La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gaetano Ascenzi Il progetto di Confindustria Marche Innovazione e Ricerca In collaborazione con: Confindustria Ancona Confindustria Ascoli Piceno Confindustria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gaetano Ascenzi Il progetto di Confindustria Marche Innovazione e Ricerca In collaborazione con: Confindustria Ancona Confindustria Ascoli Piceno Confindustria."— Transcript della presentazione:

1 Gaetano Ascenzi Il progetto di Confindustria Marche Innovazione e Ricerca In collaborazione con: Confindustria Ancona Confindustria Ascoli Piceno Confindustria Macerata Confindustria Pesaro Urbino

2 Nome del progetto: Marche x Imprese X Innovazione Progetto MI 2 Progetto MI 2 Obiettivo: realizzazione di un progetto volto a favorire la diffusione della cultura dellInnovazione come elemento di successo dellimpresa. Il progetto ha come obiettivo la creazione di un sistema di relazioni dedicate alla Ricerca e allInnovazione. Modalità operativa: elaborazione di attività in grado di incidere su alcuni fattori che limitano linnovazione: riduzione della distanza tra istituzioni preposte alla ricerca e le imprese in un quadro di rete dellInnovazione; coinvolgimento delle banche nel processo di valutazione; accelerazione del processo di rinnovamento verso una modalità di pensiero non prevedibile. IDENTITA DEL PROGETTO Risultati: realizzazione di un servizio stabile, Innovation Office, allinterno di Confindustria Marche, in grado di dare continuità operativa allobiettivo del progetto, nellambito di una rete regionale tra le sedi territoriali SINTESI = MI 2 = MI 2

3 Approccio non tradizionale: « Il problema non è quello di avere idee innovative ma di liberarsi di quelle vecchie e prevedibili» MODALITA DI SVILUPPO DEL PROGETTO APPROCCIO TRADIZIONALE Il progetto non si referenzia allinterno di Confindustria ma assume un approccio di rete Si evitano attività di studio e analisi partendo dalla convinzione che il momento storico che viviamo richiede un intervento che non agisce per velocità ma, addirittura, per accelerazione. Si assume la convinzione che ogni azienda, dalla più piccola alla più grande, fa Innovazione per il fatto stesso che si trova sul mercato e fa profitti. Di questo, raramente, limprenditore ha consapevolezza. Studio dello scenario e sintesi di soluzioni a forte impatto organizzativo ed economico per lazienda e la struttura associativa. Il progetto si referenzia attraverso fondi pubblici Taglio progettuale dedicato a precise tipologie di aziende (grandi, medie, piccole) Le aziende sono un soggetto passivo rispetto alla proposizione Limpatto progettuale è fortemente teorico e le azioni concrete sono supportabili solo da aziende di una certa dimensione Progetto MI 2 Progetto MI 2

4 GLI ATTORI DEL PROGETTO Il progetto non cerca referenzialità allinterno del sistema Confindustriale ma genera il coinvolgimento di tutte le istituzioni che si occupano di innovazione in un unico tavolo di confronto. Rappresenta il tentativo di costruire una rete per lInnovazione dove ogni attore definisce il proprio ambito operativo in relazione agli altri, condividendo gli stessi obiettivi. Abbiamo definito i linguaggi e le modalità di comunicazione attraverso un dialogo dallesito non del tutto scontato. I risultati sono il Manuale dellInnovazione e il Business Plan. Manuale dellInnovazione Business Plan

5 RISULTATI – I MANUALI Progetto MI 2 Progetto MI 2 I documenti sono strutturati secondo un iter logico-temporale. Il linguaggio non è tecnico. Il taglio informativo è estremamente pratico. Presenti riferimenti bibliografici, indirizzi utili e riferimenti normativi

6 Come prima attività abbiamo generato il linguaggio di comunicazione attraverso due strumenti operativi che rappresentano due momenti di sintesi: - il Manuale dellInnovazione è una guida per affrontare linnovazione: per lazienda che si avvicina allinnovazione rappresenta una guida per affrontare il percorso; per lazienda già impegnata nellinnovazione fornisce utili elementi di approfondimento. - il Glossario dellInnovazione contiene tutti i termini che sono usati solitamente nellambito dellinnovazione. E una guida veloce per una lettura consapevole di Leggi, Bandi, ecc.

