La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL MARE NORDEST E LA CONSERVAZIONE DEGLI ELASMOBRANCHI DEL MEDITERRANEO Dr Emilio SPERONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL MARE NORDEST E LA CONSERVAZIONE DEGLI ELASMOBRANCHI DEL MEDITERRANEO Dr Emilio SPERONE."— Transcript della presentazione:

1 IL MARE NORDEST E LA CONSERVAZIONE DEGLI ELASMOBRANCHI DEL MEDITERRANEO Dr Emilio SPERONE

2 Bisogna proteggere luomo…

3 …o lo squalo?

4 Vediamo un po di numeri

5 Sono ai vertici delle reti trofiche Delfini e squali bentonici Osteitti Echinodermi Pesce azzurro Kelp Abalone Uccelli marini Otarie Grande squalo bianco

6 STATUS ATTUALE A tuttoggi sono note circa 500 specie di squali, con una grande varietà di forme e dimensioni. Si va dai 25 cm della specie Etmopterus carteri ai 20 m dello Squalo balena Rhincodon typus. Essi sono presenti in tutti i mari del mondo, tranne che nelle acque antartiche

7 STATUS ATTUALE Nel 2003 lo Shark Specialist Group (SSG) dell IUCN per la prima volta (meglio tardi che mai) ha provveduto alla determinazione dello status di minaccia di tutte le specie di squali. Di queste: -il 21% sono minacciate (Critically Endangered, Endangered, Vulnerable) - il 24% sono Near Threatened - il 24 % non è classificabile per mancanza di dati (Data Deficient) - il 31% non è a rischio (Least Concern) Tra le specie ad alto rischio di estinzione ci sono gli squali di profondità, gli squali endemici di ristrette aree costiere e molte speciedi grandi dimensioni (Squalo Balena, Squalo Bianco, Squalo Elefante, Squalo Tigre, Squalo Martello Maggiore) Nel 2003 lo Shark Specialist Group (SSG) dell IUCN per la prima volta (meglio tardi che mai) ha provveduto alla determinazione dello status di minaccia di tutte le specie di squali. Di queste: -il 21% sono minacciate (Critically Endangered, Endangered, Vulnerable) - il 24% sono Near Threatened - il 24 % non è classificabile per mancanza di dati (Data Deficient) - il 31% non è a rischio (Least Concern) Tra le specie ad alto rischio di estinzione ci sono gli squali di profondità, gli squali endemici di ristrette aree costiere e molte speciedi grandi dimensioni (Squalo Balena, Squalo Bianco, Squalo Elefante, Squalo Tigre, Squalo Martello Maggiore)

8 QUALE E IL RUOLO DEL MARE DI NORDEST????

9 IL MEDITERRANEO 2514 km 2 (0,81% del totale) 4000 km da Gibilterra al Bosforo profondità massima 5121 m (Ionio) 8000 specie vertebrati (2-18% del totale mondiale) 2514 km 2 (0,81% del totale) 4000 km da Gibilterra al Bosforo profondità massima 5121 m (Ionio) 8000 specie vertebrati (2-18% del totale mondiale)

10 IL MEDITERRANEO fattori ecologici spiegano come una fauna si mantenga in una regione fattori storici permettono di ricostruire come quella fauna si sia originata fattori ecologici spiegano come una fauna si mantenga in una regione fattori storici permettono di ricostruire come quella fauna si sia originata

11 IL MEDITERRANEO: fattori ecologici due bacini: orientale ed occidentale, separati dal canale di Sicilia e dalla CALABRIA ORIENTALE: T da 16 a 29°C, salinità 39 OCCIDENTALE: T da 12 a 23°C, salinità 36 due bacini: orientale ed occidentale, separati dal canale di Sicilia e dalla CALABRIA ORIENTALE: T da 16 a 29°C, salinità 39 OCCIDENTALE: T da 12 a 23°C, salinità 36 MEDITERRANEOOCCIDENTALE MEDITERRANEOORIENTALE

12 IL MEDITERRANEO: fattori ecologici da ovest ad est le acque diventano più calde, dense e salate grazie al contributo di 3 flussi di acqua: MAW o Acque Atlantiche (0-200 m di profondità) LIW o Acque Levantine ( m di profondità) MDW o Acque Profonde (oltre 1000 m di profondità) da ovest ad est le acque diventano più calde, dense e salate grazie al contributo di 3 flussi di acqua: MAW o Acque Atlantiche (0-200 m di profondità) LIW o Acque Levantine ( m di profondità) MDW o Acque Profonde (oltre 1000 m di profondità)

13 IL MEDITERRANEO: fattori ecologici

14 STAGIONALITA In estate il Sole riscalda lo strato superficiale rendendolo meno denso. In autunno lo strato superficiale inizia a raffreddarsi. In inverno i venti raffreddano la superficie che sprofonda per downwelling.

