La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le opportunità della BEI e del Fondo europeo per gli investimenti Anna Fusari Bruxelles, 3 dicembre 2013 Banca europea per gli investimenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le opportunità della BEI e del Fondo europeo per gli investimenti Anna Fusari Bruxelles, 3 dicembre 2013 Banca europea per gli investimenti."— Transcript della presentazione:

1 Le opportunità della BEI e del Fondo europeo per gli investimenti Anna Fusari Bruxelles, 3 dicembre 2013 Banca europea per gli investimenti

2 La Banca europea per gli investimenti La Banca per i finanziamenti a lungo termine a sostegno dei progetti europei Istituzione finanziaria sovranazionale, creata con il Trattato di Roma ed il cui capitale è detenuto dai 28 Stati membri dellUE. Rating AAA/AAA/Aaa. Istituzione Policy-driven. Finanzia a MLT progetti coerenti con gli obiettivi europei, tecnicamente validi, finanziariamente sostenibili e con un ritorno economico, nel rispetto della normativa nazionale e comunitaria (con particolare riferimento a procurement e ambiente). Ruolo complementare: finanziabilità al massimo del 50% del costo di ciascun progetto. Consolidata partnership con i sistemi bancari nazionali. 203/12/2013

3 3 Banca europea per gli investimenti Obiettivi prioritari del Gruppo allinterno dellUE: Coesione e convergenza. Piccole e Medie Imprese (PMI) e Midcaps Lotta al cambiamento climatico. Economia della Conoscenza. Reti Transeuropee di Trasporto, Energia e Comunicazione (TENs). Energia sostenibile, competitiva e sicura Allesterno della UE: lotta al cambiamento climatico e supporto del settore privato 303/12/2013

4 2012 Cifre principali Prestiti Unione europea: EUR 44,7 miliardi di cui Italia EUR 6.8 miliardi Paesi partner:EUR 7,4 miliardi Totale dei prestiti:EUR 52,2 miliardi RaccoltaEUR 71,3 miliardi Capitale sottoscrittoEUR 242,4 miliardi (al ) 403/12/2013

5 La BEI in Italia La BEI ha una solida relazione con il settore pubblico, industriale e bancario per il finanziamento di una lunga serie di progetti di diversa scala e in diversi settori. LItalia è storicamente la maggiore beneficiaria dei prestiti BEI. Le PMI rappresentano il 25-35% delle nuove stipule ogni anno, e le aziende italiane sono di gran lunga il maggior beneficiario di questi prestiti. Altri settori tradizionalmente finanziati sono lenergia, le telecomunicazioni, il sistema idrico e i trasporti. I prestiti rivolti alla Ricerca e Sviluppo sono gradatamente aumentati dal /12/2013

6 La BEI per le Piccole e Medie Imprese Banca europea per gli investimenti 25/11/20136

7 - In Europa, le PMI impiegano circa il 91% della forza lavoro, costituendo anche un elemento chiave per la coesione sociale. Ci si attende che, nei prossimi anni, circa 85% di nuovi posti di lavoro saranno creati dalle PMI. - Promuovere laccesso al credito per le PMI e supportare iniziative per incentivare la crescita e loccupazione sono e rimangono obiettivi prioritari per la BEI. - In Italia la BEI eroga prestiti per le PMI in collaborazione con più di 30 gruppi bancari. - Lattività in favore delle PMI si è fortemente incrementata a partire dal 2008, anche grazie allintroduzione dellaccordo quadro con Confindustria-ABI e alle collaborazioni con la Cassa Depositi e Prestiti nellambito dellaccordo quadro firmato nel La lista degli istituti bancari italiani che gestiscono prestiti BEI per le PMI è disponibile alla pagina: - Il nuovo aumento di capitale della BEI (EUR 10 miliardi) è funzionale ad un incremento dei volumi di lending in favore delleconomia reale, in particolare PMI e Midcaps per almeno il 40% nel periodo La BEI per le PMI 703/12/2013

8 Intermediario Finanziario/ Leasing Finanziamenti basati su condizioni BEI PMI Prestiti BEI per le PMI: schema di funzionamento Provvista BEIRendicontazione PMI finanziate nel periodo Totale nuovi finanziamenti verso PMI nel periodo : EUR 12,4 miliardi Nuove stipule di prestiti 2012 in Italia per PMI: EUR 2,5 miliardi 803/12/2013

9 Beneficiari Finali: PMI (società autonoma con un massimo di 250 dipendenti) operanti in settori finanziabili (qualunque settore economico ad eccezione dei settori eticamente sensibili, p.es. armi, tabacco, giochi e scommesse, ecc.). Caratteristiche dei finanziamenti ai Beneficiari Finali PMI - Importo: I fondi BEI possono coprire fino al 100% degli investimenti (di massimo EUR 25m) per un ammontare fino a 12,5m EUR. - Durata: minimo 2 anni e comunque definita in funzione del ciclo economico del progetto finanziato. -Struttura: finanziamenti a medio/lungo termine (incluso leasing operativo e finanziario) - Scopo: finanziamenti per acquisto, rinnovo e/o estensione di beni materiali (esclusi i terreni); Investimenti in beni immateriali (es. R&S); necessità permanenti di capitale circolante. Sono escluse attività di puro sviluppo immobiliare e di natura puramente finanziaria - Impegno da parte del Beneficiario Finale al rispetto della normativa comunitaria e nazionale in materia di tutela ambientale, appalti (laddove applicabile). Prestiti BEI per le PMI Caratteristiche principali (1) 903/12/2013

