La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PERCHÉ INVESTIR E IN FRANCIA. SINTESI Una meta di insediamento attrattiva Un insieme di misure volte a migliorare l’accoglienza degli investitori esteri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PERCHÉ INVESTIR E IN FRANCIA. SINTESI Una meta di insediamento attrattiva Un insieme di misure volte a migliorare l’accoglienza degli investitori esteri."— Transcript della presentazione:

1 PERCHÉ INVESTIR E IN FRANCIA

2 SINTESI Una meta di insediamento attrattiva Un insieme di misure volte a migliorare l’accoglienza degli investitori esteri Delle riforme per sostenere la competitività dell’economia francese Posizione centrale nel maggiore mercato mondiale Manodopera produttiva e dinamica Costi d’insediamento vantaggiosi Economia innovativa Parigi maggiore piazza finanziaria Capitale dinamica Qualità di vita riconosciuta Competitività di prezzo: 40 Mld€ di riduzione degli oneri fiscali e sociali entro il 2017 Competitività non di prezzo: percorso di semplificazione, sostegno all’innovazione Riforme dei mercati dei beni e dei servizi Riforme del mercato del lavoro Sostegno all’investimento Accompagnamento fiscale per le imprese Accoglienza e predisposizione di facilities per dirigenti e impiegati Piano di azione attrattività avviato nel 2013

3 RICAPITOLANDO I. U NA META DI INSEDIAMENTO ATTRATTIVA II. D ELLE RIFORME GIÀ AVVIATE O IN CORSO, PER POTENZIARE LA COMPETITIVITÀ DELL ’ ECONOMIA FRANCESE III. U N INSIEME DI MISURE VOLTE A MIGLIORARE L ’ ACCOGLIENZA DEGLI INVESTITORI ESTERI

4 I. UNA META DI INSEDIAMENTO ATTRATTIVA Una meta di insediamento attrattiva, nel centro del maggiore mercato mondiale, già scelta da migliaia di imprese internazionali.

5 UNA DELLE PRINCIPALI METE DI ACCOGLIENZA PER GLI INVESTIMENTI ESTERI NEL MONDO Quarto posto mondiale e secondo in Europa per lo stock di investimenti diretti esteri (IDE) accolti nel proprio territorio (CNUCED, 2014) imprese estere in Francia, occupano 2 milioni di persone (Business France, 2015) Ogni settimana 19 imprese estere scelgono la Francia per nuovi investimenti (Business France, 2015)

6 1. UNA DELLE PIÙ IMPORTANTI ECONOMIE MONDIALI, APERTA, NEL CENTRO DELL’EUROPA L’Unione europea: Prima economia mondiale (Eurostat, 2014) Oltre 500 Mil di consumatori La Francia: Sesta economia mondiale, Secondo mercato europeo: oltre 65 Mil di consumatori, Quarto posto nel Fortune Global 500, Leader in molteplici settori: turismo, aeronautica, spaziale, R&S, lusso

7 2. DELLE INFRASTRUTTURE DI ALTO LIVELLO E DELLE CONNESSIONI PERFORMANTI Prima rete stradale in Europa Seconda rete ferroviaria ad alta velocità in Europa Secondo aeroporto europeo: Roissy-Charles-de-Gaulle (traffico merci e passeggeri) Al primo posto per l’accoglienza degli IDE per la logistica in Europa

8 3. UNA FORTE APERTURA COMMERCIALE Libero accesso a 32 mercati: UE ed EFTA UE-Paesi terzi: oltre trenta accordi di libero scambio Circa un centinaio di accordi di protezione degli investimenti 93% delle dichiarazioni doganali espletate in meno di 5 minuti, in modo completamente dematerializzato

9 Parigi: principale hub aereo per l’Africa 30 compagnie, 30 destinazioni in Africa Sicurezza giuridica e fiscale degli investitori (cooperazione monetaria, trattati bilaterali, ecc.) Competenza riconosciuta delle imprese francesi Molti gruppi hanno già scelto la Francia per coordinare le proprie strategie in Africa 4. UN HUB PER INVESTIRE IN AFRICA

10 5. UNA MANODOPERA PRODUTTIVA Sesto posto mondiale per la produttività oraria, un costo maggiormente competitivo rispetto a quello dell’industria tedesca Produttività del lavoro, 2014 (dollari per ora lavorata) Fonte: OCSE

11 … E MOLTO QUALIFICATA Le business school francesi HEC ed ESSEC si posizionano tra le tre migliori in Europa per la formazione (gestione-management) secondo il Financial Times 18 istituti francesi tra le 70 migliori formazioni (gestione-management) Medaglia Fields: 12 su 55 assegnate a francesi Numero di diplomati in scienze ogni 1000 abitanti, della fascia di età anni 2011, Eurostat

12 6. UNA DEMOGRAFIA DINAMICA … che garantirà il livello della popolazione attiva nel corso dei prossimi decenni Popolazione attiva

