La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Financial & Private Sector Development Roma, Italia 22 Giugno 2011 Mierta Capaul, Iva Hamel ed Alessio Zanelli Global Indicators and Analysis, World Bank-IFC.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Financial & Private Sector Development Roma, Italia 22 Giugno 2011 Mierta Capaul, Iva Hamel ed Alessio Zanelli Global Indicators and Analysis, World Bank-IFC."— Transcript della presentazione:

1 Financial & Private Sector Development Roma, Italia 22 Giugno 2011 Mierta Capaul, Iva Hamel ed Alessio Zanelli Global Indicators and Analysis, World Bank-IFC DOING BUSINESS IN ITALIA 2012: Metodologia, fasi e ruolo dei soggetti pubblici e privati coinvolti

2 Financial & Private Sector Development 2 Temi Trattati Doing Business nel mondo e in Italia I progetti subnazionali di Doing Business Metodologia Fasi del progetto e soggetti coinvolti

3 Financial & Private Sector Development Global Indicators and Analysis Department – chi siamo? Generare e diffondere dati fruibili e comparabili, indicatori, nonché ricerca ed analisi, con lo scopo di informare e facilitare i programmi di sviluppo del settore finanziario e del settore privato, rafforzare il dialogo tra le parti sociali, catalizzare l'azione di riforma, e stimolare la ricerca economica. Obiettivi del Dipartimento Doing Business: 11 indicatori misurati in 183 paesi nel mondo. Enterprise Surveys: unindagine che comprende 130 mila imprese e copre lintero pianeta, complementare a Doing Business ma con una portata piú ampia. Alla base delle valutazioni e dei programmi di riforma dell Investment Climate Department. Oltre 300 pubblicazioni sono state prodotte utilizzando i dati raccolti attraverso questo progetto. Women, Business and the Law: Banca dati innovativa che studia e analizza le barriere che impediscono la partecipazione delle donne alla vita economica in 128 paesi al mondo. Progetto presentato nel 2010 – in fase di divulgazione. Sub-National Doing Business: – Su richiesta del paese committente : 27 rapporti hanno analizzato 346 città in 38 paesi negli ultimi 5 anni. Complementare alle misurazioni condotte da Doing Business a livello nazionale. Stimolo per riforme a livello regionale e municipale – 205 riforme negli ultimi 4 anni. Investing Across Borders: Progetto pilota presentato nel 2010, copre 87 paesi. In fase di perfezionamento, il numero dei paesi inclusi nellindagine aumenterà. Alla base dei progetti di consulenza sugli IDE. Prodotti 3

4 Financial & Private Sector Development 4 Cos é Doing Business? Un progetto del gruppo Banca Mondiale iniziato 9 anni fa Scopo del progetto: fornire una base oggettiva per la comprensione e il miglioramento delle regolamentazioni dimpresa Evoluzione del progetto: 5 indicatori e 133 paesi nel 2002, 11 indicatori e 183 paesi nel 2011 Obiettivi finali: aiutare i governi a introdurre regolamentazioni dimpresa efficienti, accessibili e semplici nella loro implementazione identificare i paesi che piú hanno riformato nel corso degli ultimi anni

5 Financial & Private Sector Development 5 11 indicatori che seguono il ciclo di vita dellimpresa Diritti di Proprietà Protezione Investitori Accesso al Credito Entrata nel mercato Procedure burocratiche Flessibilità nelle assunzioni Tasso di recupero Riallocazione degli asset

6 Financial & Private Sector Development 1. Singapore16. Sud Corea 2. Hong Kong SAR, Cina17. Estonia 3. Nuova Zelanda18. Giappone 4. Regno Unito19. Tailandia 5. Stati Uniti20. Mauritius 6. Danimarca21. Malesia 7. Canada22. Germania 8. Norvegia23. Lituania 9. Irlanda24. Lettonia 10. Australia25. Belgio 11. Arabia Saudita26. Francia 12. Georgia27. Svizzera 13. Finlandia28. Bahrain 14. Svezia29. Israele 15. Islanda30. Paesi Bassi I paesi dove é piú facile fare impresa 6

