La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Classe IVA Classe IVA scuola primaria Don Bosco Anno scolastico 2007-2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Classe IVA Classe IVA scuola primaria Don Bosco Anno scolastico 2007-2008."— Transcript della presentazione:

1

2 Classe IVA Classe IVA scuola primaria Don Bosco Anno scolastico

3 Indice Indice Chimica e fisica Chimica e fisica Propietà e Principi Propietà e Principi Ambiente Mappa Autori della diapositiva: Classe IVA – scuola Don Bosco - Bologna Responsabili del progetto: insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi.

4 Molecole e stati La molecola dell acqua è formata da un atomo di ossigeno e due atomi di idrogeno. Quando una molecola, come quella dellacqua, è formata da atomi diversi legati tra di loro si chiama composto chimico. Lacqua è lunica sostanza presente in tre stati: solido, liquido, gassoso. Lacqua a 0° solidifica, diventa ghiaccio e aumenta di volume: le molecole sono costrette a rimanere al loro posto in una determinata forma. Sopra ai 0° l acqua diventa liquida e le molecole si muovono, tentano di sfuggire, ma ci sono ancora dei legami tra loro e non si allontanano. Autori della diapositiva: Mattia C., Carolina B. Responsabili del progetto: Insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. EsciProprietà e PrincipiAmbienteMappa

5 Molecole e stati. A 100° le molecole dellacqua si muovono velocemente: qualcuna riesce a fuggire e si trasforma in vapore acqueo. La materia può essere liquida se le molecole scorrono le une sulle altre. La materia può essere solida se le molecole sono una vicina all altra e non sono libere di muoversi nello spazio. La materia può essere aeriforme se le molecole sono libere di muoversi nello spazio. Autori della diapositiva: Mattia C., Carolina B. Responsabili del progetto: Insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. EsciProprietà e PrincipiAmbienteMappa

6 Il ciclo dell acqua Autori della diapositiva: Antonio C., Yulia A. F., Lacqua è soggetta a continui cambiamenti di stato che contribuiscono a far sì che la sua quantità sulla Terra, si mantenga costante. Per effetto del calore del Sole lacqua evapora da mari, fiumi e laghi: si trasforma in vapore acqueo e sale verso il cielo. Qui incontra correnti di area fredda e si condensa in gocce dacqua che formano le nubi. Dalle nubi lacqua ricade al suolo sotto forma di precipitazioni: pioggia, neve e grandine. Responsabili del progetto: insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi EsciProprietà e Principi AmbienteMappa

7 Le precipitazioni Autori della diapositiva: Antonio C., Yulia A. F., La pioggia è una precipitazione atmosferica, cioè una caduta di acqua dell atmosfera alla terra. Anche la neve è una precipitazione atmosferica. Le particelle di vapore acqueo ghiacciano quando la temperatura raggiunge 0°. Centigradi e si trasformano in cristalli. I cristalli si uniscono e formano dei fiocchi che scendendo sotto forma di neve. Responsabili del progetto: insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi EsciProprietà e PrincipiAmbienteMappa

8 Principio di Talete Autori della diapositiva : Ciro I., Zuaira I. Secondo il matematico e scienziato greco Talete il principio di ogni cosa è lacqua. Gli uomini come gli animali mangiano cibi umidi e non possono vivere senza bere acqua. Il nostro corpo è composto per il 65 % di acqua. Bere è più importante che mangiare. Poiché luomo elimina acqua continuamente è necessario bere molto per mantenere la percentuale di acqua sempre costante nel corpo. Dalla Carta Europea per la tutela dellacqua: ART. 1 - Non cè vita senza acqua. Lacqua è un bene prezioso indispensabile in tutte le attività umane. Responsabili del progetto: insegnante MariaTeresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi Chimica e FisicaEsci AmbienteMappa

9 Principio di Archimede Archimede, scienziato greco vissuto a Siracusa due secoli a.c. mentre si lavava, beatamente immerso nell acqua di una tinozza, notò che sia le gambe che le braccia sembravano più leggere e tendevano a rimanere a galla. Da questa osservazione, Archimede trasse un principio:Un corpo immerso in un liquido riceve una spinta verticale, dal basso verso lalto, uguale al peso del liquido che sposta. Autori della diapositiva : Greta C., Damiano U. Responsabili del progetto: insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi Chimica e FisicaEsci AmbienteMappa

10 Proprietà Non ha forma propria. Non si può comprimere La superficie dellacqua è sempre orizzontale Autori della diapositiva : Greta C., Damiano U. Responsabili del progetto:Insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi CAPILLARITÀ Lacqua sale attraverso i piccoli pori che esistono nel terreno, raggiunge le radici, viene assorbita e si diffonde nelle varie parti della pianta. Chimica e FisicaEsci AmbienteMappa

