La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Azioni della CCIAA di Campobasso in materia di efficienza energetica e sviluppo sostenibile Campobasso, 02 maggio 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Azioni della CCIAA di Campobasso in materia di efficienza energetica e sviluppo sostenibile Campobasso, 02 maggio 2013."— Transcript della presentazione:

1 Azioni della CCIAA di Campobasso in materia di efficienza energetica e sviluppo sostenibile Campobasso, 02 maggio 2013

2

3 PROGRAMMAZIONE capacità di prevedere scenari futuri conoscenza della storia e degli eventi che hanno portato alla stato attuale dei fatti

4 Rivoluzioni Industriali ENERGIA PRIMA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE Seconda metà del 700 Energia dal vapore

5 SECONDA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE Fine 800 MOTORE A SCOPPIO GENERATORE ENERGIA ELETTRICA Ampia disponibilità di FONTI FOSSILI

6 Scenario ITALIA nella prima metà del 900 AZIENDE ELETTROCOMMERCIALI MUNICIPALIZZATE Questa frammentazione del mercato e delle linee elettriche comportava inevitabilmente problemi di qualità dei servizi erogati, di continuità della fornitura e di stabilità delle reti

7 Seconda metà del 900 TERZA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE trasformazioni socioeconomiche che si sono prodotte in seguito alla diffusione di applicazioni tecnologiche legate a loro volta ai progressi tecnico-scientifici quali la produzione di energia dal nucleare e da fonti rinnovabili, Legge 6 dicembre 1962, n° 1643 – Legge di Nazionalizzazione Ente Nazionale per lEnergia Elettrica ENEL Furono nazionalizzate, cioè entrarono a far parte del patrimonio statale, circa 1250 aziende e società operanti nel settore elettrico e poi passate in gestione dell

8 ENEL Istituito con la funzione di «assicurare con costi minimi di gestione una disponibilità adeguata di energia elettrica per quantità e prezzo alle esigenze di un equilibrato sviluppo economico del Paese.» MONOPOLIO NATURALE Attività produttiva/servizio che doveva essere svolta da un solo soggetto vista loggettiva difficoltà di partenza in termini sia tecnici che economici Il compito dellENEL era quello di portare lenergia elettrica in tutta lItalia in maniera sicura ed affidabile

9 ENEL Lattività dei primi trentanni presenta aspetti oggettivamente positivi portando la rete elettrica italiana ad essere competitiva con le principali reti europee e mondiali. aspetti contraddittori -Modellistica -Dispacciamento -Unificazione -Standardizzazione -Componentistica -Schemi -Affidabilità -sicurezza Molto sviluppata la ricerca sui problemi: Molto trascurata la ricerca nei settore della distribuzione: -Qualità del servizio -Microproduzione diffusa -Fonti rinnovabili -Accumulo

10 Dagli inizi degli anni 90 Cominciano a farsi strada nellopinione pubblica di ecologia, eco-sostenibilità, sviluppo sostenibile. Ci si avviò gradualmente verso quella che doveva essere la liberalizzazione del settore elettrico Legge 9 gennaio 1991, n° 9 Innovò il regime della produzione di energia da fonti convenzionali e previde interventi nel settore delle rinnovabili D.L. 11 luglio 1992, n° 333 Legge 8 agosto 1992, n° 359 Sancì la fine del monopolio ENEL che si trasforma in una S.P.A. Da RISERVATARIO a CONCESSIONARIO del servizio elettrico

11 Dagli inizi degli anni 90 Legge 14 novembre 1995, n° 481 Istituzione dell A utorità per l E nergia E lettrica e il G as Direttiva Europea 19 dicembre 1996, n° 92 Orientamento verso la liberalizzazione del mercato elettrico e lapertura dei mercati nazionali Decreto 16 marzo 1999, n° 79: LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO Decreto Bersani – recepisce la direttiva e definisce la struttura del libero mercato Nello spirito del Decreto, per contrastare la presenza di un operatore dominante come ENEL, il settore elettrico doveva essere disgregato verticalmente e orizzontalmente.

12 Da oggi Grandi centri di produzione Trasmissione Trasporto RETI ENERGETICHE DI NUOVA GENERAZIONE smart grid

13

14

15 Sistema di centralizzazione dei consumi

16 PEAC PRIC ACE Immobili Comunali Water Metering Smart Metering

17 Sistema di building automation e cdz

18 Impianto geotermia Larino, 22 maggio 2012 Controllo Termoigrometrico - BOTTAIA

19 Schema AS-BUILT

20 Schemi AS-BUILT campo geotermico collettoritrattamento diffusione

21 Campo GEOTERMICO

22

23 collettori

24 trattameto Pompa di calore – modulo idronico

25 trattameto Pompa di calore – modulo idronico

26 trattameto Unità Trattamento Aria

27 27 diffusione

28 Taratura Aggiustamento bilanciamento Set-points richiesti : Temperatura 16 – 16,5 °C Umidità Relativa %

29 Grazie per la pazienza Campobasso, 02 maggio 2013


Scaricare ppt "Azioni della CCIAA di Campobasso in materia di efficienza energetica e sviluppo sostenibile Campobasso, 02 maggio 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google