La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AIPI Società Cooperativa Workshop: La gestione dei conflitti nei gruppi di alunni 12-15 Aprile 2011 Iasi - Romania.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AIPI Società Cooperativa Workshop: La gestione dei conflitti nei gruppi di alunni 12-15 Aprile 2011 Iasi - Romania."— Transcript della presentazione:

1 AIPI Società Cooperativa Workshop: La gestione dei conflitti nei gruppi di alunni Aprile 2011 Iasi - Romania

2 La Storia di AIPI AIPI Società Cooperativa si è costituita nel 2005, in continuità con A.I.P.I, nata grazie ad un gruppo di educatori e insegnanti che dal 1993 al 2001 ha gestito il progetto Polo Interetnico del Servizio Immigrazione del Comune di Bologna. Stretta collaborazione con le scuole e il territorio per lAccoglienza e lIntegrazione socio-culturale dei minori

3 (Alcune) azioni di intervento Accoglienza ed inserimento a scuola dei minori stranieri NAI Corsi di Italiano L2 nelle scuole di Primo e Secondo Grado della Provincia di Bologna Laboratori interculturali Mediazione linguistico-culturale Corsi di L1 Attività di Dopo-scuola (Centro Interculturale Comellini) Laboratori creativi (Teatro, Poesia, Scrittura Creativa, Laboratori manuali)

4 Accoglienza e inserimento ovvero Preparare il terreno Creare nella scuola un clima di accoglienza per i ragazzi Neo Arrivati in Italia al fine di - valorizzare le competenze, le abilità e le conoscenze personali per un giusto inserimento nel rispetto della normativa vigente (v. art.45, D.P.R.n.394/99) - favorire il processo di integrazione con i pari - aprire un cammino di Pari Opportunità nel Diritto allo Studio in accordo con i principi generali stabiliti dallONU (Dichiarazione dei Diritti del Fanciullo, Principio Settimo)

5 Laboratori di Italiano come L2 ovvero Fornire gli strumenti Laboratori di Italiano L2 a scuola per – Verbalizzare i propri stati danimo, raccontarsi – Creare un sistema di interazioni positive nel contesto (alunno/alunno; alunno/attori del sistema scuola; alunno/territorio) – Acquisire gradualmente competenze linguistiche, sociolinguistiche e culturali che alimentino la gamma dei saperi e favoriscano una riflessione personale e condivisa in termini metaculturali ed interculturali – Fornire gli strumenti per dare voce alla persona attraverso il canale linguistico per evitare il senso di frustrazione ed isolamento che può sfociare in incomprensioni e conseguenti espressioni aggressive e violente

6 Laboratori interculturali nelle classi Tra le Abilità Interculturali (v. QCER) : la capacità di superare modalità di relazione stereotipate Educazione allIncontro e alla Pluralità dei punti di vista Intercultura come Consapevolezza -> richiede un percorso guidato di educazione al rispetto dellAltro

7 Mediazione linguistico-culturale Creare un ponte tra la cultura di origine e la cultura di arrivo offrendo gli strumenti che permettano una chiara chiave di lettura di entrambe Favorire il confronto tra persone di culture diverse e la reciproca comprensione rispetto ai diversi stili educativi Favorire una comunicazione chiara nei rapporti scuola-alunno- famiglia I Mediatori linguistico-culturali come esempio di successo riconosciuto sul piano personale e sociale

8 Corsi di L1 Lingua -> veicolo di significati e valori socio-culturali Valorizzare la lingua madre per valorizzare un intero sistema culturale Evitare fenomeni di bilinguismo sottrattivo » Corsi di Lingua Cinese allI.T.C.S Rosa Luxemburg di Bologna rivolti sia agli studenti cinesi sia agli altri studenti/insegnanti della scuola

9 Il Dopo-scuola (Centro Interculturale Comellini) Luogo di confronto, di scontro e di incontro con i pari con gli adulti (educatori ed insegnanti ) con il territorio -Integrazione di -Attività didattiche (Studio L2, Sostegno allo studio) -Attività ludico-didattiche (sport, esplorazione del territorio) In un contesto educativo protetto in cui il minore è accompagnato nel percorso di confronto- scontro-incontro con le realtà sociali e territoriali che lo circondano

10 Laboratori ludico espressivi Laboratori creativi manuali per i più piccoli Laboratori di Poesia Per favorire il lavoro collaborativo allinterno del gruppo Per creare un contesto in cui i disagi possano essere espressi-dialogati-risolti Per dare voce a diverse forme di abilità espressiva

11 Laboratori di Teatro (interculturale) Teatro come mezzo di espressione del sé veicolata da una molteplicità di canali espressivo- comunicativi Per creare relazioni positive fondate sullascolto reciproco Educazione allInterazione fondata sulla sospensione del giudizio verso laltro Straniamento dal vissuto personale/conflittuale – Dalla realtà alla messa in scena (Rappresentazione) – Dalle intuizioni sperimentate in scena alla realtà (Estrapolazione) Lapporto personale diventa arricchimento per sé e per il gruppo (Valorizzazione individuale e del gruppo come organismo che assume unidentità) » Espressività e successo sono incentrati sulla coralità e non sul protagonismo/individualismo » Un esempio di Laboratorio di Teatro svolto allI.T.C. S. Rosa Luxemburg di Bologna :

12 Mulțumesc! Grazie!


Scaricare ppt "AIPI Società Cooperativa Workshop: La gestione dei conflitti nei gruppi di alunni 12-15 Aprile 2011 Iasi - Romania."

Presentazioni simili


Annunci Google