7 Financial & Private Sector Development LItalia si piazza all80esimo posto nella classifica Doing Business 2011 Tematica (Indicatore) Posizione dellItalia Top performers – Paesi OCSE Procedure concorsuali30Giappone (#1) Commercio internazionale (marittimo)59Danimarca (#5) Protezione degli azionisti di minoranza59Nuova Zelanda (#2) Avvio dimpresa68Nuova Zelanda (#1) Accesso al credito89Nuova Zelanda (#1) Ottenimento permessi edilizi92Nuova Zelanda (#5) Trasferimento di una proprietà immobiliare95Nuova Zelanda (#3) Pagamento delle imposte128Irlanda (#7) Risoluzione di una disputa commerciale157Lussemburgo (#1) 7

8 Financial & Private Sector Development Che informazioni ci dà? Permessi edilizi: un esempio Le misurazioni di Doing Business aiutano il settore pubblico ad identificare e risolvere i problemi delle imprese, soprattutto medie e piccole: Un impresa deve aspettare 4 mesi per ottenere un permesso edilizio – i tempi di reazione dellente responsabile possono essere migliorati! 8 Numero di giorni

9 Financial & Private Sector Development Percentuale di paesi con almeno una riforma che ha agevolato le attività dimpresa nel periodo 2009/10 84% 61% 63% 75% 59% 47% 67% OCSE – Alto Reddito Est Europa e Asia Centrale Africa Sub- Sahariana Medio Oriente e Nord Africa Caraibi e America Latina Asia Meridionale Asia Orientale e Pacifico Nel mondo si continuano a fare riforme per agevolare le attività dimpresa: 216 riforme in 117 paesi. Est Europa ed Asia Centrale hanno registrato i maggiori miglioramenti tra il 2009 e il 2010, segue la regione Asia Orientale e Pacifico. 9

10 Financial & Private Sector Development Strumento per lattuazione delle riforme Strumento per il monitoraggio e la valutazione 3 2 Allinterno dei Paesi in cui viene attuato il progetto, estende la misurazione degli indicatori Doing Business a livello regionale e locale. Rende possibile un confronto tra città e regioni diverse. Consente alle città meno popolose (ma con pubbliche amministrazioni efficienti) di raccontare la loro storia. Aiuta governi centrali e locali ad identificare criticità e ad individuare opportunità di riforma. Fotografa i tratti salienti delle realtà locali sia per quanto riguarda le normative che per quanto riguarda la loro applicazione Misura I progressi compiuti nel tempo e crea incentivi per ulteriori riforme Crea uno strumento che puó essere utilizzato dai policy-maker attraverso tutto il ciclo di riforma delle regolamentazioni per limpresa Strumento diagnostico 1 Che cos é Doing Business Subnational? Da Global a Subnational – quale beneficio? 10

11 Financial & Private Sector Development IndicatoreTop performerValore Posizione nel ranking globale Avvio dimpresa: procedureNuevo León, Sinalca755 Avvio dimpresa: tempoCoahuila, Guanajuato, Puebla12 giorni34 Avvio dimpresa: costoCampeche7.4% GNI p.c.54 Ottenimeno permessi edilizi: procedureAguascalientes, Quintana Rao108 Ottenimento permessi edilizi: tempoAguascalientes41 giorni5 Ottenimento permessi edilizi: costoAguascalientes24.7% R.N.L. pro capite26 Trasferimento proprietà: procedureBaja California, Hidalgo424 Trasferimento proprietà: tempoCoahuila, Colima15 giorni28 Trasferimento proprietà: costoAguascalientes0.8% valore proprietà23 Ris. Disputa Commerciale: procedure Coahuila, Colima, Durango, Jalisco, Nayaritt, Puebla, Quintana Rao, Sonora, Zacatecas 3771 Ris. Disputa Commerciale: tempoZacatecas24813 Ris. Disputa Commerciale: costoMihoacán19.5% valore causa46 11 Nel 2009, il Messico si piazzava al 56esimo posto tra le 181 economie misurate da Doing Business. Adottando le prassi migliori presenti allinterno del paese, si sarebbe piazzato al 29esimo posto, un miglioramento di 27 posizioni. Per migliorare non bisogna sempre guardare allestero…

12 Financial & Private Sector Development 12 Le nostre policy recommendations generano riforme 28 dei 31 stati hanno reso piú facile avviare unimpresa in Messico nel 2007/2009 Il tempo necessario per avviare unimpresa si é ridotto in media da 36 a 24 giorni Semplificazione registrazione con le autorità fiscali Velocizzazione delliscrizione al registro tramite riforme amministrative Riduzione numero di procedure necessarie Riduzione degli oneri da pagare alle autorità municipali