11 Esperimento Occorrente Una spugna asciutta, Un piatto contenente acqua. Procedimento Appoggia la spugna sulla superficie del piatto ricoperto dacqua e osservare. In parte la spugna ha assorbito lacqua dopo... Conclusione Il contenuto nel piatto è penetrato per capillarità attraverso minuscoli pori, piccoli spazi vuoti, che permettono all acqua di risalire. Questo fenomeno si verifica anche quando lacqua dal terreno attraversa le radici risale lungo il fusto dellalbero fino alle foglie. Autori della diapositiva : Greta C., Damiano U. Responsabili del progetto:Insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi Chimica e FisicaEsciAmbienteMappa

12 La distribuzione dellacqua sulla Terra Autori della diapositiva : Ciro I., Zuaira I. La Terra potrebbe definirsi il pianeta dell acqua, dal momento che questo prezioso elemento occupa più di due terzi della superficie. La maggior parte di acqua che abbiamo a disposizione, però, si trova nei mari e negli oceani: è salata, e non può essere utilizzata né per bere, né per lavarsi o per irrigare i campi. Purtroppo solo il 3 % è costituito di acqua dolce e, in alcuni Paesi della Terra particolarmente aridi, lacqua scarseggia a tal punto che piante, animali e persone, ogni giorno muoiono di sete. Responsabili del progetto : insegnante MariaTeresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi Chimica e Fisica Proprietà e PrincipiEsciMappa

13 La distribuzione dellacqua sulla Terra Autori della diapositiva : Ciro I., Zuaira I. Questo fatto serve a ricordarci che lacqua è un elemento indispensabile per vivere, e che quindi è nostro dovere usarla con giudizio e non sprecarla. Da La Carta Europea per la tutela dellacqua: ART. 2 - Le disponibilità di acqua dolce non sono inesauribili. E indispensabile preservarle, controllarle e, se possibile accrescerle. Responsabili del progetto : insegnante MariaTeresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi Chimica e FisicaProprietà e PrincipiEsciMappa

14 Inquinamento agricolo Per uccidere gli insetti e altri animali dannosi allagricoltura si usano i pesticidi. Queste sostanze però avvelenano anche le acque sotterranee e i fiumi. N.B. ART. 3 della Carta Europea per la tutela dellAcqua: Alterare la quantità dellacqua significa nuocere alla vita delluomo e degli altri esseri viventi che esso dipendono. Autori della diapositiva: Domenico M., Emanuele F. Responsabili del progetto: insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. Chimica e Fisica Proprietà e Principi EsciMappa

15 Inquinamento domestico e industriale Sul pianeta Terra il 97% di acqua è salata; il restante 3% è dolce, di cui solo un terzo disponibile. Acqua dolce disponibile viene utilizzata per il 70% in agricoltura e sullirrigazione, per il 20% sullindustria e per il 10%dalle abitazioni. Lacqua dolce non solo scarseggia, ma viene inquinata dagli scarichi industriali,domestici e per luso dei prodotti chimici in agricoltura Autori della diapositiva : Anna S., Giulio P. Responsabili del progetto: insegnante Maria Teresa Toshi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. Chimica e Fisica Proprietà e PrincipiEsciMappa

16 Inquinamento domestico e industriale È dovuto agli scarichi delle nostre case se non vengono depurate, le acque con detersivi e quelle degli scarichi dei bagni, provocano gravi danni allambiente e alla salute. Gli scarichi delle industrie che si riversano nei fiumi contengono sostanze tossiche che provocano la morte di animali e vegetali. Per legge le industrie devono depurare i loro scarichi. Autori della diapositiva : Anna S., Giulio P. Responsabili del progetto: insegnante Maria Teresa Toshi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. Chimica e FisicaProprietà e PrincipiEsciMappa

17 Inquinamento del mare Inquinamento del mare La quantità di petrolio che viene riversata nei mari e purtroppo in continuo aumento. Linquinamento da petrolio è dovuto in particolare al lavaggio delle petroliere che spesso si svolge in mare aperto anziché nei bacini predisposti per questo dalla legge. Altre cause dalla presenza di questa pericolosa sostanza nel mare sono gli incidenti come le avarie o i naufragi soprattutto petroliere e le trivellazioni delle fondo marino. Autori della diapositiva: Leonardo L., Matteo B. Responsabili del progetto:insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. Chimica e FisicaProprietà e Principi Esci Mappa

18 Inquinamento da idrocarburi I residui grassi del petrolio non evaporano ma formano una pellicola oleosa che galleggia sulla superficie del mare. Ciò impedisce lossigenazione delle acque e quindi causa la morte degli organismi che le popolano. Il petrolio, inoltre, si accumula negli animali marini e un suo pericoloso composto, il benzopirene, altamente cancerogeno, può arrivare alluomo attraverso la catena alimentare. Autori della diapositiva: Leonardo L., Matteo B. Responsabili del progetto:insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. Chimica e FisicaProprietà e PrincipiEsciMappa

