La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

APARTMENT ART. APARTMENT ART è un opera collettiva che vive grazie a privati cittadini, amanti dellarte e del design, che offrono la propria abitazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "APARTMENT ART. APARTMENT ART è un opera collettiva che vive grazie a privati cittadini, amanti dellarte e del design, che offrono la propria abitazione."— Transcript della presentazione:

1 APARTMENT ART

2 APARTMENT ART è un opera collettiva che vive grazie a privati cittadini, amanti dellarte e del design, che offrono la propria abitazione per una giornata– evento. APARTMENT ART entra in case private e nel mondo dei loro proprietari con grande rispetto, consapevoli che alla base di questo scambio vi è un gesto di fiducia e accoglienza molto raro, di cui noi siamo loro grati. APARTMENT ART vive al di là del singolo evento. E una rete di contatti, è una casa contenitore con grandi ruote immaginarie in movimento sul territorio: nel suo percorso incontra nuovi asili, nuovi padroni di casa, nuovi artisti e nuovo pubblico. APARTMENT ART è lopera e la casa ospitante la sua cornice. Lopera è composta quindi dai proprietari delle abitazioni e dalle interviste con le quali sono documentate le ragioni più disparate che li spingono a partecipare alliniziativa, dai lavori degli artisti invitati, dagli artisti stessi e dal pubblico che si sposta non solo per ammirare i lavori. Raffaella Bandera Elisa Bollazzi 18 novembre 2006

3 Relazionalità Profonde. Alessandro Castiglioni In un certo senso lo dice il nome stesso, Apartment Art è un progetto artistico in cui Elisa Bollazzi e Raffaella Bandera (ideatrici e curatrici di tutta la dinamica), cercano privati cittadini disposti ad aprire la propria casa per ospitare una sorta di one-day exhibition, una mostra di un giorno in cui artisti, critici, performer e pubblico, vivano larte in una dimensione differente, familiare, accogliente, calda e quotidiana. Ma questo aspetto, comunque essenziale, non è il più importante. Non è quello fondante. Apartment Art non si esaurisce nella giornata, nella vita sottile e veloce di un evento. La relazionalità profonda che dà sostanza al progetto, consiste, più che in tutto quello detto sopra, nella costruzione di una rete, di un sistema, di un dialogo costante e continuo che si propaghi nel tempo e nello spazio (esempio ne sono le decine e decine di offerte fatte da semplici visitatori ad ogni appuntamento di Ap Art). Lazione delle due artiste è dunque interessante, non perché venga aperta una casa privata per una mostra di un giorno, ma per una specifica dinamica relazionale. Intendo la costruzione di un sistema (come buona parte dellarte relazione da Beuys e Naumann ci ha insegnato) che indaghi un processo, un dialogo, un passaggio, più che loggettivazione di un contenuto. Questo forse, è meno rassicurante, rende più difficile classificare Ap art, chiuderlo in una categoria. Visto da qui il progetto stimola, oltre che un po di gioco e divertimento, riflessioni importanti, parlo di condivisione di esperienze, di vita tra le vite, che poi, in fin dei conti, è ciò che siamo soliti chiamare Arte.

4 APARTMENT ART BUSTO ARSIZIO 11/06 La prima edizione di APARTMENT ART, nel novembre 2006 a Busto Arsizio, ha subito riscosso vivo interesse e successo inaspettato, che è andato incrementando nelle edizioni successive A P A R T M E N T A R T

