La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A clash of doctrins is not a tragedy, It is an opportunity A.N. Whitehead Alunno: Giordano Genovese Classe: V sezione: A Liceo Scientifico Statale Vito.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A clash of doctrins is not a tragedy, It is an opportunity A.N. Whitehead Alunno: Giordano Genovese Classe: V sezione: A Liceo Scientifico Statale Vito."— Transcript della presentazione:

1 A clash of doctrins is not a tragedy, It is an opportunity A.N. Whitehead Alunno: Giordano Genovese Classe: V sezione: A Liceo Scientifico Statale Vito Volterra

2

3 Cenni di meccanica classica relativi al fenomeno Assenza di resistenza elettrica nel conduttore Assenza di resistenza elettrica nel conduttore Repulsione del campo magnetico Repulsione del campo magnetico Possibilità di raggiungere basse temperature Possibilità di raggiungere basse temperature E necessario considerare il fatto che vengono presi in esame particelle atomiche e subatomiche, caratterizzate dal noto dualismo onda-particella. Necessità di assumere un nuovo schema interpretativo

4 Dallindividuo al gruppo: dalla meccanica classica alla meccanica quantistica Ma cosa significa cambiamento di paradigma? E come si svolge realmente il progresso scientifico? Ma cosa significa cambiamento di paradigma? E come si svolge realmente il progresso scientifico? Inadeguatezza delle leggi della meccanica classica Il fenomeno in esame non può essere interpretato solo prendendo in considerazione il singolo individuo nel sistema Fase di transizione che prende il nome di cambiamento di paradigma

5 Thomas Samuel Kuhn The structure of scientific revolutions Paradigma: esso non può essere semplicemente ridotto ad una singola teoria o ad una serie di leggi, ma si identifica con lintera visione del mondo nel quale la teoria esiste e dal quale derivano tutte le leggi. Un paradigma è basato sulle caratteristiche del panorama della conoscenza che gli scienziati possono identificare attorno a loro. Ogni paradigma porta con sé delle anomalie, ossia degli elementi, anche derivanti dai risultati sperimentali nel caso specifico della scienza, che non si accordano con i fondamenti dellimpianto teorico

6 Laccumularsi di anomalie porta al collasso del paradigma di quella che Kuhn chiama scienza normale KARL RAIMUND POPPER afferma che non necessariamente laccumularsi di anomalie conduce al collasso del paradigma Criterio di falsificabilità: la possibilità di falsificare un paradigma non è il punto di partenza per una rivoluzione scientifica, bensì costituisce la base per laffermazione del medesimo schema interpretativo; le anomalie, infatti, consentono di modificare i criteri della scienza normale al fine di non provocare il collasso dellintera struttura Negazione di qualsiasi istanza induttivista e affermazione del nuovo metodo deduttivo dei controlli Cambiamento di paradigma: rivoluzione scientifica

7 Thomas Samuel Kuhn – The structure of scientific revolutions Il cambiamento di paradigma

8 11 dicembre Heike Kamerlingh Onnes, dopo esser riuscito a mettere a punto una tecnologia attraverso la quale raggiungere temperature prossime a quelle dello zero assoluto e a produrre elio liquido, osserva per la prima volta il fenomeno della superconduttività – John Bardeen, Leon Cooper e John Robert Schrieffer pubblicano la prima teoria fenomenologica che spieghi validamente quello che Onnes aveva osservato: la teoria BCS. 11 dicembre 1972 – La teoria BCS vale ai suoi tre autori il premio Nobel per la Fisica.

9 Quando si parla di corrente elettrica generalmente si parla anche di resistenza elettrica. Essa non è altro che il risultato di un numero estremamente elevato di urti fra gli elettroni di conduzione e gli ioni che compongono il reticolo cristallino del conduttore, i quali vibrano attorno ad una posizione chiamata punto stazionario. Come già messo in evidenza dalla relazione di Dulong-Petit, tali moti di vibrazione degli ioni sono dovuti allagitazione termica e, dunque, dipendono direttamente dalla temperatura del conduttore Quando la temperatura viene ridotta al di sotto di un certo valore critico, contrariamente a quanto ci si aspettava, la resistività del materiale va improvvisamente a zero (fig. 1) Fig. 1- Dati registrati da Onnes negli esperimenti con il mercurio. Quando il fisico olandese portò il materiale alla temperatura di 4.2K attraverso limpiego di elio liquido la resistività del metallo andò improvvisamente a zero.

10 Quando la temperatura di un conduttore viene ridotta in maniera significativa i moti di vibrazione degli ioni del reticolo subiscono un brusco rallentamento (fenomeno che verrà meglio spiegato nel parlare dei fononi) Questo fa sì che quando un elettrone di conduzione passa attraverso il reticolo, visto che la particella si muove con velocità di gran lunga superiore a quella che caratterizza i moti degli ioni, genera una forza di attrazione su di essi, determinando la formazione di una zona con maggiore densità di carica positiva Un secondo elettrone che si muove nella medesima direzione del primo ma con spin opposto risente della forza di attrazione esercitata dalla zona a maggiore densità di carica positiva

