La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La vendita internazionale nel diritto italiano. 2 Tecniche di unificazione Legislativa Giurisprudenziale Dottrinale Contrattuale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La vendita internazionale nel diritto italiano. 2 Tecniche di unificazione Legislativa Giurisprudenziale Dottrinale Contrattuale."— Transcript della presentazione:

1 La vendita internazionale nel diritto italiano

2 2 Tecniche di unificazione Legislativa Giurisprudenziale Dottrinale Contrattuale

3 3 Convenzione per la compravendita internazionale di beni mobili UN-Kaufrecht (Übereinkommen der Vereinten Nationen über Verträge über den internationalen Warenverkauf) Wien, 1980 Antecedente storico nel 1964, LUVI e LUFC, ma scarso successo: pochi Stati (entra in vigore solo in 9 paesi) scarsa rilevanza del terzo mondo e dei paesi socialisti

4 4 Convenzione di Vienna 6 versioni adottata in 67 stati linguaggio semplice pochi articoli (101) unifica materia di LUVI e LUFC Dibattito civil law-common law, est-ovest, terzo mondo- paesi industrializzati

5 5 Contratti internazionali di vendita di beni mobili Internazionalità = si determina sulla base dellelemento soggettivo: sede daffari delle parti Compravendita = non definita da CISG ma da insieme di diritti e doveri si evince che la vendita è il contratto in virtù del quale: Venditore è obbligato a: consegnare i beni,trasferirne la proprietà,consegnare eventuali documenti Compratore è obbligato a: pagare il prezzo, prendere in consegna i beni

6 6 Ambito di applicazione (art. 1) 1. La presente Convenzione si applica ai contratti di vendita delle merci fra parti aventi la loro sede di affari in Stati diversi: a ) quando questi Stati sono Stati contraenti; o b ) quando le norme di diritto internazionale privato rimandano all'applicazione della legge di uno Stato contraente. 2. Non si terrà conto del fatto che le parti hanno la loro sede di affari in Stati diversi quando tale fatto non risulta né dal contratto, né da transazioni precedenti fra le parti, né da informazioni da queste fornite in qualsiasi momento prima della conclusione o al momento della conclusione del contratto. 3. Né la nazionalità delle parti, né il carattere civile o commerciale delle parti o del contratto saranno prese in considerazione per l'applicazione della presente Convenzione.

7 7 Principi di Diritto Europeo dei Contratti - dal 1982, Commissione Lando 1995 I parte: Adempimento Inadempimento Rimedi 1999 II parte Formazione Rappresentanza Validità Interpretazione Contenuto Effetti 2002 III Parte Prescrizione Compensazione Cessione dei crediti Accollo dei debiti Condizione e termine Illegalità e immoralità Pluralità di debitore e creditore Modi di estinzione dellobbligazione diversi dalladempimento

8 8 Codice Europeo dei Contratti Progetto Gandolfi Non creazione ex novo (tempi troppo lunghi) ma due modelli di riferimento: Codice italiano, IV libro. Posizione intermedia tra diritto francese e tedesco. Preferito al code civil perché non rispecchia più lo spirito del diritto francese attuale (troppo extra-codicistico) Codice McGregor English Law Commission, terminato nel 1972 (unificazione diritto inglese e scozzese).

9 9 Principi Unidroit dei Contratti Commerciali Internazionali - UNIDROIT GRUNDREGELN DER HANDELSVERTRÄGE Unificazione dottrinale I edizione Linguaggio semplice

10 10 I versione 1994: 7 capitoli – 119 articoli disposizioni generali formazione validità interpretazione contenuto adempimento in generale hardship inadempimento in generale diritto alladempimento Risoluzione risarcimento del danno 2004, nuova edizione: Compensazione Cessione dei crediti, trasferimento delle obbligazioni, cessione dei contratti Prescrizione Rappresentanza Contratto a favore di terzi

11 11 Ambito di applicazione Regole generali in materia di contratti commerciali internazionali Commerciali = esclusi i consumatori Non solo contratti di fornitura o scambio di beni e servizi, ma anche altri tipi di contratti economici (accordi di investimento, di concessione, servizi professionali) Internazionali = conflitti tra i rispettivi diritti nazionali.

12 12 Finalità dei Principi I Principi si applicano quando le parti hanno convenuto che il loro contratto sia da essi disciplinato quando le parti hanno convenuto che il loro contratto sia regolato dai principi generali del diritto, dalla lex mercatoria o simili. quando le parti non hanno scelto il diritto applicabile al loro contratto. possono essere utilizzati per linterpretazione o lintegrazione degli strumenti di diritto internazionale uniforme. possono essere utilizzati per linterpretazione o lintegrazione del diritto nazionale applicabile. I Principi possono servire come modello per i legislatori nazionali ed internazionali.

13 13 Principi Unidroit dei Contratti Commerciali Internazionali 2004 – II Edizione Applicazione

14 14

15 15 CFR Common Frame of Reference Quadro comune di riferimento Tool box Cantiere aperto sul diritto civile europeo Europeizzazione diritto privato Redazione di un vero codice? No, secondo alcuni giuristi i codici non solo un segno di disdicevole intervento legislativo degli organi comunitari ma un ingessamento dellevoluzione progressiva e graduale del diritto comunitario Diritto dei consumatori


Scaricare ppt "La vendita internazionale nel diritto italiano. 2 Tecniche di unificazione Legislativa Giurisprudenziale Dottrinale Contrattuale."

Presentazioni simili


Annunci Google