La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La sensazione Eleonora Bilotta. La sensazione Quando nellambiente in cui ci troviamo avviene un cambiamento (ad esempio la presentazione di un suono),

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La sensazione Eleonora Bilotta. La sensazione Quando nellambiente in cui ci troviamo avviene un cambiamento (ad esempio la presentazione di un suono),"— Transcript della presentazione:

1 La sensazione Eleonora Bilotta

2 La sensazione Quando nellambiente in cui ci troviamo avviene un cambiamento (ad esempio la presentazione di un suono), i nostri organi di senso trasmettono lo stimolo al cervello. Il sistema sensoriale registra una determinata forma di energia fisica, che viene tradotta in segnali nervosi attraverso un processo chiamato trasduzione.

3 Gli stimoli esterni Ogni sistema sensoriale è sensibile ad una determinata forma denergia fisica. Ad esempio: il sistema uditivo risponde a variazione della pressione dellaria (il suono); il sistema visivo risponde a specifiche forme denergia elettromagnetica (la luce); Ecc. Lessere umano è sensibile solo alle forme denergia per la quale ha appositi ricevitori: gli organi recettori o gli organi di senso. Lenergia deve essere abbastanza intensa perché produca una sensazione avvertibile da un soggetto umano (una luce può essere vista solo se intensa, un suono può essere udito solo se abbastanza forte).

4 Mappa sensoriale

5 Mappa cerebrale collegata ai diversi canali sensoriali

6 Soglia Assoluta Numerose ricerche hanno avuto come oggetto lo studio della sensibilità umana riguardo lintensità dello stimolo. Tali studi hanno messo in evidenza il livello minimo necessario a suscitare una sensazione, che viene definito soglia assoluta. La soglia assoluta segna il confine tra i livelli denergia sufficienti per suscitare una sensazione avvertibile e quelli troppo deboli per farlo.

7 La soglia differenziale Gli psicologi cercarono inoltre di stabilire la capacità degli organi di senso di cogliere la variazione dellintensità dello stimolo. Definirono così il concetto di soglia differenziale come la differenza minima di intensità tra due stimoli per essere avvertita.

8 La misura delle capacità sensoriali Per ottenere una misura della soglia assoluta è utilizzato il metodo dellaggiustamento (viene chiesto al soggetto di aggiustare il livello dintensità di uno stimolo in modo tale che esso susciti una sensazione). I soggetti sperimentali forniscono risposte con valori lievemente differenti se rilevati in tempi diversi. Notevoli differenze si riscontrano quando ai soggetti si chiede di cominciare con uno stimolo ad intensità elevata, riducendola poi lentamente finché la sensazione non scompare.

9 Legge di Weber Nel 1834, un medico tedesco, Weber verificò che la soglia differenziale (DeltaR) di ciascun tipo di stimolo è una frazione (o proporzione) costante (K) dellintensità dello stimolo (R) iniziale, esprimibile secondo la seguente formula: K = Delta R R

10 La psicofisica Determinare le soglie sensoriali è solo uno dei modi attraverso i quali é possibile misurare le nostre capacità sensoriali. La Psicofisica sinteressa delle relazioni che intercorrono fra gli attributi soggettivamente definibili di una data sensazione e gli attributi fisici dello stimolo corrispondente.

11 Legge di Fechner Nel 1860, Fechner concepì la sensazione come una variabile continua e si propose di esaminare in che modo potesse variare la sensazione S al variare continuo dellintensità della stimolazione R. Fechner si rese conto che la sensazione è direttamente proporzionale al logaritmo dellintensità dello stimolo secondo la legge di Fechner: S = c log R + C dove c è la costante di proporzionalità di Weber e C una costante di integrazione.

12 Legge di Fechner In altre parole, allaumento in progressione geometrica dello stimolo corrisponde un aumento in progressione aritmetica della sensazione. Numerose ricerche, condotte per le varie modalità sensoriali, hanno dimostrato la validità della legge di Fechner.

13 Ludito Lo stimolo ambientale che produce la sensazione sonora è una rapida variazione della pressione dellaria che giunge allorgano delludito. Tali variazioni di pressione dellaria sono causate dalla vibrazione della superficie di un oggetto e si propagano ad una velocità di circa 330 metri il secondo.

14 Anatomia dellorecchio

15

16

17 Anatomia 3

18 Londa sonora Il suono è una variazione della pressione atmosferica registrata dallorgano delludito. Queste variazioni hanno la forma donde che, di solito, si propagano nellaria. Un oggetto, passando da uno stato di quiete ad uno stato di vibrazione, produce una serie di compressione (quando si muove verso lesterno) e rarefazioni (quando si muove verso linterno).

19 Londa sonora Per vibrazione sintende il passaggio dallo stato di quiete ad unestremità e poi allaltra delloscillazione, per giungere infine al punto di partenza. Essa è detta periodo e si caratterizza principalmente in base alla frequenza e lampiezza. La frequenza è il numero di periodi per secondi o hertz (Hz) e determina la tonalità o altezza (il suono appare grave se la frequenza è bassa, acuto se è alta).

20 Esempi di propagazione del suono

21

22 Onda sonora

23 Variabili fisiche Lampiezza (la grandezza delle vibrazioni), dipende dallenergia che mette in moto il corpo stesso e determina lattributo dellintensità (il suono appare debole o forte). Più le vibrazioni si allontanano dalla sorgente, maggiore sarà la superficie che coprono e minore sarà la loro ampiezza.

24 Soglie di udibilità umana La maggior parte delle persone può sentire toni di frequenza variabile fra i 20 e i Hz, e la sensibilità ai toni compresi entro questa gamma può differire da un individuo ad un altro. Lenergia sonora è espressa in decibel (dB). Lesposizione prolungata a suoni superiori a 80 o 90 dB può produrre danni permanenti alludito.

25 Vibrazione cellulare in risposta ad una emissione sonora


Scaricare ppt "La sensazione Eleonora Bilotta. La sensazione Quando nellambiente in cui ci troviamo avviene un cambiamento (ad esempio la presentazione di un suono),"

Presentazioni simili


Annunci Google