La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL CUORE DEL MAIALE Lucia Landino – Laura De Biase II MEDIA * Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL CUORE DEL MAIALE Lucia Landino – Laura De Biase II MEDIA * Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De."— Transcript della presentazione:

1 IL CUORE DEL MAIALE Lucia Landino – Laura De Biase II MEDIA * Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A Questanno la nostra classe ha effettuato un progetto di laboratorio scientifico che ha suscitato particolarmente il nostro interesse. Abbiamo scelto questo esperimento sul cuore, attratte dalla curiosità per la sua complessità ed affascinate dai molteplici meccanismi alla base del funzionamento di questorgano vitale. * con la collaborazione del cardiologo dott. Pietro Landino

2 IL CUORE DEL MAIALE Lucia Landino – Laura De Biase II MEDIA Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A

3 MATERIALI: 1.Cuore del Maiale 2.Bisturi 3.Guanti Lucia Landino Laura De Biase II A FACCIA ANTERIORE FACCIA POSTERIORE

4 METODI: 1.Con il bisturi si analizzano le varie parti del cuore. VALVOLA TRICUSPIDEMUSCOLO PAPILLARE Lucia Landino Laura De Biase II A

5 Le facce del cuore Lucia Landino Laura De Biase II A

6 IL CUORE Il cuore ha il compito di pompare sangue che circola in tutto il corpo e, passando per i polmoni, si carica di ossigeno e rilascia diossido di carbonio. Il cuore ha il compito di pompare sangue che circola in tutto il corpo e, passando per i polmoni, si carica di ossigeno e rilascia diossido di carbonio. Il cuore è situato tra i polmoni, e si appoggia sul diaframma. Il cuore è situato tra i polmoni, e si appoggia sul diaframma. Lucia Landino Laura De Biase II A

7 La struttura: parete La parete del cuore è costituita da tre strati: La parete del cuore è costituita da tre strati: epicardio: strato sottile e trasparente, costituito da mesotelio e tessuto connettivale; epicardio: strato sottile e trasparente, costituito da mesotelio e tessuto connettivale; miocardio: consiste di tessuto muscolare cardiaco ed è il più spesso; miocardio: consiste di tessuto muscolare cardiaco ed è il più spesso; endocardio: sottile strato di endotelio che tappezza linterno del miocardio. endocardio: sottile strato di endotelio che tappezza linterno del miocardio. Lucia Landino Laura De Biase II A

8 Si presenta come un ibrido dei due tessuti muscolari presenti nel corpo umano (tessuto muscolare scheletrico o striato e tessuto muscolare liscio). Come il tessuto liscio : è un muscolo che non dipende dalla nostra volontà; allo stimolo elettrico si comporta contraendosi come un'unica fibra, per questo è da considerarsi come un sincizio funzionale. Come il tessuto striato : assicura un'azione potente e rapida, in grado di assicurare a tutti gli organi e tessuti l'apporto di sangue; presenta le caratteristiche striature del tessuto scheletrico; presenta cellule ben distinte tra loro, quindi non si può considerare un sincizio anatomico. La struttura: miocardio Lucia Landino Laura De Biase II A

9 La struttura: pericardio Il cuore è avvolto da una membrana protettiva detta pericardio, distinta in: Il cuore è avvolto da una membrana protettiva detta pericardio, distinta in: pericardio fibroso: di tessuto connettivo che previene e impedisce liperestensione del cuore; pericardio fibroso: di tessuto connettivo che previene e impedisce liperestensione del cuore; pericardio sieroso, più sottile e delicato, costituito da due membrane, entro le quali scorre il liquido pericardico. pericardio sieroso, più sottile e delicato, costituito da due membrane, entro le quali scorre il liquido pericardico. pericardio fibroso: di tessuto connettivo che previene e impedisce liperestensione del cuore; pericardio fibroso: di tessuto connettivo che previene e impedisce liperestensione del cuore; pericardio sieroso, più sottile e delicato, costituito da due membrane, entro le quali scorre il liquido pericardico. pericardio sieroso, più sottile e delicato, costituito da due membrane, entro le quali scorre il liquido pericardico. Cavità Pericardica: 2-3 cc di liquido che tiene adesi i foglietti parietale e viscerale. Lucia Landino Laura De Biase II A

