La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Pronti…. via! scriviamo con il corpo La metodologia Rapizza nella scuola dellinfanzia nella scuola dellinfanzia Istituto Comprensivo del Po Ostiglia SCUOLA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Pronti…. via! scriviamo con il corpo La metodologia Rapizza nella scuola dellinfanzia nella scuola dellinfanzia Istituto Comprensivo del Po Ostiglia SCUOLA."— Transcript della presentazione:

1 Pronti…. via! scriviamo con il corpo La metodologia Rapizza nella scuola dellinfanzia nella scuola dellinfanzia Istituto Comprensivo del Po Ostiglia SCUOLA DELLINFANZIA DI SERRAVALLE A PO Progetto I CARE – CTH 48 NON UNO DI MENO

2 Contesto e soggetti coinvolti Gruppo di 14 bambini di anni 4 Insegnante di sostegno ed insegnante curricolare F. con sindrome di down; Difficoltà a relazionarsi coi compagni; Atteggiamento provocatorio ed oppositivo Difficoltà a seguire le attività proposte in sezione.

3 Finalità del progetto Analisi della situazione Difficoltà comportamentali Mancanza di autocontrollo Assenza di regole Scarsa attenzione Tempi di lavoro molto brevi o limitati Obiettivi del progetto Favorire competenze interpersonali positive con gli adulti e con i pari Promuovere il rispetto delle regole Potenziare lattenzione Aumentare i tempi di attesa e i tempi di lavoro

4 Aree di intervento METODO RAPIZZA RICADUTE Piano comportamentale (ortografia della relazione) Piano motivazionale (ortografia della relazione) Piano linguistico Piano motorio (ortografia del corpo)

5 STRATEGIE UTILIZZATE METODO RAPIZZA - principi base corpoIl cervello inizia a leggere e a scrivere con il corpo e il movimento utilizzando le funzioni spazio, tempo e causa effetto Lortografia del corpo: ogni processo di apprendimento si struttura a partire dal corpo Lortografia della relazione comportamentoLapprendimento: è un comportamento che è stato tradotto in traccia mnestica nel cervello, cioè il bambino se lo rappresenta nella mente anche stando fermo.

6 IL METODO CONSENTE di lavorare con lintero gruppo e di intervenire contemporaneamente su ciascun bambino. E possibile operare con F. allinterno del contesto della classe, anzi grazie a questultimo. Non sono necessarie semplificazioni o modifiche per la presenza dellalunno div.abile. Le richieste non vengono differenziate (condizioni paritarie) ma semplificate in caso di necessità, in modo che ciascun bambino possa sempre evadere la richiesta con successo. Lalunno div.abile può portare a termine lo stesso lavoro del suo gruppo classe avvertendo che linsegnante ha per lui le stesse attenzioni che ha per gli altri compagni; non di più, non di meno. Il programma svolto è relativo ai primi anni della scuola dellinfanzia e rappresenta solo uno dei percorsi didattici facenti parte del metodo Rapizza. MODALITÀ OPERATIVE

7 IL QUADRANTE In sezione viene predisposto con scotch nero un quadrante di dimensioni rettangolari Ai bambini vengono proposti alcuni percorsi motori allinterno del Quadrante Striscio Rotolo Carponi Gioco del Via … stop Gioco dello scorrimento Gioco dellalternanza

8 Griglia di osservazione con indicatori INDICATORI (alunno div.abile)Primo quadrimestreSecondo quadrimestre Ascolta i comandi dellins.NOSI Presta attenzione visivaNOSI Presta attenzione uditivaNOSI Rispetta i tempi di esecuzione dei percorsi NOIn parte si Esegue i percorsi in autonomiaNOSI Mantiene lautocontrollo del proprio corpo NOSI Rispetta i compagni (non spinge, non urta) NOIn parte si

9 Griglia di osservazione con indicatori INDICATORI (alunno div.abile)Gennaio 2009Maggio 2009 Rifiuta di eseguire le richiesta delladulto SIA volte no Accetta le richieste delladultoNOSI Partecipa spontaneamente alle attività del laboratorio NOIn parte si Dimostra autostima e motivazione alla riuscita NOSI


Scaricare ppt "Pronti…. via! scriviamo con il corpo La metodologia Rapizza nella scuola dellinfanzia nella scuola dellinfanzia Istituto Comprensivo del Po Ostiglia SCUOLA."

Presentazioni simili


Annunci Google