7 RISULTATI – Business Plan dedicato alla presentazione di progetti legati all Innovazione Momento di sintesi nella gestione della relazione Imprese - Banche attraverso una serie di incontri e valutazioni plenarie. Lobiettivo è di condividere il documento con le Banche per utilizzarlo come sistema unico di comunicazione per presentare progetti al mondo del credito locale, creando un sistema di convenzioni affinchè le aziende che presentano questo format siano convogliate lungo un canale privilegiato. E importante il coinvolgimento dei Confidi come elemento di raccordo. La struttura del documento è a schede secondo uno schema che privilegia lautoanalisi dellimpresa attraverso un percorso di domande

8 RISULTATI – U to A Format di incontri bimestrali a tema con lUniversità Politecnica delle Marche (previsti anche con altre università e enti di ricerca) per diminuire la distanza tra il mondo della ricerca e dellimpresa. Le aziende partecipano in maniera attiva anche condividendo il proprio profilo con le altre, per promuovere la reciproca conoscenza in ottica di rete e di business. Alcune territoriali (Ascoli e Fermo) si stanno impegnando nel generare gli A to A: incontri tra aziende per mettere in rete linnovazione che ogni azienda persegue. 2 incontri: tema delle energie rinnovabili e della meccanica. 100 partecipanti

9 FORMAZIONE DEL PERSONALE In collaborazione con la facoltà di Ingegneria dellUniversità Politecnica delle Marche abbiamo attivato un dottorato di ricerca sulla tematica dellinnovazione. La figura coinvolta fornisce un prezioso supporto alle attività e sviluppa un percorso formativo, anche a livello comunitario, di sicuro interesse per gli associati. Progetto MI 2 Progetto MI 2 Ing. Francesca Riccioni

10 Il programma di lavoro Mappature delle competenze attraverso lacquisizione delle informazioni necessarie a classificare le aziende marchigiane. Gli incontri A to A e U to A sono un utile strumento di acquisizione informativa come i database tematici regionali e comunitari Progetto MI 2 Progetto MI 2 In considerazione del gradimento riscontrato si intensificheranno le attività rivolte alla formazione-Informazione sia dal punto di vista scientifico che dal punto di vista economico attraverso la diffusione delle informazioni legate ai bandi regionali, nazionali ed europei Creazione dellInnovation Network come elemento di raccordo tra le esigenze degli associati, la struttura organizzativa Confindustriale, le Banche e Le Università. Uno dei primi risultati è la redazione dello schema di Business Plan dove Banca e Università hanno un ruolo di primo piano. Su questo tema assume un ruolo fondamentale la creazione della rete dei funzionari territoriali di Confindustria legati a Ricerca e Innovazione WORK IN PROGRESS

11 E un progetto ambizioso che intende fornire un supporto concreto alle aziende, cercando di superare gli inevitabili e fisiologici protezionismi. Progetto MI 2 Progetto MI 2 Mi permetto una chiusura nello stile che mi contraddistingue, per sottolineare quanto la Creatività, la Ricerca e lInnovazione siano elementi di successo, nonostante le apparenze. Sono due immagini che uso sempre per motivare i miei uomini quando dobbiamo intraprendere una nuova sfida Microsoft 1978 avreste pensato che… Stessa foto… nel 2008


Scaricare ppt "Gaetano Ascenzi Il progetto di Confindustria Marche Innovazione e Ricerca In collaborazione con: Confindustria Ancona Confindustria Ascoli Piceno Confindustria."

Presentazioni simili


Annunci Google