La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BancaEspertA /Banca dei Commercialisti /BdC COMITATO PROMOTORE PER LA COSTITUZIONE DELLA BANCA DI CATEGORIA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BancaEspertA /Banca dei Commercialisti /BdC COMITATO PROMOTORE PER LA COSTITUZIONE DELLA BANCA DI CATEGORIA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI."— Transcript della presentazione:

1 BancaEspertA /Banca dei Commercialisti /BdC COMITATO PROMOTORE PER LA COSTITUZIONE DELLA BANCA DI CATEGORIA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI Una realtà di riferimento nellerogazione di servizi corporate per le PMI

2 2 Sponsor del progetto BdC/BancaEspertA/Banca dei Commercialisti: n.6 Associazioni sindacali dei Commercialisti ed Esperti Contabili Le Associazioni sindacali mettono a disposizione le sedi territoriali per il collocamento

3 3 PMI: nuova domanda di servizi ad elevata complessità Lambiente / variabili esogene In Italia non esiste ancora una industria dei servizi alle PMI in grado di soddisfare le nuove esigenze (cfr. Banca dItalia, Relazione Annuale 2009, pag.175 ess.). Con larrivo dei nuovi competitor (in particolare le banche italiane) rischio di declino per gli iscritti allAlbo dei Commercialisti ed Esperti Contabili Istituzioni: maggior rigore nelluso delle risorse pubbliche (spesa/entrate fiscali) e ruolo più efficace di regolatore

4 nel breve periodo trasformazione dellassetto organizzativo e funzionale nel breve periodo trasformazione dellassetto organizzativo e funzionale 4 I vantaggi distintivi che il progetto persegue Singolo Studio Smobilizzo fatture attive a condizioni di vantaggio Incremento del fatturato Mantenimento/decremento dei costi fissi attuali Strumenti di pagamento personalizzati Categoria DC&EC Fare sistema e attivare sinergie latenti Veicolo di innovazione per le PMI Diversificazione delle fonti dei ricavi DESTINATARIOVANTAGGIO Richiesta fido bancario per c/clientela: più efficacia

5 Mercato dei servizi corporate alle PMI: situazione attuale Domanda OffertaPosizione Consulenza fiscale ordinaria Contenzioso tributario Elaborazioni scritture contabile/bilancio Consulenza del lavoro Societario (bilanci, verbali, libri sociali,..) Assistenza richiesta fido bancario Commercialisti Dominante Consulenti del lavoro Ex dirigenti bancari Limitata Di nicchia 5 a valore aggiunto medio/basso

6 6 Lofferta degli Studi non è omogenea Gli Studi sono nella maggior parte sbilanciati sui servizi tradizionali a basso valore aggiunto e a redditività decrescente Gli Studi sono nella maggior parte sbilanciati sui servizi tradizionali a basso valore aggiunto e a redditività decrescente

7 Nuove prospettive di sviluppo per le PMI anni 30-90/XX sec anni 10/XXI sec startup piccola media grande Complessità organizzativa/Divisione interna del lavoro/Economie di scala startup PMI Rete di produttori Crescita dimensionale obbligatoria Dimensione aziendale 7 Crescita dimensionale facoltativa Specializzazione /esternalizzazione attività no core/divisione del lavoro fra imprese funzione amministrazione & finanza outsourced Driver: ICT/sistemi di produzione modulare

8 Mercato dei servizi corporate alle PMI: nuovo assetto Domanda aggiuntiva Offerta Nuovi entranti Consulenza (integrata/ alto contenuto di competenze) -prodotti/mercato -finanza -assicurazioni -organizzazione -strategia Commercialisti Consulenti del lavoro Ex dirigenti bancari -giudiziaria/arbitrati -operazioni straordinarie Esternalizzazione della funzione aziendale amministrazione & finanza Banche Operatori esteri Confidi Società specializzate Associazioni di imprese Operatori attuali -risk management altri 8 In Italia deve ancora nascere una industria dei servizi alle PMI (Banca dItalia Relazione Annuale 2009, pag.175 e seg.) In Italia deve ancora nascere una industria dei servizi alle PMI (Banca dItalia Relazione Annuale 2009, pag.175 e seg.)

