La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro. 2 E REGOLATO DALLA COSTITUZIONE, DAL CODICE CIVILE, DA MOLTE LEGGI SPECIALI (COME LO STATUTO DEI LAVORATORI,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro. 2 E REGOLATO DALLA COSTITUZIONE, DAL CODICE CIVILE, DA MOLTE LEGGI SPECIALI (COME LO STATUTO DEI LAVORATORI,"— Transcript della presentazione:

1 1Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro

2 2

3 E REGOLATO DALLA COSTITUZIONE, DAL CODICE CIVILE, DA MOLTE LEGGI SPECIALI (COME LO STATUTO DEI LAVORATORI, L. 300/1970, DD.LGS. 66/2003, 276/03, 124/04, etc.) E DAI CONTRATTI COLLETTIVI ED INTEGRATIVI STIPULATI PERIODICAMENTE DAI SINDACATI DEI LAVORATORI E DALLE ASSOCIAZIONI DEI DATORI DI LAVORO Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro3

4 PERSONA CHE, INDIPENDENTEMENTE DALLA TIPOLOGIA CONTRATTUALE, SVOLGE UNATTIVITÀ LAVORATIVA NELLAMBITO DELLORGANIZZAZIONE DI UN DATORE DI LAVORO PUBBLICO O PRIVATO, CON O SENZA RETRIBUZIONE, ANCHE AL SOLO FINE DI APPRENDERE UN MESTIERE, UNARTE O UNA PROFESSIONE ESCLUSI GLI ADDETTI DOMESTICI E FAMILIARI definizione di lavoratore data dallart. 2, co 1, lett. a), D.Lgs. 81/08. L (è questa la definizione di lavoratore data dallart. 2, co 1, lett. a), D.Lgs. 81/08. Lesclusione delle colf e badanti è solo ai fini dellapplicazione dello stesso D.Lgs. 81/08 che è il Testo Unico sulla Sicurezza ed Igiene del Lavoro) Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro4

5 (art cc) È PRESTATORE DI LAVORO SUBORDINATO CHI SI OBBLIGA MEDIANTE RETRIBUZIONE A COLLABORARE NELL'IMPRESA, PRESTANDO IL PROPRIO LAVORO INTELLETTUALE O MANUALE ALLE DIPENDENZE E SOTTO LA DIREZIONE DELL'IMPRENDITORE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro5

6 IL SOGGETTO TITOLARE DEL RAPPORTO DI LAVORO CON IL LAVORATORE O, COMUNQUE, IL SOGGETO CHE, SECONDO IL TIPO E LASSETTO DELLORGANIZZAZIONE NEL CUI AMBITO IL LAVORATORE PRESTA LA PROPRIA ATTIVITÀ, HA LA RESPONSABILITÀ DELLORGANIZZAZIONE STESSA O DELLUNITÀ PRODUTTIVA, IN QUANTO ESERCITA I POTERI DECISIONALI E DI SPESA Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro6

7 Art C.C. È IMPRENDITORE CHI ESERCITA PROFESSIONALMENTE UN'ATTIVITÀ ECONOMICA ORGANIZZATA AL FINE DELLA PRODUZIONE O DELLO SCAMBIO DI BENI O DI SERVIZI Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro7

8 Art C.C. È IMPRENDITORE AGRICOLO CHI ESERCITA UN'ATTIVITÀ DIRETTA ALLA COLTIVAZIONE DEL FONDO, ALLA SILVICULTURA, ALL'ALLEVAMENTO DEL BESTIAME E ATTIVITÀ CONNESSE. SI REPUTANO CONNESSE LE ATTIVITÀ DIRETTE ALLA TRASFORMAZIONE O ALL'ALIENAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI, QUANDO RIENTRANO NELL'ESERCIZIO NORMALE DELL'AGRICOLTURA Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro8

9 Art C.C. SONO PICCOLI IMPRENDITORI I COLTIVATORI DIRETTI DEL FONDO, GLI ARTIGIANI, I PICCOLI COMMERCIANTI E COLORO CHE ESERCITANO UN'ATTIVITÀ PROFESSIONALE ORGANIZZATA PREVALENTEMENTE CON IL LAVORO PROPRIO E DEI COMPONENTI DELLA FAMIGLIA Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro9

10 Art C.C. L'IMPRENDITORE È IL CAPO DELL'IMPRESA E DA LUI DIPENDONO GERARCHICAMENTE I SUOI COLLABORATORI Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro10

