La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Misura 114 sulla consulenza aziendale in Campania: Analisi di Medio termine Di Italo Santangelo e Lucia Coletta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Misura 114 sulla consulenza aziendale in Campania: Analisi di Medio termine Di Italo Santangelo e Lucia Coletta."— Transcript della presentazione:

1 La Misura 114 sulla consulenza aziendale in Campania: Analisi di Medio termine Di Italo Santangelo e Lucia Coletta

2 Stato di attuazione in Campania della Misura 114 al Dotazione finanziaria Contributo Concesso Pagamenti totali % di avanzam. Pagam. Pagamenti per anno 2011 Pagamenti per anno , , ,000, , ,00

3 Piano Finanziario del PSR approvato dalla UE Misura/Asse Spesa Pubblica Spesa Privata Costo Totale (111) azioni nel campo della formazione professionale e dell'informazione, inclusa la diffusione di conoscenze specifiche e pratiche innovative, rivolte agli addetti dei settori agricolo, alimentare e forestale (121) insediamento di giovani agricoltori (113) prepensionamento degli imprenditori e dei lavoratori agricoli (114) ricorso ai servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali (115) avviamento dei servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole, nonché di servizi di consulenza forestale (121) ammodernamento delle aziende agricole (122) migliore valorizzazione economica delle foreste (123) accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali (124) cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo e alimentare (125) miglioramento e sviluppo delle infrastrutture in parallelo con lo sviluppo e l'adeguamento dell'agricoltura e della silvicoltura (126) ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e introduzione di adeguate misure di prevenzione---A13(131) (131) sostegno agli agricoltori per conformarsi ai rigorosi requisiti prescritti dalla normativa comunitaria (132) sostegno agli agricoltori che partecipano ai sistemi di qualità alimentare (133) sostegno alle associazioni di produttori per attività di informazione e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentare Totale Asse

4

5 Ripartizione finanziaria attuale dellAsse I PSR Campania MisuraImporto Comunitario (a) Importo Nazionale (b) Totale (c = a + b)Importo Privati (d)Costo totale (e = c + d) 111- Azioni di formazione professionale e di informazione Avvio di giovani agricoltori – Prepensionamento – Utilizzo dei servizi di consulenza – Istituzione di servizi di gestione, aiuto e consulenza – Modernizzazione delle imprese agricole – Miglioramento del valore economico delle foreste – Aggiungere valore ai prodotti agricoli e della silvicoltura – Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti – Infrastrutture relative allo sviluppo e all'adeguamento – Ripristinare il potenziale della produzione agricola – Conformarsi alle norme della legislazione comunitaria – Partecipazione degli agricoltori ai programmi di qualità alimentare – Attività di informazione e promozione – Agricoltura di semisussistenza – Gruppi di produttori – Aziende agricole in via di ristrutturazione in seguito alla riforma della organizzazione comune di mercato

6 Fase di consultazione e concertazione nel sul riconoscimento dei Soggetti interessati a proporsi come erogatori di servizi di consulenza aziendale con: Procedure preliminari allattuazione della misura - Organizzazioni professionali agricole - Ordini e Collegi professionali - Centrali cooperative

7 Preliminarmente allattuazione della misura si è dovuti procedere al riconoscimento dei Soggetti abilitati allerogazione dei servizi di consulenza alle imprese agricole e forestali. Procedure preliminari allattuazione della misura

8 Con DGR n del 18 luglio 2008 la Giunta Regionale ha approvato leLinee guida per il riconoscimento dei soggetti abilitati allerogazione dei servizi di consulenza aziendale. Con DRD n. 319 del il SeSIRCA ha emanato il primo bando di riconoscimento. Con DRD n. 593 del è stato emanato il secondo bando. Con DRD n. 326 del sono stati istituiti gli Elenchi regionali degli Organismi di consulenza riconosciuti (uno per le Produzioni Vegetali e uno per quelle Animali) a cui sono stati iscritti n. 23 Soggetti (14 del primo bando e 9 del secondo). Procedure preliminari allattuazione della misura

9

10 L'Amministrazione regionale da subito si è posta due obiettivi strategici: 1.Disporre di una nuova strumentazione per migliorare l'efficacia dell'intervento a supporto dell'azienda; 2.Porre in essere un ciclo formativo continuo, finalizzato all'aggiornamento periodico dei consulenti sui temi oggetto della misura. Implementazione del sistema regionale di consulenza

