La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Larca di Noè Il mito è svelato Dani Giorgia Pintonello Matteo Zattin Filippo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Larca di Noè Il mito è svelato Dani Giorgia Pintonello Matteo Zattin Filippo."— Transcript della presentazione:

1 Larca di Noè Il mito è svelato Dani Giorgia Pintonello Matteo Zattin Filippo

2 […]Ecco come devi farla: l'arca avrà 300 cubiti di lunghezza, 50 di larghezza e 30 di altezza. Farai nell'arca un tetto e, a un cubito più sopra, la terminerai; da un lato metterai la porta dell'arca. La farai a piani: inferiore, medio e superiore.[…] Dato che un cubito è circa 50 cm le dimensioni in metri sono 150x25x15. Larca ha inoltre un tetto con bolzone di 0,5 metri e ha 3 piani. Ma una nave del genere poteva essere costruita e soprattutto navigare?

3 Proiezione Ortogonale

4 I tempi Secondo i dati biblici Noè con i figli Sem Cam e Iafet con le relative mogli la costruirono in 7 giorni. La nave salpò il 17° giorno del 2° mese dellanno in cui Noè aveva 600 anni e toccò nuovamente terra il 27° giorno del 2° mese dellanno in cui Noè aveva 601 anni. Poco più di un anno di viaggio, quindi. Ma veramente 8 persone potevano costruire una simile nave in 7 giorni? Confrontiamo il loro lavoro con quello degli operai della Serenissima

5 La Serenissima Sappiamo da fonti storiche che lArsenale di Venezia, uno dei più grandi cantieri navali al mondo, grazie allintenso sforzo di operai riusciva a produrre, nei periodi di massima urgenza, una galea al giorno, la cui lunghezza si aggirava attorno ai 40 m, quindi in 7 giorni 2000 operai potevano costruire una nave lunga 280 m. Ci interroghiamo su come la manovalanza di solo 8 persone (tra cui 4 donne) sia riuscita a produrre in solo 7 giorni unimbarcazione lunga ben 150 m!

6 Quindi in 7 giorni 2000 operai potevano costruire una nave lunga 280 m operai : 280 m = x operai : 150 m x = 1071 operai 1071/ 8 = 134 Di conseguenza ognuna delle 8 persone che hanno contribuito alla costruzione dellarca aveva la forza lavoro di 134 operai veneziani! Ci vediamo costretti a supporre che siano stati aiutati dagli animali o, per i credenti, da Dio.

7 Equipaggio Oltre a Noè, Sem, Cam, Iafet e le rispettive mogli cerano, chiaramente anche numerosi animali. Secondo una stima di J. Woodmorappe erano imbarcati a bordo 7428 mammiferi, 4602 uccelli, 3724 rettili e anfibi : egli utilizza nel suo conto un tipo di animale vivente o estinto per ogni genere, situati nella regione dellAnatolia. Seguendo le indicazioni di Dio, Noè imbarca ogni specie animale a coppie, in particolare una coppia di impuri e 7 coppie di puri.

8 I viveri Tutti quegli esseri viventi dovevano pure mangiare e bere! Ipotizziamo che in un anno ogni animale mangi e beva una quantità di cibo pari a 11 volte il proprio peso corporeo (come lessere umano). Per quanto riguarda lacqua, navigando nel mezzo delle acque piovane (quindi dolci e potabili), lequipaggio non avrebbe avuto bisogno di altro oltre che di secchi!

9 Il cargo Ci interroghiamo se larca, vista la sua insolita forma e dimensioni e cargo ingenti, possa galleggiare o meno. Considerando che il peso medio di un animale a bordo sia di 100 kg, abbiamo svolto i seguenti calcoli: PESO DEL CARGO -massa animali + cibo animali x 1200 kg (ovvero il peso di un animale + il cibo da esso mangiato in un anno) = kg -peso animali + cibo kg x 9,8= N

10 Il peso della nave Supponendo le pareti larghe 50 cm … -volume tetto 12,51 x 150 x 0,5 x 2 = 1876,5 m 3 -volume parti orizzontali 150x24,5x0,5 x 3 = 5512,5 m 3 - volume poppa e prua 15 x 24,5 x 0,5 x 2 = 367,5 m 3 -volume parti laterali 150x15x0,5x2 = 2250 m 3 - volume totale = 10006,5 m 3 Supponendo che la nave fosse fatta di cedro, la cui densità è di circa 500 kg/m 3 (in quanto la Bibbia dice che Noè utilizzò un legno resinoso della regione), calcoliamo ora il peso dellimbarcazione: ρ gV= 500 x 9,8 x 10006,5 = N

11 Galleggiava o no? Peso barca + peso cargo e equipaggio = N LINEA DI GALLEGGIAMENTO Per il principio di Archimede S A = P = N S A = P = ρ H2O gV V= P/ ρ g = 24203,25 h Linea di galleggiamento = V/S base = 6,4 m AVREBBE GALLEGGIATO ABBONDANTEMENTE!!!

12 È importante sottolineare che secondo i nostri calcoli la nave conteneva 24 tonnellate, ma sarebbe stata capace di reggerne altre 32!!! Sicuramente i dati da noi utilizzati non sono precisi ma la nave avrebbe galleggiato comunque in acqua anche con un carico pesante due volte e mezzo!

13 Stabilità Quandè che una nave è stabile? Quando il suo metacentro, ovvero il punto sullasse della nave sulla verticale del centro di spinta (ovvero il baricentro della parte immersa, dove si esercita la spinta di Archimede), è sopra il baricentro la nave è stabile, altrimenti si ribalterà. Ecco lo schema di un rollaggio dellArca ottenuto col programma Roll Calculator

14 Metacentro Centro di spinta Baricentro

15 Visto che il baricentro G è sotto il punto M, la nave tornerà automaticamente nel suo asse. In ogni caso lo staff del Korea Research Institute of Ships and Engineering di Taejon ha fatto unintero studio sulla stabilità dellarca, consultabile al link: ty_aig.htm ty_aig.htm Le seguenti immagini sono state create applicando i risultati di quella ricerca.

16 Larca, perfetta tra stabilità, resistenza e comodità

17 Se più comoda, più debole e instabile

18 Se più resistente, più instabile

19 Se più stabile, molto scomoda (alto rischio di mal di mare)

20 Il problema della pressione Sottacqua la pressione dellacqua avrebbe curvato (e forse rotto) le pareti: Ecco una possibile soluzione:

21 Stabile in acqua ma con le onde? Durante unonda la nave si troverebbe in una situazione simile: Come si vede dalle immagini il metacentro è comunque sopra il baricentro. E il vento? Secondo lo studioso Collins sarebbe stato necessario un vento di 388 km/h per ribaltare la nave, quindi è altamente improbabile che lArca affondi, se costruita.

22 Limpregnante Per non far marcire il legno Noè avrebbe dovuto utilizzare dellimpregnante. Che cosa aveva a disposizione? Il più probabile è una pece naturale o resina ricavabile da alcuni pini:

23 Ipotesi per le bevitoie Se per il cibo lunico modo di consegnarlo era a mano (o a zampa se gli animali se lo prendevano da soli), come fare con lacqua? Ecco alcune ipotesi:

24 Conclusione In conclusione abbiamo verificato che sarebbe comunque stato possibile, con un lavoro immane, costruire lArca. Per noi resta una leggenda, però…

25 Sitografia _legends.htm _legends.htm review.html review.html


Scaricare ppt "Larca di Noè Il mito è svelato Dani Giorgia Pintonello Matteo Zattin Filippo."

Presentazioni simili


Annunci Google