11 LIMPRENDITORE È TENUTO AD ADOTTARE NELLESERCIZIO DELLIMPRESA LE MISURE CHE, SECONDO LA PARTICOLARITÀ DEL LAVORO, LESPERIENZA E LA TECNICA, SONO NECESSARIE A TUTELARE LINTEGRITÀ FISICA E LA PERSONALITÀ MORALE DEI PRESTATORI DI LAVORO Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro11

12 Art C.C. OMISSISS…… L'ASSUNZIONE DEL PRESTATORE DI LAVORO PER UN PERIODO DI PROVA DEVE RISULTARE DA ATTO SCRITTO OMISSISS…… DURANTE IL PERIODO DI PROVA CIASCUNA DELLE PARTI PUÒ RECEDERE DAL CONTRATTO, SENZA L'OBBLIGO DI PREAVVISO O D'INDENNITÀ SE PERÒ LA PROVA È STABILITA PER UN TEMPO MINIMO NECESSARIO, LA FACOLTÀ DI RECESSO NON PUÒ ESERCITARSI PRIMA DELLA SCADENZA DEL TERMINE COMPIUTO IL PERIODO DI PROVA, L'ASSUNZIONE DIVIENE DEFINITIVA E IL SERVIZIO PRESTATO SI COMPUTA NELL'ANZIANITÀ DEL PRESTATORE DI LAVORO Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro12

13 SI HA QUANDO UNA PERSONA SI OBBLIGA A COMPIERE, IN CAMBIO DI UN CORRISPETTIVO, UN'OPERA O UN SERVIZIO, CON LAVORO PREVALENTEMENTE PROPRIO E SENZA VINCOLO DI SUBORDINAZIONE NEI CONFRONTI DEL COMMITTENTE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 13

14 IL LAVORATORE AUTONOMO ASSUME UN'OBBLIGAZIONE DI RISULTATO E NON DI MEZZI ASSUME UN'OBBLIGAZIONE DI RISULTATO E NON DI MEZZI NON SI OBBLIGA A METTERE A DISPOSIZIONE LA PROPRIA FORZA LAVORO PER UN DETERMINATO TEMPO, MA GARANTISCE IL RAGGIUNGIMENTO DI DETERMINATI RISULTATI NON SI OBBLIGA A METTERE A DISPOSIZIONE LA PROPRIA FORZA LAVORO PER UN DETERMINATO TEMPO, MA GARANTISCE IL RAGGIUNGIMENTO DI DETERMINATI RISULTATI Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 14

15 IL LAVORATORE AUTONOMO SVOLGE LA PROPRIA ATTIVITÀ: CON MEZZI PREVALENTEMENTE PROPRI E NON DEL COMMITTENTE CON MEZZI PREVALENTEMENTE PROPRI E NON DEL COMMITTENTE CON PIENA DISCREZIONALITÀ CIRCA IL TEMPO, IL LUOGO E LE MODALITÀ DELLA PRESTAZIONE CON PIENA DISCREZIONALITÀ CIRCA IL TEMPO, IL LUOGO E LE MODALITÀ DELLA PRESTAZIONE NON HA VINCOLI DI SUBORDINAZIONE NEI CONFRONTI DEL COMMITTENTE, IL QUALE NON HA QUINDI I POTERI DIRETTIVI, DI CONTROLLO E DISCIPLINARE TIPICI DEL DATORE DI LAVORO SUBORDINATO NON HA VINCOLI DI SUBORDINAZIONE NEI CONFRONTI DEL COMMITTENTE, IL QUALE NON HA QUINDI I POTERI DIRETTIVI, DI CONTROLLO E DISCIPLINARE TIPICI DEL DATORE DI LAVORO SUBORDINATO Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 15

16 CATEGORIE DELLE PRESTAZIONI: D'OPERA MANUALE D'OPERA MANUALE INTELLETTUALE INTELLETTUALE (IN QUEST'ULTIMA CATEGORIA RIENTRANO ESSENZIALMENTE LE LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI TUTELATE DA ISCRIZIONE IN UN ALBO PROFESSIONALE). NEL LAVORO AUTONOMO RIENTRANO ALCUNE FORME DI COLLABORAZIONE PARASUBODINATA, CHE SI DISTINGUONO PER LA PRESTAZIONE DELL'ATTIVITÀ LAVORATIVA IN FORMA NON SUBORDINATA MA NEANCHE TOTALMENTE AUTONOMA, COME AD ESEMPIO LA FORMA COORDINATA CHE, SPESSO, SI COMPENETRA CON L'ORGANIZZAZIONE DI MEZZI DELL'IMPRENDITORE COMMITTENTE (p. es.: co.co.pro, co.co.co.) Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 16

