscita interesse / desiderio Informazione messaggio articolato che fornisce informazione esaustiva.

6 Promozione: strategie della pubblicità visibilità (grafica) incisività (verbale) originalità della presentazione multimedialità del messaggio

7 Informazione: la chiarezza avanti tutto Comunicare un evento o un prodotto Le 5 W (What, Who, Where, Why, When) orientamento (mappa, trasporti e collegamenti, viabilità) informazioni pratiche (programma, ospiti, finalità benefiche ecc.) rassegna stampa (di noi hanno scritto che…)

8 Percezione e descrizione nel linguaggio promozionale Nel linguaggio internazionale dellarte, dire Veneto equivale a dire colore. Una intera cultura figurativa costruita sul colore. Così scoprire i luoghi e larte del Veneto significa spaziare nelle sfumature del colore, nellarmonia della luce e negli equilibri delle forme. Una sensibilità, quella dei veneti, determinata forse proprio dalle caratteristiche atmosferiche, dalla varietà dei toni e dalle gamme di questa terra. Unattitudine che si sviluppa in questa regione, nel corso dei secoli, attraverso linfluenza di tante civiltà ricche di storia e di cultura: dal paleolitico alle società preromane e romane, medievali dal rigore delleuforia rinascimentale, dallinventiva seicentesca, ad un Settecento dorato, dalle atmosfere mitteleuropee dellOttocento fino alle espressioni della cultura moderna e contemporanea.

9 Percezione e descrizione nel linguaggio promozionale (2) Un racconto artistico di estrema ricchezza sparsa nelle grandi città del Veneto come nei piccoli centri, nelle campagne, anche in luoghi ameni e sperduti, ma non dimenticati dallingegno e dalla sensibilità di illustri artisti e di artigiani operosi. Un immenso tesoro, da ammirare e da apprezzare in ogni piccolo dettaglio, luoghi da scoprire e dove trovare nei più nascosti meandri sorprese artistiche di enorme valore e di grande soddisfazione per lanima e lo spirito. Larte nel Veneto è ovunque un enorme patrimonio dedicato a tutti coloro che vorranno apprezzarlo ed amarlo.

10 Un esempio di integrazione e interazione testo/immagine

11 La stesura del dépliant commerciale o turistico i criteri per definire obiettivi e metodi della campagna (indagini sul pubblico, contesto commerciale ecc.); luso della parola scritta nelle varie fasi della campagna stessa: a partire dal lancio, fino allinformazione periodica; la gestione della creatività e il suo equilibrio tra le esigenze dellinformazione e quelle della persuasione; luso e labuso dei teaser, ossia delle tecniche di sollecitazione della curiosità; lampio ventaglio degli strumenti utilizzabili nella comunicazione e i relativi linguaggi; le tecniche per personalizzare ogni strumento di comunicazione.

12 Città e arte: immagini depoca

13 Immagini depoca (2) G.B. Piranesi, Vedute di Roma

14 Lavoro, turismo e letteratura: il Viaggio in Italia di J. W. Goethe ( ) «In un paese dove si gode di giorno, ma si è felici soprattutto di sera, è sempre un grande momento il cader della notte. Allora cessa il lavoro, il passeggero fa ritorno, il padre vuol vedere a casa la figlia; la giornata ha termine; ma cosa sia il giorno noi Cimmeri praticamente non lo sappiamo. Nelleterna nebbia, nel perpetuo grigiore, per noi è lo stesso che sia giorno o notte; giacché quanto a lungo possiamo realmente andare in giro e goderci laria libera?»

15 J.W. Goethe, Veduta del Vesuvio (disegno originale)

16 Verona vista da Guido Piovene Mescolata ed impura, Verona è vibrazione, è irradiazione, è colore, arte divenuta paesaggio e confusa al paesaggio, miraggio di città romantica. Verona fu romana, gota, poi bizantina e longobarda. La tennero i Carolingi e gli imperatori tedeschi; fu un glorioso Comune e una gloriosa Signoria. Fu scaligera, viscontea, veneziana. (Viola, p. 173)

17 Verona vista da Castel S. Pietro (da

18 Guido Gozzano, Torino da I colloqui (1911), cfr. Viola, p. 49] Come una stampa antica bavarese vedo al tramonto il cielo subalpino... Da Palazzo Madama al Valentino ardono l'Alpi tra le nubi accese... È questa l'ora antica torinese, è questa l'ora vera di Torino...

19 Veduta di Torino con le Alpi sullo sfondo

20 La Liguria di Biamonti

21 Da Langelo di Avrigue Di Francesco Biamonti (© Einaudi, Torino 1995) Avrigue era decisamente in decadenza […] Veniva da lontano; dalle alture di scisti e sabbie con rosmarini ondosi e casoni fessurati.Il mare da lassú è di un azzurro immobile e smorzato. Gregorio conosceva ancora bene la vita del paese, vita e miracoli. L'immobilità delle cose garantisce dal trascorrere del tempo e dai mutamenti. Tutto è eguale, da sempre e per sempre: le feste, le esequie, le esistenze imprigionate, gli spersonalizzati destini personali, la miseria che viene dai secoli. Erano stati tenaci lavoratori. Avevano costruito ripiani, scavato e ulivato. Da zero fino a seicento metri sul mare. La fatica tradotta in opere e la pena blandita dalla «buona morte». San Sebastiano e Nostra Signora dei Dolori. […] La vita era sempre stata uniforme. Ciascuno conosceva il suono delle campane, la loro eco nei vicoli, l'inclinazione del sole sulle case, la linea d'ombra sui due versanti della valle in qualsiasi ora e mese di qualsiasi anno.


Scaricare ppt "Percezione e descrizione: originalità e creatività della lingua Lingua Italiana Novembre 2007."

Presentazioni simili


Annunci Google