La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PRESENTA La classe V A. LOSTATOLOSTATO POPOLO TERRITORIO ORDINAMENTO Organismi cha la governano Leggi che ne regolano la vita Delimitato da confini 57.000.000.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PRESENTA La classe V A. LOSTATOLOSTATO POPOLO TERRITORIO ORDINAMENTO Organismi cha la governano Leggi che ne regolano la vita Delimitato da confini 57.000.000."— Transcript della presentazione:

1 PRESENTA La classe V A

2 LOSTATOLOSTATO POPOLO TERRITORIO ORDINAMENTO Organismi cha la governano Leggi che ne regolano la vita Delimitato da confini circa di persone

3 ITALIA REPUBBLICA PARLAMENTARE

4 SIMBOLI DELLA NAZIONE logo bandiera Inno

5

6 Verde = Il colore delle nostre pianure. Bianco = La neve delle nostre cime. Rosso = Il sangue dei caduti.

7 LINNO DITALIA FRATELLI DITALIA Testo di Goffredo Mameli Musica di Michele Novaro Dal 12 ottobre 1946.

8 FRATELLI D ITALIA Fratelli dItalia lItalia sè desta dellelmo di Scipio sè cinta la testa. Dovè la Vittoria? Le porga la chioma, ché schiava di Roma Iddio la creò. Rit. Stringiamoci a coorte siam pronti alla morte siam pronti alla morte lItalia chiamò. Noi fummo da secoli calpestati, derisi, perché non siam popolo, perché siam divisi. raccolgaci ununica bandiera, una speme: di fonderci insieme già lora suonò. Rit. Uniamoci, amiamoci, lUnione, e lamore rivelano ai popoli le vie del Signore; Giuriamo far libero il suono natio: Uniti per Dio, chi vincer ci può? Rit. DallAlpi a Sicilia dovunque è Legnano ognuom di Ferruccio ha il core, ha la mano, I bimbi dItalia si chiaman Balilla, Il suon dogni squilla, i vespri suonò. Rit. Son giunchi che piegan le spade vendute: già lìAquila dAustria le penne ha perdute. il sangue dItalia il sangue Polacco, Bevé, col cosacco, ma il cor le bruciò Rit.

9 La stella bianca, a cinque raggi, bordata di rosso rappresenta lItalia. La stella è sovrapposta a una ruota dentata di acciaio, simbolo del lavoro su cui si basa la repubblica. L'insieme è racchiuso da un ramo di quercia, che simboleggia la forza e la dignità del popolo italiano e da uno di olivo, che rappresenta la volontà di pace della nazione.

10 LA COSTITUZIONE è la legge fondamentale di uno Stato stabilisce i PRINCIPI che devono regolare lattività di uno Stato e tutte le sue leggi.

11 La Costituzione italiana è stata scritta dopo la seconda guerra mondiale, quando lItalia è stata liberata dal Fascismo ed è diventata una Repubblica La nostra Costituzione è entrata in vigore il 1° gennaio del La Costituzione fu firmata dal presidente della Repubblica Enrico De Nicola e controfirmata dal presidente del Consiglio Alcide De Gasperi e dal presidente dell'Assemblea costituente, Terracini.

12 139 articoli PARTE PRIMA 1.Principio democratico 2.Inviolabilità dei diritti fondamentali 3.Principio di uguaglianza 4.Diritto-dovere al lavoro 5.Principio di decentramento 6.Tutela delle minoranze linguistiche 7-8. Rapporti tra Stato e Chiesa cattolica Libertà di religione 9. Tutela della cultura, della ricerca e dell ambiente 10. Tutela degli stranieri 11. Tutela della pace 12. La bandiera PRINCIPI FONDAMEN- TALI Articoli: 1-12 Diritti e doveri dei cittadini Articoli: PARTE SECONDA Ordinamento della repubblica Articoli:

13 I PRINCIPI FONDAMENTALI SONO IL FONDAMENTO DELLA COSTITUZIONE

14 ARTICOLO 1 L Italia è una Repubblica democratica, fondata sul LAVORO La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

15 ARTICOLO 2 La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili delluomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali dove si svolge la sua personalità, e richiede ladempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

16 ARTICOLO 3 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che limitando di fatto la libertà e luguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e leffettiva partecipazione di tutti i lavoratori allorganizzazione politica, economica e sociale del Paese.