17 La Somministrazione di lavoro è stata introdotta dal D. lgs. n° 276/03, artt. da 20 a 28, e prevede il coinvolgimento di tre soggetti: il SOMMINISTRATORE, che può essere esclusivamente una AGENZIA PER IL LAVORO autorizzata dal MLSPS, che stipula un contratto con un lavoratore il SOMMINISTRATORE, che può essere esclusivamente una AGENZIA PER IL LAVORO autorizzata dal MLSPS, che stipula un contratto con un lavoratore l'UTILIZZATORE, che può essere UNAZIENDA PUBBLICA o PRIVATA che necessita della figura professionale del lavoratore l'UTILIZZATORE, che può essere UNAZIENDA PUBBLICA o PRIVATA che necessita della figura professionale del lavoratore il SOMMINISTRATO, cioè il LAVORATORE il SOMMINISTRATO, cioè il LAVORATORE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 17

18 TRA I TRE SOGGETTI (SOMMINISTRATORE, SOMMINISTRATO E UTILIZZATORE) VENGONO STIPULATI DUE DIVERSI CONTRATTI: IL CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO, IL CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO, CONCLUSO TRA SOMMINISTRATORE E UTILIZZATORE CONCLUSO TRA SOMMINISTRATORE E UTILIZZATORE IL CONTRATTO DI LAVORO CONCLUSO TRA IL CONTRATTO DI LAVORO CONCLUSO TRA SOMMINISTRATORE E LAVORATORE SOMMINISTRATORE E LAVORATORE IN OGNI CASO, IL RAPPORTO LAVORATIVO INSTAURATO È TRA IL LAVORATORE E LAGENZIA PER I LAVORO, CHE DOVRÀ: RETRIBUIRE IL LAVORATORE SECONDO LA TIPOLOGIA DI RETRIBUIRE IL LAVORATORE SECONDO LA TIPOLOGIA DI CONTRATTO UTILIZZATO DALL'AZIENDA UTILIZZATRICE, CONTRATTO UTILIZZATO DALL'AZIENDA UTILIZZATRICE, VERSARGLI I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E VERSARGLI I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E ASSICURATIVI ASSICURATIVI Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 18

19 LA SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO SOSTITUISCE IL RAPPORTO DI LAVORO INTERINALE, PRECEDENTEMENTE PRESENTE NEL DIRITTO DEL LAVORO, ISTITUITO CON L. N. 196/97, C.D. RIFORMA TREU Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 19

20 IL PRESTATORE DI LAVORO VIENE RICHIESTO E UTILIZZATO DA UN TERZO SOGGETTO, L'AZIENDA, CHE NEL PERIODO INTERESSATO NE ASSUME LA DIREZIONE ED IL CONTROLLO, CON POSSIBILITÀ DI UTILIZZAZIONE NELLIMPRESA STESSA, DI DISTACCO PRESSO ALTRE STRUTTURE, ALLA STREGUA DI QUALSIASI ALTRO DIPENDENTE. SEGUE LE REGOLE CONTRATTUALI PREVISTE L'UTILIZZATORE NON ASSUME IL POTERE DISCIPLINARE CHE RIMANE RISERVATO AL SOMMINISTRATORE, SALVO L'ONERE, PER IL PRIMO, DI COMUNICARE A QUESTI GLI ELEMENTI CHE POSSANO COSTITUIRE OGGETTO DI CONTESTAZIONE DISCIPLINARE. Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 20

21 AL LAVORATORE SPETTA UNA RETRIBUZIONE SECONDO LE PREVISIONI DEL C.C.N.L. CHE DEVE ESSERE LA STESSA DEI LAVORATORI DIPENDENTI DAL SOGGETTO UTILIZZATORE ALLA CORRESPONSIONE DEI TRATTAMENTI RETRIBUTIVI E DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI SONO OBBLIGATI IN SOLIDO SIA IL SOMMINISTRATORE CHE L'UTILIZZATORE LA SANZIONE CIVILE, CHE LA STESSA NORMA PREVEDE PER IL MANCATO RISPETTO DELLE DISPOSIZIONI DEL D. LGS. PREDETTO, PORTA A COSTITUIRE IN CAPO ALL'UTILIZZATORE UN RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO ORDINARIO. SONO FATTE SALVE LE SANZIONI PENALI PREVISTE NELLO STESSO D. LGS. N. 276/03. Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 21