9 La nuova industria dei servizi corporate sfida gli Studi a mantenere il ruolo di INTERFACCIA privilegiata dellimprenditore Pacchetti integrati di servizi Professionali operativi (*) MINACCE OPPORTUNITÀ Consulente globale dellimprenditore su patrimonio aziendale familiare Abbassamento soglia di ingresso per nuovi competitori (in particolare quelli esteri) Acquisire nuova clientela corporate più sofisticata 9 Impoverimento profittabilità nei servizi corporate tradizionali 9 (*) gestione funzione amministrazione & finanza outsourced dalle PMI

10 10 Strategia di riposizionamento della categoria DC&EC relazione con gli imprenditori, continuativa, privilegiata non conflittuale qualità allineata agli standard di mercato prezzi compatibili con budget committenti analisi priorità risposte coordinate obiettivi simultanei Incremento e diversificazione fatturato Studio Vantaggio vs altri competitor: Accesso facilitato conoscenza situazione dellimprenditore: aziendale patrimonio familiare Offerta gamma di servizi più ampia N.B. miglioramento redditività Studio condizionato da controllo su costi fissi Il DC&EC è seduto su una miniera di informazioni non sfruttata adeguatamente

11 Migliorare il controllo sulprocesso della conoscenza Cambio di passo della categoria: salto culturale per aumentare la capacità di competere nel mercato dei servizi corporate I NTEGRARE con nuove prestazioni di tipo più operativo portafoglio delle prestazioni di tipo professionale A MPLIARE Soluzioni alternative P OTENZIARE struttura tecnico- competenziale Società fra professionisti Studio & & Banca specializzata Studi Raccolta sistematica e continuativa dati quali- quantitativi, confidenziali e pubblici Trasformazione in info ad alto contenuto di conoscenza per valutazione potenzialità e prospettive delle imprese Output generati: giudizi di affidabilità, prestazioni specialistiche, supporto decisionale, misurazione e controllo rischi … Vincoli: investimenti governance Indirizzi strategiciObiettivi intermediScelte operative 11 A B

12 SCP mezzo per dotarsi della struttura organizzativa tipica nellimpresa di servizi Clienti PMI SCP Front office SCP Front office SCP Back office SCP Back office Gestione del cliente Sviluppo clientela Investimenti da finanziare con capitale proprio della SCP e indebitamento DC & EC Risorse tecnologiche e competenze specifiche di supporto 12 Clienti PMI Nuova Clientela POTENZIARE modificando la natura dello Studio Opzione A Società di Capitale fra Professionisti (SCP) Studio

13 BdC: clienti in comune 13 POTENZIARE: cooperazione fra back office centralizzato (BdC) e singoli (e autonomi) front office Partnership con logica industriale NO ad accordi commerciali BdC Commercialista: Clienti PMI Studio Clienti PMI Studio Clienti PMI Front office Back office Studio supporto tecnico-operativo senza costi fissi aggiuntivi per Studio sub-gestore funzione amministrazione & finanza outsourced dalle PMI interazione in esclusiva con cliente corporate totale autonomia di relazione e di prezzo dei servizi; ruolo attivo nella prestazione (e non procacciatore daffari) BdC: Opzione B Studio & & Banca specializzata

14 Dominus consulente globale attività burocratiche relazione approfondita con clientela servizi bancari personalizzati a condizioni di vantaggio; sistema dei valori della categoria condivisi (via governance) ; riservatezza e corretto utilizzo delle informazioni affidate; Specializzare lattuale Studio in un front office Banca dei Commercialisti/BdC expertise per supportare tutte le prestazioni professionali e operative; interfaccia esclusivo con Studio (nessun contatto fra PMI e BdC); formazione continua agli Studi; livello reputazionale e deontologico del professionista; sottomissione alle regole di vigilanza bancaria; 14 Opzione B Studio leva per controllare i costi fissi dello Studio ;

