La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

in continuità con la scuola dellinfanzia dai campi di esperienza (scuola dellinfanzia) alle aree disciplinari (scuola primaria)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "in continuità con la scuola dellinfanzia dai campi di esperienza (scuola dellinfanzia) alle aree disciplinari (scuola primaria)"— Transcript della presentazione:

1

2 in continuità con la scuola dellinfanzia dai campi di esperienza (scuola dellinfanzia) alle aree disciplinari (scuola primaria)

3 è lambiente educativo idoneo a: promuovere apprendimenti significativi accompagnare gli alunni nello elaborare il senso dellesperienza porre le basi per lesercizio della cittadinanza attiva accompagnare gli alunni nel graduale passaggio da un ordine scolastico allaltro promuovere lacquisizione degli alfabeti di base (competenze chiave)

4 in una parola un contesto atto a: promuovere il pieno sviluppo delle potenzialità di ogni alunno: nel rispetto della propria identità personale, culturale, sociale in rapporto agli interessi, capacità, ritmi di apprendimento e stili cognitivi, predisposizioni, esperienze di vita e di apprendimento

5 ogni alunno trovi le occasioni per maturare progressivamente le proprie capacità di: autonomia relazione progettazione e verifica esplorazione riflessione logico – critica studio individuale che si concretizza nella

6 Attraverso un percorso progettuale che mira a: Elevare gli standard di apprendimento Contenere il rischio di insuccesso scolastico Dotare tutti delle stesse opportunità perchè

7 che ha origine

8

9 per la costruzione di un curricolo formativo che si snoda

10 secondo linee direttrici che si fondano : sullo sviluppo di attività di ricerca individuale e di gruppo che mirano alla responsabilizzazione e allorganizzazione del pensiero, capacità essenziali per essere cittadino attivo nellattuale società sulla promozione delle attività laboratoriali come luogo di acquisizione di competenze intese come sintesi di sapere e sapere fare sulla proposta di attività didattiche fondate sulla pratica del gioco in cui lapprendere sia unesperienza piacevole e gratificante

11 sulla promozione degli aspetti emotivi ed affettivi nei processi di conoscenza sullimpiego degli strumenti multimediali che, oltre ad essere notevolmente motivanti, costituiscono una risorsa per il saper fare e per valorizzare le diverse intelligenze.

12 Le attività didattiche sono organizzate secondo il modello potenziato delle 30 ore settimanali: DisciplineClasse 1^Classe 2^Classi 3^ - 4^ - 5^ Lingua italiana8 ore7 ore Matematica6 ore 5 ore Tecnologia1 ora Scienze naturali e sperimentali 2 ore Storia/geografia4 ore Musica1 ore Arte e immagine1 ore Corpo, movimento e sport1 ore Religione/attività alternative2 ore Inglese1 ora2 ore3 ore Totale 27 obbligatorie27 ore obbligatorie attività di poteniamento**************** attività di poteniamento****************** attività di poteniamentoL2

13 Il curricolo di base viene integrato ed ampliato dalle seguenti ore di potenziamento: Ore di potenziamento Classi 1^ e 2^ Linguaggi espressivi artemotorio musica Classi 3^- 4^- 5^ italiano Logico – scientifico (certificazione Eipass junior) Lingua inglese

14 Protocollo di continuità tra scuola primaria e secondaria di I grado. La continuità educativa consiste nel considerare il percorso formativo secondo una logica di sviluppo che valorizzi le competenze dellalunno e riconosca la specificità e la pari dignità educativa di ciascuna scuola nella diversità di ruoli e funzioni. Lobiettivo è quello di rendere meno problematico il passaggio fra i diversi segmenti di scuola, nel rispetto delle fasi di sviluppo di ciascun alunno. Idonee strategie educativo-didattiche di raccordo fra i due ordini di scuola favoriscono un migliore adattamento e predispongono l'alunno allo "star bene a scuola" con se stesso e con gli altri, in un clima di serenità.

15 Attività Somministrazione di un questionario agli alunni delle classi quinte riguardante le ansie o le aspettative verso la nuova scuola Visite degli alunni delle classi quinte alle scuole secondarie di I grado per conoscere gli ambienti, i docenti, i futuri compagni e le loro attività Coinvolgimento degli alunni delle classi seconde o terze della scuola secondaria di I grado con la funzione di tutor per illustrare spazi e funzioni delledificio. Proposta da parte dei docenti della Scuola Secondaria di I grado, durante la giornata dellaccoglienza, di attività disciplinari il più possibile motivanti e coinvolgenti per gli alunni delle classi quinte

16 Attività didattiche condivise tra i due ordini di scuola (da definire annualmente) Partecipazione degli alunni delle classi quinte alla festa di fine anno della Scuola Secondaria di I grado Elaborazione, da parte delle insegnanti delle classi V, di un documento di valutazione disciplinare e di una scheda ponte redatta sulle linee direttrici fondamentali dello sviluppo integrale della persona.

17 Scheda ponte: profilo dellalunno in uscita Costruzione del sé Impara a leggere le proprie emozioni e a saperle gestire Ha il senso di responsabilità nel fare il proprio lavoro e nel portarlo a termine per sviluppare un percorso autonomo di apprendimento. Attribuisce significato a ciò che fa Riflette per comprendere la realtà e se stesso Ha fiducia nelle proprie potenzialità cognitive e relazionali Ha consapevolezza di sé e delle proprie potenzialità per potersi autogestire utilizzando forme di autovalutazione delle proprie esperienze scolastiche ed extrascolastiche

18 cittadinanza attiva Ha rispetto di sé e degli altri Ha cura di sé, degli oggetti, degli ambienti naturali e sociali Vive la differenza come valore fondamentale per la crescita personale e la condivisione multiculturale Pone in essere forme di collaborazione e di solidarietà Ha sviluppato i valori dellappartenenza, della legalità e dellidentità Ha maturato comportamenti di autonomia e di autocontrollo Comincia ad orientarsi nelle scelte e ad agire per migliorare il proprio contesto di vita

19 Patrimonio culturale Interagisce negli scambi comunicativi con i pari e fruisce dei messaggi provenienti dalla società Possiede i saperi di base e gli strumenti logici per selezionare le informazioni Acquisisce i linguaggi delle diverse discipline Sviluppa il pensiero, convergente e divergente Possiede gli strumenti per comprendere gli ambienti naturali, sociali, antropologici, artistici

20 La struttura ORGANIZZATIVO – DIDATTICO SI ARRICCHISCE ANCHE CON I CONTRASSEGNI SALIENTI

21 Accoglienza e Orientamento a cura del relativo Dipartimento attività progettuali extracurricolari con finanziamenti regionali, europei: PON e a carico del FIS: Laboratori musicali Laboratori artistici Attività di studio assistito Visite guidate

22


Scaricare ppt "in continuità con la scuola dellinfanzia dai campi di esperienza (scuola dellinfanzia) alle aree disciplinari (scuola primaria)"

Presentazioni simili


Annunci Google