15 IL MEDITERRANEO: storia TRIASSICO (240 MA) Pangea Pantalassa Tetide: bacino a forma di cuneo, Tropicale TRIASSICO (240 MA) Pangea Pantalassa Tetide: bacino a forma di cuneo, Tropicale

16 IL MEDITERRANEO: storia GIURASSICO ( MA) Tetide: canale tropicale, scambio di faune GIURASSICO ( MA) Tetide: canale tropicale, scambio di faune

17 IL MEDITERRANEO: storia OLIGOCENE (50-60 MA) lAfrica collide con lEuropa: nasce il Mediterraneo 30 MA acquista la sua conformazione attuale, ma con carattere tropicale 10 MA si forma listmo di Suez (separazione dallIndo- Pacifico), finisce linflusso tropicale OLIGOCENE (50-60 MA) lAfrica collide con lEuropa: nasce il Mediterraneo 30 MA acquista la sua conformazione attuale, ma con carattere tropicale 10 MA si forma listmo di Suez (separazione dallIndo- Pacifico), finisce linflusso tropicale

18 IL MEDITERRANEO: storia MESSINIANO (6 MA) si chiude Gibilterra, il bilancio idrico è insufficiente prosciugamento, estinzione fauna profonda, pochi laghi salati rimasti (mare Sarmatico o Paratetide) MESSINIANO (6 MA) si chiude Gibilterra, il bilancio idrico è insufficiente prosciugamento, estinzione fauna profonda, pochi laghi salati rimasti (mare Sarmatico o Paratetide)

19 IL MEDITERRANEO: storia fine del MESSINIANO (5 MA) QUATERNARIO: alternanza di periodi glaciali ed interglaciali, migrazioni atlantiche e senegaliane fine del MESSINIANO (5 MA) QUATERNARIO: alternanza di periodi glaciali ed interglaciali, migrazioni atlantiche e senegaliane

20 IL MEDITERRANEO: storia 1856: lingegnere Ferdinand de Lesseps propone e realizza il taglio del Canale di Suez MIGRAZIONE LESSEPSIANA ed ANTILESSEPSIANA 1856: lingegnere Ferdinand de Lesseps propone e realizza il taglio del Canale di Suez MIGRAZIONE LESSEPSIANA ed ANTILESSEPSIANA

21 IL MEDITERRANEO: oggi TROPICALIZZAZIONE DEL MEDITERRANEO fase interglaciale (SENEGALIANA) intensificazione traffici marittimi cambiamenti climatici migrazione lessepsiana TROPICALIZZAZIONE DEL MEDITERRANEO fase interglaciale (SENEGALIANA) intensificazione traffici marittimi cambiamenti climatici migrazione lessepsiana

22 ELASMOBRANCHI ADRIATICI SQUALOMORFI (8 specie) SQUATINOMORFI (2 specie) NOTIDIANO CINEREO Heptranchias perlo Raro NOTIDIANO GRIGIO Hexanchus griseus Raro CENTROFORO Centrophorus granulosus Basso Adriatico SCIMNORINO Dalatias licha Basso Adriatico MORETTO Etmopterus spinax Basso Adriatico SPINAROLO Squalus acanthias Tutto lAdriatico SPINAROLO BRUNO Squalus blainville Tutto lAdriatico SQUALO PORCO Oxinotus centrina Tutto lAdriatico SQUADRO PELLE ROSSA Squatina oculata Tutto lAdriatico SQUADRO Squatina squatina Tutto lAdriatico