22 Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro22

23 IL LAVORATORE È TENUTO AD ADEMPIERE UNICAMENTE A QUANTO PREVISTO NEL SUO CONTRATTO INDIVIDUALE. Prestare la propria attività lavorativa IL LAVORATORE È TENUTO AD ADEMPIERE UNICAMENTE A QUANTO PREVISTO NEL SUO CONTRATTO INDIVIDUALE. IL LAVORO PUÒ ESSERE SVOLTO UNICAMENTE NEL LUOGO STABILITO DAL CONTRATTO, NEL SITO OVE LATTIVITÀ PER SUA NATURA DEBBA ESSERE ESPLICATA Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro23

24 Obbligo di diligenza LA PRESTAZIONE LAVORATIVA DEVE ESSERE ADEMPIUTA CON LA NECESSARIA MASSIMA ATTENZIONE E PRECISIONE MAGGIORI SARANNO LE RESPONSABILITÀ DELLATTIVITÀ RICHIESTA DALLIMPRESA E MAGGIORE SARÀ IL PESO DELLA DILIGENZA (si pensi per es. ad un dottore: una mancanza di attenzione da lui compiuta causerebbe gravi danni al paziente) Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro24

25 Obbligo dobbedienza CONSISTE NEL DOVER COMPIERE QUANTO DISPONE IL DATORE DI LAVORO O CHI NE FA LE VECI È IMPORTANTE OSSERVARE LE DIRETTIVE DATE ED ESPLICARLE NEL MODO MIGLIORE POSSIBILE, SOPRATTUTTO IN TEMA DI SICUREZZA DEL LAVORO Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro25

26 Obbligo di fedeltà CONSISTE SOSTANZIALMENTE NEL DOVER TENERE UN COMPORTAMENTO LEALE VERSO IL DATORE DI LAVORO E DI TUTELARNE GLI INTERESSI SI TRATTA DI UN DOVERE CHE SI PERPETUA anche A SEGUITO DELLA CONCLUSIONE DELLA DIPENDENZA PER LATTIVITÀ LAVORATIVA (5 anni) SI PARLA IN TAL CASO DI DIVIETO DI CONCORRENZA ED OBBLIGO DI RISERVATEZZA Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro26

27 Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro27

28 Diritti patrimoniali RIGUARDANO GLI ASPETTI ECONOMICI DELLA RETRIBUZIONE E DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO (TFR O LIQUIDAZIONE) IL SALARIO DEVE ESSERE PROPORZIONALE AL LAVORO SVOLTO (vds. C.C.N.L. ed integrativi), TALE DA GARANTIRE SUFFICIENTE SUSSISTENZA AL LAVORATORE ED ALLA SUA FAMIGLIA NON PUÒ ESSERE DIFFERENTE TRA UOMINI E DONNE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro28

29 Diritti personali e sociali INTEGRITÀ FISICA E LA SALUTE VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E DEI PREMI ASSICURATIVI PERIODI DI RIPOSO QUOTIDIANO, SETTIMANALE, FESTIVO ED ANNUALE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro29

30 Diritti personali IL LAVORATORE HA IL DIRITTO DI CONSERVARE IL PROPRIO POSTO DI LAVORO IN CASO DI MALATTIA, INFORTUNIO, GRAVIDANZA E PUERPERIO, SE DIVIENE INABILE ALLA MANSIONE È GARANTITA AL LAVORATORE LASSOLUTA LIBERTÀ DI OPINIONE, LA POSSIBILITÀ DI ADEMPIERE A FUNZIONI PUBBLICHE, AD ATTIVITÀ DI STUDIO, ASSISTENZIALI, etc. Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro30

31 Diritti sindacali OGNI LAVORATORE PUÒ ESERCITARE LATTIVITÀ SINDACALE E PARTECIPARVI ANCHE SUL LUOGO DI LAVORO (limitatamente alle ore annuali previste dal C.C.N.L. o integrativo) PUÒ SCIOPERARE ED AFFIGGERE IN LOCALI AZIENDALI QUALSIVOGLIA MANIFESTO PER LO SVOLGIMENTO DELLATTIVITÀ SINDACALE (in specifico luogo o bacheca messo a disposizione dal datore di lavoro) Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro31