10 La struttura: le cavità Il cuore contiene quattro cavità: Il cuore contiene quattro cavità: atri: due superiori; atri: due superiori; ventricoli: due inferiori. ventricoli: due inferiori. I due atri sono separati dal setto interatriale i ventricoli dal setto interventricolare I due atri sono separati dal setto interatriale i ventricoli dal setto interventricolare Lucia Landino Laura De Biase II A

11 La struttura: i vasi Le vene sono i vasi sanguigni che riportano il sangue al cuore. Le vene sono i vasi sanguigni che riportano il sangue al cuore. Le arterie sono i vasi sanguigni che portano il sangue lontano dal cuore. Le arterie sono i vasi sanguigni che portano il sangue lontano dal cuore. Lucia Landino Laura De Biase II A

12 La struttura: valvole Ogni cavità cardiaca è dotata di una valvola, costituita da un denso tessuto connettivo, per impedire il reflusso del sangue nella direzione sbagliata. Le valvole atrioventricolari (AV) si trovano fra atri e ventricoli e sono: Ogni cavità cardiaca è dotata di una valvola, costituita da un denso tessuto connettivo, per impedire il reflusso del sangue nella direzione sbagliata. Le valvole atrioventricolari (AV) si trovano fra atri e ventricoli e sono: tricuspide: fra atrio e ventricolo destro; tricuspide: fra atrio e ventricolo destro; bicuspide (o mitrale): fra atrio e ventricolo sinistro. bicuspide (o mitrale): fra atrio e ventricolo sinistro. Lucia Landino Laura De Biase II A

13 La struttura: valvole Le valvole semilunari impediscono il reflusso di sangue dalle arterie al cuore e sono la valvola polmonare e la valvola aortica. Le valvole semilunari impediscono il reflusso di sangue dalle arterie al cuore e sono la valvola polmonare e la valvola aortica. Lucia Landino Laura De Biase II A

14 Il flusso ematico nel cuore Il sangue scorre attraverso il cuore dalle aree a pressione maggiore a quelle a pressione minore con conseguente apertura delle valvole e contrazione delle camere successive. Il sangue scorre attraverso il cuore dalle aree a pressione maggiore a quelle a pressione minore con conseguente apertura delle valvole e contrazione delle camere successive. Le arterie coronarie destra e sinistra distribuiscono sangue al cuore; le vene coronarie drenano il sangue dal cuore al seno coronario. Le arterie coronarie destra e sinistra distribuiscono sangue al cuore; le vene coronarie drenano il sangue dal cuore al seno coronario. Discendente anteriore Circonflessa Destra Lucia Landino Laura De Biase II A

15 Il battito cardiaco L1% delle fibre muscolari cardiache sono in grado di generare potenziali di azione secondo uno schema ritmico svolgendo due importanti funzioni: L1% delle fibre muscolari cardiache sono in grado di generare potenziali di azione secondo uno schema ritmico svolgendo due importanti funzioni: 1. agiscono da pacemaker regolando il ritmo del cuore; 2. formano il sistema di conduzione cioè la via seguita dai potenziali di azione che attraversano il muscolo cardiaco. In tal modo le cavità cardiache sono stimolate a contrarsi in maniera coordinata. Lucia Landino Laura De Biase II A

16 Il battito cardiaco Lucia Landino Laura De Biase II A

17 Il battito cardiaco 1. Leccitazione inizia nel nodo senoatriale (SA) nella parete dellatrio destro; 2. il potenziale di azione si trasmette attraverso le fibre muscolari atriali fino al nodo atrioventricolare (AV); 3. dal nodo AV il potenziale di azione passa nel fascio atrioventricolare (AV). Lucia Landino Laura De Biase II A

