La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Bice Fubini, Università di Torino, Facoltà di Farmacia, Dip Chimica IFM e Centro interdipartimentale G.Scansetti per lo studio degli amianti e di altri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Bice Fubini, Università di Torino, Facoltà di Farmacia, Dip Chimica IFM e Centro interdipartimentale G.Scansetti per lo studio degli amianti e di altri."— Transcript della presentazione:

1 Bice Fubini, Università di Torino, Facoltà di Farmacia, Dip Chimica IFM e Centro interdipartimentale G.Scansetti per lo studio degli amianti e di altri particolati nocivi e Centro di eccellenza NIS Donne per la Difesa della Società Civile Le discriminazioni in nuovi valori e uno sguardo al doppio volto della chimica"

2 Donne e ricerca Discriminazioni e nuovi valori Chimica buona o cattiva? Naturale vs artificiale Che cosa minaccia il nostro benessere? Rischio reale e rischio percepito

3 Le donne come soggetto: come e quando hanno fatto scienza? Donne e ricerca Le donne come oggetto della scienza: trattate meglio o peggio che dagli altri saperi? Discriminazione, autoesclusione, valorizzazione Il femminile come valore

4 Le donne come oggetto della scienza: trattate meglio o peggio che dagli altri saperi?

5 In un mondo tutto dominato dagli uomini, chi ha più contribuito alla sottomissione e mortificazione delle donne? quali discipline sono state le più esclusivamente maschili? Le religioni? I pensieri filosofici? La medicina e le arti della cura? Le scienze sperimentali?

6 Ipazia ( ) Riconosciuta come grande scienziata, fatta uccidere dal vescovo Cirillo, Patriarca di Alessandria

7 Le scienze per le donne I metodo scientifico, attraverso la verifica sperimentale, ha progressivamente contribuito a smentire tutti i miti di superiorità del maschio

8 homunculus?

9 Nature, Marzo 2004 Il ruolo positivo della menopausa nellevoluzione della specie!

10 Le donne come soggetto come e quando hanno fatto scienza?

11 I movimenti Movimento suffragista Movimento femminista Partecipazione delle donne ai movimenti di liberazione in Europa Legalizzazione della vendita di anticoncezionali Regolamentazione dellinterruzione volontaria di gravidanza Leggi di parità sul lavoro In alcuni stati si promulgano leggi che promuovono azioni positive per la realizzazione di concreta parità tra i lavoratori e le lavoratrici Lo stato giuridico - suffragio universale (1918 UK, 1920 USA, 1945 Francia, 1946 Italia)

12 Lo stato giuridico - Suffragio universale (1918 UK, 1920 USA, 1945 Francia, 1946 Italia) Legalizzazione della vendita di anticoncezionali Regolamentazione dellinterruzione volontaria di gravidanza Leggi di parità sul lavoro Il pensiero scientifico Principio di conservazione della materia Teoria della evoluzione della specie Meccanica quantistica e relatività Struttura del DNA e inizio della biologia molecolare Nascita e sviluppo della genetica molecolare

13 Nobel/donne 1903, Fisica; 1911, Chimica - Maria Sklodowska Curie ( ) 1935, Chimica - Irene Joliot-Curie ( ) 1947, Medicina - Gerty Radnitz Cori, ( ) 1963, Fisica - Maria Goeppert Mayer ( ) 1964, Chimica - Dorothy Crowfoot Hodgkin( ) 1977, Medicina - Rosalyn Sussman Yalow (1921 -) 1983, Medicina - Barbara Mc Clintock ( ) 1986, Medicina - Rita Levi-Moltalcini (1909 -) 1988, Medicina - Gertrude B. Elion (1918 -) 1995, Medicina - Christiane Nusslein-Volhard (1942 -) Lo stato giuridico - suffragio universale (1918 UK, 1920 USA, 1945 Francia, 1946 Italia) Legalizzazione della vendita di anticoncezionali Regolamentazione dellinterruzione volontaria di gravidanza Leggi di parità sul lavoro

14 Erano donne molto maschili?

15 Pierre e Marie Curie Una vita piena, ma difficile

16 Ma oltre i Nobel quante women behind ?

17 Lise Meitner and Otto Hahn Cè chi invece, svolse il proprio lavoro all ombra di un uomo… e non ne ebbe i dovuti riconoscimenti

18 Quanti nobel negati ? Nettie Maria Stevens Jocelyn Bell-Burnell Chien-Shiung Wu Lise Meitner Rosalind Franklin (da una mostra curata da Lorenza Accusani e Sara Sesti)