15 La formula per garantire prestazioni professionali di qualità e a prezzi compatibili con i budget delle PMI 15 vendita del servizio ad altri Studi con minimi adattamenti Valore = costo totale effettivo (CT) Lo Studio paga il pro-quota (Px) del costo totale effettivo (CT) Lo Studio è libero di applicare al cliente il prezzo ritenuto congruo (in relazione allo specifico contributo apportato direttamente dallo Studio) Output Progettazione e realizzazione di tipo modulare (BdC) Input (da Studio) Input (da Studio) Offerto ad altri Studi Px=Prezzo applicato CT=costo totale effettivo TV*=stima vendite totale Studi CT TV* Px=

16 La banca è il miglior veicolo per valorizzare la conoscenza sulle PMI perché progettata per ridurre le asimmetrie informative La banca assume i rischi non che i risparmiatori possono prendere perché non adeguatamente informati Attivazione processo della conoscenza/esperienza Assicurarsi che i fondi raccolti siano ben spesi e che i prestiti vengano rimborsati Minimizzare rischio crisi di fiducia dei depositanti Attivazione processo della conoscenza/esperienza Assicurarsi che i fondi raccolti siano ben spesi e che i prestiti vengano rimborsati Minimizzare rischio crisi di fiducia dei depositanti rischi di terzi rischi in c/proprio Prestiti a scadenza Consulenza Assistenza PMI Economie di diversificazione/scopo BANCA

17 credito a PMI raccolta depositi per una new entry poche chances di successo nelle attività bancarie tradizionali opacità e scarsa diffusione delle info; relazioni bancarie multiple; prevalente ricorso a garanzie ed al fido in c/c opacità e scarsa diffusione delle info; relazioni bancarie multiple; prevalente ricorso a garanzie ed al fido in c/c le banche non hanno informazioni ad alto contenuto sulle PMI molto competitivo poco informato servizi bancari tradizionali: Il settore bancario italiano è: Strategia di differenziazione di BdC vs competitors 17 Strategia BdC (new entry) offerta on line, circoscritta a nicchia di clientela omogenea e differenziata per strumento (crediti solo a Studi); altri servizi (di cui elenco attività ammesse al mutuo riconoscimento ex art.2 lett,f), p.9 TUB) focus su consulenza/assistenza corporate con specializzazione su: processo della conoscenza sulle PMI, sfruttando lassenza di conflitti fra credito erogato e informazioni ricevute (e potenziato dalla sub-gestione funzione amministrazione&finanza delle PMI) rapporto diretto ed esclusivo con Studi (marketing di tipo B2B)

18 BdCDC & EC Punti di forza individuali back office (gestione processo della conoscenza) Vicinanza agli imprenditori, info qualitative/locali, terzietà, … Punti di debolezza individuali Risorse adeguate acquisire e gestire la clientela finale (marketing B2C) back office (gestione processo della conoscenza) Capacità di competere sul mercato Medio/bassa BdC+DC & EC Sinergia front office Studi + back office BdC su elementi: quali/quantitativi, formali e informali Alta …. Strategie individuali: alti rischi / bassi benefici Strategie congiunta: bassi rischi / alti benefici BdC e DC&EC affrontano il mercato con punti di forza e di debolezza complementari: vantaggi della messa in comune dei punti di forza

19 19 sintomi di anomalia e di patologie aziendali; requisiti oggettivi di bancabilità; livello reputazionale del professionista; Benchmarking sulle condizioni offerte dalle banche; metodologia bancaria per predisporre le richieste di fido rivolte ad altre banche monitoraggio, nel continuo, del capitale circolante delle imprese incremento potere contrattuale delle PMI provvista di fondi tramite il canale diretto (mkt capitali) correggere derive gestionali prima che si trasformino in irreversibili crisi finanziarie; progettare nuovi strumenti di mitigazione del rischio debito delle PMI; Studio PMI BdC Studio nel medio periodo: BdC Studio nellimmediato: Studio PMI Per preservare il vantaggio informativo BdC non erogherà credito diretto alle PMI e fornirà agli Studi altri supporti 19

