La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Metodologie acustiche applicate allo studio e alla gestione di specie target.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Metodologie acustiche applicate allo studio e alla gestione di specie target."— Transcript della presentazione:

1

2 Metodologie acustiche applicate allo studio e alla gestione di specie target

3 2.b. metodi acustici attivi (tracking acustico) tecniche acustiche per il monitoraggio di specie marine di interesse economico e/o conservativo; in particolare: 1.a. metodi acustici passivi (passive listening) 2.a. metodi acustici attivi (tecnica del playback) 1.b. valutazione del disturbo antropico 2.c. metodi acustici attivi (echosoundig)

4 1. a. - metodi acustici passivi (passive listening) Consiste nella registrazione delle emissioni acustiche biologiche, loro caratterizzazione ed utilizzo per l'identificazione della specie in mare secondo una modalità non invasiva. Idrofono ITC-6050 sensibilità - 159dB re 1V //mPa Amplificatore Stanford Sr 560 Registratore Digitale Audio DAT Sony TCD-D 100 Software analisi - Avisoft SasLab Pro - Cool Edit

5 E uno dei pesci più pescati nel Mar del Nord, in particolare in Scozia. Nel 1998 e 1999 lo stock dellhaddock è stato definito prossimo ai limiti biologici di sopravvivenza. ICES ha raccomandato una riduzione del pescato. Lhaddock (fam. Gadidae) è una specie demersale, che vive abitualmente a profondità comprese tra metri fino a profondità eccezionali di 1000 m, diffusa prevalentemente nelloceano Atlantico settentrionale. E un pesce sonifero. Si riproduce da febbraio a maggio (siti riproduttivi: Mar del Nord, comprese tra le coste scozzesi e quelle norvegesi). - Haddock (Melanogrammus aeglefinus)

6 I maschi maturi si muovono sul fondale, emettendo, per tempi anche superiori a 20 minuti, una sequenza di singole unità sonore, detti knock, regolarmente spaziati ad intervalli di msec (Solitary Display)

7 acustica passiva come metodologia poco costosa per definire dettagliatamente le aree in cui lhaddock si riproduce secondo una modalità non invasiva (e considerarne la chiusura alla pesca nei periodi critici) Conclusioni:

8 1) Registrazione Idrofono D.A.T. Recorder Calcolatore Rappresentazione e analisi 1.b. valutazione del disturbo antropico

9 2) Rappresentazione e analisi del suono a) Oscillogramma (o forma d onda): permette una buona risoluzione dell ampiezza (qui espressa in mV) e del tempo. Rende difficile determinare lo spettro delle frequenze Software dedicati (Cool Edit,, Avisoft SAS Lab) permettono di ottenere diverse modalità di visualizzazione del suono Ampiezza (mV) Tempo (msec )

10 b) Spettro: evidenzia la distribuzione dell intensità del suono (dB) in funzione delle frequenze dB Frequenze (Hz)

11 c) Sonogramma: relaziona le frequenze al tempo; indica inoltre differenti livelli di intensità, a determinate frequenze, con una gradazione di colori o di bianco e nero Frequenze (Hz) Tempo (msec)

12 Audiogramma di corvina Sciaena umbra

13 È una tecnica sperimentale usata per studiare il significato dei segnali biologici nella comunicazione animale. 2. Metodi acustici attivi (Tecnica del playback) comunicazione: un segnale generato da un individuo (emettitore) viene trasmesso attraverso un canale appropriato e determina un cambiamento nel comportamento di altri individui (riceventi), con beneficio di entrambi.

14 Consiste nel proiettare un segnale registrato in natura, registrando le modificazioni che avvengono nel comportamento degli animali riceventi. AQ339 UNDERWATER SPEAKER Amplificatore Registratore Digitale Audio DAT Idrofono sensibilità - 159dB re 1V // Pa Registratore Digitale Audio DAT calibrazione

15 Playback di suoni di haddock (Melanogrammus aeglefinus) la ripetizione regolare di unità acustiche identiche in un pattern ben definito e di lunga durata, rappresenta il tipico richiamo creato per permettere la localizzazione e lidentificazione dellemettitore anche da grandi distanze (Winn 1981).

16 I suoni SD sono stati riproposti ad un totale di 25 animali marcati individualmente (12 femmine, 9 maschi, 3 immaturi) e liberi di muoversi nella vasca di osservazione circolare (10 m di diametro)

17 Conclusioni : nessuna chiara reazione allontanamento/avvicinamento nei maschi subordinati e femmine reazione in presenza di un maschio dominante in SD (suoni SD modificano il comportamento del ricevente – comunicazione)

18 2.b. metodi acustici attivi (tracking acustico) su specie target telemetria ovvero misurazione a distanza, intendendo così la modalità con cui i dati vengono recuperati senza il contatto diretto tra operatore e animali studiati

19 Sistemi di tracking acustico (©Vemco Ldt., Halifax, Canada) 1- Sistema mobile Vr28 Tracking system - ricevitore ultrasonico a 4 canali dentrata connesso a 4 idrofoni direzionali 2- Sistema fisso VR1 Receiver - ricevitore immergibile omnidirezionale Continuous V8-2L-R256 (1 emissione/ sec a 76.8 kHz) Coded V8-1L (1 emissione ogni secondi a 69 kHz)

20 Specie target Astice (Homarus gammarus L.) Corvina (Sciaena umbra L.) - dal 1995, rientra nella lista delle specie il cui prelievo deve essere regolato, definita dal protocollo relativo alle aree protette e alla diversità biologica nel Mediterraneo della Convenzione di Barcellona (UNEP annesso 3 del protocollo RAC-SPA). - crostaceo di notevole importanza economica. - le piccole dimensioni degli individui commercializzati in Mediterraneo suggeriscono uno sfruttamento eccessivo della specie. Sono entrambe specie notturne.

21 Conservazione studiare il comportamento di animali traslocati in unarea dove la pesca è proibita con finalità di ripopolamento.

22 2.c. metodi acustici attivi (echosoundig) Alcuni stock ittici sono studiati per il loro interesse commerciale I banchi di pesce sono individuati mediante ecoscandaglio (echosounder Biosonics DT5000 dual beam). Sono stati individuati due tipi di banchi denominati A e B. I due gruppi occupano posizioni differenti allinterno della colonna dacqua: i banchi A vivono a stretto contatto con il fondo ed alcune prove visive dirette hanno confermato che sono composti da mormore (Lithognatus mormyrus).

23 e vengono classificati secondo la loro morfologia. I banchi B sono prevalentemente allungati, talvolta stretti e con una struttura interna molto compatta. I banchi A sono alti ma più larghi e assumono spesso una caratteristica forma a fiamma il cui nucleo centrale è denso e con una riflessione molto forte. I banchi B hanno un comportamento tipicamente pelagico, rispetto ai banchi A, sono localizzati più lontano dalla costa e hanno distanze dal fondo maggiori.


Scaricare ppt "Metodologie acustiche applicate allo studio e alla gestione di specie target."

Presentazioni simili


Annunci Google