19 Le discriminazioni La presenza di donne è sempre piramidale, più si va in alto, meno donne si trovano

20 Il soffitto di cristallo nella ricerca 60,4 46,1 32,8 36 6,8 17, IIIIII livelli di carriera donne uomini Figlie di Minerva, primo rapporto sulle carriere femminili negli enti pubblici di ricerca italiani, R.Palomba, F.Angeli

21 alluniversità o al CNR, fa lo stesso…. Figlie di Minerva, primo rapporto sulle carriere femminili negli enti pubblici di ricerca italiani, R.Palomba, F.Angeli ed 2001

22 Come valorizzare la componente femminile nelle scienze: merito o quote?

23 con quali criteri vengono assegnati? posto di lavoro sicuro strumenti gruppo di ricerca fondi collaborazioni locali attualmente a room of ones own scienze umane (Virginia Wolf) a laboratory of ones own ricerca sperimentale (Maria Sklodowska Curie)

24

25 È stato dimostrato che gli uomini sono favoriti loro hanno le quote! Nel maggio 1997 due neurobiologhe svedesi, Christine Wenneras e Agnes Wold, hanno pubblicato su "Nature", una ricerca su come il comitato direttivo dei Consiglio per la Ricerca Medica svedese assegnasse i fondi alle varie candidature. Hanno dimostrato con una rigorosa analisi statistica che "per ottenere lo stesso punteggio di un candidato, una candidata deve essere 2,6 volte più brava, aver pubblicato decine di articoli in più". Christine Wenneras and Agnes Wold, Nepotism and sexism in peer-review,. Nature 387, (1997).

26 le donne nel mondo della ricerca sono soggetti deboli come valorizzarle? con le quote? con role models? (modelli di donne positivi) cambiando i criteri di valutazione e promozione?

27 quali criteri? valutazione in base al merito invece di cooptazione in base allappartenenza garanzia che a un lavoro svolto bene corrisponderà un riconoscimento che permetta di raggiungere determinati obiettivi

28 Lo stesso concetto è stato espresso in USA, in Cina, in Giappone

29 Solo una valutazione corretta, accompagnata dal rispetto delle regole e dal rifiuto della logica delle cordate, palesi o occulte…, permetterà di difendere i soggetti deboli, ma meritevoli, dalla prepotenza degli arroganti incompetenti. La società civile lo richiede con massima urgenza!

30 Il femminile come valore

31 ricerche interdisciplinari occupazione ruoli con spirito di servizio formazione e passaggio del testimone capacità di collaborare Alcune caratteristiche di genere….

32 LEuropa ha recepito la grande importanza dell apporto delle donne alla scienza Integrating the gender dimension in FP6 projects The European policy of equal opportunities between women and men is….. The Treaty seeks not only to eliminate inequalities, but also to promote equality….. … womens participation in research must be encouraged both as scientists/technologists and within the evaluation, consultation and implementation processes, research must address womens needs, as much as mens needs, research must be carried out to contribute to an enhanced understanding of gender issues. Promoting women does not mean treating them in the same way as men. Mens characteristics, situations and needs are often taken as the norm, and – to have the same opportunities - women are expected to behave like them. Ensuring gender equality means giving equal consideration to the life patterns, needs and interests of both women and men. Gender mainstreaming thus includes also changing the working culture.

33 Le donne non sono un poblema, sono una risorsa ESOF 2006, Monaco di Baviera (European Sience Open Forum)

34 E la propensione di molte donne per alimenti biologici… …prodotti naturali medicine alternative... ? …bioarchitettura

35 Naturale vs artificiale Anche la cicuta ?

36 Chimica buona o cattiva?

37 La chimica …inquina

38 …ma permette di disinquinare e di riciclare

39 e di spiegare il blu ed il rosa di questi fiori

40 e perché il peperoncino brucia … e la menta dia un senso di fresco

41 La chimica (…) è una scienza nel mezzo, in molti sensi. Non si occupa di quarks o galassie, ma di molecole, che stanno appunto nel mezzo. E restano sospese tra diverse polarità: benefiche/dannose, pure/impure, naturali/artificiali, isolabili/mescolabili… Roal Hoffmann, 2007 Premio Nobel per la Chimica (intervista a Chemistry International 2007)

42 In pieno accordo con un libro di circa 20 anni fa …I nodi ci sono e non si risolvono gridando viva ed abbasso … bensì con la concretezza e la fiducia nella ragione umana, perché altri strumenti atti allo scopo non ci sono. Occorre, in una parola, sapere: non cedere agli entusiasmi né ai catastrofismi… (dalla prefazione di Primo Levi)