17 ARTICOLO 4 La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendono effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, unattività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

18 ARTICOLO 10 La condizione giuridica dello straniero è regolata dalla legge in conformità delle norme e dei trattati internazionali. Lo straniero, al quale sia impedito nel suo Paese leffettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto dasilo nel territorio della Repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge. Non è ammessa lestradizione per reati politici

19 Magistratura Enti locali con organi propri di governo Regioni Province Comuni Presidente della Repubblica Organi di governo nazionali Governo Parlamento

20 scelto dal Parlamento COMPITI Stabilisce quando si debbano tenere le elezioni per avere nuove Camere. Verifica che le nuove leggi emanate dal Parlamento non siano in contrasto con la Costituzione, Comanda le forze armate. Presiede il Consiglio superiore della Magistratura. Può concedere la grazia ai condannati.

21 Parlamento CAMERA DEI DEPUTATI Minimo 25 anni 630 Eletti dai cittadini che hanno compiuto 18 anni Potere legislativo emana le leggi 315 elettivi + i Senatori a vita Eletti dai cittadini che hanno compiuto 25 anni SENATO Minimo 40 anni In carica per 5 anni a meno che non vengano sciolti anticipatamente dal Presidente della Repubblica.

22 Potere esecutivo Coordina le elezioni del Governo Nominato dal Presidente della Repubblica Consiglio dei Ministri Scelti dal Presidente del Consiglio Compiti Applicare le leggi Organizza le forze di polizia,le forze militari Si occupa delle relazioni con gli altri Stati Dirige i servizi pubblici e la pubblica amministrazione. Emana le leggi e regolamenti nel rispetto delle leggi approvate dal Parlamento Si serve della PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (impiegati e tecnici). Deve avere la FIDUCIA del Parlamento applica le leggi Presidente del Consiglio

23 Potere giudiziario -Fa rispettare le leggi dello Stato -Si autogoverna attraverso il CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA

24 Sede della Camera dei deputati è Palazzo di Montecitorio, a Roma.

25 Sede del Senato è Palazzo Madama a Roma.

26 Il Governo ha sede a Palazzo Chigi, a Roma

27 Il presidente della repubblica risiede a Roma presso il Palazzo del Quirinale.

28 CONSIGLIO GIUNTA Potere esecutivo Potere legislativo Ente autonomo con proprio funzioni organi PRESIDENTE Capo del governo regionale.

29 COMPITI SANITA URBANISTICA ISTRUZIONE SERVIZI SOCIALI VIABILITA

30 A STATUTO ORDINARIO 15 A STATUTO SPECIALE 5 + autonomia SARDEGNA VALLE DAOSTA TRENTINO ALTO ADIGE FRIULI VENEZIA GIULIA SICILIA REGIONI

31 \

32 Lo stemma della Regione Basilicata è costituito da una fascia con quattro onde azzurre in campo argento che simboleggiano i quattro fiumi della regione: il Basento, il Sinni, il Bradano e l'Agri.

33 organi PRESIDENTE CONSIGLIO PROVINCIALE GIUNTA Competenze residuali Rappresenta la Provincia Ente territoriale intermedio tra Regione e Comune Al Consiglio spettano le fun- zioni di indirizzo politico-ammi- nistrativo e di controllo e la deliberazione degli atti più importanti.

34 COMPITI LAVORI PUBBLICI TRASPORTI TURISMO AMBIENTE

35

36 Lo stemma della Provincia di Matera è suddiviso in tre parti; nella metà inferiore destra è riportato il basilisco imperiale con le ali spiegate; nella metà inferiore sinistra si stagliano le colonne del tempio di Apollo di Metaponto (Tavole Palatine).