13 Financial & Private Sector Development 13 Tre anni di Doing Business in Messico: what gets measured gets done 75% 9 riformatori 90% 28 riformatori Numero di Stati GRANDE IMPATTO Le riforme hanno goduto di un appoggio politico continuativo protrattosi per due tornate elettorali statali ed unelezione presidenziale federale 28 governi locali hanno attuato 59 riforme tra il 2006 e il 2009 Riformatori Non Riformatori SI IMPARA DAI VICINI Le città hanno migliorato prendendo ad esempio riforme di altre città messicane

14 Financial & Private Sector Development 14 Perché é importante riformare le regole del fare dimpresa Due studi economici valutano limpatto di una riduzione delle procedure di avvio dimpresa da 8 (in media) a meno di 3 complessivamente attraverso la creazione di un interlocutore unico (One-Stop Shop) e leliminazione di procedure richieste a livello federale (Bruhn, 2007 and Kaplan, 2007). Risultati: Aumento del numero di nuove imprese di circa il 5% Aumento occupazione tra il 2.8 e il 7% Un avvio di impresa piú facile genera un maggior numero di imprese nel mercato: MESSICO

15 Financial & Private Sector Development 15 Doing Business in Italy 2012: come nasce… Primavera 2010: Espressione dinteresse da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri per un progetto Subnazionale in Italia. Fondamento della richiesta: Subnational Doing Business identificato come uno strumento di supporto alle politiche governative per la competitività del Mezzogiorno d'Italia Giugno 2010: Incontro tra i rappresentanti del Gruppo Banca Mondiale e e la Presidenza del Consiglio al fine di esplorare lidea di un progetto subnazionale nella penisola. Settembre 2010: Conferenza telefonica tra Gruppo Banca Mondiale, Presidenza del Consiglio, Unioncamere e Banca dItalia per discutere la portata e la struttura del progetto. Novembre 2010: Presentazione del progetto ai vertici delle amministrazioni regionali. Dicembre 2010 – Maggio 2011 : Preparazione del progetto, selezione dell équipe di lavoro, consultazioni tra Banca Mondiale e DIPE.

16 Financial & Private Sector Development 16 Milano Torino Bologna Bari e porto di Taranto Catanzaro e porto di Gioia Tauro Padova Palermo e porto di Catania Roma Napoli e porto di Napoli Cagliari e porto di Cagliari Potenza Campobasso LAquila Avvio dimpresa Ottenimento permessi edilizi Trasferimento di proprietà immobiliari Risoluzione di una disputa commerciale Commercio Internazionale marittimo Popolazione indicativamente superiore ai abitanti Presenza di una rilevante attività economica ed imprenditoriale Diversità geografica Interesse da parte delle amministrazioni regionali e locali Disponibilità delle amministrazione locali a condividere lesperienza con altre città Propensione delle città selezionate ad attrarre investimenti nazionali ed esteri Criteri per la selezione delle città Subnational Doing Business in Italy 2012 – 12 città e 7 porti Porto di Trieste Porto di Genova Indicatori

17 Financial & Private Sector Development Cosa considerano gli indicatori Doing Business? Casi di studio standardizzati per ogni tematica, al fine di assicurare la comparabilità dei dati a livello mondiale Doing Business considera normative, regolamentazioni e procedure amministrative attinenti soprattutto alle PMI formali Seguono limprenditore dallavvio alla conclusione di ogni procedimento necessario alla vita dellimpresa e ne registra il numero di procedure, i tempi necessari ad espletarle ed i relativi costi. Doing Business NON misura tutti i fattori che influenzano lambiente in cui operano le imprese (esempio: stabilità macroeconomica, qualità delle infrastrutture) 17

18 Financial & Private Sector Development 18 Un esempio: lindicatore dellavvio dimpresa Cosa misuriamo? Capitale mínimo richiesto per avviare lattività Numero di procedure richieste Tempo per completarle Costo per completarle Avvio dimpresa alle Mauritius: 5 procedure che richiedono 6 giorni e costano 5% del reddito pro-capite Costituzione e registrazione della società Ispezione autorità locali Pagamento Imposte di licenza Iscrizione Istituto Sicurezza Sociale Creazione Timbro Sociale

