La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Abitare a Roma 1. Introduzione 2. Le diverse abitazioni A. Il « Domus » B. L' « insula » 3. Conclusione a- l« atrium » b- il « tablinum » c- il « triclinum.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Abitare a Roma 1. Introduzione 2. Le diverse abitazioni A. Il « Domus » B. L' « insula » 3. Conclusione a- l« atrium » b- il « tablinum » c- il « triclinum."— Transcript della presentazione:

1 Abitare a Roma 1. Introduzione 2. Le diverse abitazioni A. Il « Domus » B. L' « insula » 3. Conclusione a- l« atrium » b- il « tablinum » c- il « triclinum » d- il larario e- il « caldrium » f- le decorazioni g- i giardini

2 1. Introduzione Grazie allo stato di conservazione delle abitazioni romane, sappiamo esattamente com'erano tutte le stanze della casa di un ricco romano.

3 2. Le diverse abitazioni Esistono differenti tipi di abitazioni all'epoca romana. A- il « Domus » I ricchi romani avevano differenti case, chiamate « Domus ». Ecco le stanze di questa casa :

4 a- L « atrium » : L' « atrium » è l'ingresso principale. Comportava un'apertura nel tetto, il « compluvium », dal quale la luce penetrava. Sotto questo, una piccola vasca rettangolare, L' « impluvium », permetteva di raccogliere l'acqua di pioggia. L' « atrium » era lo spazio piu frequentato della casa.

5 b- Il « tablinum » Dietro l' « atrium », il « tablinum » ( o studio ) dava spesso sul gardino. Il padrone della casa ci riceveva i suoi « clienti », che venivano da lui chiedere dei favori.Era il suo spazzio di lavoro. Nel « tablinum », una cassetta di sicurezza proteggeva i documenti preziosi della famiglia.

6 c- Il « triclinium » Il « triclinium » (sala da pranzo) era chiamato cosi perche aveva tre letti sul quale la gente si installava per cenare. In più del « triclinium » principale, certe case ne avevano un'altro all'aria libera, dove si poteva mangiare l'estate. Le piatteforme dovevano essere guarnite di comodi cuscini.

7 d- Il larario Ogni casa aveva un piccolo altare, il larario, dove si facevano delle offerte ai dei, e che badava alla famiglia e alla casa. Questo evoca un piccolo tempio.

8 e- Il « caldarium » : La maggior parte dei romani andavano alle terme pubbliche, ma alcune ricche case avevano delle terme private, il « caldarium » ( o sala calda ). Era attrezzato con un sistema di riscaldamento che veniva dal suolo, ed era molto costoso di provvedere alla sua manutenzione.

9 f- Le decorazioni Le case romane (i « domus ») erano riccamente decorate, essenzialmente con delle pitture murali. Erano pitture in « trompe l'œil » (colonne, finestre o porte ). Ci si trovavano anche scene mitologiche e paesaggi reali. ________________ L' « atrium », secondo le case, poteva servire nello stesso tempo di cucina, di sala da pranzo e di stanza da letto. Le case erano protette dai ladri perché le poche finestre che davano sull' esterno erano molto piccole.

10 g- I giardini I ricchi romani avevano giardini molto bene intrattenuti con delle siepi (haies), dei sentieri, delle fontane, delle statue e delle colonne (come i giardini di Versailles).

11 B- L' « insula » La gente meno ricca e i poveri abitavano dentro immobili a piu piani chiamati « insulae ». Alcuni di questi immobili facevano piu di 20 metri di altezza e fino a 7 piani.I piu ricchi abitavano i piani inferiori. I piu poveri abitavano sotto il tetto dove bisognava salire e dove c'era piu pericolo di essere preso in un incendio. Generalemente, i piani superiori erano di legno(en bois).Nei piani non c'era ne « atrium », ne cammino (cheminée), ne acqua.

12

13 3. Concluzione Grazie allo stato di conservazione delle abitazioni romane, possiamo ancora oggi immaginare come era la vita degli abitanti romani. Le precauzioni che sono prese nel restauro delle vestigie come Pompei, ci rendono unidea molto precisa di questo patrimonio che dobbiamo mantenere per le generazioni future. Todavia, potrete notare che oggi e cambiata l' importanza che si dava prima ai piani inferiori di un immobile. Ormai, i piani piu cari sono quelli piu alti dove la vista e migliore. Meno male per noi, in tutti i piani abbiamo l'acqua, i riscaldamenti e tutte le comodità.


Scaricare ppt "Abitare a Roma 1. Introduzione 2. Le diverse abitazioni A. Il « Domus » B. L' « insula » 3. Conclusione a- l« atrium » b- il « tablinum » c- il « triclinum."

Presentazioni simili


Annunci Google