11 La convenzione INEA nel 2008 ha voluto essere il primo passo in questa direzione, e ha voluto significare appunto la volontà di dotarsi di nuovi e più efficaci metodi e strumenti da mettere a disposizione dei soggetti accreditati, attraverso l'assistenza metodologica ed il supporto della più importante istituzione scientifica nazionale nel campo dei servizi in agricoltura e dello sviluppo rurale Implementazione del sistema regionale di consulenza

12 È stata acquisita la disponibilità della società Agricoltura è vita (società promossa dalla C.I.A.) a fornire, a titolo gratuito, il software Sistema gestionale della condizionalità, da essa realizzato nell'ambito del progetto SeTA cofinanziato dal MPAAF. Il software è stato personalizzato per la Campania in relazione alle prescrizioni dettate annualmente dalla Giunta Regionale in materia di condizionalità e sicurezza sul lavoro. Implementazione del sistema regionale di consulenza

13 Home page SETA

14 Nel campo della gestione aziendale, con l'assistenza metodologica del Centro di Portici* è stata adottata una strumentazione generata ad hoc sui temi del bilancio aziendale e costi di produzione, che rappresentano i capisaldi della consulenza finalizzata ad accompagnare le imprese verso la redditività e l'efficenza di gestione. * ex-Centro di Specializzazione e ricerche economico- agrarie per il Mezzogiorno Implementazione del sistema regionale di consulenza

15 È stato cosi prodotto il sussidio informatico BAR Bilancio Aziendale e Redditività, comprensivo della procedura PPD (Processo produttivo dominante), che evidenzia il profilo economico dell'azienda attraverso l'analisi dei suoi costi di produzione e della sua redditività, agevola il consulente nella formulazione dei consigli e suggerimenti all'impresa assistita, compresa la possibilità di miglioramento delle sue performance tecniche ed economiche. Sulla gestione dell'applicativo è stato implementato con il Centro di Portici, attraverso l'INEA, un servizio di tutoraggio e didattico permanente. Sussidio BAR

16 Home page BAR

17 Tirocini formativi e di aggiornamento sulla strumentazione adottata sono stati realizzati, a partire dal 2009, tirocini formativi e di aggiornamento per i tecnici consulenti. Numero attività corsuali dal novembre 2009 Numero ore complessive dei tirocini svolti fino ad oggi Numero consulenti formati/aggiornati Numero attestati rilasciati 23 giornate181 ore159 consulenti334 attestati

18 Tecnici consulenti impegnati Nei 23 Organismi finora hanno operato n. 159 tecnici così suddivisi per titolo di studio: - n. 86 Agronomi (con Laurea in Scienze Agrarie) - n. 24 Periti Agrari - n. 16 Agrotecnici - n. 33 altri titoli studio equipollenti

19 - n. 4 depliant realizzati sulla misura e sui diversi temi della consulenza; - n. 2 spot televisivi; - n. 5 eventi promozionali della misura sul territorio; - n. 2 presentazioni ppt sulla misura; - un blog dedicato alla consulenza con area forum. Informazione e comunicazione

20

21

22 Spot sulla sicurezza sul lavoro

23 Sono state prodotte n. 5 Circolari, indirizzate agli Organismi di consulenza e ai Soggetti attuatori della misura, con le quali sono stati precisati: - il cronoprogramma delle attività; - gli adempimenti minimi; - il data base delle aziende assistite; - lutilizzo funzionale della strumentazione impiegata; - i contenuti dei rapporti finali di consulenza. Implementazione del sistema regionale di consulenza

24 generata una check-list di valutazione della rispondenza ai requisiti previsti dal bando per il riconoscimento dei Soggetti abilitati allerogazione dei servizi di consulenza somministrata negli audit di accertamento presso le sedi degli Organismi riconosciuti. Implementazione del sistema regionale di consulenza

25 Aziende che hanno presentato istanza di partecipazione Attuazione della Misura Bandi emanati ad oggi: - Bando (a scadenza aperta) da luglio 2009 al giugno Bando Febbraio 2011 (scaduto ad aprile 2011) - Bando Agosto 2011 (scaduto ad ottobre 2011) AvellinoBeneventoCasertaNapoliSalernoTotale