37

38

39 La Giunta Comunale Il Consiglio Comunale Il Sindaco

40 Essi hanno il compito di realizzare il programma di governo della Città sulla base del quale sono stati eletti dai cittadini

41 CHI E? Il SINDACO è una persona eletta direttamente dai cittadini CHI E?

42 I compiti del Sindaco sono: guidare e rappresentare il Comune; essere responsabile dellamministrazione; nominare un Vicesindaco e i componenti della Giunta al di fuori del Consiglio comunale;GiuntaConsiglio comunale presiedere la Giunta e sovrintende agli Uffici del Comune.Giunta

43 IL SINDACO DI MIGLIONICO BORELLI VINCENZO

44 IL CONSIGLIO COMUNALE Il Consiglio comunale è composto dai consiglieri eletti dai cittadini e si può paragonare al Parlamento del comune. Il Consiglio decide su un grande numero di questioni. E linsieme di tutti i rappresentanti eletti direttamente nelle votazioni per il Comune. Il Consiglio ha un proprio presidente e il numero dei consiglieri che lo compongono varia a seconda della popolazione residente nel territorio del Comune.

45 Può anche far decadere il Sindaco con un voto di sfiducia richiesto dai due quinti dei consiglieri. Se questo avviene, decadono sia il Sindaco, sia la Giunta, sia lo stesso Consiglio e debbono essere indette nuove elezioni.Sindaco Giunta I consiglieri che costituiscono il Consiglio Comunale di Miglionico sono 13, fra di loro il Sindaco.

46 I Compito principale del Consiglio consiste nel fare proposte per lamministrazione della Città e ha un compito di controllo dellattività svolta dal Sindaco e dalla Giunta.

47 Buzzella Vincenzo Centonze Domenico Dambrosio Clementelli Giuseppe Perrino Francesco Capodagli Francesco Pellegrini Gino Borelli Vincenzo Musillo Domenico Buono Angelo Ventura Michele Radogna Emanuele CONSIGLIO COMUNALE Guidotti Domenico Salerno Emanuele

48

49 Il Sindaco sceglie alcuni aiutanti, che contribuiscono allamministrazione della città. ASSESSORI COMUNALI

50 A MIGLIONICO gli assessori sono 4. La Giunta quindi è costituita da 5 persone: il Sindaco e 4 assessori. ASSESSORI + SINDACO = GIUNTA COMUNALE Il compito della giunta è di mettere in pratica il programma del Sindaco e le delibere del Consiglio. Gli assessori sono responsabili di servizi e settori dellAmministrazione della Città, ad esempio ambiente, cultura, lavori pubblici …

51 GLI ASSESSORI collaborano con il Sindaco a determinare le scelte di governo del Comune PELLEGRINI GINO Vice sindaco Assessore alle attività produttive, agricoltura e turismo BORELLI VINCENZO Sindaco DAMBROSIO CLEMENTELLI GIUSEPPE Assessore al bilancio e politiche di reperimento risorse CAPODAGLI FRANCESCO Assessore allurbanistica e assetto del territorio, lavori pubblici e personale VENTURA MICHELE Assessore alle politiche sociali e giovanili, attività culturali, sport e pubblica istruzione

52 COMPITI LAVORI PUBBLICI ISTRUZIONE CULTURA AMBIENTE SERVIZI SOCIALI

53 Lo stemma rappresenta un guerriero coperto da una pelle di leone, su un cavallo bianco con in mano una clava o mazza ferrata e tre piume bianche sull'elmo. Sulla schiena del cavallo un drappo rosso con visibile marchio riportante la lettera M. Il guerriero galoppa verso un muro merlato. Il campo è azzurro. In basso un ramoscello di ulivo ed uno di quercia, su fondo color terra, abbracciano 7 M. Una corona baronale è sovrapposta all'arma, contenuta in uno scudo. Le sette M significano: Milo, Magnus Miles, Munivit Milionicum Magnis Muris. Il testo si traduce con: Il grande guerriero Milone fortificò Miglionico con magnifiche mura

54 Le decisioni prese dal Consiglio Comunale, dalla Giunta e dal Sindaco devono essere attuate. Le decisioni prese dal Consiglio Comunale, dalla Giunta e dal Sindaco devono essere attuate. Chi è che le mette in pratica?