23 GALEOMORFI (18 specie) SQUALO TORO Carcharias taurus RaroCAGNACCIO Odontaspis ferox Tutto lAdriatico SQUALO VOLPE Alopias vulpinus Tutto lAdriatico SQUALO ELEFANTE Cetorhinus maximus Basso Adriatico SQUALO BIANCO Carcharodon carcharias Presente SQUALO MAKO Isurus oxyrinchus Presente SMERIGLIO Lamna nasus Presente BOCCANERA Galeus melastomus Basso Adriatico GATTUCCIO MINORE Scyliorhinus canicula Tutto lAdriatico GATTOPARDO Scyliorhinus stellaris Tutto lAdriatico GALEO Galeorhinus galeus Raro PALOMBO STELLATO Mustelus asterias Basso Adriatico PALOMBO LISCIO Mustelus mustelus Tutto lAdriatico PALOMBO PUNTEGGIATO Mustelus punctulatus Presente SQUALO PINNACORTA Carcharhinus brevipinna Presente SQUALO GRIGIO Carcharhinus plumbeus Raro VERDESCA Prionace glauca Tutto lAdriatico SQUALO MARTELLO COMUNE Shpyrna zygaena Raro

24 BATOIDEI (22 specie) PESCE CHITARRA Rhinobatos cemiculus Raro PESCE VIOLINO Rhinobatos rhinobatos Raro RAZZA BIANCA Raja alba Presente RAZZA STELLATA Raja asterias Presente RAZZA BAVOSA Raja batis Tutto lAdriatico RAZZA ROTONDA Raja circularis Presente RAZZA CHIODATA Raja clavata Presente RAZZA SPINOSA Raja fullonica Rara RAZZA QUATTROCCHI Raja miraletus Presente RAZZA MACULATA Raja montagui Basso Adriatico RAZZA MONACA Raja oxyrinchus Presente RAZZA POLISTIMMA Raja polystigma Presente RAZZA SCUFFINA Raja radula Presente RAZZA ONDULATA Raja undulata Presente TORPEDINE MARMORATA Torpedo marmorata Tutto lAdriatico TORPEDINE OCELLATA Torpedo torpedo Basso Adriatico

25 BATOIDEI TRIGONE SPINOSO Dasyatis centroura Raro TRIGONE COMUNE Dasyatis pastinaca Tutto lAdriatico TRIGONE PELAGICO Dasyatis violacea Raro ALTAVELA Gymnura altavela Raro AQUILA DI MARE Myliobatis aquila Tutto lAdriatico VACCARELLA Pteromylaeus bovinus Tutto lAdriatico MOBULA Mobula mobular Presente CHIMERIFORMI (1 specie) CHIMERA Chimaera monstrosa Basso Adriatico TOTALE 51 SPECIE

26 Ordine CHIMERIFORMI Famiglia CHIMERIDI -Distribuzione Oloartica (Atlantico e Mediterraneo) -Demersale di fondo molle fino a m -La puntura provoca forti dolori -Distribuzione Oloartica (Atlantico e Mediterraneo) -Demersale di fondo molle fino a m -La puntura provoca forti dolori Chimaera monstrosa

27 Hexanchus griseus SQUALOMORFI: Ordine EXANCHIFORMI -Specie batofila ampiamente distribuita -6 branchie, 550 cm max TL, molto comune nei nostri mari, pigro, lento e docile se non provocato -Specie batofila ampiamente distribuita -6 branchie, 550 cm max TL, molto comune nei nostri mari, pigro, lento e docile se non provocato

28 Squatina squatina SQUATINOMORFI: Ordine SQUATINOFORMI -Specie demersale -5 branchie, 183 cm max TL, ovovivipara -Specie demersale -5 branchie, 183 cm max TL, ovovivipara

29 Famiglia RAIDI -disco romboidale -I dorsale più vicina alla coda che alle pelviche -Pinne pelviche divise in due lobi Famiglia RAIDI -disco romboidale -I dorsale più vicina alla coda che alle pelviche -Pinne pelviche divise in due lobi Raja brachyura BATOIDEI: Ordine RAIFORMI -Specie demersale non adale -5 branchie, 100 cm max TL, ovipara -Specie demersale non adale -5 branchie, 100 cm max TL, ovipara

