La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Indicatori di prestazione per la pianificazione e la sostenibilità ambientale dei sistemi acquedottistici Gianfranco Becciu, Alessandro Paoletti, Umberto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Indicatori di prestazione per la pianificazione e la sostenibilità ambientale dei sistemi acquedottistici Gianfranco Becciu, Alessandro Paoletti, Umberto."— Transcript della presentazione:

1 Indicatori di prestazione per la pianificazione e la sostenibilità ambientale dei sistemi acquedottistici Gianfranco Becciu, Alessandro Paoletti, Umberto Sanfilippo -Unità Operativa di Milano Workshop su Il ciclo delle acque in ambiente urbano, Taormina 7-9 marzo 2007

2 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 2 Schema logico-concettuale di un sistema acquedottistico RISORSE SISTEMA FISICO UTENTI Compatibilità ambientale Efficacia Adeguatezza Aspetti economico- gestionali Efficienza ATO, GESTORE Soddisfazione (livelli di servizio)

3 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 3 Obiettivi della ricerca - 1 Lobiettivo della U.O. di Milano è lo sviluppo di indici di prestazione di sistemi acquedottistici a supporto delle attività di pianificazione. Come scenario di riferimento si è considerata la situazione in cui il pianificatore possa disporre anche solo di informazioni lacunose e di tipo generale. 1.Uso di informazioni sulla linterconnessione tra gli elementi del sistema, ma non sulla sua topologia dettagliata; 2.Valutazioni funzionali, considerando parametri globali, ma senza simulazioni idrauliche; 3.Integrazione tra informazioni quantitative e qualitative.

4 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 4 Obiettivi della ricerca Sostenibilità delle fonti di approvvigionamento; 2.Identificazione di sprechi e/o usi non ottimali delle risorse idriche; 3.Ottimizzazione delle interconnessioni tra sistemi diversi; 4.Individuazione di criticità e squilibri funzionali tra le componenti del sistema. Gli aspetti principali su cui si è focalizzata lattenzione sono:

5 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 5 Componenti del sistema Il sistema è stato suddiviso in sette componenti o settori: Fonti di approvvigionamento Opere di presa Impianti di potabilizzazione Reti di adduzione Serbatoi Reti di distribuzione Centri urbani

6 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 6 Schema logico-funzionale degli indici AffidabilitàResilienzaVulnerabilità Efficacia Soddisfazione utenze Qualità del Servizio Aspetti Economico-gestionali Efficienza Sistema fisico Utenza ATO, Gestore Risorsa Compatibilità Ambientale e Spreco Perdite IgsMecIdrAmb Adeguatezza

7 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 7 Tipologia di indici 1.Indici adimensionali generali, valutati sulla base di un algoritmo quasi-lineare (tipo MOMA FD): calcolati a livello di componente, settore e sistema; 2.Indici adimensionali specifici: calcolati a livello di sistema; 3.Indici dimensionali di tipo concettuale (Popolazioni): calcolati a livello di componente, settore e sistema. Sono stati individuate tre tipologie di indici:

8 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 8 Perdite Entrano come componente nella valutazione degli altri indici. Sono anche valutate con due indici specifici: [l/giorno] UARL (IWWA) Per esempio:

9 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 9 RISORSE – Indici di Compatibilità Ambientale - 1 Indici di Compatibilità Ambientale Hanno lo scopo di valutare se la fonte di approvvigionamento prescelta, sia quella ottimale dal punto di vista di: Classificazione ambientale della risorsa idrica derivata Impatto ambientale (rispetto PTUA, rinnovabilità, area sensibile o protetta, ecc.) Uso ottimale della risorsa (limitazione delle inefficienze e degli sprechi, ecc,)

10 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 10 RISORSE - Indici di Compatibilità Ambientale - 2 La compatibilità ambientale è espressa anche dalla combinazione di due indici specifici : Indice di Spreco Indice di Impatto Ambientale

11 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 11 UTENTI Indice di soddisfazione Ha lo scopo di valutare quanto sia la soddisfazione dellutenza, in relazione al livello di servizio fornito. Dipende dallefficacia del sistema fisico, ma anche dalle modalità e dai tempi di erogazione del servizio: Copertura del servizio Turnazione Ordinanze di restrizioni all'uso dell'acqua erogata Numero lamentele

12 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 12 SISTEMA FISICO Indice di efficacia Ha lo scopo di valutare la capacità del sistema di soddisfare le richieste dellutenza, cioè di fornire un adeguato livello di servizio. E spesso definita dalla combinazione di tre fattori (Hashimoto et al., 1982): 1.Affidabilità 2.Resilienza 3.Vulnerabilità

13 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 13 Affidabilità E generalmente definita come la frequenza con cui si verificano condi- zioni di funzionamento soddisfacenti. Generalmente si distinguono tre tipi di affidabilità: 1.Idraulica 2.Meccanica 3.Igienico-sanitaria

14 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 14 Affidabilità Idraulica E legata alla capacità di fornire le portate richieste dallutenza con il carico piezometrico necessario. Frequenza di svuotamento e di sfioro dei serbatoi; Presenza di valvole di controllo; Frequenza di segnalazione di disservizi; Ecc.