32 ORARIO DI LAVORO ORARIO DI LAVORO QUALIFICHE E LIVELLI QUALIFICHE E LIVELLI RETRIBUZIONE RETRIBUZIONE FERIE FERIE REGOLAMENTAZIONE REGOLAMENTAZIONE DELLE ASSENZE DELLE ASSENZE REGOLAMENTAZIONE REGOLAMENTAZIONE DEL PREAVVISO DEL PREAVVISO COMPORTAMENTI CHE SONO RITENUTI CAUSA DI LICENZIAMENTO... …. COMPORTAMENTI CHE SONO RITENUTI CAUSA DI LICENZIAMENTO... …. DALLA LETTURA DEL CONTRATTO COLLETTIVO PER IL PROPRIO SETTORE LAVORATIVO APPRENDE: QUESTO LIBRO (REPERIBILE PRESSO TUTTI I SINDACATI O NEI SITI SINDACALI IN INTERNET E NELLE LIBRERIE) È UN MUST DEL DIPENDENTE (NON DEVI FARNE A MENO) Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro32

33 IN CASO DI ASSUNZIONE, CHE IL DATORE DI LAVORO DEVE COMUNICARE AL CSL ALMENO IL GIORNO ANTECEDENTE ALLASSUNZIONE, IL LAVORATORE DEVE: PRESENTARE LA DICHIARAZIONE DI ISCRIZIONE CSL PRESENTARE LA DICHIARAZIONE DI ISCRIZIONE CSL FORNIRE IL PROPRIO CODICE FISCALE ED I DATI PERSONALI FORNIRE IL PROPRIO CODICE FISCALE ED I DATI PERSONALI RILASCIARE LAUTORIZZAZIONE AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SOLI FINI RELATIVI AL LAVORO RILASCIARE LAUTORIZZAZIONE AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SOLI FINI RELATIVI AL LAVORO DICHIARARE LA SCELTA RELATIVA AL TFR DICHIARARE LA SCELTA RELATIVA AL TFR RICEVERE UN CONTRATTO INDIVIDUALE IN CUI DEVE RISULTARE IN MODO CHIARO LA DATA DI ASSUNZIONE, IL TIPO DI CONTRATTO, IL PERIODO DI PROVA PREVISTO, LA RETRIBUZIONE DOVUTA, IL C.C.N.L. APPLICATO, etc. RICEVERE UN CONTRATTO INDIVIDUALE IN CUI DEVE RISULTARE IN MODO CHIARO LA DATA DI ASSUNZIONE, IL TIPO DI CONTRATTO, IL PERIODO DI PROVA PREVISTO, LA RETRIBUZIONE DOVUTA, IL C.C.N.L. APPLICATO, etc. Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro33

34 TEMPO INDETERMINATO TEMPO INDETERMINATO TEMPO DETERMINATO TEMPO DETERMINATO APPRENDISTATO APPRENDISTATO INSERIMENTO INSERIMENTO CHIAMATA CHIAMATA SOMMINISTRAZIONE SOMMINISTRAZIONE OCCASIONALE OCCASIONALE RIPARTITO RIPARTITO etc. etc. Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro34 PART- TIME PART- TIME FULL-TIME FULL-TIMEPARASUBORDINATI: CO.CO.CO. CO.CO.CO. CO. CO. PRO. CO. CO. PRO. TIROCINIO FORMATIVO TIROCINIO FORMATIVO etc. etc.

35 PER INFORTUNIO SI INTENDE UNA LESIONE DOVUTA A CAUSA VIOLENTA ED IN OCCASIONE DI LAVORO O DI SERVIZIO Linfortunio può essere: Temporaneo Permanente N.B.: Per causa di lavoro si intende anche in itinere Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro35

36 DEFINIZIONE: EVENTO MORBOSO CARATTERIZZATO DA INSORGENZA LENTA E PROGRESSIVA DOVUTA AD ESPOSIZIONE AD AGENTI PATOGENI PRESENTI NELLAMBIENTE DI LAVORO Sistema Tabellare, derivante dal Testo Unico , n° 1124: indennizzo dovuto susseguente al riconoscimento delle malattie presenti nella tabella INAIL (attualmente 58 per lindustria e 27 per lagricoltura) Sistema Misto a seguito della Sentenza della Corte Costituzionale, , n° 179: estensione dellindennizzo per qualsiasi malattia professionale (quindi anche non tabellata) individuata con delle prove che la riconducono alla causa di lavoro Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro36

37 DURANTE L'ASSENZA DAL LAVORO PER INFORTUNIO (MA ANCHE PER MALATTIA PROFESSIONALE) L'IMPRESA, ENTRO I LIMITI DELLA CONSERVAZIONE DEL POSTO PREVISTI DAL C.C.N.L., È TENUTA AD EROGARE AL LAVORATORE UN TRATTAMENTO ECONOMICO GIORNALIERO SE, PER CONVENZIONE, NON VIENE EROGATO DIRETTAMENTE DALLINAIL Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro37

