La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La nascita della coscienza del diritto alla terapia del dolore Laura Caradonna Presidente Associazione Tutti Più Educati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La nascita della coscienza del diritto alla terapia del dolore Laura Caradonna Presidente Associazione Tutti Più Educati."— Transcript della presentazione:

1 La nascita della coscienza del diritto alla terapia del dolore Laura Caradonna Presidente Associazione Tutti Più Educati

2 La scienza del dolore Tra i numerosi progressi veloci negli ultimi anni la scienza del dolore vanta di sicuro grandi meriti. Oggi conosciamo molto meglio i meccanismi fisiologici del dolore Sono nati nuovi farmaci antidolorifici che hanno ridotto notevolmente le controindicazioni rispetto a quelli tradizionali

3 Come affrontare oggi la sofferenza del malato Indispensabile conoscere le innovazioni della scienza del dolore Altrettanto indispensabile cambiare latteggiamento dei medici, dei malati, dei loro famigliari nei confronti della sofferenza fisica.

4 La sofferenza è inutile Occorre unindagine sulla cultura del dolore perché la lotta sulla sofferenza inutile riguarda in primis il diritto di ogni essere umano alla dignità e al rispetto. Purtroppo il dolore entra a far parte della nostra vita anche solo indirettamente e ci interroga sul fine ultimo della vita stessa.

5 Terapia del dolore Questo è un argomento spesso riservato a convegni scientifici per addetti ai lavori, medici, infermerieri chirurghi e spesso il linguaggio usato è molto tecnico. Noi oggi affrontiamo largomento dallangolatura del cittadino che desidera inquadrare in modo consapevole e equilibrato che cosè il dolore e quali sono le terapie idonee a eliminarlo là dove è possibile.

6 Educazione e comunicazione per una migliore qualità della vita anche nella malattia Io che non sono medico ma mi occupo da tanto tempo di comunicazione e di divulgazione scientifica vi darò degli spunti su quello che è stato il modo di affrontare il dolore nella storia fino ad arrivare ai giorni nostri.

7 Tante ombre da chiarire In suo ricordo desidero,dunque, ragionare con voi su quello che è la percezione culturale del dolore nella nostra società Vedremo insieme che ci sono tante ombre ancora da chiarire che spesso rendono più difficile il cammino di chi ci è caro, quando non il nostro, se ci ammaliamo.

8 Mario Tiengo Ho avuto la fortuna di collaborare più volte con il Prof. Mario Tiengo, luminare e maestro della terapia del dolore a livello internazionale e da lui ho imparato che nessun dolore è inventato e che indagare sul dolore vuol dire indagare sui meccanismi della coscienza.

9 Un po di storia Il dolore fa la sua comparsa fin dagli albori dellumanità. La donna nel partorire soffre, il bambino nel nascere piange, la sopravvivenza è una dura lotta con le fiere, con gli altri uomini, con la terra da conquistare e attraversare.

10 Unemozione spiacevole,molto spiacevole Per millenni luomo considera il dolore come unemozione molto spiacevole senza collegarla allidea di malattia. Ci vorranno secoli di osservazione perché il dolore diventi sintomo di una patologia,ma da sempre in tutte le società luomo ha tentato di alleviare la sofferenza con comportamenti istintivi o con tecniche già terapeutiche.

11 Malum Al dolore per secoli si è attribuito il senso della giusta espiazione. Soffri perché cè qualcosa di sbagliato in te che devi espiare.

12 Senso di colpa Dunque cè nascosto nel dolore da sopportare il senso di colpa che reclama una punizione …. sopportare il dolore purifica,redime, fortifica

13 Il fluido rosso prezioso Nelle epoche a noi lontane luomo ha osservato come prezioso fosse il sangue che scorreva dalle sue ferite e ha imparato mordicchiando, leccando, masticando erbe, applicando cenere a curare e a lenire il suo dolore.

14 Aiuto !!! Era più facile farsi aiutare ! Con frizioni, massaggi e unguenti da chi era della tribù…

15 Quando il divino punisce Gli eventi naturali come il fulmine, le alluvioni, i sismi ecc…erano attribuiti a entità superiori. A volte questi demoni penetravano nel corpo umano provocando sofferenze impossibili da gestire da soli..

16 Sciamani, stregoni…… Così, già nelle società primitive, sciamani e stregoni adottavano pratiche magiche religiose (comunque legate allinconscio), finalizzate ad allontanare lo spirito maligno ritenuto responsabile delle sofferenze dellindividuo..

17 Il dolore è nel cuore Per la civiltà egiziana la localizzazione del centro della sensibilità è nel cuore. Questa concezione che perdurerà inalterata per secoli.

18 Allora trapaniamo! Se non bastano le implorazioni, gli unguenti e i riti magici per eliminare quella che è magari unintollerabile cefalea, una nevralgia del trigemino o frequenti attacchi epilettici occorre trapanare il cranio per alleviare il dolore… Sono stati trovati crani trapanati di Anni fa!

19 Sopravissuti! Quello che è sconcertante è che si sono trovati crani in tutta Europa, anche in Asia e in America Meridionale E quello che ancora di più lascia allibiti è che alcuni sopravvivevano alla trapanatura!!!!

20 La risposta filosofica di Eschilo nellalta poesia della tragedia greca Qual è il senso del dolore? Sapere è soffrire, e soffrire dà sapere Sapere è soffrire

21 ATTRAVERSO IL PATIRE IL CONOSCERE NellAgamennone il coro annuncia: Zeus ha aperto agli umani il sapere avendo stabilito la legge : ATTRAVERSO IL PATIRE IL CONOSCERE Dal dolore luomo è spinto a tentare nuove strade per avere sollievo, si fa ingegnoso affila la sua sensibilità,distingue le illusioni dal vero

22 Luomo si libera dei suoi demoni Dal dolore luomo è spinto a tentare nuove strade per avere sollievo, si fa ingegnoso affila la sua sensibilità,distingue le illusioni dal vero….il dolore porta alla saggezza. Luomo è in grado di scrutare il suo dolore e di comprenderlo senza essere in toto dominato dal sovraumano

23 Filosofia Parlo del Fedone di Platone perché sono convinta che la nostra storia culturale è nata là e noi ne siamo figli anche a millenni di distanza. Ma poi lascerò il percorso filosofico sul senso del dolore perché molto lungo ed anche perchè…come dice Montaigne la filosofia non cura né dal dolore né dalla morte

24 Critone dobbiamo un gallo ad Asclepio Sono le ultime parole di Socrate prima di bere la cicuta che lo ucciderà. Asclepio è il dio della medicina. Il dialogo del Fedone tra il discepolo tebano Critone e Socrate parlava di come piacere e dolore sono legati e si generano uno dallaltro.

25 Facciamo un passo nella cultura greca Va ricordato fra laltro che il concetto aristotelico del dolore come eccesso di sensibilità dominerà incontrastato fino alla fine del 700


Scaricare ppt "La nascita della coscienza del diritto alla terapia del dolore Laura Caradonna Presidente Associazione Tutti Più Educati."

Presentazioni simili


Annunci Google