11 Tuttavia questa è una spiegazione ancorata alle leggi della meccanica classica. Tale forza di attrazione continua ad agire anche quando lelettrone è piuttosto lontano dalla buca di potenziale positivo Riduzione della forza coulombiana di repulsione elettrica fra gli elettroni Attrazione verso la zona a maggiore densità di carica positiva Gli elettroni (fermioni) si accoppiano formando dei bosoni, potendo dunque condensare nel medesimo stato quantistico 1 1 Si tenga a mente una cosa: gli elettroni, essendo dei fermioni, non possono occupare il medesimo stato quantistico (non a caso possiedono spin pari a ½ e -½); nel momento in cui essi formano coppie di Cooper cambia radicalmente la loro natura, dato che le coppie risultano essere dei bosoni (aventi spin unitario), dunque hanno la possibilità di condensare nel medesimo stato quantistico. Si genere così uno stato di materia condensata. Si genera una corrente superconduttrice

12

13 Fig. 2- Esempio di struttura reticolare statica. In un reticolo cristallino i modi normali possibili sono pari a 3N, dove N rappresenta il numero di ioni che compongono lo stesso reticolo. Il numero quantico (n qs ), che in quantomeccanica esprime lo stato di eccitamento di un particolare modo normale, rappresenta il numero di fononi con frequenza pari a ѵ s. A ogni fonone corrisponde un quanto di energia vibrazionale pari a E=h ѵ s. Le vibrazioni dellintero reticolo possono essere viste come la sovrapposizione di modi normali. Fig. 3- Curve che rappresentano landamento del calore specifico in relazione alla temperatura. I tre grafici a tratto continuo sono caratteristici di Xenon, Kripton e Argon, mentre quello tratteggiato rappresenta la previsione teorica di Dulong-Petit. Landamento delle curve (fig. 3) quando la temperatura si approssima allo zero assoluto è significativa: è come se alcune frequenze di vibrazione venissero congelate. Si può notare come i dati sperimentali differiscano dalla previsione fornita dalle leggi di Dulong-Petit: linterpretazione delle curve caratteristiche può essere fornita solo attraverso lintroduzione dei fononi.

14 Leffetto Meissner-Ochsenfeld venne osservato per la prima volta da i fisici tedeschi Walter Meissner e Robert Ochsenfeld nellanno Lerrore che generalmente si compie è quello di confondere questo fenomeno con quello del diamagnetismo perfetto, ossia semplicemente con la completa espulsione del campo magnetico dal superconduttore. Fig. 4- Espulsione del campo magnetico (B) durante la fase di transizione verso lo stato superconduttore. I due fisici tedeschi, infatti, non si limitarono ad osservare questo: ciò che Meissner e Ochsenfeld notarono era che quando la temperatura di un conduttore immerso in un campo magnetico (B) veniva portata al di sotto della temperatura critica (T c ) di transizione verso lo stato di superconduttività, si generava una quantità di corrente superconduttrice esattamente pari a quella necessaria ad espellere il campo magnetico applicato. E come se la natura fosse intelligente.

15 Lespulsione del campo magnetico, inoltre, può essere spiegata secondo le leggi dellelettromagnetismo. Infatti, la corrente superconduttrice scorre in una zona esterna del superconduttore chiamata in gergo buccia: la circuitazione di tale corrente, come spiegano le leggi di Maxwell, produce un flusso di campo magnetico che si oppone al campo che viene applicato. Affinché il fenomeno di espulsione del campo magnetico applicato possa durare nel tempo, questultimo dovrà esser mantenuto al di sotto di un valore critico proprio di ogni superconduttore: superato tale valore, il superconduttore torna allo stato originario. Superconduttore λ L (London penetration depth) (cm) Tl (Tallio)9,2 x In (Indio)6,4 x Sn (Stagno)5,1 x Hg (Mercurio)4,2 x Pb (Piombo)3,9 x Fig. 4- Valori del London penetration depth per alcuni superconduttori. Lespulsione del B non è, tuttavia, completa: esiste un valore caratteristico di ogni materiale superconduttore chiamato London penetration depth che rappresenta la distanza dalla superficie attraverso la quale il campo magnetico applicato riesce ancora a penetrare.

16

17 Anche se un risultato del genere sarebbe sicuramente auspicabile, tuttavia ancora non si è riusciti a realizzare un superconduttore con una temperatura critica pari a quella dellambiente e il massimo che dal 1993 ad oggi si è riusciti a fare è portarla ad un valore che oscilla fra i 133 K e i 138 K. Grazie ai nuovi mezzi di raffreddamento, i quali presentano dei costi sempre più ridotti, si è riusciti a portare il fenomeno della superconduttività nella vita di tutti i giorni o, quanto meno, ci si sta provando. Infatti, le prime applicazioni riguardano soprattutto il trasporto di energia elettrica a lunga distanza e senza dispersioni consistenti, il campo medico, con lo sviluppo di macchinari per risonanze magnetiche che lavorano su parti molto circoscritte di un paziente senza che questultimo subisca danni, oppure il trasporto di persone. Il treno a levitazione magnetica che è stato realizzato in Giappone è una delle più importanti dimostrazioni che quella che sembra fantascienza può diventare scienza e, dunque, realtà.

18


Scaricare ppt "A clash of doctrins is not a tragedy, It is an opportunity A.N. Whitehead Alunno: Giordano Genovese Classe: V sezione: A Liceo Scientifico Statale Vito."

Presentazioni simili


Annunci Google