38 EROGA LE PRESTAZIONI INDIPENDENTEMENTE DALLA POSIZIONE REGOLARE O MENO DEL LAVORATORE, EVENTUALMENTE FACENDO POI AZIONE DI RECUPERO NEI CONFRONTI DEL DATORE DI LAVORO RESPONSABILE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro38

39 ASSICURA, AI LAVORATORI INFORTUNATI O AFFETTI DA MALATTIE PROFESSIONALI, LE SEGUENTI PRESTAZIONI: a) LASSISTENZA MEDICA, IN CASO DI INFORTUNIO, PER IL MASSIMO RECUPERO POSSIBILE DELLA CAPACITÀ LAVORATIVA PERDUTA b) LINDENNITÀ GIORNALIERA PER LA MANCATA RETRIBUZIONE c) IL RISARCIMENTO PER LA DIMINUITA CAPACITÀ LAVORATIVA d) LA RENDITA MENSILE PER INABILITÀ PERMANENTE e) LA RENDITA AI SUPERSTITI, IN CASO DI MORTE f) LA FORNITURA DI PROTESI Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro39

40 LAPPALTO È IL CONTRATTO COL QUALE UNA PARTE ASSUME, CON ORGANIZZAZIONE DI MEZZI NECESSARI E CON GESTIONE A PROPRIO RISCHIO, IL COMPIMENTO DI UNOPERA O DI UN SERVIZIO VERSO UN CORRISPETTIVO IN DANARO LAPPALTO È IL CONTRATTO COL QUALE UNA PARTE (CHE PRENDE IL NOME DI APPALTATORE) ASSUME, CON ORGANIZZAZIONE DI MEZZI NECESSARI E CON GESTIONE A PROPRIO RISCHIO, IL COMPIMENTO DI UNOPERA O DI UN SERVIZIO VERSO UN CORRISPETTIVO IN DANARO (LALTRA PARTE È DENOMINATA APPALTANTE O COMMITTENTE) Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro40

41 …… omississ…… IL CONTRATTO DI APPALTO, STIPULATO E REGOLAMENTATO AI SENSI DELL'ARTICOLO 1655 DEL CODICE CIVILE, SI DISTINGUE DALLA SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO PER LA ORGANIZZAZIONE DEI MEZZI NECESSARI DA PARTE DELL'APPALTATORE, CHE PUÒ ANCHE RISULTARE, IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE DELL'OPERA O DEL SERVIZIO DEDOTTI IN CONTRATTO, DALL'ESERCIZIO DEL POTERE ORGANIZZATIVO E DIRETTIVO NEI CONFRONTI DEI LAVORATORI UTILIZZATI NELL'APPALTO, NONCHÉ PER LA ASSUNZIONE, DA PARTE DEL MEDESIMO APPALTATORE, DEL RISCHIO D'IMPRESA. continua con co 2 Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 41

42 IN CASO DI APPALTO DI SERVIZI IL COMMITTENTE IMPRENDITORE O DATORE DI LAVORO E' OBBLIGATO IN SOLIDO CON L'APPALTATORE, ENTRO IL LIMITE DI DUE ANNI DALLA CESSAZIONE DELL'APPALTO, A CORRISPONDERE AI LAVORATORI I TRATTAMENTI RETRIBUTIVI E I CONTRIBUTI PREVIDENZIALI DOVUTI ……omississ…… ……omississ…… Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 42

43 LAPPALTATORE ASSUME IL RISCHIO ECONOMICO: DI NON RICEVERE DAL COMMITTENTE ALCUN CORRISPETTIVO PER LATTIVITÀ SVOLTA, NONOSTANTE IL LAVORO PRESTATO DI NON RICEVERE DAL COMMITTENTE ALCUN CORRISPETTIVO PER LATTIVITÀ SVOLTA, NONOSTANTE IL LAVORO PRESTATO DEI COSTI SOSTENUTI PER ACQUISTO MATERIE PRIME E ATTREZZATURE DEI COSTI SOSTENUTI PER ACQUISTO MATERIE PRIME E ATTREZZATURE DEL COSTO DELLA MANODOPERA IMPIEGATA PER LA REALIZZAZIONE DELLOPERA O PER LESECUZIONE DEL SERVIZIO DEL COSTO DELLA MANODOPERA IMPIEGATA PER LA REALIZZAZIONE DELLOPERA O PER LESECUZIONE DEL SERVIZIO Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 43