13 7. DEI COSTI DI INSEDIAMENTO E DI ESERCIZIO PIÙ CONTENUTI RISPETTO A STATI UNITI, GERMANIA O GIAPPONE France Costo di esercizio su 10 anni per un investitore estero, per paese d’insediamento Energia: il costo + basso dell’Europa occidentale Uffici: Parigi centro di affari due volte meno costoso di Londra West End Creazione d’impresa: La Francia si classifica meglio rispetto ai suoi grandi partner (28° posto per l’indicatore “Starting a business” della Banca mondiale – Regno Unito 45° posto, Stati Uniti 46° posto, Germania 114° posto)

14 8. UN’ECONOMIA INNOVATIVA Domande di brevetto: seconda in Europa, sesta a livello mondiale Top 100 delle imprese innovative: terzo posto mondiale R&S, ingegneria, design: + 9 % degli investimenti esteri nel 2014

15 8. UN’ECONOMIA INNOVATIVA S OSTENUTA DA UN FORTE IMPEGNO DEI POTERI PUBBLICI Il Credito d’imposta per ricerca e sviluppo (CIR) per tutte le imprese: imprese nel MLD€ Un ecosistema portante: 25 % delle start-up francesi al CES 2015 (Las Vegas) Halle Freyssinet1000 start-up nel 2016 alla Halle Freyssinet a Parigi: il + grande incubatore del mondo Implementazione di 9 soluzioni industriali

16 UN INSIEME DI DISPOSITIVI A SOSTEGNO DELL’INNOVAZIONE Sviluppare dei settori strategici e l’economia digitale: 47 Mld€: Programme d’investissements d’avenir (PIA) e Plan France Très Haut Débit Attirare i talenti del futuro: La “French Tech”: 215 Mil€ per le start- up e le imprese digitali Il pacchetto “French Tech Ticket” per gli imprenditori provenienti dall’estero

17 9. UNA PIAZZA FINANZIARIA MODERNA E DIVERSIFICATA Parigi: settima piazza finanziaria mondiale Euronext Paris Obbligazioni d’impresa: terza in Europa Finanziamento e promozione delle PMI (Enternext) Operazioni in yuan: quinta a livello mondiale Gestione attivi finanziari: terza in Europa

18 10. UNA CAPITALE DINAMICA: L’AREA METROPOLITANA DI PARIGI Terza metropoli mondiale per i progetti d’investimento esteri nel MIL di abitanti 624 MLD€ di PIL 47 MIL di turisti ogni anno Spese di R&S equivalenti a quelle della Silicon Valley Un’opportunità d’investimento eccezionale: grandi progetti nei settori trasporti, immobiliare, R&S…

19 11. UNA QUALITÀ DI VITA E DI AMBIENTE RICONOSCIUTA NEL MONDO Una destinazione attrattiva Classifica mondiale: -Congressi di affari (Parigi): primo posto -Turisti: primo posto -Studenti stranieri: terzo posto Solidi risultati in materia di benessere Indice della qualità di vita, 2014 Da 0 a 10 (dove 0 corrisponde all’indice minimo e 10 all’indice massimo) Fonte: OCSE (2014), OECD Better Life Index

20 II. DELLE RIFORME GIÀ AVVIATE O IN CORSO PER POTENZIARE LA COMPETITIVITÀ Competitività di prezzo: 40 Mld€ di riduzione degli oneri fiscali e sociali entro il 2017 Competitività non di prezzo: percorso di semplificazione, sostegno all’innovazione Riforme dei mercati dei beni e dei servizi Riforme del mercato del lavoro Rilancio dell’investimento

21 1. COMPETITIVITÀ DI PREZZO: RIDUZIONE DEGLI ONERI FISCALI E SOCIALI PER LE IMPRESE Crédit d’impôt compétitivité emploi (CICE) e Pacte de responsabilité et de solidarité: –riduzione di 30 Mld€ della tassazione sul costo del lavoro –riduzione di 10 Mld€ dell’imposizione fiscale alle imprese (imposta sulle imprese) 40 MLD€ di riduzione dei costi di produzione per le imprese entro il 2017 – quasi 2 punti del PIL Sostegno all’attività nell’ordine di 1,7 punti del PIL e posti di lavoro entro il 2020

22 2. COMPETITIVITÀ NON DI PREZZO: SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA PER LE IMPRESE Creazione del Conseil de la simplification (consiglio della semplificazione) nel gennaio 2014 Legge relativa alla semplificazione della vita delle imprese (20/12/2014) I primi successi: E-administration: Francia: prima in Europa, quarta a livello mondiale (ONU) : 3,3 MLD€ di utili per le imprese e gli utenti : 1,6 MLD€ di utili per le imprese grazie alla déclaration sociale nominative unique (dichiarazione unica)

23 3. DELLE RIFORME IMPORTANTI SUI MERCATI DEI BENI E DEI SERVIZI Maggiore concorrenza, riduzione dei prezzi, incremento di efficienza Elettricità/gas per i professionisti: liberalizzazione delle tariffe Legge “Consommation (2014): intensificazione della concorrenza (es. salute, finanza, ecc.) Legge “Croissance et activité (2015): -Riforma delle professioni regolamentate, -Fluidificazione del mercato immobiliare, -Maggiore concorrenza in materia di urbanistica commerciale, -Agevolazione della mobilità dei dipendenti, -Riforme dei trasporti, -Ottimizzazione del finanziamento dell’economia, -Modifica del mercato del lavoro (si veda sotto)

