La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Social Network (sicurezza e privacy) A. Ferrari. Citazioni da … Paolo Attivissimo Facebook e Twitter manuale di autodifesa - Conoscere i social network.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Social Network (sicurezza e privacy) A. Ferrari. Citazioni da … Paolo Attivissimo Facebook e Twitter manuale di autodifesa - Conoscere i social network."— Transcript della presentazione:

1 Social Network (sicurezza e privacy) A. Ferrari

2 Citazioni da … Paolo Attivissimo Facebook e Twitter manuale di autodifesa - Conoscere i social network per usarli in modo sicuro Reperibile allindirizzo

3 Comportamenti E di moda scambiarsi foto intime sui social network, pensando (erroneamente) che le garanzie di privacy di questi servizi siano credibili. I datori di lavoro hanno sempre più̀ spesso labitudine di valutare i candidati tramite i social network, in base a quello che gli aspiranti lavoratori vi scrivono e vi pubblicano. Attraverso i social network, i già̀ assunti criticano lazienda, rivelano dettagli riservati o si fanno cogliere a simulare malattie e così si trovano licenziati a causa dei social network, perché́ non si rendono conto di essere letti anche dai colleghi, dal datore di lavoro o dalla concorrenza.

4 … niente oblio Nei social network non cè il diritto alloblio e quindi idee scritte o immagini pubblicate anni fa possono tornare a tormentarci per sempre, dando agli altri unidea del tutto distorta e obsoleta di noi. La forma di comunicazione dei social network è un ibrido fra scrittura tradizionale e conversazione (discorso scritto) che si presta a equivoci linguistici. Chi scrive costruisce la frase sentendone mentalmente lintonazione, come se stesse parlando; ma chi la riceve vede solo caratteri privi di inflessione emotiva e spesso non può̀ sapere se chi gli ha inviato la frase stava scherzando o facendo del sarcasmo o era serio.

5 privacy Gli utenti regalano spontaneamente ai social network un dettagliatissimo grafico delle loro amicizie e parentele e lelenco dei loro gusti personali e dei loro spostamenti. La STASI (la polizia segreta del- lex Germania Est) avrebbe dato tutto per avere quello che oggi stiamo regalando volontariamente a delle società̀ commerciali prevalentemente americane.

6 Furto didentità Un malintenzionato può̀ creare senza problemi un account usando il vostro nome, una vostra foto e i vostri dati personali (facilmente reperibili con un po' di ricerca e di astuzia). I controlli sono ridicolmente scarsi. Pertanto non potete fidarvi di un account anche se è intestato a qualcuno che conoscete: potrebbe essere un impostore. Per sapere se l'account è autentico, usate un canale di comunicazione diverso da Internet.

7 Password Se qualcuno indovina o ci ruba la password, può̀ impersonarci e causarci ogni sorta di imbarazzi e guai. Password robusta: lunga almeno otto caratteri priva di senso compiuto contenente lettere maiuscole e minuscole, cifre e preferibilmente anche segni di punteggiatura unica per ciascun servizio che utilizziamo

8 Ricordare la password Il problema delle password robuste è che di solito sono difficili da ricordare. Trucchi: si può prendere la lettera iniziale di ogni parola di una frase : Sotto la panca la capra campa, Sopra la panca la capra crepa diventa SlplccSlplcc; aggiungendo alcune cifre della targa della nostra auto o del nostro numero di telefonino otterremo una password robusta come 17SlplccSlplcc. usare una parola straniera scritta come la si pronuncia (soscialnetuorc) oppure parole gergali o dialettali.

9 Password riciclate Se si usa la stessa password per più̀ di un servizio, lintruso che dovesse riuscire a scoprirla avrebbe in un sol colpo accesso a tutti i servizi protetti da quella password. Questa è una delle tecniche dintrusione più diffuse: si infetta il computer della vittima, o se ne intercetta il traffico di dati, si cattura la password per esempio della casella di mail e poi si prova a usare la stessa password sugli altri servizi della vittima.

10 Furto di password Il metodo più frequente per rubare una password si chiama phishing si riceve una mail o un messaggio di altro tipo che sembra provenire dai gestori del social network; il mittente sembra legittimo e spesso cè anche il logo del social network il messaggio vi avvisa che cè stato un problema con il vostro account e che per ripristinarlo dovete rispondere inviando la vostra password per un controllo (non è vero: se lo fate, inviate la password al malfattore) oppure aprire lallegato che contiene la vostra nuova password (non è vero: lallegato è in realtà̀ un virus che ruberà̀ la vostra password) oppure cliccare su un link che vi porta allapposita pagina del social network (non è vero: è una pagina di un altro sito che imita il social network e vi ruba la password se la immettete).


Scaricare ppt "Social Network (sicurezza e privacy) A. Ferrari. Citazioni da … Paolo Attivissimo Facebook e Twitter manuale di autodifesa - Conoscere i social network."

Presentazioni simili


Annunci Google