30 Torpedo torpedo BATOIDEI: Ordine TORPEDINIFORMI -Specie demersali -5 branchie, 60 cm max TL, ovovivipare -Specie demersali -5 branchie, 60 cm max TL, ovovivipare -disco ovale e dorsali bombate -I dorsale più vicina alle pelviche che alla coda -Organi elettrici -disco ovale e dorsali bombate -I dorsale più vicina alle pelviche che alla coda -Organi elettrici Torpedo marmorata

31 Mobula mobular BATOIDEI: Ordine MILIOBATIFORMI -nectonica -5 branchie, 500 cm max TL, ovovivipara -nectonica -5 branchie, 500 cm max TL, ovovivipara

32 Alopias vulpinus GALEOMORFI: Ordine LAMNIFORMI -Epipelagico -Lobo superiore della caudale lungo quanto il corpo -5 branchie, 610 cm max TL, ovoviviparo -Epipelagico -Lobo superiore della caudale lungo quanto il corpo -5 branchie, 610 cm max TL, ovoviviparo

33 Cetorhinus maximus GALEOMORFI: Ordine LAMNIFORMI -Epipelagico -Filtratore -5 branchie, 1000 cm max TL, viviparo oofagico -Epipelagico -Filtratore -5 branchie, 1000 cm max TL, viviparo oofagico

34 Carcharodon carcharias GALEOMORFI: Ordine LAMNIFORMI -Epipelagico -Endotermia regionale -5 branchie, 600 cm max TL, ovoviviparo oofagico -Epipelagico -Endotermia regionale -5 branchie, 600 cm max TL, ovoviviparo oofagico

35 Scyliorhinus canicula Scyliorhinus canicula GALEOMORFI: Ordine CARCARINIFORMI -Pinne dorsali senza spina -Bocca arretrata rispetto agli occhi -Presenza di membrana nittitante -Pinne dorsali senza spina -Bocca arretrata rispetto agli occhi -Presenza di membrana nittitante -Costieri bentonici -Base I dorsale su base I pelvica -5 branchie, 162 cm max TL, ovipari -Costieri bentonici -Base I dorsale su base I pelvica -5 branchie, 162 cm max TL, ovipari Scyliorhinus stellaris Scyliorhinus stellaris Galeus melastomus Galeus melastomus

36 Prionace glauca -Oceanica epipelagica -Acque temperate -5 branchie, 380 cm max TL, vivipara -Oceanica epipelagica -Acque temperate -5 branchie, 380 cm max TL, vivipara GALEOMORFI: Ordine CARCARINIFORMI

37 Sphyrna zygaena -Epipelagico -Schooling -5 branchie, 400 cm max TL, viviparo -Epipelagico -Schooling -5 branchie, 400 cm max TL, viviparo GALEOMORFI: Ordine CARCARINIFORMI

38 QUALE E IL RUOLO DEL MARE NORDEST?? -Ospita il 53 % delle specie di elasmobranchi segnalate per il Mediterraneo -E ipotizzato che la verdesca, lo squalo volpe e lo squalo grigio abbiano delle nursery in Adriatico -Il 10% delle specie presenti è di interesse conservazionistico QUALE E IL RUOLO DEL MARE NORDEST?? -Ospita il 53 % delle specie di elasmobranchi segnalate per il Mediterraneo -E ipotizzato che la verdesca, lo squalo volpe e lo squalo grigio abbiano delle nursery in Adriatico -Il 10% delle specie presenti è di interesse conservazionistico -AMPLIARE LE CONOSCENZE DI BASE -AVVIARE E PROMUOVERE PROGRAMMI DI PESCA SOSTENIBILE -SENSIBILIZZARE LOPINIONE PUBBLICA -MODIFICARE LIMPORTANZA ECONOMICA DI QUESTI PESCI -AMPLIARE LE CONOSCENZE DI BASE -AVVIARE E PROMUOVERE PROGRAMMI DI PESCA SOSTENIBILE -SENSIBILIZZARE LOPINIONE PUBBLICA -MODIFICARE LIMPORTANZA ECONOMICA DI QUESTI PESCI

39 GRAZIE A TUTTI!


Scaricare ppt "IL MARE NORDEST E LA CONSERVAZIONE DEGLI ELASMOBRANCHI DEL MEDITERRANEO Dr Emilio SPERONE."

Presentazioni simili


Annunci Google