43 Pensiamo ad esempio alla morfina. Chiunque abbia subito unoperazione chirurgica sa quanto sia benefica. Eppure è una droga mortale, che crea dipendenza… tornando a Hoffmann

44 …Consideriamo ancora lozono: in alto, nellatmosfera, uno strato di esso ci protegge dalle pericolose radiazioni ultraviolette del Sole; a livello del mare, invece, è un prodotto dellinquinamento fotochimico, attacca i pneumatici delle auto e i polmoni degli uomini. E non è unaltra molecola, ma la stessa identica molecola. buono cattivo

45 Che cosa minaccia il nostro benessere? Spesso il rischio reale ed il rischio percepito differiscono di molto! Gli allarmi seguono più la moda che la ragione

46 Le nanoparticelle prodotte dalle nanotecnologie possono essere pericolose !

47 Il problema va affrontato nelle sue giuste dimensioni e con metodo scientifico

48 e, per finire, ecco che i vari mondi sfiorati oggi si incontrano… donne, materiali, nanotecnologie

49 Le donne scienziate Hanno dimostrato di possedere qualità utili in questo contesto: Hanno visioni ampie ed integrate del mondo; Hanno menti capaci di valicare confini disciplinari con originalità e libertà; Hanno intuizione ed immaginazione (la scienza non è solo razionalità); Sono soggetti nuovi, meno contaminati da modelli culturali dominanti; Hanno forte senso di responsabilità.

50 Lassociazione Nazionale Donne e Scienza L'Associazione "Donne e Scienza" ha come scopo principale quello di promuovere l'ingresso e la carriera delle donne nella ricerca scientifica, e di modificare istituzioni e strutture della scienza in base ad un'analisi critica della scienza contemporanea.

51 Le donne scienziate Quello che hanno già fatto: Sono finalmente consapevoli delle discriminazioni; Hanno attivato iniziative culturali e politiche per eliminarle; Hanno messo in atto pratiche innovative nella scienza e nel rapporto scienza e società, che hanno avuto successo; Hanno denunciato la parzialità della medicina contemporanea rispetto al genere, che ha, da sempre, assunto come riferimento il soggetto maschile; Hanno modificato profondamente discipline come lantropologia, la primatologia, la sociologia.

52 Che fare? Rimuovere la quota maschile, sulla base del merito. Cambiare le procedure di valutazione, rendendole trasparenti e sensibili alle qualità espresse dalle donne; Proponendo modelli di ruolo positivi di valorizzazione della competenza, della responsabilità, della qualità del lavoro; Restare quello che siamo, con l interezza del vissuto che ci portiamo dietro e dentro;

53

54 ….le fluttuazioni casuali di una qualsiasi caratteristica intorno a un valor medio sono descritte dallandamento di una curva detta gaussiana …..

55 le caratteristiche di genere non necessariamente corrispondono sempre al sesso anche la distribuzione di un qualsivoglia atteggiamento in una popolazione può essere descritta da una gaussiana. Ipotesi: tali distribuzioni sono diverse tra donne e uomini le curve si sovrappongono in parte uomini donne Il genere maschile Il genere femminile Il valor medio identifica il genere

56 Il genere maschile ha elaborato i criteri di valutazione Il maschile come valore I criteri di valutazione attuali favoriscono le caratteristiche maschili uomini donne Queste le donne che sono state cooptate

57 Le quote non farebbero che aumentare di poco le persone collocate allestremo del grafico le quote uomini donne

58 i nuovi criteri di valutazione i nuovi criteri di valutazione favorirebbero la maggioranza delle donne uomini donne criteri di valutazione scelti a partire dal genere femminile

59 Le donne cambieranno i key roles ……….. o i key roles cambieranno le donne? questioni aperte: più donne nella scienza… Più donne in posizione non subordinata né assimilata potranno agire da role models …..senza apparire lontane, diverse ? Il genere entra nel modo di fare e gestire la scienza. Ne cambieranno i contenuti, i metodi, gli indirizzi, le applicazioni, il modo di organizzare il lavoro di ricerca?

60 In alcune discipline molto è già cambiato Archeologia Primatologia Antropologia Psicologia … in altre, per ora, ad esempio Chimica o Fisica, è cambiato il modo di organizzare il lavoro di ricerca

61 Al di là di facili speculazioni…temi come questo un tempo non venivano studiati Nature, Aprile 2004


Scaricare ppt "Bice Fubini, Università di Torino, Facoltà di Farmacia, Dip Chimica IFM e Centro interdipartimentale G.Scansetti per lo studio degli amianti e di altri."

Presentazioni simili


Annunci Google