5 BUSTO ARSIZIO LEGNANO 06/07 11/06 A P A R T M E N T A R T

6 BUSTO ARSIZIO LEGNANO 06/07 11/06 TERNATE 09/07 A P A R T M E N T A R T

7 PICCOLE ANARCHIE DOMESTICHE Alessandro Castiglioni A chi appartiene ora questa casa, smontata disfatta trasformata riallestita? Chi sono questi trenta artisti (chissà poi se sono davvero trenta, tra presenze cibernetiche, ladri misteriosi e attori occultati) che occupano uno spazio privato, così dal nulla, per una giornata, e poi se ne vanno subito a cercare altre case da disfare trasformare occupare riallestire ? Poi ho un dubbio. Non è che Apartment art, più che una risposta, sia stato progettato per porre domande, le cui risposte non sono così univoche? Domande non solo scherzose come quelle che avete appena letto, ma sotto questa superficie di semplicità, di spontanea organizzazione, di pura passione per larte, la possibilità di porsi profondi quesiti e magari trovare anche qualche risposta intorno al sistema dellarte, come se questo evento, fosse una sorta di riflessione su due livelli. Da una parte il rapporto con le gallerie, i musei, il sistema dellarte e la vita quotidiana, quella dei luoghi vissuti tutti i giorni, quella delle case private. Dallaltra, sotto gli occhi di tutti, si pone una strada possibile per una lettura trasversale tra le arti. Dal design creativo realizzato con materiali di recupero da Raffaella Bandera ai Cabinets de Regarde della Microcollection di Elisa Bollazzi, si passa attraverso le soluzioni più diversificate: altri designers, pittori, scultori, altri artisti ancora. Un universo di esperienze in movimento e continua trasformazione, così come si muove e si trasforma continuamente Apartment art, il progetto che raccorda e coinvolge tutte queste voci. Già, capisco. Si potrebbe storcere il naso di fronte a tanta eterogeneità. Ma allinterno delle abitazioni è possibili leggere in filigrana come questa convivenza, non sia solo un allestimento, una proposta curatoriale, ma si tratti di un vero dialogo, una rete, una soluzione possibile, come dicevo sopra, una risposta. Insomma questa casa con grandi ruote immaginarie, non è solo un accogliente contenitore, ma un luogo con una precisa idea di unarte non completamente istituzionale, trasversale e perché no, anche un po anarchica.

8 APARTMENT ART BUSTO ARSIZIO LEGNANO 06/07 11/06 TERNATE 09/07 04/08 MILANO dalla terza edizione ad oggi APARTMENT ART ha raccolto inviti da altre 29 abitazioni private in Italia e allestero A P A R T M E N T A R T 04/08 PAU

9 RAFFAELLA BANDERA. Autoproduttrice di oggetti di design, alla ricerca di contaminazioni con il mondo dell'arte; lontana dalla cultura del design industriale ma attratta dalla sperimentazione di materiali anche inusuali e di recupero. Note biografiche: Nasco a Busto Arsizio ( Varese), dopo la maturità mi trasferisco per 6 mesi a San Francisco. Mi appassiono di fotografia. Tornata in Italia partecipo ad un seminario tenuto dal fotografo Mario De Biasi: sono entusiasta dell'esperienza ma non vado dove mi porterebbe il cuore… e mi iscrivo alla facoltà di economia politica alluniversità Bocconi di Milano. Collaboro con una società di consulenza di Milano dove sarò assunta dopo la laurea. Successivamente lavoro in una azienda del settore meccanico fino al Nel frattempo mi sposo ed ho tre figli. Nel 2003 inizio un nuovo percorso … finalmente vado dove mi porta il cuore. Pur non avendo una formazione scolastica di tipo artistico o progettuale, mossa da una naturale curiosità decido di sperimentare la lavorazione di resine e gomme siliconiche. Linteresse per la luce è venuto da sè…per esaltare le trasparenze, la pigmentazione e la densità dei materiali: ho cominciato così ad autoprodurre lampade ed altri oggetti in resina e gomme siliconiche che combino con metalli e diversi materiali di recupero. Mi piacciono queste materie perché nuove, moderne, contemporanee. Come auto produttrice mi occupo di tutto..in me coesistono il creativo, loperaio, il fotografo, il contabile, e seguo, poi, anche la commercializzazione dei prodotti che realizzo. In ciò che faccio mi appaga la possibilità di materializzare un idea, un pensiero, trasformandoli in autonomia, con le mie mani ed i miei mezzi, in un oggetto concreto: è infatti basilare, oltre al processo di ideazione, il lavoro manuale, solo così posso scoprire nuove tecniche di lavorazione, attrezzi, risultati….. Dal 2006 collaboro con l' artista Elisa Bollazzi al progetto collettivo apartment art Vetroresina. Corsi liberi, NABA, Milano, febbraio-giugno - MADE EXPO (Milano Architettura Design Edilizia). Fiera di Milano, Rho in collaborazione con TEKNAI RESINE Energ_etica. Milano, AEM Casa dell'Energia dicembre - Arti decorative e Design. Villa Porro, Lonate Pozzolo ( Va ) - 25 novembre - La forma del desiderio: Mostra di gioie e design. Ville Ponti, Varese novembre - Apartment Art n.3 - Ternate ( Va ) - Jewellery and metalwork. Central Saint Martins College of Art and Design, summer course, luglio - Energ_etica: workshop product-lighting-design-consapevole. BaseB.Metriquadricreativi, Assoc. Culturale Zona Bovisa Milano 30 maggio-9 giugno - Apartment Art n 2 Legnano (Mi ) - Design ed arti decorative in Villa. Villa Porro Lonate Pozzolo (Va) - 25 marzo Apartment Art n.1. Busto Arsizio - 18 novembre - Biblioteche aperte. Biblioteca Comunale di Laveno Mombello - Villa Frua. 25 marzo - 21 aprile