19 La Carta Europea per la sua tutela Il Consiglio Europeo, già nel 1968, di fronte allesigenza sempre più sentita da parte di tutti i paesi della Comunità di difendere lacqua dallinquinamento e degli sprechi, ha preparato una Carta che contiene indicazioni utili per la sua tutela. Art.1 – Non cè vita senza acqua. Lacqua è un bene prezioso, indispensabile a tutte le attività umane. Autori della diapositiva: Liza A., Mohamed S., Jeanpierre G. Responsabili del progetto: Insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. Mappa EsciProprietà e Principi Chimica e Fisica

20 La Carta Europea per la sua tutela Autori della diapositiva: Liza A., Mohamed S., Jeanpierre G. Responsabili del progetto: Insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. Art.2 – Le disponibilità di acqua dolce non sono inesauribili. È indispensabile preservarle, controllarle e se possibile, accrescerle. Art. 3 – Alterare la qualità dellacqua significa nuocere alla vita delluomo e degli altri esseri viventi che da essa dipendono. Art. 5 – Quando lacqua, dopo essere stata utilizzata, viene restituita allambiente naturale, deve essere in condizione da non compromettere i possibili usi dellambiente. Mappa EsciProprietà e Principi Chimica e Fisica

21 La Carta Europea per la sua tutela Autori della diapositiva: Liza A., Mohamed S., Jeanpierre G. Responsabili del progetto: Insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. Art. 6 – La conservazione di una Copertura forestale appropriata è essenziale per la conservazione delle risorse idriche. Art. 9 – Lacqua è un patrimonio il cui valore deve essere riconosciuto da tutti. Ciascuno ha il dovere di economizzarla e di utilizzarla con cura. MappaEsciProprietà e PrincipiChimica e Fisica

22 La depurazione Gli impianti di depurazione raccolgono le acque sporche provenienti dagli scarichi fognari delle abitazioni o delle industrie e le restituiscono depurate da virus, batteri, veleni. Autori della diapositiva: Domenico M., Emanuele F. Responsabili del progetto: insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. 1.In un depuratore lacqua subisce un filtraggio per liberarsi dai materiali più grossi. 2.In una seconda vasca vengono fatte depositare le sabbie più pesanti e si produce alla sgrassatura dellacqua. Chimica e FisicaProprietà e PrincipiEsciMappa

23 La depurazione 3.Lacqua viene raccolta in un decantatore (separazione di un solido da un liquido) per la sedimentazione dei fanghi. 4.Successivamente passa al trattamento biologico per il quale si utilizzano batteri che si nutrono di materia organica. 5.Unultima decantazione provvede al deposito degli scarti prodotti dai batteri. Lacqua viene liberata nei fiumi, nei laghi e nei mari. Autori della diapositiva: Domenico M., Emanuele F. Responsabili del progetto: insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. Chimica e FisicaProprietà e PrincipiEsciMappa

24 La depurazione Autori della diapositiva: Leonardo L Matteo B Responsabili del progetto:insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi. A Bologna in via Shakespeare, dove sorge il depuratore, Hera ha realizzato un impianto di produzione di energia elettrica e calore alimentato dallo sfruttamento dei reflui urbani. Dunque dalla depurazione si ottiene energia con limpiego del biogas, miscela di gas generata in una fase della depurazione. Chimica e FisicaProprietà e PrincipiEsciMappa

25 La mappa In questa mappa dellacqua vengono mostrati gli argomenti e gli aspetti trattati nella presentazione. Sono cinque: Autori della diapositiva: Omar.F., Ryan K. Responsabili del progetto:insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi Chimica e FisicaAmbiente Proprietà e Principi Esci CHIMICA: in cui si è approfondito laspetto molecolare, la formula, il cielo con le sue manifestazioni: evaporazione, condensazione, precipitazione. FISICA: gli stati, manifestazioni e ciclo. PROPRIETÀ: capillarità e orizzontalità per la cui comprensione sono stati eseguiti degli esperimenti.

26 La mappa PRINCIPI: di Talete e Archimede con esperimenti. AMBIENTE: è stato indicato il problema dellinquinamento ed i modi in cui si presenta: agricolo, domestico, industriale, da idrocarburi, poi come la comunità Europea cerca di difendere lacqua ed una delle tante soluzioni: la depurazione Autori della diapositiva: Omar.F., Ryan K. Responsabili del progetto:insegnante Maria Teresa Toschi, esperta Dott.ssa Loretta Solmi Chimica e FisicaProprietà e PrincipiAmbienteEsci


Scaricare ppt "Classe IVA Classe IVA scuola primaria Don Bosco Anno scolastico 2007-2008."

Presentazioni simili


Annunci Google