La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SE QUESTO E UN PIANO REGOLATORE LOTTAVO MUNICIPIO NELLA MORSA DEL CEMENTO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SE QUESTO E UN PIANO REGOLATORE LOTTAVO MUNICIPIO NELLA MORSA DEL CEMENTO."— Transcript della presentazione:

1 SE QUESTO E UN PIANO REGOLATORE LOTTAVO MUNICIPIO NELLA MORSA DEL CEMENTO.

2 Verde, Servizi Pubblici, Mobilità, Partecipazione,Tutela del patrimonio Storico e Ambientale… Era quanto annunciavano politici e giornali prima, durante e dopo lapprovazione del nuovo Piano Regolatore. La realtà che andiamo a illustrare dimostrerà il contrario. Molti abitanti ignorano cosa sta per succedere. Questo lavoro è dedicato a loro.

3 ANTEFATTO In questi anni comitati e associazioni hanno assiduamente informato lamministrazione sulle condizioni di dissesto urbanistico, ambientale, e sociale del Municipio VIII. Dappresso si scorgono le risposte.

4 Numeri del piano regolatore Nella tabella 2 dellallegato C alla proposta di controdeduzioni, deliberata da Giunta e Consiglio Comunale, è indicato lammontare del verde pubblico in municipio VIII: 863 ettari per abitanti; 32,4 mq pro-capite. Attualmente vi sono quartieri sprovvisti di verde fruibile e servizi. Le controdeduzioni del nuovo Prg e la variante del 22 marzo (delibera n. 65) consegneranno le ultime aree promesse per il ripristino di standard minimi alla speculazione edilizia. Forse quella tabella non dice il vero.

5 Aree che il piano destinava a verde pubblico e servizi per ripristinare gli standard in periferia, ma che nella fase finale di approvazione ha reso edificabili. I proprietari possono realizzare speculazioni edilizie negli spazi promessi alla collettività. Il verde pubblico scippato

6 Il Verde Pubblico scippato:

7 Il Verde Pubblico scippato:

8 Il Verde Pubblico scippato:

9 Il Verde Pubblico scippato con la variante dellora dopo:

10 Il Verde Pubblico scippato e lavariante dellora dopo:

11 Il Verde scippato con la variante dellora dopo:

12 Senza contare le aree che il Comune conteggia come verde pubblico, ma che da anni risultano occupate da privati con recinzioni ed edifici. Verde fittizio, che gonfia gli ettari della città verde.

13 Verde Pubblico fittizio:

14 La tutela dellAgro Romano… In queste immagini esempi di aree agricole (con vincolo assoluto di edificabilità), che il Piano Regolatore nella fase finale di approvazione (controdeduzioni), rende edificabili ai privati.

15 La Tutela dellAgro Romano…

16 La Tutela dellAgro Romano…

17 La Tutela dellAgro Romano…

18 La Tutela dellAgro Romano…

19 La Tutela dellAgro Romano…

20 Senza contare lAgro Romano sulla carta, occupato da attività che non hanno nulla a che vedere con la destinazione stabilita, né con la tutela del paesaggio.

21 Il consumo di suolo Illustriamo ora i grandi spazi di VERDE superstite nel municipio che saranno cancellati da massicci insediamenti, grazie ai quali si completerà la saldatura dei quartieri, con incalcolabili ricadute su mobilità e inquinamento.

22 Il Consumo di Suolo:

23 Il Consumo di Suolo: Nel virgolettato lassessore Morassut ammette la vera natura delle Centralità Urbane: Dalladozione del Prg, sono stati presentati gli schemi di assetto preliminare per diverse centralità da pianificare. Listruttoria predisposta dagli uffici comunali ha evidenziato da un lato le difficoltà da parte dei progetti presentati a garantire la subordinazione alla preventiva e contestuale realizzazione delle infrastrutture ferroviarie; mentre dallaltro lato, ha evidenziato una tendenza ad impoverire il contenuto di servizi ed attrezzature delle centralità a scapito delle funzioni più solvibili sul mercato immobiliare (residenze e attrezzature commerciali).

24 Il Consumo di Suolo:

25 Il Consumo di Suolo:

26 Il Consumo di Suolo:

27 Il Consumo di Suolo:

28 SE I DIRITTI DIVENTANO SOGNI… Sabato 20 maggio 2006 i bambini di Finocchio sono scesi in piazza con insegnanti e genitori per denunciare lassenza di spazi verdi nel loro quartiere: hanno esposto 300 disegni e lettere.

29 Nei disegni hanno sottolineato il contrasto tra la realtà in cui vivono…

30 … E quella che sognano:

31 Con tante lettere hanno espresso un desiderio…

32 …Intanto a Rocca Cencia si è alzata la prima gru. Non porterà un parco, ma altro cemento: un nuovo quartiere con altri bambini pieni di sogni e privi di diritti. E di ascolto. Simone Paoletti (CdQ Casilina 18)


Scaricare ppt "SE QUESTO E UN PIANO REGOLATORE LOTTAVO MUNICIPIO NELLA MORSA DEL CEMENTO."

Presentazioni simili


Annunci Google