55 Scopriamo gli uffici del Comune di Miglionico

56 Area amministrativa Area tecnica Area contabile Il Comune di MIGLIONICO è organizzato in 3 Aree, ciascuna delle quali comprende degli uffici. Le Aree sono:

57

58

59 Stato Civile nascita matrimonio morte

60

61

62 Cittadini residenti nel Paese Cittadini italiani allestero Cittadini stranieri residenti nel Paese ANAGRAFE

63

64

65

66 arredi scuolabus mensa scolastica libri scolastici borse di studio Interventi sociali servizi persone anziane prevenzione tossico- dipendenza persone indigenti assegno nucleo familiare Interventi scolastici assegno maternità UFFICIO SOCIO - CULTURALE

67

68

69 Ufficio contabile predispone il Bilancio Comunale e verifica che ci siano i soldi necessari a realizzare i progetti che la Giunta ed il Consiglio Comunale predispongono e verifica che ci siano i soldi necessari a realizzare i progetti che la Giunta ed il Consiglio Comunale predispongono.

70 dalle tasse pagate dai Cittadini dai Contributi dello Stato e della Regione dai Servizi del Comune per i quali i Cittadini pagano una quota (per es. la mensa scolastica) Da chi riceve i soldi i soldi il COMUNE?

71 Ici (Imposta comunale sugli immobili). Imposta sulla pubblicità e pubbliche affissioni Tassa di occupazione di spazi ed aree pubbliche Devono pagarla i venditori ambulanti, i bar e i ristoranti che occupano ad esempio un marciapiede. Diritti per atti dufficio. Vengono pagati per il rilascio di certificati dello stato civile. Tassa per lo smaltimento dei rifiuti. Iciap (Imposta comunale per lesercizio di imprese, arti e professioni). TASSE COMUNALI

72 Ufficio tecnico Progettazione e manutenzione ordinaria e straordinaria dei beni immobili comunali, degli edifici scolastici, delle strade e dei marciapiedi, dei giardini pubblici. Programmazione urbanistica. Rilascio concessioni edilizie.

73 Termina così il nostro viaggio alla scoperta dei meccanismi che fanno funzionare lo Stato italiano. E stato un viaggio molto interessante che ci ha permesso di conoscere e comprendere tante cose che sentivamo spesso, ma che non riuscivamo a comprendere del tutto. Sappiamo, però, che il nostro viaggio non è concluso: abbiamo tanto altro da scoprire, tanto da imparare, ma soprattutto tanto da realizzare al meglio. Noi, infatti, abbiamo voglia di non essere semplici spettatori, ma di essere PROTAGONISTI ATTIVI e cercheremo di operare tenendo sempre presenti i principi di GIUSTIZIA E DI ONESTÀ per realizzare un mondo migliore, un mondo che tutti sognano, ma che così difficile da realizzare.

74 ALUNNI Alessandrino Mattia Caputo Margherita Delcastello Susanna Di Vincenzo Danilo Ezeddini Alessio Ferri Michela Finamore Francesca Grasso Simone Grieco Maria Kaur Arashdeep Laforgia Giuseppe Marinaro Nunzio Antonio Moro Ilenia Musillo Angela Pizzolla Michela Ragone Marianna Ventura Merinunzia INSEGNANTI Uricchio Rosa Signorella Beatrice

75


Scaricare ppt "PRESENTA La classe V A. LOSTATOLOSTATO POPOLO TERRITORIO ORDINAMENTO Organismi cha la governano Leggi che ne regolano la vita Delimitato da confini 57.000.000."

Presentazioni simili


Annunci Google