24 4. DELLE RIFORME IMPORTANTI DEL MERCATO DEL LAVORO Oltre alla riduzione dei costi del lavoro Dialogo sociale: tribunale del lavoro più efficiente, dialogo sociale semplificato, “délit d’entrave” (ndt. reato che punisce l’impedimento alla costituzione di comitati d’impresa e allo svolgimento di attività sindacali all’interno dell’impresa) depenalizzato Flessibilità: accordi d’impresa più flessibili, procedure di licenziamenti collettivi rese meno conflittuali, maggiore flessibilità per il lavoro domenicale e serale (legge “Croissance et activité” adottata; progetto di legge relativo al dialogo sociale in fase di discussione in Parlamento)

25 5. SOSTEGNO ALL’INVESTIMENTO Meccanismo fiscale eccezionale : dispositivo di deduzione fiscale eccezionale del 40 % tra la metà di aprile 2015 e la metà di aprile 2016 Terza fase del “Programme d’investissements d’avenir che si aggiunge ai 47 MLD€ Potenziamento dei mezzi di Bpifrance: prestiti di sviluppo Bpifrance portati a 8 MLD€ Capitolo francese del piano d’investimento Juncker (cofinanziamento Caisse des dépôts et consignations - Bpifrance)

26 RIFORME: UN FORTE IMPATTO SULL’ATTIVITÀ La crescita dovrebbe subire un’accelerazione a partire dal % di deficit commerciale in 3 anni Un deficit pubblico in calo: piano di 50 MLD € di risparmio dal 2015 al 2017 Impatto di queste riforme strutturali sulla crescita (OCSE) : + 1 a 2 punti di attività a 5 anni + 3 a 4 punti di attività a 10 anni Previsione di crescita del PIL, annuale ( ) Fonte: FMI, World Economic Outlook, Apr. 2015

27 III. UN INSIEME DI MISURE VOLTE A MIGLIORARE L’ACCOGLIENZA DEGLI INVESTITORI ESTERI

28 ACCOMPAGNAMENTO FISCALE P ER LE IMPRESE, I DIRIGENTI E I DIPENDENTI Regimi fiscali dedicati: quartieri generali, lavoratori rientrati nel paese di appartenenza Convenzioni fiscali con più di 120 Stati (per evitare la doppia imposizione) Impegno di stabilità fiscale e sociale: ruling fiscale, carta di non retroattività, ecc. Tax4BusinessInterlocutore fiscale unico Tax4Business Tassazione delle azioni gratuite (Legge Macron) simile a quella praticata in Germania o nel Regno Unito

29 ACCOGLIENZA E IMPLEMENTAZIONE FACILITIES P ER I DIRIGENTI E I DIPENDENTI Permessi di soggiorno adeguati – creazione nel 2015 del “Passeport Talents”, che sostituirà i permessi già esistenti Accelerazione del rilascio dei visti e procedure adeguate per le imprese Servizio di accoglienza dedicato per gli investitori: accoglienza personalizzata, appuntamenti di alto livello (+ visite private di musei, spettacoli, eventi sportivi) Sistema di istruzione ad hoc per gli espatriati – sezioni internazionali Pacchetto “French Tech Ticket” per gli imprenditori provenienti dall’estero

30 UN PIANO DI AZIONE ATTRATTIVITÀ BEN AVVIATO – COSA È CAMBIATO NEGLI ULTIMI 2 ANNI Delle misure Riduzione degli oneri fiscali e sociali – CICE Riforme del mercato dei beni e servizi (legge “croissance et activité) Riforme del mercato del lavoro (progetto di legge relativo al dialogo sociale) Sostegno all’investimento – p.es.: dispositivo di deduzione fiscale eccezionale Un metodo Conseil stratégique de l’attractivité (Consiglio strategico dell’attrattività) Conseil de simplification (Consiglio della semplificazione) Creazione di Business France Dematerializzazione e semplificazione delle procedure doganali

31 VI ASPETTIAMO IN FRANCIA VI ASPETTIAMO IN FRANCIA *** DOMANDE? Credit foto © MAEDI/Frédéric de la Mure salvo: diapositiva 5 (Satellite): CNES/MD; Diapositiva 8: MAEDI/DR; Diapositiva 10: Ministère de l’agriculture /P.Xicluna; Diapositiva 13: Wilmotte et Associes-SA; Diapositiva 17: Société du Grand Paris; Slide 20: J.Vekemans; Diapositiva 21: SGMAP; Diapositiva 26: MAEDI/Ufficio Stampa – Ambasciata di Francia in Cina; Diapositiva 27: MINEFI; Diapositiva 29: Jack Burlot/ADP


Scaricare ppt "PERCHÉ INVESTIR E IN FRANCIA. SINTESI Una meta di insediamento attrattiva Un insieme di misure volte a migliorare l’accoglienza degli investitori esteri."

Presentazioni simili


Annunci Google