44 QUANDO, SUCCESSIVAMENTE ALLA CONCLUSIONE DEL CONTRATTO, AUMENTANO LE SPESE DA SOSTENERE O VI È IL RINNOVO CCNL, O VI SONO VARIAZIONI CONTRIBUTIVE O ASSICURATIVE, etc. Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 44

45 DERIVA DALLA IMPOSSIBILITÀ DI STABILIRE ESATTAMENTE, SIN DALLORIGINE, I COSTI RELATIVI AL COMPIMENTO DELLOPERA E DEL SERVIZIO, PER CUI LAPPALTATORE POTRÀ BEN TROVARSI ANCHE A PERDERE NELLAFFARE STIPULATO SE I COSTI SI RIVELERANNO SUPERIORI AL CORRISPETTIVO INIZIALMENTE PATTUITO. Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 45

46 NELLAPPALTO GENUINO IL COMMITTENTE DEVE IL CORRISPETTIVO PATTUITO SOLO A SEGUITO DELLA PRESTAZIONE A CUI SEGUE IL RISULTATO DELLOPERA O DEL SERVIZIO STABILITO. NELLAPPALTO DI MANODOPERA IL COMMITTENTE RETRIBUISCE COMUNQUE LAPPALTATORE A PRESCINDERE DAL CONSEGUIMENTO DI UN RISULTATO, PER IL SOLO FATTO DI AVER SVOLTO IL LAVORO CON SUOI DIPENDENTI. QUESTULTIMA FATTISPECIE È ILLEGITTIMA. Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro 46

47 SONO I DIRITTI DEI QUALI OGNI ESSERE UMANO È TITOLARE SOLO PER IL FATTO DI APPARTENERE ALLUMANITÀ, INDIPENDENTEMENTE DALLA LORO CODIFICAZIONE IN UN SISTEMA LEGALE NAZIONALE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro47

48 TUTTE LE PERSONE HANNO UNA INNATA DIGNITÀ UMANA ED HANNO UGUALI TITOLI DI GODIMENTO SENZA DIFFERENZA DI SESSO, RAZZA, COLORE, LINGUA, NAZIONALITÀ, ETÀ, CLASSE, IDEOLOGIA O RELIGIONE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro48

49 1. OGNI INDIVIDUO HA DIRITTO AL LAVORO, ALLA LIBERA SCELTA DELL'IMPIEGO, A GIUSTE E SODDISFACENTI CONDIZIONI DI LAVORO ED ALLA PROTEZIONE CONTRO LA DISOCCUPAZIONE 2. OGNI INDIVIDUO, SENZA DISCRIMINAZIONE, HA DIRITTO AD EGUALE RETRIBUZIONE PER EGUALE LAVORO Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro49

50 3. OGNI INDIVIDUO CHE LAVORA HA DIRITTO AD UNA REMUNERAZIONE EQUA E SODDISFACENTE CHE ASSICURI A LUI STESSO E ALLA SUA FAMIGLIA UN'ESISTENZA CONFORME ALLA DIGNITÀ UMANA ED INTEGRATA, SE NECESSARIO, AD ALTRI MEZZI DI PROTEZIONE SOCIALE 4. OGNI INDIVIDUO HA IL DIRITTO DI FONDARE DEI SINDACATI E DI ADERIRVI PER LA DIFESA DEI PROPRI INTERESSI. Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro50

51 OGNI INDIVIDUO HA IL DIRITTO AL RIPOSO ED ALLO SVAGO, COMPRENDENDO IN CIÒ UNA RAGIONEVOLE LIMITAZIONE DELLE ORE DI LAVORO E FERIE PERIODICHE RETRIBUITE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro51

52 1. OGNI INDIVIDUO HA IL DIRITTO AD UN TENORE DI VITA SUFFICIENTE A GARANTIRE LA SALUTE E IL BENESSERE PROPRIO E DELLA SUA FAMIGLIA, CON PARTICOLARE RIGUARDO ALL'ALIMENTAZIONE, AL VESTIARIO, ALL'ABITAZIONE, E ALLE CURE MEDICHE E AI SERVIZI SOCIALI NECESSARI, ED HA DIRITTO ……………. continua Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro52

53 …….Continua…… ED HA DIRITTO ALLA SICUREZZA IN CASO DI DISOCCUPAZIONE, MALATTIA, INVALIDITÀ VEDOVANZA, VECCHIAIA O IN OGNI ALTRO CASO DI PERDITA DEI MEZZI DI SUSSISTENZA PER CIRCOSTANZE INDIPENDENTI DALLA SUA VOLONTÀ …….Continua…… Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro53