20 Per gli Studi la cooperazione con BdC rappresenta una opzione migliore rispetto alla società di capitale fra professionisti Società fra professionisti Vs Studi Potenziali conflitti di interesse Autonomia ridotta Indipendenza minore Investimento pro-capite significativo Disponibilità di maggiori risorse da investire nel back office marketing Studi + BdC Vs Studi Immutata autonomia, terzietà, deontologia, ecc del professionista; back office finanziato con sottoscrizione del capitale di BdC Possibili resistenze dei professionisti a condividere le informazioni con terze parti (BdC) Il back office di BdC disponibile anche per le società di capitali fra professionisti PRO Criticità Opzione AOpzione B

21 21 Indirizzi e gestione ordinaria di BdC/BancaEspertA sotto il controllo diretto della categoria professionale Assemblea degli azionisti Consiglio di amministrazione Due terzi riservato ai soci iscritti allAlbo; Azioni di categoria A riservate a 60% del capitale sociale Massimo due mandati consecutivi; Voto di lista (art. 13 Statuto sociale) istituzioni di categoria iscritti allAlbo Unico tirocinanti

22 Per dettagli sullofferta vedi Prospetto informativo e presentazione specifica su: 22 BdC: il capitale di rischio da raccogliere in fase di collocamento Capitale iniziale minimo: 25,1 milioni; massimo: 30 milioni Due categorie di azioni aventi identici diritti (amministrativi e patrimoniali): Cat. A (riservate alla professione: minimo 60% del capitale sottoscritto) Cat. B (a disposizione di tutti) Prezzo per singola azione: 500,00 N.B. la firma del modulo di sottoscrizione non coincide con il versamento (che avverrà solo al raggiungimento dellobiettivo minimo di sottoscrizione di capitale sociale) Quota di sottoscrizione individuale: –minima: 2.500,00 (pari a n.5 azioni) –massima: Persone fisiche: 0,5% del capitale sociale Altri soggetti: 5% del capitale sociale

23 Con BdC/BancaEspertA la categoria si dota di uno strumento operativo capace di perseguire anche obiettivi di interesse generale Veicolo di innovazione Network di conoscenza e di azione (via canale telematico) Circolazione best practices fra professionisti; Trasferire gli input di politica industriale tramite i professionisti divenuti più affidabili; Accesso delle PMI al mercato finanziario dei capitali di debito, oggi limitato dalle asimmetrie informative; Facilitare diffusione dellimpresa a rete (o impresa modulare/virtuale; Sviluppo modello italiano di hausbank (combinando multiaffidamento bancario con consulenza globale dei nuovi Commercialisti alle PMI); Dialogare con gli altri network disponendo di adeguata tecnologia 23 Coordinamento rete professionisti per fare sistema;

24 Back office Corporate Consulting Back office Corporate Services Servizi bancari (e di investimento) 24 BdC/BancaEspertA: organizzata in tre macro aree di attività PMI internet Studi (front office) Consulenza globale su input - dellimprenditore - del professionista (solo via corporate services) Studi (front office) Consulenza globale su input - dellimprenditore - del professionista (solo via corporate services) Studi (front office) Outsourcers delle PMI per la funzione amministrazione e finanza aziendale Studi (front office) Outsourcers delle PMI per la funzione amministrazione e finanza aziendale internet Professionisti Familiari, Collaboratori dello Studio, Società strumentali degli Studi Professionisti Familiari, Collaboratori dello Studio, Società strumentali degli Studi internet

25 BdC/BancaEspertA nei servizi bancari e di investimento 25 Strumenti di pagamento (personalizzati per gli Studi: F24, conti dedicati fiscali, previdenziali,… ) Servizi/StrumentiClientela obiettivo Iscritti Albo DC&EC (personale/Studio) Collaboratori dello Studio e delle società di servizi collegate allo Studio Familiari dei DC&EC Studi DC&EC Società di servizi collegate agli Studi (N.B. esclusi altri soggetti, fra cui PMI) Prestiti (a breve) Custodia titoli abbinato al servizio di trading on line N.B. BdC/BancaEspertA distribuirà on line prodotti di credito, finanziari, previdenziali e assicurativi di terze parti Depositi

