La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il progetto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il progetto."— Transcript della presentazione:

1 Il progetto

2 Come è nato il progetto Un crescente flusso migratorio incide in modo sempre più significativo sullutenza scolastica del territorio pratese e richiede quindi di essere gestito. Prato è la seconda provincia dItalia, dopo Mantova, per incidenza di alunni stranieri sul totale degli iscritti. Nella.s. 2009/2010 si registrano alunni di cittadinanza non italiana iscritti alle scuole della Provincia di Prato (incidenza del 18,1% sulla popolazione scolastica complessiva, pari a unità) e 88 cittadinanze presenti. I cinesi (2.605 unità) rappresentano il 43,2% degli alunni stranieri.

3 Come è nato il progetto Per gestire la straordinarietà della situazione e trasformarla da emergenza in risorsa, nel 2007, dalle esperienze maturate in singole scuole in merito di inserimento scolastico e successo formativo degli studenti stranieri, nasce un progetto di rete condiviso su base provinciale, per coordinare e uniformare le azioni in tutte le scuole del territorio.

4 Come è nato il progetto La rete Ufficio scolastico regionale Regione Toscana Ufficio scolastico provinciale Provincia di Prato Comuni di Prato, Cantagallo, Carmignano, Montemurlo, Poggio a Caiano, Vaiano e Vernio Tutte le scuole del territorio pratese di ogni ordine e grado, statali (33) e parificate (24).

5 Il progetto Le azioni a scuola Accoglienza dallinserimento amministrativo, con protocollo unico, all inserimento con approccio integrato studente / famiglia Orientamento integrato ragazzi e famiglie Patto Formativo regolatore e facilitatore dei complessi rapporti su cui poggia il progetto pedagogico Riconoscimento competenze in ingresso acquisite nella scuola del paese d'origine

6 Il progetto Le azioni a scuola LABORATORI DI ALFABETIZZAZIONE sviluppo della conoscenza della lingua italiana superamento dei laboratori destinati esclusivamente ai ragazzi immigrati che dovranno avere sempre più carattere di eccezionalità e temporaneità PERCORSI PER L'APPRENDIMENTO DEI LINGUAGGI DISCIPLINARI strumenti per l'apprendimento intensivo dell'italiano L2 prima dell'inserimento scolastico LABORATORI SPECIFICI ED INTENSIVI DI RETE per gli alunni iscritti a scuola ad anno scolastico già avviato LABORATORI PER LO SVILUPPO INTERCULTURALE percorsi per l'approfondimento disciplinare, azioni per la valorizzazione della multiculturalità, pari opportunità, promozione dell'incontro e conoscenza tra comunità straniere del territorio, creazione di spazi comuni, luoghi di incontro tra persone, lingue e culture

7 Il progetto Le azioni di sistema SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ rapporto costante con le famiglie dell'alunno straniero (coinvolgimento del volontariato, del terzo settore, del sistema dell'educazione degli adulti, dei servizi sociali/ socio sanitari del territorio) FORMAZIONE OPERATORI docenti, personale ATA, mediatori culturali, facilitatori linguistici DOCUMENTAZIONE E DIFFUSIONE DELLE ESPERIENZE materiali prodotti, progetti, strumenti, buone prassi, sviluppo del sito del protocollo INTEGRAZIONE CON ALTRI PROGETTI Uguadi, uguali ma diversi: comprendere, analizzare e gestire le diversità nella scuola. Insieme, genitori, immigrati e operatori di sistema: percorsi interculturali. Family friendly, per la partecipazione dei genitori alla vita scolastica.

8 Il progetto I principi Sviluppare un approccio integrato tra scuola e territorio Garantire il pieno rispetto del diritto allistruzione Promuovere percorsi di educazione interculturale, contro ogni forma di intolleranza e discriminazione per sviluppare la conoscenza di diritti e doveri di cittadinanza.

9 Il progetto Tre anni di lavoro Due giornate organizzate a settembre 2010 hanno permesso di raccogliere i contributi di esperti esterni, provenienti da Lombardia, Emilia Romagna e Lazio, per mettere a confronto le esperienze e sottolineare difficoltà e potenzialità di processi lenti e delicati come quelli che sono stati attivati Prato negli ultimi tre anni.

10 Il progetto Tre anni di lavoro I temi affrontati: Accoglienza Continuità e sperimentazione laboratoriale Valutazione (in entrata - uscita - in itinere) Genitorialità (partecipazione alla vita scolastica di genitori)

11 Il progetto Tre anni di lavoro Alcuni risultati: Dalla fase di emergenza alla governance del sistema; Coinvolgimento di tutte le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado, 33 scuole statali e 24 scuole paritarie, in raccordo con gli Enti locali (Regione, Provincia, Comuni); Partecipazione di studenti stranieri e italiani a laboratori linguistici e interculturali nellanno scolastico 2009/10.

12 Il progetto Tre anni di lavoro Alcuni risultati: Costituzione di nuove reti e rafforzamento di quelle esistenti. (n. 8 reti) che hanno favorito lottimizzazione dellimpiego delle competenze, la condivisione di buone prassi, la progettazione condivisa, lorganizzazione di laboratori per i nuovi inserimenti nel corso dellanno; Integrazione delle risorse finanziarie (Regione – Provincia- Comuni), con con seguente effetto moltiplicatore.

13 Sviluppi futuri e criticità per un percorso di miglioramento a breve termine Sviluppare un piano di comunicazione sia interna,bper potenziare le modalità comunicative fra i soggetti attuatori del protocollo, sia esterna per attivare e studiare nuove modalità comunicative nei confronti di studenti, famiglie, comunità straniere, in particolare quella cinese; Capitalizzare la documentazione e le buone prassi implementando lazione sinergica con altri progetti superando la parcellizzazione degli interventi; Dare sostegno alla genitorialità anche attraverso metodologie innovative e il coinvolgimento del volontariato sociale e del terzo settore;

14 Sviluppi futuri e criticità per un percorso di miglioramento a breve termine Osare sperimentazioni per la continuità didattica e sistematizzare le azioni, gli strumenti e le metodologie adottate in fase di accoglienza e nei laboratori linguistici e interculturali; Sviluppare il sistema di monitoraggio e valutazione degli interventi anche attraverso analisi quali/ quantitative mediante lOsservatorio Scolastico Provinciale (rapporto successi/insuccessi, abbandono, continuità dei percorsi nel sistema formativo e nel mondo del lavoro; Passare dalla sperimentazione del Protocollo alla STRUTTURA CONSOLIDATA.


Scaricare ppt "Il progetto."

Presentazioni simili


Annunci Google