15 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 15 Affidabilità Meccanica E legata alla capacità di funzionamento dei singoli componenti del sistema. Consiste essenzialmente nellidoneità del sistema ad assicurare continuativamente il servizio senza la necessità di frequenti riparazioni o sostituzioni. Età media delle condotte; Perdite; Frequenza di interventi di riparazione; Ecc.

16 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 16 Affidabilità Igienico-Sanitaria E legata alla capacità di preservare le caratteristiche di potabilità dellacqua. Tipologia di disinfezione; Perdite; Frequenza di interventi di riparazione; Presenza di tratti sotto il livello di falda; Ecc.

17 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 17 Resilienza E definita come la capacità di superare prontamente le condizioni di servizio insoddisfacenti. In letteratura è calcolata in funzione dei tempi medi di riparazione. Presenza di interconnessioni con altri sistemi; Presenza di valvole di controllo; Presenza di serbatoi con vasche multiple; Presenza di un sistema di telemonitoraggio e/o di telecontrollo; Ecc.

18 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 18 Vulnerabilità E legata alla gravità delle conseguenze di una fallanza del sistema, cioè di quanto il sistema si discosta mediamente dalle condizioni di servizio prestabilite a seguito di un guasto o di un malfunzionamento imprevisto.

19 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 19 Efficienza E definita come la capacità del sistema di fare un uso ottimale delle risorse (idriche, ma anche economico-gestionali) in relazione al livello di servizio prefissato. E quindi la sintesi di tutti gli altri indici di prestazione.

20 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 20 Indici di Popolazione POPOLAZIONE NOMINALE POPOLAZIONE EFFICACE

21 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 21 Portate caratteristiche Portata nominale : - per lopera di presa risulta essere la portata massima estraibile/derivabile dallopera di presa - per il potabilizzatore risulta essere la portata massima trattabile dal potabilizzatore - per la rete di adduzione risulta essere la portata massima convogliabile dalla rete di adduzione, dedotta dai dati di progetto o di piano della rete, oppure attraverso calcoli di verifica idraulica sui condotti - per il serbatoio di compenso si è ipotizzato che la portata nominalmente servibile sia ottenibile dal prodotto tra il volume di compenso del serbatoio (valutabile dalla oscillazione media annuale del livello dellacqua nel serbatoio) e il valore del rapporto, espresso in percentuale, tra il volume di compenso necessario e il volume erogato giornalmente nel giorno di massimo consumo (rapporto pari al 20% ottenuto da casi reali). - per la rete di distribuzione in modo analogo alla rete di adduzione, la portata nominale risulta essere espressa dalla portata massima convogliabile qualora possa essere dedotta dai dati di progetto o di piano della rete, oppure attraverso calcoli di verifica idraulica sui condotti.

22 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 22 Adeguatezza E un indice della capacità del sistema di soddisfare la richiesta globale dellutenza. Evidenzia essenzialmente la potenzialità del sistema rispetto al carico a cui è sottoposto. E espressa come rapporto tra popolazioni.

23 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 23 Schema logico SSD

24 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 24 Conclusioni – Punti qualificanti della ricerca 1.Integrazione di fattori classici – quali quelli strutturali, funzionali e gestionali – con fattori di tipo ambientale; 2.Segmentazione dellanalisi a livello di macroelemento funzionale (fonti di approvvigionamento, opere di presa, ecc.) 3.Introduzione di indici specifici, non esclusivamente legati alle perdite, per la valutazione degli sprechi e delluso ottimale delle risorse; 4.Introduzione del concetto di adeguatezza (da affiancare ai classici indici di efficienza, resilienza e vulnerabilità) in parte legato alla effettiva idoneità tecnica e in parte alla percezione che di tale idoneità hanno gli utenti del servizio; 5.Utilizzo sia di indici adimensionali, più classici, sia di indici di più diretta percezione fisica, basati sul concetto di popolazione equivalente.

25 COFIN 2005 Acquedotti - U.O. Milano 25 Conclusioni – Attività di seconda fase 1.Algoritmo di combinazione degli indici generali a livello di settore e di sistema (valore minimo, combinazione lineare, pesi ?); 2.Riduzione delle informazioni qualitative; 3.Taratura su casi pilota; 4.Aspetti economico-gestionali (efficienza) – Attività non prevista nellambito della Ricerca).


Scaricare ppt "Indicatori di prestazione per la pianificazione e la sostenibilità ambientale dei sistemi acquedottistici Gianfranco Becciu, Alessandro Paoletti, Umberto."

Presentazioni simili


Annunci Google