26 Commercialisti junior che stanno valutando di avviare lattività autonoma con Studio avviato da poco Superare le barriere allentrata disponibilità immediata di ampio book di servizi da proporre alla clientela bassi costi di gestione dello Studio e bassi investimenti inziali Difendersi dai nuovi competitor non appartenenti alla categoria ampliare lofferta di servizi senza costi fissi aggiuntivi acquisire nuovi clienti trascurati per lofferta ritenuta inadeguata Diventare fornitori di BdC per specifici componenti da incorporare nei propri servizi di consulenza/operativi Commercialisti senior con clientela stabile (generalisti/specialisti) con obiettivi di nuova clientela La clientela diretta di BdC/BancaEspertA per i servizi corporate Principali vantaggi

27 27 Corporate consulting di BdC/BancaEspertA : back office degli Studi per consulenza direzionale/operativa a PMI pianificazione finanziaria aziendale, monitoraggio flussi finanziari; verifica requisiti bancabilità delle richieste fido, assistenza negoziale; valutazione mark-to-market del portafoglio, benchmarking finanziario; impostazione tesoreria aziendale e multiaziendale, cash pooling; predisposizione piani per richiesta agevolazioni, incentivi, finanz. UE; strumenti di copertura rischi cambio, tasso di interesse, materie prime; contenzioso con banche e compliance alle imprese (derivati, anatocismo, usura, ecc.); diversificazione fonti di finanziamento e organizzazione di funding via mercato dei capitali (obbligazioni, cambiali finanziarie, IPO, ecc.); import/export, compensazioni commerciali internazionali; finanza di progetto e partenariato pubblico privato (PPP); Finanza logistica, ambiente e sicurezza, qualità e certificazioni; accordi tra imprese, contrattualistica, affari societari, Dlgs 231/2001; razionalizzazione dei processi e della filiera clienti/fornitori; processi amministrativi, benchmarking delle risorse e delle competenze interne disponibili; Organizzazione AREE ESEMPI DI INTERVENTO

28 28 Corporate consulting di BdC/BancaEspertA (segue): back office degli Studi per consulenza direzionale/operativa a PMI valutazione di assets (perizie, incarichi da CTU); custodia/gestione assets e beni assunti nel corso delle attività professionali (depositi, cauzioni, ecc.); Mercato Strategica target di riferimento di m/l periodo (prodotti, competitor, clienti); nuovi mercati di sbocco, internazionalizzazione; analisi di make o buy, valutazione costi-benefici nuovi investimenti: monitoraggio rischi aziendali e salvaguardia patrimonio familiare; Giudiziaria /arbitrati /mediazioni analisi di settore, di posizionamento, di prodotto; piani commerciali, struttura di vendita, politica dei prezzi; comunicazione (clienti, investitori, fornitori, competitors); Fiscale /assicurativo /altro coperture assicurative: ricerca strumenti, stipula, liquidazione sinistri; contabilità e bilancio, assistenza fiscale e tributaria ordinaria; problematiche giuslavoriste; Operazioni straordinarie fusioni, scissioni, scorpori, conferimenti, acquisizioni; start up e valutazioni dazienda, cessioni, passaggi generazionali; ristrutturazioni aziendali (fra cui ex artt. 182bis l.f. e 67 l.f.);

29 Corporate services di BdC/BancaEspertA (1): back office per la sub-gestione della funzione amministrazione e finanza esternalizzata dalle PMI agli Studi verifica budget, scoring clienti e fornitori, rischio di concentrazione a monte e a valle della filiera (supply chain); monitoraggio altri rischi (operativi e finanziari) osservati via evoluzione nel continuo dellintero capitale circolante aziendale; proiezione sistematica dei dati storici aziendali, indagine sulle anomalie e attivazione tempestiva di interventi correttivi; Gestione ciclo fatturazione e contabilità Gestione tesoreria Controllo di gestione ciclo attivo (IVA, fatturazione elettronica, solleciti fatture, gestione insoluti, recupero crediti commerciali, ecc.), ciclo passivo (IVA, scadenziari, ecc.); digitalizzazione documenti e archiviazione del cartaceo; contabilità aziendale e bilancio; selezione e attivazione degli strumenti finanziari, generazione in house singole operazioni in base alle clausole contrattuali sottoscritte, riconciliazione E/C bancari con i dati di fonte interna contabilizzati di iniziativa, monitoraggio equilibrio finanziario; Fonti di consulenza su input del Commercialista AREE ESEMPI DI INTERVENTO