26 Beneficiari ammessi al contributo suddivisi per province Stato di attuazione fisico della misura AvellinoBeneventoCasertaNapoliSalernoTotale

27

28 Stato di attuazione fisico della misura Beneficiari ammessi al contributo alla data del Imprenditori agricoli ForestaliPacchetti Base Pacchetti Completi

29 Suddivisione dei beneficiari ammessi al contributo per OdC prescelti Agrimpresa service Agrinnova Campania AriamoBioconsultCentro servizi Caserta Cesca Unisc Cons. Agri.Consorzio Verde Campania Consulenze agrarie terra di Caserta Stato di attuazione fisico della misura Coop. Agr. Molara Equipe SudGEAGreen Planet Management House Italia MonereProagrisTeleservizi It *Per altri 6 OdC riconosciuti non vi sono beneficiari

30 Stato di attuazione finanziario della misura AvellinoBeneventoCasertaNapoliSalernoTotale , , , , , ,00 Contributo Concesso al (Valori in euro)

31 Beneficiari Ammessi al contributo Beneficiari che hanno terminato la consulenza* DdP in istruttoria o in attesa di pagamento Pagati da AGEA Stato di attuazione fisico della misura * con presentazione della domanda di pagamento

32 Stato di attuazione fisico della misura Beneficiari ammessi al contributo Beneficiari che hanno rinunciato e/o revocati Beneficiari che hanno terminato la consulenza con Ddp Beneficiari attualmente assistiti

33 Motivi del ritardo nellavanzamento fisico e finanziario Lesigenza di sviluppare una fase preliminare di concertazione con i Soggetti potenziali destinatari della consulenza e di gestire poi il complesso bando per il loro riconoscimento ha generato un ritardo nellattuazione della misura valutabile in circa 18 mesi dallapprovazione del PSR. Analisi critica sullattuazione della 114 in Campania

34 Disaffezione progressiva delle imprese Crescente disaffezione delle imprese agricole verso lintervento, segnale già colto nel bando del 2010 e confermato nel 2011, sia per la lunga fase di istruttoria per lammissione allaiuto e sia per la lunga attesa nellerogazione del contributo, essendo questo pagato solo dopo il termine del servizio (fino a 18 mesi). Analisi critica sullattuazione della 114 in Campania

35 Diminuito interesse degli Organismi di consulenza Crescente disinteresse anche da parte di alcune Società di consulenza accreditate per: - i costi da anticipare per lerogazione del servizio ripagati solo a distanza di notevole lasso di tempo; - la lunga attesa per lavvio della consulenza; - lincertezza sul pagamento delle imprese assistite dopo la prestazione erogata; - lentità modesta dellimporto. Analisi critica sullattuazione della 114 in Campania

36 Pesante congiuntura economica attuale La crisi economica generale degli ultimi due anni spinge le imprese a ridurre sempre più le spese per i servizi di supporto e di consulenza Analisi critica sullattuazione della 114 in Campania

37 Costo amministrativo di gestione della misura La misura 114 ha un costo amministrativo notevole rispetto al modesto avanzamento finanziario finora ottenuto, che mette in dubbio lottimismo iniziale. La sfida sarà con la nuova Programmazione che attribuisce alla consulenza e ai servizi alle imprese in generale un ruolo strategico. Analisi critica sullattuazione della 114 in Campania

38 Attuazione finanziaria della Misura 114 Utilizzo di servizi di consulenza ( valori in euro) Regione Spesa pubblica programmata Spesa pubblica programmata di cui FEASR Spesa pubblica sostenuta Spesa pubblica sostenuta di cui FEASR Abruzzo Bolzano---- Emilia R Friuli V.G.---- Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Sardegna Toscana Trento---- Umbria Valle d'Aosta Veneto Basilicata Calabria Campania Puglia Sicilia Totale Programmazione finanziaria della Misura 114 a livello regionale in Italia All - Fonte INEA


Scaricare ppt "La Misura 114 sulla consulenza aziendale in Campania: Analisi di Medio termine Di Italo Santangelo e Lucia Coletta."

Presentazioni simili


Annunci Google