La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO BASE DINFORMATICA Diego Marianucci. MICROSOFT WORD.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO BASE DINFORMATICA Diego Marianucci. MICROSOFT WORD."— Transcript della presentazione:

1 CORSO BASE DINFORMATICA Diego Marianucci

2 MICROSOFT WORD

3 PAGINA E MARGINI La finestra di dialogo Imposta Pagina è formata da tre schede intitolate: Margini, Carta e Layout. Partiamo da Carta che è la più generale. Qui si prende la prima decisione, che è quella sul formato del foglio di carta che si userà. La casella di riepilogo a discesa Formato elenca una serie di dimensioni standard per fogli o buste. Lultima voce dellelenco è sempre Dimensioni Personalizzate per inserire le dimensioni del nostro particolare foglio. La scheda Alimentazione serve per dire alla stampante da dove prendere i fogli per il documento e dipende molto dal tipo di stampante che si utilizza. La casella in basso a destra permette di scegliere fra due possibilità: applicare le dimensioni selezionate a tutto il documento oppure da questo punto in poi, cioè dalla pagina in cui si trova il cursore.

4 PAGINA E MARGINI

5 Stabilite le dimensioni del foglio si può passare alla scheda Margini. Qui si stabilisce qual è lo spazio che sul foglio deve essere riservato al testo, definendo i margini, cioè gli spazi bianchi intorno. I margini che si possono definire sono cinque: Superiore, Inferiore, Sinistro, Destro e Rilegatura. I primi quattro sono facilmente comprensibili; il quinto è un margine extra che si prevede nel caso in cui i fogli debbano in qualche modo essere rilegati. Il margine di rilegatura permette di tener conto dello spazio che la rilegatura occuperà. La sezione sottostante permette di indicare lorientamento del foglio verticale o orizzontale. Licona accanto ai due pulsanti di opzione cambia in funzione della scelta che si opera. Lopzione due pagine per foglio permette di considerare un foglio singolo come formato da due pagine, in pratica divide il foglio a metà.

6 I RIENTRI La funzione dei rientri consiste nello spostare parole o frasi in un punto a tua scelta lungo una riga del foglio di lavoro WORD. Differenze nei vari tipi di rientri 1.Rientro di prima riga: nellambito di un testo di due o più righe ti consente di spostare a piacere solo e soltanto la prima riga del testo. 2.Rientro sporgente: nellambito dello stesso testo sopra citato ti consente di spostare la parte rimanente del testo, senza modificare il rientro di prima riga. 3.Rientro sinistro: nellambito dello stesso testo ti consente di spostare completamente tutto il suo corpo.

7 I RIENTRI

8

9

10 LE TABULAZIONI Ci sono 4 tipi di tabulazioni: Differenze nei vari tipi di tabulazioni 1.Tabulazione sinistra: consente di posizionare una qualsiasi parola in qualunque parte del foglio rispettando la regola di incolonnamento sinistro. 2.Tabulazione centrata: consente di posizionare una qualsiasi parola in qualunque parte del foglio rispettando la regola di incolonnamento centrale. 3.Tabulazione destra: consente di posizionare una qualsiasi parola in qualunque parte del foglio rispettando la regola di incolonnamento destro. 4.Tabulazione decimale: consente di posizionare qualsiasi cifra rispettando la regola di incolonnamento decimale.

11 LE TABULAZIONI

12 TIPO DI CARATTERE Utilizza questo comando per cambiare il carattere di una parola o di una frase. Fai clic sulla piccola freccia rivolta verso il basso accanto al carattere predefinito – generalmente Times New Roman o Colibrì- e scoprirai i diversi tipi di caratteri disponibili. Per selezionare una sola parola basta cliccare 2 volte sulla parola. Per selezionare un intera riga basta spostarsi sul fianco sinistro della riga e cliccare una volta sola. Per selezionare un intero paragrafo basta cliccare 3 volte su una qualsiasi parola del paragrafo.

13 TIPO DI CARATTERE Due click Tre click Un click

14 GRASSETTO, CORSIVO E SOTTOLINEATO GRASSETTO – Il comando Grassetto è utile per mettere in evidenza parole o frasi chiave all'interno di un periodo diversificandole dalle altre parole del testo. In questo modo esse cattureranno meglio l'attenzione e l'occhio del lettore. Per selezionare il comando Grassetto dalla tastiera, tieni premuto il tasto CTRL poi premi il tasto G. CORSIVO – Utilizza il comando Corsivo per mettere in evidenza parole o frasi chiave all'interno di un paragrafo. Essendo diverse dalle altre parole del testo, esse cattureranno meglio l'attenzione del lettore. Per selezionare il comando Corsivo dalla tastiera tieni premuto il tasto CTRL poi premi il tasto I. SOTTOLINEATO – Per selezionare il comando Sottolineato dalla tastiera tieni premuto il tasto CTRL poi premi il tasto S.