30 30 Corporate services di BdC/BancaEspertA (2): back office delle attività amministrative-tecnologiche interne allo Studio adempimenti fiscali per c/ dello Studio gestione della fatturazione (ciclo attivo e passivo), digitalizzazione documentale e dellarchiviazione del cartaceo; messa a disposizione di banche dati relative a info specialistiche; tenuta Archivio Unico Informatico antiriciclaggio (AUI); progettazione piattaforma tecnologica dello Studio; fornitura hardware certificato (accordi quadro di acquisto); gestione software e rete telematica dello Studio; ottimizzazione risorse no core dello Studio; soluzioni di help-desk sia locale che da remoto; Razionalizzare la gestione interna dello Studio ESEMPI DI INTERVENTO

31 31 Cronoprogramma attivazione dei servizi Servizi bancari e di investimento Corporate consulting (input da imprenditore) Corporate services: outsourcing amministrazione e finanza Corporate services: attività interne dello Studio Corporate consulting (input da Commercialista) Attività iniziale4° anno5° anno

32 32 Mercato potenziale limitato, omogeneo ed altamente permeabile al sistema dei valori proposti da BdC/BancaEspertA Segmento di clientela servita raggiungibile con facilità Al 4° anno del piano industriale

33 33 I risultati attesi nel primo quadriennio di attività di BdC Gli scenari alternativi (peggiorativi) rispetto a quello base

34 34 I fattori di rischio collegati alliniziativa (1) (per dettagli cfr. Prospetto informativo sezione II, capitolo 4) Effettiva adesione dei professionisti iscritti allAlbo allofferta dei servizi: di deposito, di pagamento, di prestiti; di corporate consulting; di corporate monitoring/corporate services; Capacità del management di BdC di saper conquistare la fiducia dei professionisti alla nuova filosofia di partnership industriale di lungo periodo (basato sulla distinzione front office/back office) e non di tipo commerciale con il professionista nel ruolo di mero procacciatore di affari; Complessità delliter autorizzativo al riconoscimento dello status di banca, in particolare per la peculiarità dellinquadramento normativo dellattività di corporate monitoring (o corporate services); Assenza di storia economica e finanziaria della banca in start up;

35 35 Criticità connesse alla natura dellattività di intermediazione creditizia che presenta una serie di rischi da gestire: rischio credito, rischio mercato (tasso di interesse, tasso di cambio, di prezzo dei titoli, di controparte, di concentrazione) rischio operativo, rischio di liquidità, rischio strategico; Criticità connesse allofferta e allo strumento finanziario: le azioni emesse da BdC sono inquadrate fra i titoli diffusi in misura rilevante, ma potenzialmente illiquidi in quanto non oggetto di negoziazione in alcun mercato regolamentato; limitazione alla partecipazione azionaria, individuale e complessiva; limitazione nella composizione dellorgano amministrativo; possibile mancato riconoscimento della distinzione delle azioni fra categoria A e categoria B sulla base di criteri solo soggettivi e in presenza di uguali diritti amministrativi e patrimoniali; I fattori di rischio collegati alliniziativa (2) (per dettagli cfr. Prospetto informativo sezione II, capitolo 4)

36 Per ulteriori info rivolgersi a: Giuseppe Russo (responsabile designato alla Direzione di BdC) mob: tel.uff.: mail: skype: g.russo51


Scaricare ppt "BancaEspertA /Banca dei Commercialisti /BdC COMITATO PROMOTORE PER LA COSTITUZIONE DELLA BANCA DI CATEGORIA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI."

Presentazioni simili


Annunci Google