La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE LEGGI RAZZIALI A COMO I PROCESSI PER COLLABORAZIONISMO A COMO E A LECCO UNESPERIENZA DI ARCHIVIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE LEGGI RAZZIALI A COMO I PROCESSI PER COLLABORAZIONISMO A COMO E A LECCO UNESPERIENZA DI ARCHIVIO."— Transcript della presentazione:

1 LE LEGGI RAZZIALI A COMO I PROCESSI PER COLLABORAZIONISMO A COMO E A LECCO UNESPERIENZA DI ARCHIVIO

2 FASI DEL LAVORO Spoglio della bibliografia Individuazione dei fondi archivistici da consultare Scrematura del materiale Digitalizzazione dei documenti Lettura e rielaborazione del materiale Relazione finale

3 LE LEGGI RAZZIALI A COMO

4 IL CENSIMENTO DEGLI EBREI (PRIMA FASE) Agosto 1938: operazione di rilevazione della popolazione ebraica residente a Como e provincia: 1.Criteri di appartenenza «alla razza ebraica»; 2.Metodo di rilevazione; 3.Reale consistenza della popolazione ebraica comasca (numero totale degli ebrei, residenti fissi, residenti temporanei, ebrei italiani e stranieri). 4.Religione professata; 5.Iscritti al PNF 6.Peso politico e sociale della popolazione ebraica comasca

5 IL CENSIMENTO DEGLI EBREI (II FASE) Settembre 1938: rilevazione operata dalla questura di Como per mezzo di polizia e carabinieri: 1.Condotta morale e politica; 2.Professione; 3.Condizioni economiche; 4.Benemerenze militari e civili; 5.Domicilio e cittadinanza

6 CENSIMENTO DEGLI EBREI ( ULTIMA FASE) Revisione generale del censimento (luglio 1942): Compilazione di due rubriche: a) ebrei nati da matrimonio misto appartenenti alla razza ebraica; b) ebrei nati da matrimonio misto non appartenenti alla razza ebraica.

7 LAPPLICAZIONE DELLE LEGGI ANTIEBRAICHE Obbligo di auto-denuncia degli ebrei; Divieto degli ebrei stranieri di dimorare in Italia; Esclusione degli ebrei dallinsegnamento e dalle scuole pubbliche; Disciplina dellambito militare; Disciplina dei matrimoni; Disciplina delle amministrazioni statali; Divieto di assumere personale domestico «ariano»; Divieto di attività nel settore dello spettacolo; Divieto di amministrare case o condomini.

8 LA MOBILITAZIONE DEGLI EBREI PER IL LAVORO OBBLIGATORIO 6 maggio 1942: precettazione civile a scopo di lavoro; Novembre 1942: il prefetto istituisce una consulta per il servizio di precettazione.

9 I processi per collaborazionismo a Como

10 LE CORTI DASSISE STRAORDINARIE (CAS) Decreto legislativo luogotenenziale n. 142 del 22 aprile 1945: istituzione delle CAS; D.l.l. n. 625 del 5 ottobre 1945: Le Cas si trasformano in Sezioni specialii della Corte dAssise. Le Cas processano gli italiani che: 1.Hanno partecipato a rastrellamenti della popolazione civile, spesso seguiti da una dura prigionia in un lager o dalla morte, 2.Hanno partecipato a incendi e distruzioni al di fuori della necessità bellica; 3.Hanno collaborato allo spoglio di opere darte o alla rapina dei beni non necessari alle operazioni di guerra; 4.Hanno partecipato alla deportazione di ebrei; 5.Hanno partecipato a plotoni di esecuzione uccidendo civili e/o partigiani; 6.Hanno partecipato a tribunali speciali della RSI; 7.Hanno commesso sevizie nei confronti di civili o partigiani 8.Hanno partecipato a stragi ed eccidi di massa; 9.Hanno commesso opera di delazione nei confronti di civili, partigiani, ebrei; 10.Hanno attuato forme di collaborazionismo economico con il nemico o fornito assistenza «tecnica».

11 LA SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE I condannati potevano far ricorso in Cassazione che privilegiò le tesi difensive espresse nei ricorsi. Amnistia Togliatti, 22 giugno 1946: fallimento del processo di epurazione.

12 LA FONTE GIUDIZIARIA. LE SENTENZE Tipologia dei collaborazionisti; Tipologia del reato; Ragioni della scelta di collaborare Meccanismi di difesa e di autorappresentazione degli imputati; Parametri di giudizio della Corte; Il contesto.


Scaricare ppt "LE LEGGI RAZZIALI A COMO I PROCESSI PER COLLABORAZIONISMO A COMO E A LECCO UNESPERIENZA DI ARCHIVIO."

Presentazioni simili


Annunci Google