La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INSEGNARE CON METODO CON LEUROPA INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO NEL VOSTRO FUTURO Migliorare le competenze del personale della scuola e dei docenti --------

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INSEGNARE CON METODO CON LEUROPA INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO NEL VOSTRO FUTURO Migliorare le competenze del personale della scuola e dei docenti --------"— Transcript della presentazione:

1 INSEGNARE CON METODO CON LEUROPA INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO NEL VOSTRO FUTURO Migliorare le competenze del personale della scuola e dei docenti Interventi innovativi per la promozione delle competenze chiave in particolare sulle discipline tecnico-scientifiche, matematiche, lingua madre lingua straniera

2 Indicazioni metodologiche per una didattica centrata sulle competenze Indicazioni nazionali A fronte del nuovo quadro normativo che si sta delineando emerge la necessità di rimodulare i percorsi formativi sulla base degli assi culturali ritenuti strategici, favorendo linnovazione metodologico- didattica in funzione della qualità dellapprendimento.

3 Progettazione concordata Le scelte metodologico-didattiche devono, innanzitutto, fondarsi sulla consapevolezza che è necessaria una forte interazione fra i diversi segmenti della scuola dellobbligo e questo è possibile solo adottando la prassi di una progettazione concordata in continuità a partire dalla scuola dellinfanzia e primaria, ma in modo particolare fra la scuola secondaria di I e II grado. Connessione verticale biennio-triennio Inoltre, si renderà necessario assicurare una crescente propedeuticità orientativa dello sviluppo dei saperi e delle competenze, che tenga conto dellesigenza di connettere in verticale i percorsi del biennio con quelli triennali successivi, prevedendo la possibilità di interventi iniziali di recupero delle discipline non compiutamente sviluppate nel biennio.

4 In tale prospettiva si arricchisce di significato ladozione di nuovi strumenti e metodi per il conseguimento delle competenze ed il successo formativo, che dovrà prevedere: - nei primi due anni della scuola secondaria superiore, iniziative che tengano conto delle esigenze degli alunni interessati alla prosecuzione degli studi in itinerari scolastici, anche di ordine diverso, e di quelli intenzionati a lasciare il sistema di istruzione per intraprendere un percorso di istruzione e formazione.

5 In funzione di quanto sopra evidenziato, sul piano operativo si rende necessario programmare interventi volti a: individuare azioni formative di continuità e di orientamento riprogettare il percorso del primo biennio dedicare maggiore attenzione allaccoglienza, alla diagnosi delle competenze, al sostegno, alla rimotivazione organizzare la didattica per moduli creare un sistema di certificazioni attivare percorsi formativi individualizzati per la promozione delle eccellenze organizzare, nelle classi del triennio, esperienze nel mondo del lavoro

6 PON SOS Studenti Nellambito del Programma Operativo Nazionale , Asse I – Obiettivo C – Azione C.1, PON SOS Studenti rappresenta una concreta occasione per introdurre nelle classi la dimensione digitale dellesperienza, così vicina alla realtà extra-scolastica degli studenti, impregnata di nuovi linguaggi e di nuove forme di comunicazione. Offre alle istituzioni scolastiche e ai docenti impegnati nelle attività di recupero uno strumento in più per la gestione e la conduzione delle attività di rinforzo; uno strumento che, facendo ricorso alle potenzialità delle nuove tecnologie, propone inedite opportunità di studio, di esercitazione e di confronto. Gli studenti iscritti troveranno in questo ambiente materiali multimediali per lapprofondimento delle discipline, oltre ad una serie di servizi on line, secondo la logica della nuova comunicazione in Rete. Potranno seguire percorsi di recupero individualizzati e nello stesso tempo prendere parte a gruppi di discussione attivi, gestiti da docenti esperti.

7 PON SOS Studenti Cosa offre Risorse didattiche digitali che prevedono la realizzazione di più compiti o la soluzione di diversi problemi, secondo percorsi interattivi e multimediali. Possono contenere: schede di autovalutazione strumenti per l'autocorrezione schede teoriche per il ripasso e lapprofondimento dimostrazioni guidate percorsi guidati in rete (webquest) simulazioni

8 Progetto accende i riflettori sul project based learning =382&ID=72366 La nuova iniziativa sulla metodologia didattica innovativa dellapprendimento basato sui progetti è rivolta agli insegnanti di scuola secondaria e vede il supporto delleditore Giunti. Progetto prevede inizialmente la formazione di oltre 2300 docenti. In una prima fase gli insegnanti usufruiranno di momenti di formazione in modalità on line, mentre in seguito saranno organizzati incontri in presenza sul territorio.

9 UNO SGUARDO ALLEUROPA Portale sulle Opportunità di Apprendimento nello Spazio Europeo Utile per conoscere i sistemi scolastici europei Viene illustrato il sistema di educazione finlandese

10 Uso delle nuove tecnologie nei paesi con OCSE buono BELGIO In Belgio vengono raccomandate alcune linee guida da parte del Ministero della Pubblica Istruzione. Nella regione Fiamminga del Belgio il programma prevede luso dei computers nella Scuola secondaria (14-16 anni). Il Ministro della Pubblica Istruzione raccomanda di dedicare il 30% del tempo dedicato allinsegnamento della matematica alluso delle nuove tecnologie. La parte francese é completamente indipendente e esiste una generale tendenza a seguire il trend della zona fiamminga.

11 Uso delle nuove tecnologie nei paesi con OCSE buono NORVEGIA Il programma sviluppato nel 2000 incentiva luso dei computers per la maggior parte delle discipline scientifiche della scuola secondaria e richiede il suo uso allesame di matematica e scienze. A partire dal 2003 é partita una revisione del programma che prevede sperimentalmente luso delle nuove tecnologie che che sono diventate obbligatorie allesame in tutte le classi a partire dal 2006.

12 SVIZZERA La Svizzera non ha un esame centralizzato. Gli insegnanti e le scuole hanno completa autonomia nella definizione della didattica e degli strumenti tecnologici da utilizzare. Circa il 70% degli insegnanti di matematica utilizzano e consigliano luso delle nuove tecnologie. Uso delle nuove tecnologie nei paesi con OCSE buono

13 FINLANDIA Tutte le scuole finlandesi sono connesse ad Internet. Il 99% delle scuole superiori e il 54% delle elementari dispone di un accesso veloce. Il Programma Governativo di giugno 2003 prevede la promozione delle connessioni a banda larga per scuole e biblioteche. Il rapporto alunni/computer nel 2002 era di 9:1 per elementari e superiori e di 4:1 per gli istituti professionali.

14 e-learning Che cos´è: - Non è facilissimo definire il concetto di e-learning, perché secondo molti occorre distinguere tra l´utilizzo, durante le lezioni, dell´Information computer technology (Ict), del Computer based training (Cbt) e del Web based training (Wbt). - Una sintetica e chiara definizione ampiamente accettata è la seguente: eLearning è una particolare variante dell´apprendimento per mezzo del computer. - Le caratteristiche di questo virtuale modo di apprendimento sono evidenti nei sistemi di insegnamento e nel materiale didattico utilizzati: sono offerti in forma digitalizzata, si distinguono per la loro multi- e/o ipermedialità (intreccio informativo), favoriscono l´interattività tra gli studenti, il sistema, il monitore ed i partner nell´apprendimento - sul posto oppure in rete - e sono direttamente disponibili online per l´utilizzatore. Il Sole 24 ore


Scaricare ppt "INSEGNARE CON METODO CON LEUROPA INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO NEL VOSTRO FUTURO Migliorare le competenze del personale della scuola e dei docenti --------"

Presentazioni simili


Annunci Google