19 Financial & Private Sector Development -Presentazione dei dati preliminari in maniera riservata e confidenziale ai singoli enti locali -Dialogo con enti locali e governo nazionale sulle riforme previste nell immediato -Completamento della fase di raccolta dei dati Fase del Diritto di Replica - Creazione di questionari mirati alle specifiche realta locali - Professionisti privati rispondono alle domande dei questionari -Su richiesta del paese committente - Coinvolgimento di governo nazionale ed enti locali - Individuazione delle città e degli indicatori da misurare - Presentazione del progetto agli enti locali e ad altri stakeholder istituzionali Fase di preparazione Fase di raccolta dati In ogni fase del progetto é richiesto un coinvolgimento costante degli enti locali e del governo nazionale Come lavoriamo? La struttura del progetto 19

20 Financial & Private Sector Development - Domande di riforme a livello locale e nazionale - Eventi di disseminazione dei risultati e learning peer-to-peer -Possibile transferimento della metodologia di indagine Follow-up - Condivisione del progetto da parte del governo -In Colombia ci sono solo vincitori: i vincitori di oggi e i vincitori di domani Presidente Alvaro Uribe -Confronta la performance delle diverse città -Individua criticità e buone pratiche a livello locale -Propone policy recommendations per le riforme Evento di presentazione In ogni fase del progetto é richiesto un coinvolgimento costante degli enti locali e del governo nazionale 5 Preparazione del rapporto 4 Come lavoriamo? La struttura del progetto 20

21 Financial & Private Sector Development 21 Realizzazione del progetto: i ruoli Esperti e rappresentanti del settore privato GBM/SNDB Team Governi regionali, agenzie nazionali e amministrazioni locali Private sector experts Presidenza Consiglio Fonte dei dati Unioncamere Leadership Settore privato Settore pubblico Partner Tecnico

22 Financial & Private Sector Development 22 Esperti del settore privato Rappresentanti delle Istituzioni locali Dati raccolti per effettuare il cross-check qualitativo Ad esempio: Registro delle imprese Agenzia del Territorio, Agenzia delle Entrate, SUAP Magistrati e ufficiali giudiziari Autorità Portuali Fonte di informazione primaria: ESPERTI IN OGNUNA DELLE AREE ANALIZZATE Ad esempio: Avvio dimpresa & trasferimento di proprietà immobiliari: notai, commercialisti e studi legali Permessi edilizi: architetti, ingegneri ed imprese di costruzione. Dispute commerciali: avvocati e consulenti legali dimpresa Commercio internazionale: spedizionieri, banche, etc. La fonte dei dati per Doing Business in Italy 2012

23 Financial & Private Sector Development Il processo di raccolta dei dati Individuazione esperti Predisposizione questionari Invio questionari agli esperti Interviste con gli esperti Codifica e verifica del dato Verifica contatti Invio dei questionari agli enti locali e agli esperti in ogni città Verifica e analisi dei questionari 4 esperti per tematica in ogni città (3 dal settore privato, 1 dal pubblico) Ideale individuare esperti presenti in piú città oggetto dindagine Commenti: Assistenza per la compilazione del questionario Raccolta di leggi e regolamenti a supporto delle informazioni raccolte Filtro di qualità Ricezione questionari Predisposizione di fogli di calcolo excel Solo per i secondi round di misurazione: ogni variazione dei dati giustificata come : riforma correzione 23

24 Financial & Private Sector Development 24 Le fasi del progetto 1. AVVIO DEL PROGETTO – Giugno 2011 Presentazione del progetto alle autorità statali, regionali e municipali e alle associazioni professionali Raccolta dei dati (Giugno – Settembre, 2011) 2. INCONTRI DIRITTO DI REPLICA – Ottobre 2011 Consultazioni riservate con i rappresentanti di ogni città Feedback sui risultati preliminari Informazioni su riforme in corso 3. PRODUZIONE DEL RAPPORTO – da Novembre 2011 a Aprile PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO– Aprile-Maggio, 2012 Conferenza con i rappresentanti delle istituzioni, del settore privato e del mondo accademico. Campagna mediatica Follow up, discussioni con governo e amministrazioni locali

25 Financial & Private Sector Development 25 Grazie! Per maggiori informazioni, visitate il sito: Oppure scriveteci: Alessio Zanelli Iva Hamel


Scaricare ppt "Financial & Private Sector Development Roma, Italia 22 Giugno 2011 Mierta Capaul, Iva Hamel ed Alessio Zanelli Global Indicators and Analysis, World Bank-IFC."

Presentazioni simili


Annunci Google