15 CENTRATURA E ALLINEAMENTO CENTRA – Per centrare perfettamente una parola, una frase o un testo all'interno di una riga del foglio di lavoro Word, utilizza il comando Centra. Per selezionare il comando centra dalla tastiera tieni premuto il tasto CTRL poi premi il tasto A. ALLINEA A DESTRA – Utilizza questo comando per posizionare una parola o un testo nella parte destra del foglio di lavoro WORD. Per selezionare il comando Allinea a destra dalla tastiera, tieni premuto il tasto CTRL poi premi il tasto R. ALLINEA A SINISTRA – Il comando Allinea a sinistra è utile per posizionare una parola o una frase nella parte sinistra del foglio di lavoro WORD (predefinito). Per selezionare il comando Allinea a sinistra dalla tastiera, tieni premuto il tasto CTRL poi premi il tasto T.

16 GIUSTIFICAZIONE GIUSTIFICA – Utilizza questo comando per dare ad un testo un'ottima impostazione. In parole semplici il comando Giustifica rende tutte le righe di un periodo della stessa lunghezza. A SINISTRA CENTRATO A DESTRA GIUSTIFICATO

17 UTILITÀ DI MODIFICA ANNULLA (CTRL + Z) – L'utilità di questo comando consiste nella possibilità di annullare un'operazione sbagliata, e quindi di ritornare a quella precedente. Ad esempio, se per errore hai cancellato un testo che non dovevi cancellare, premi il tasto Annulla e le parole cancellate riappariranno. RIPETI (CTRL + Y) – Ripristina un comando precedentemente annullato. TAGLIA (CTRL + X) – Rimuove una parola o una porzione di testo selezionata e la memorizza nella memoria degli appunti. COPIA (CTRL + C) – Copia una parola o una porzione di testo selezionata e la memorizza nella memoria degli appunti. INCOLLA (CTRL + V) – Incolla nella posizione corrente del cursore quello che è contenuto nella memoria degli appunti.

18 ELENCHI ELENCO NUMERATO Utilizza questo comando per numerare automaticamente una lista voci (linee o paragrafi). Seleziona la lista e premi ELENCO PUNTATO Utilizza questo comando per focalizzare una lista di voci (linee o paragrafi) tramite l'impiego di punti o simboli. Seleziona la lista e premi

19 STILE Utilizza il comando Stile per impostare differenti stili nel tuo testo. Esempio: 1.Scrivi la parola Informatica. 2.Seleziona la parola Informatica. 3.Fai clic sulla piccola freccia rivolta verso il basso accanto allo stile predefinito di Word, lo stile Normale, e verrà visualizzato un menù che presenta un elenco di stili. 4.Fai clic sullo stile Titolo 2 e la parola Informatica, da te precedentemente selezionata, avrà un nuovo stile. 5.Fai clic su qualunque parte del foglio per deselezionare il comando.

20 TABELLE Ci sono almeno tre modi per poter creare una tabella, vediamoli uno per uno. PRIMO MODO (MANUALE) Per inserire una tabella, fai clic sulla barra dei menù sulla scheda Inserisci, Tabella e scorri con il puntatore del mouse a raggiungere il comando Inserisci tabella. Fai clic su Inserisci tabella e digita nella finestra di dialogo che appare le caratteristiche della tua tabella: il numero di righe il numero di colonne Lopzione Auto crea una tabella che occupa l'intero foglio ed è caratterizzata da colonne della stessa larghezza.

21 TABELLE SECONDO MODO (AUTOMATICO) Per inserire una tabella con questo metodo usa il tasto specifico Tabella, che si trova nella barra degli strumenti sulla scheda Inserisci. Fai clic su questo comando e, trascinando il puntatore del mouse sopra i quadratini che appaiono, decidi il numero di righe e il numero di colonne che desideri.. Una volta scelto, fai clic e la tabella verrà visualizzata.