18 Il battito cardiaco 4. si trasmette alle branche destra e sinistra del fascio che corrono verso lapice del cuore; 5. le fibre del Purkinje conducono il potenziale di azione prima allapice e poi al resto del miocardio ventricolare. Lucia Landino Laura De Biase II A

19 Il ciclo cardiaco Ogni ciclo cardiaco comprende tutti gli eventi associati al battito cardiaco e dura circa 0,8 secondi. Ogni ciclo cardiaco comprende tutti gli eventi associati al battito cardiaco e dura circa 0,8 secondi. Il termine sistole si riferisce alla fase di contrazione. Il termine sistole si riferisce alla fase di contrazione. Il termine diastole alla fase di rilasciamento. Il termine diastole alla fase di rilasciamento. Lucia Landino Laura De Biase II A

20 Il ciclo cardiaco Il ciclo cardiaco si divide in due fasi: Il ciclo cardiaco si divide in due fasi: DIASTOLE DIASTOLE 1. fase di rilasciamento ventricolare; 2. sistole atriale (contrazione); SISTOLE SISTOLE 1. sistole ventricolare (contrazione). Rilasciamento Sistole Atriale Sistole Ventricolare Lucia Landino Laura De Biase II A

21 Il ciclo cardiaco Il volume di sangue emesso ogni minuto dal ventricolo sinistro nellaorta è definito gittata cardiaca. Il volume di sangue emesso ogni minuto dal ventricolo sinistro nellaorta è definito gittata cardiaca. La gittata cardiaca è determinata da: La gittata cardiaca è determinata da: gittata sistolica: sangue emesso dal ventricolo sinistro durante ogni battito; gittata sistolica: sangue emesso dal ventricolo sinistro durante ogni battito; frequenza cardiaca: numero di battiti al minuto. frequenza cardiaca: numero di battiti al minuto. Lucia Landino Laura De Biase II A

22 I fattori che influenzano la frequenza cardiaca (1) Il ritmo cardiaco normalmente è di battiti al minuto. Il ritmo cardiaco normalmente è di battiti al minuto. I tessuti richiedono lafflusso di volumi di sangue differenziati secondo le diverse condizioni. I tessuti richiedono lafflusso di volumi di sangue differenziati secondo le diverse condizioni. I fattori più importanti nella regolazione della frequenza cardiaca sono il sistema nervoso autonomo e gli ormoni adrenalina e noradrenalina, rilasciati dalle ghiandole surrenali. I fattori più importanti nella regolazione della frequenza cardiaca sono il sistema nervoso autonomo e gli ormoni adrenalina e noradrenalina, rilasciati dalle ghiandole surrenali. Lucia Landino Laura De Biase II A

23 I fattori che influenzano la frequenza cardiaca (2) La regolazione del cuore da parte del sistema nervoso ha luogo nel centro cardiovascolare (CV), situato nel midollo allungato. La regolazione del cuore da parte del sistema nervoso ha luogo nel centro cardiovascolare (CV), situato nel midollo allungato. Da esso partono i neuroni simpatici che raggiungono il cuore attraverso i nervi cardiaci acceleratori, come anche i neuroni parasimpatici che raggiungono il cuore attraverso i nervi vaghi. Da esso partono i neuroni simpatici che raggiungono il cuore attraverso i nervi cardiaci acceleratori, come anche i neuroni parasimpatici che raggiungono il cuore attraverso i nervi vaghi. Lucia Landino Laura De Biase II A

24 GRAZIE PER LATTENZIONE Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A


Scaricare ppt "IL CUORE DEL MAIALE Lucia Landino – Laura De Biase II MEDIA * Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De Biase II A Lucia Landino Laura De."

Presentazioni simili


Annunci Google