La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nuvole e inquinamento Classe 5° A Scuola Primaria San Giovanni Bosco Anno Scol. 2004/2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nuvole e inquinamento Classe 5° A Scuola Primaria San Giovanni Bosco Anno Scol. 2004/2005."— Transcript della presentazione:

1 Nuvole e inquinamento Classe 5° A Scuola Primaria San Giovanni Bosco Anno Scol. 2004/2005

2 Il sole è il motore del tempo e del clima Il sole produce enormi quantità di energia che irradia nello spazio in tutte le direzioni. Una parte di questa energia è catturata dalla terra. Sullequatore arriva più energia solare che ai poli, di conseguenza le regioni equatoriali sono molto più calde. Laria calda di queste regioni si espande e si alza, mescolandosi con laria più fredda e densa. Questi movimenti dellaria causano i venti e influenzano il clima su tutta la terra.

3 Come il Sole riscalda la Terra

4 Che cosa è leffetto serra e perché è così importante per la vita sulla terra La vita sulla terra è possibile non solo perché essa si trova alla giusta distanza dal sole e laria contiene la giusta quantità di ossigeno per la respirazione delluomo, ma anche perché ha una temperatura che non è né troppo calda né troppo fredda. Lenergia che proviene dal Sole non riuscirebbe a scaldare laria in modo da rendere agevole la vita animale e vegetale se non ci fosse leffetto serra: latmosfera è un po come una coperta per la terra, come il vetro di una serra: lascia passare la luce ma trattiene il calore.

5 Il suolo terrestre, una volta scaldato dal sole, riemette energia che invia verso lo spazio I gas chiamati di serra ( vapore acqueo, anidride carbonica, metano…) intrappolano questa energia uscente impedendo così che sia dispersa verso lo spazio, determinando un effetto serra naturale.

6 Senza tale effetto la temperatura sarebbe molto più bassa (-18° circa) tale da non permettere la vita come la conosciamo adesso.

7 Principalmente a causa delle emissioni di anidride carbonica, prodotte dalla combustione di petrolio, metano, e carbone (centrali termoelettriche, automobili, fabbriche…) si è però verificato, negli ultimi anni, un aumento del fenomeno naturale detto effetto serra. Secondo gli esperti la terra si sta progressiva- mente riscaldando Linnalzamento della temperatura, oltre a determinare variazioni del clima, provoca laumento del livello del mare.

8

9 Come si forma una nube? Il sole riscalda il suolo. Il suolo a sua volta riscalda laria circostante che contiene vapore acqueo. Laria calda è più leggera e meno densa per cui comincia a salire. Laria calda mentre sale si espande e si raffredda. Laria che va raffreddandosi non è più in grado di trattenere tutto il vapore acqueo che riesce a trattenere quando è calda. Leccesso di vapore acqueo comincia a condensare formando minuscole goccioline dacqua, di dimensioni comprese fra i 20 e i 50 millesimi di millimetro.

10 Un esperimento: la condensazione 1) Infilare un barattolo piccolo con acqua fredda in un barattolo grande con acqua tiepida. 2) Dopo qualche minuto il bicchiere con lacqua fredda si appanna, perché il vapore si condensa. 3) Si forma una piccola goccia dacqua che, con la forza di gravità, cade al suolo.

11 Che cosa è una nube La nuvola è una massa daria in cui sono sospese numerose goccioline dacqua e spesso anche cristalli di ghiaccio. Affinché una goccia di pioggia possa precipitare al suolo è necessario che i nuclei di condensazione ( i minuscoli cristalli di sale o il pulviscolo intorno ai quali le gocce di vapore acqueo condensano) raggiungano dimensioni di circa un milione di volte rispetto a quando si formano le prime gocce di condensazione.

12 Vari tipi di nuvole Le nuvole hanno altezza e forme differenti a seconda delle condizioni atmosferiche. In una giornata calda le nuvole tendono a formarsi più in alto perché laria calda deve salire di più per potersi raffreddare. Le nuvole hanno nomi diversi a seconda dellaltitudine in cui si trovano e della forma che hanno. Possono essere cirri (alte, leggere) cumuli (gonfie) o strati (basse, a strati). Spesso i nomi uniscono tipi diversi di nuvole. Strati,cumuli e cirri fotografati dal cortile della nostra scuola.

13

14 Stop ai gas serra o fra 10 anni sarà un disastro di non ritorno ( da un articolo di La repubblica del 25/1/2005) La previsione in un rapporto internazionale: se non sarà ridotta, dal 2015 la percentuale di anidride carbonica provocherà cambiamenti climatici catastrofici: alluvioni, crescita dei mari, desertificazione, cambiamento delle stagioni. Cosa si può fare? Favorire i biocarburanti, usare più energia da fonti rinnovabili, coinvolgere più paesi nel taglio delle emissioni di gas serra.

15 E la pioggia se ne va Da un articolo di Daniela Cipolloni su Sapere (ottobre 2004) Le immagini dei satelliti non lasciano dubbi: le nuvole risentono della massiccia immissione di polveri sottili nellatmosfera. E per tutta risposta producono meno precipitazioni. Le sorgenti inquinanti, come impianti industriali o grandi agglomerati urbani, iniettano nellaria quantitativi enormi, tonnellate e tonnellate, di piccole particelle di aerosol, della dimensione di qualche micron. Le nuvole per formarsi hanno bisogno delle particelle: il vapore acqueo le usa come dei nuclei, attorno ai quali può condensare. Così si forma una gocciolina dacqua che, a un certo punto, la forza di gravità fa precipitare al suolo. Bologna, 14° conferenza su nubi e precipitazioni, alla quale hanno partecipato oltre 500 ricercatori provenienti da 39 paesi del mondo.

16 Linquinamento produce un consistente surplus di aerosol nellaria. Così, a parità di vapore acqueo, aumenta enormemente la disponibilità dei nuclei che fanno da supporto alle goccioline. Se ne formano molte di più, ma sono piccole, pesano meno e stentano poi a cadere. Questa la ragione del fenomeno della riduzione delle precipitazioni sopra aree molto inquinate.


Scaricare ppt "Nuvole e inquinamento Classe 5° A Scuola Primaria San Giovanni Bosco Anno Scol. 2004/2005."

Presentazioni simili


Annunci Google