10 Elisa Bollazzi Direttrice del Museo Portatile Microcollection costituito da 333 frammenti trafugati da opere darte contemporanea dal 1990 ad oggi in Italia e allestero, montati su comuni vetrini da laboratorio visibili a microscopio. Microcollection è presente alla XV Biennale de Paris ( )www.biennaledeparis.org Cabinets de Regard di Microcollection nel circuito di Apartment art. Selected Exhibitions 2008 Cacca N 25 – 6/6,www.myspace.com/costozer0www.myspace.com/costozer Kunstbrulé – www. simply.it/kunstbrule Microcollection : Cabinet de Regard, Apartment Art 3 Ternate (Va) Microcollection : Cabinet de Regard, Apartment art 2 Legnano (Mi) L'esperienza della Trasformazione, convegno e mostra presso la GAM Galleria d'Arte Moderna di Gallarate (Va) Homepage 0730, Microcollection : Cabinet de Regard, Apartment Art 1 Busto Arsizio (Va) Microcollection, XV Biennale de Paris A cura di A. Gurita Filo d'Arianna, Memoli Arte Contemporanea, Maratea 2005 Installazioni in QdiQuadro, Memoli Arte Contemporanea Busto Arsizio (Va) 1994 Grancia d'Argento, Rapolano Terme Premio internazionale d'Arte Contemporanea Presentazione di Ida Panicelli, direttrice del Museo Pecci di Prato L'invasione degli ultrapiccoli, a cura di Alessandra Galletta, Galleria Transepoca, Milano

11 1993 Substitutions Logistiques, a cura di Manuela Gandini Galerie Arcade, Nizza Inventario 2, Loft, Valdagno (Vi) 1992 Personale, V. S. V. Gallery, Torino Fin du siècle, Luciano Inga-Pin Gallery, Milano 1991 Up to £ , Galleria di Porta Ticinese, Milano Per un'asta diversa, Nuova Brerarte, Milano Sotto Osservazione, a cura di Edoardo Di Mauro, Spazio Baldassini, Gubbio Villa Gioiosa, a cura di Mario Gorni, Villa Gioiosa, Cormano (Mi) 1990 Personale, Galleria Pinta, Genova Juliet ten years mega party show, Galleria Diecidue, Mi Openings, Gallery Night, Milano 1989 Proposte Giovani 89, Spazio d'Ars a cura di Grazia Chiesa, Galleria 9 Colonne/Spe, Brescia 1988 Personale, Villa Montevecchio, Samarate (Va) Personale, Cascina Stal Vitale, Osmate (Va) Percorsi fuori, Dolce Arte n° 6, Brunello (Va) 1987 Percorsi fuori, Dolce Arte n° 5, Museo della Terraglia Cerro di Laveno (Va)

12 APARTMENT ART contatti e informazioni: progetto grafico in collaborazione con Simona Sanvito APARTMENT ART è un progetto di Raffaella Bandera ed Elisa Bollazzi con il contributo di Alessandro Castiglioni A P A R T M E N T A R T


Scaricare ppt "APARTMENT ART. APARTMENT ART è un opera collettiva che vive grazie a privati cittadini, amanti dellarte e del design, che offrono la propria abitazione."

Presentazioni simili


Annunci Google