54 …….Continua…… 2. LA MATERNITÀ E L'INFANZIA HANNO DIRITTO A SPECIALI CURE ED ASSISTENZA. TUTTI I BAMBINI, NATI NEL MATRIMONIO O FUORI DI ESSO, DEVONO GODERE DELLA STESSA PROTEZIONE SOCIALE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro54

55 Art. 1 L'ITALIA È UNA REPUBBLICA DEMOCRATICA, FONDATA SUL LAVORO ….. Omississ Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro55

56 Art. 2 LA REPUBBLICA RICONOSCE E GARANTISCE I DIRITTI INVIOLABILI DELL'UOMO, SIA COME SINGOLO SIA NELLE FORMAZIONI SOCIALI OVE SI SVOLGE LA SUA PERSONALITÀ ….. Omississ Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro56

57 Art. 3 TUTTI I CITTADINI HANNO PARI DIGNITÀ SOCIALE E SONO EGUALI DAVANTI ALLA LEGGE, SENZA DISTINZIONE DI SESSO, DI RAZZA, DI LINGUA, DI RELIGIONE, DI OPINIONI POLITICHE, DI CONDIZIONI PERSONALI E SOCIALI …….Continua…… Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro57

58 …….Continua…… Art. 3 È COMPITO DELLA REPUBBLICA RIMUOVERE GLI OSTACOLI DI ORDINE ECONOMICO E SOCIALE, CHE, LIMITANDO DI FATTO LA LIBERTÀ E L'EGUAGLIANZA DEI CITTADINI, IMPEDISCONO IL PIENO SVILUPPO DELLA PERSONA UMANA E L'EFFETTIVA PARTECIPAZIONE DI TUTTI I LAVORATORI ALL'ORGANIZZAZIONE POLITICA, ECONOMICA E SOCIALE DEL PAESE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro58

59 Art. 4 LA REPUBBLICA RICONOSCE A TUTTI I CITTADINI IL DIRITTO AL LAVORO E PROMUOVE LE CONDIZIONI CHE RENDANO EFFETTIVO QUESTO DIRITTO ……continua Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro59

60 …… continua…… Art. 4 OGNI CITTADINO HA IL DOVERE DI SVOLGERE, SECONDO LE PROPRIE POSSIBILITÀ E LA PROPRIA SCELTA, UN'ATTIVITÀ O UNA FUNZIONE CHE CONCORRA AL PROGRESSO MATERIALE O SPIRITUALE DELLA SOCIETÀ Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro60

61 Art. 32 Cost. LA REPUBBLICA TUTELA LA SALUTE COME FONDAMENTALE DIRITTO DELLINDIVIDUO E INTERESSE DELLA COLLETTIVITÀ, E GARANTISCE CURE GRATUITE AGLI INDIGENTI …… omississ …… Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro61

62 Art. 35 Cost. LA REPUBBLICA TUTELA IL LAVORO IN TUTTE LE SUE FORME ED APPLICAZIONI ……omississ…… Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro62

63 Art. 41 Cost. LINIZIATIVA ECONOMICA È LIBERA. NON PUÒ SVOLGERSI IN CONTRASTO CON LUTILITÀ SOCIALE O IN MODO DA RECARE DANNO ALLA SICUREZZA, ALLA LIBERTÀ, ALLA DIGNITÀ UMANA NON PUÒ SVOLGERSI IN CONTRASTO CON LUTILITÀ SOCIALE O IN MODO DA RECARE DANNO ALLA SICUREZZA, ALLA LIBERTÀ, ALLA DIGNITÀ UMANA …… OMISSISS …… Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro63

64 LA SALUTE E LA SICUREZZA DELLINDIVIDUO SONO BENI FONDAMENTALI E PRIORITARI RISPETTO A QUALSIASI ALTRO BENE, VALORE O INTERESSE CONTRASTANTE Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro64

65 Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro65

66 PER QUALSIASI INFORMAZIONE O COLLABORAZIONE LEGALE SONO DISPONIBILE PRESSO: cell: Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro66


Scaricare ppt "1Dr. Luciano Figus - Ispettore del Lavoro. 2 E REGOLATO DALLA COSTITUZIONE, DAL CODICE CIVILE, DA MOLTE LEGGI SPECIALI (COME LO STATUTO DEI LAVORATORI,"

Presentazioni simili


Annunci Google