22 TABELLE TERZO MODO (DISEGNO) Per inserire una tabella con questo metodo usa il tasto specifico Tabella, che si trova nella barra degli strumenti sulla scheda inserisci, e dopo clicca su Disegna tabella. A questo punto come se tu avessi in mano una matita puoi disegnarti la tabella pezzo per pezzo. E puoi allo stesso tempo eliminare parti di una tabella utilizzando la Gomma.

23 COMANDO MOSTRA/NASCONDI Se vuoi che un tuo documento abbia una buona impostazione, non puoi fare a meno del comando Mostra/Nascondi. Esempio Digita questa frase di Corneille, tratta dal libro "Bellah" di Feuillet: "La sua presenza in questi luoghi mi fa sempre temere. Egli è potente; mi ama, e viene per sposarmi." Fai clic sul comando Mostra/nascondi. Come vedi, sono comparsi dei simboli nella frase che hai digitato. Essi ti aiutano ad analizzarla, ti permettono di tenere continuamente sotto controllo l'intero documento, di attuare cioè una revisione istantanea.

24 COMANDO MOSTRA/NASCONDI I puntini rappresentano gli spazi presenti tra una parola e l'altra. Corrispondono agli spazi realizzati con la barra spaziatrice. Il simbolo pi-greco rappresenta il paragrafo che di norma termina quando si preme il tasto Invio. Il simbolo rappresenta a capo senza iniziare un nuovo paragrafo (quando cioè si tiene premuto il tasto Maiuscolo e si preme Invio). Ti sarà molto utile analizzare i paragrafi che scrivi con il comando Mostra/Nascondi, soprattutto se il documento che hai intenzione di digitare è molto lungo. Potrai istantaneamente tenere sotto controllo l'impostazione di ciò che stai scrivendo.

25 INTESTAZIONE E PIÉ DI PAGINA Questo comando è molto utile per chi possiede un'impresa perché i documenti che circolano all'interno o all'esterno di essa devono disporre di un'intestazione. Come si utilizza Apri un nuovo documento Word o un documento della tua azienda in cui devi inserire l'intestazione e il piè di pagina; fai clic 2 volte sulla parte superiore del foglio. Appariranno due riquadri, uno in alto e uno in basso; Nel primo riquadro digita l'intestazione della tua azienda (es. nome, logo), nel riquadro in basso digita il piè di pagina (es. l' indirizzo, il numero di telefono, il fax e qualunque altra informazione riguardante la tua azienda che tu desideri far conoscere al destinatario del documento).

26 CONTROLLO ORTOGRAFIA E GRAMMATICA Il comando Controllo ortografia e grammatica ti aiuta a trovare gli errori di ortografia e di grammatica che hai commesso digitando un testo. Come si utilizza Per controllare la correttezza grammaticale o ortografica di un testo, segui questi passi: 1.Seleziona l'intero testo. 2.Fai clic sulla scheda Revisione e seleziona il pulsante Controllo ortografia e grammatica nella barra degli strumenti.

27 CONTROLLO ORTOGRAFIA E GRAMMATICA Non nel dizionario In questa area viene evidenziata in rosso la parola che non è contenuta nel dizionario di Word e che quindi il programma considera errata. Suggerimenti Nell'area Suggerimenti Word propone una serie di parole che potrebbero sostituire la forma errata o ti suggerisce come correggere gli errori. In questo caso mi propone infatti la parola mezzogiorno o mezzogiorni. Non sempre però il suggerimento risulta esatto.

28 CONTROLLO ORTOGRAFIA E GRAMMATICA Ignora questa volta Facendo clic su questo tasto, la parola che Word considera errata viene ignorata. Word quindi continua nella segnalazione di altre parole che ritiene errate. Ignora tutto Facendo clic su questo tasto, vengono ignorate tutte le parole uguali a quella evidenziata che Word considera errate. Aggiungi al dizionario Questa voce permette di aggiungere la parola evidenziata in rosso al dizionario di Word che quindi non la riterrà più errata in futuro. Cambia Facendo clic su questo tasto, la parola errata viene sostituita con il suggerimento da te selezionato nell'area Suggerimenti. Cambia tutto La parola che Word considera errata viene modificata in tutto il testo corrente. Correzione automatica Se fai clic su questo tasto, la parola verrà inserita nell'elenco di parole di correzione automatica. Quando successivamente la parola verrà digitata in modo errato, Word la correggerà automaticamente.

29 CASELLE DI TESTO E WORDART


Scaricare ppt "CORSO BASE DINFORMATICA Diego Marianucci. MICROSOFT WORD."

Presentazioni simili


Annunci Google