10 Impegni a carico dellintermediario finanziario: Periodo di allocazione: 18 mesi. Obbligo di rendicontazione delle allocazioni: finanziamenti pari al 100% degli investimenti (fino a EUR 12.5m). Addizionalità: obbligo di mettere a disposizione delle PMI ulteriori fondi a medio termine (durata superiore a 2 anni) per un ammontare almeno pari al prestito BEI. Trasparenza nellutilizzo dei fondi BEI: Comunicazione alle PMI dellintervento BEI (p.es. paragrafi informativi nei contratti dipendenti, menzione sul sito web dellintermediario). Vantaggio finanziario alle PMI: obbligo contrattuale di trasferire una quota significativa del vantaggio finanziario offerto dalla provvista BEI e quantificato sulla base dei tassi di finanziamento teorici a medio/lungo termine. Obbligo di riutilizzo dei fondi secondo i medesimi criteri o prepagamento della quota relativa del prestito BEI. Possibilità di combinare i fondi BEI per le PMI con strumenti di garanzia pubblici (p.es. Fondo di Garanzia) e/o la Risk Sharing Instrument (RSI) del FEI. Prime garanzie RSI stipulate con Banco Popolare, Cassa di Risparmio di Cento, Albaleasing e Credito Valtellinese. Caratteristiche principali (2) 1003/12/2013

11 Alcuni recenti interventi in favore di PMI e Midcaps Italy SME & Mid-Cap Loans for Youth & Start-Ups (in corso di approvazione): linea di credito di complessivi EUR 200m, dedicata al finanziamento di (i) progetti promossi da PMI o Midcaps che promuovono loccupazione di almeno un lavoratore (3 per le Mid- Cap) di età compresa fra i 18 ed i 29 anni o che investono in programmi di formazione, orientamento professionale e apprendistato giovanile ed (ii) Start-Up. Supporto alle Reti dImpresa: linea di EUR 100m, recentemente rinnovata per ulteriori EUR 100m, dedicata al finanziamento di progetti promossi da PMI o Midcaps appartenenti alle Reti dImpresa (ai sensi dellart. 3 della legge 33/2009). Linea di credito sottoscritta da Intesa Sanpaolo (ISP), Banca Nazionale del Lavoro (BNL), Unione di Banche Italiane (UBI) e Banco Popolare (BP) e Unicredit (UCI). Supporto a progetti di Ricerca e Sviluppo: linea di EUR 150m, dedicata al supporto di progetti di ricerca e sviluppo identificati in cooperazione con il MISE. Prestiti firmati con ISP, UBI, BP, BNL. linea Ponrec 2013 (Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività ) di EUR 150m dedicata al finanziamento di progetti di ricerca selezionati nellambito dei bandi MIUR. 03/12/201311

12 - Sostegno/rilancio del commercio internazionale delle PMI - BEI fornisce alle banche internazionali (confirming bank) le necessarie garanzie sulle operazioni di Trade Finance delle banche locali (il cui rating è in questo momento sotto il livello minimo accettabile dalle policy di rischio di credito delle banche internazionali). Grazie alle garanzie BEI agli istituti internazionali, le banche locali garantiscono alle PMI laccesso al credito di breve termine necessario per continuare le proprie attività di import/export (es. conferma di lettere di credito, advance payment bonds, bid bond). - Primo progetto di complessivi EUR 500m dedicato alla Grecia approvato a fine 2012 e finalizzato nel giungo Prime garanzie BEI emesse. - Secondo progetto a favore di Cipro di complessivi EUR 150m recentemente approvato. - Possibile estensione delliniziativa ad altri paesi membri (una volta confermato un effettivo fabbisogno di mercato). EIB Trade Finance Initiative 1203/12/2013 Le forme innovative di sostegno alle PMI

13 Il FEI per le Piccole e Medie Imprese Banca europea per gli investimenti 25/11/201313

14 Il Fondo europeo per gli investimenti «Capitale di rischio e garanzie alle PMI» Parte del gruppo BEI. Azionisti: BEI (62%), Commissione europea (30%), altre istituzioni europee (8%) Rating AAA/AAA/Aaa. Status di Multilateral Development Bank. Venture capital/garanzia per le PMI. Leader in Europa nello sviluppo del finanziamento all'imprenditorialità e allinnovazione. 1403/12/2013

15 Flussi di cassa delle PMI Pre-iniziale InizialeStart-Up Crescita Sviluppo Stadi di sviluppo delle PMI RISCHIO RELATIVAMENTE ELEVATORISCHIO RELATIVAMENTE BASSO Prodotti FEI per le PMI Trasferimento tecnologico Business angels Microcredito Venture capital Private equity (capitale di rischio e finanziamenti mezzanine) Garanzie e rafforzamento del credito (Credit enhancement) 1503/12/2013

16 Risk Sharing Instrument (RSI) Nuovo strumento di garanzia (diretta e indiretta) introdotto nel febbraio 2012 (su basi pilota) rivolto ad intermediari finanziari europei (selezionati dal FEI secondo un processo predefinito (cfr. e finalizzato ad agevolare il finanziamento di PMI e imprese a bassa-media capitalizzazione (<500 dipendenti) orientate alla innovazione, ricerca e sviluppo.http://www.eif.org/RSI) Complemento al Risk Sharing Finance Facility (RSFF), prodotto congiunto BEI-CE che si rivolge a large corporates e imprese a media capitalizzazione, per fronteggiare la scarsità di finanziamenti bancari per progetti di Ricerca, Sviluppo e Innovazione. Copertura 50% delleventuale default su ciascun finanziamento coperto da garanzia RSI, con condivisione pro-rata dei recuperi. Abbattimento del rischio di credito e, dato lo status di Multilateral Development Bank, azzeramento dellassorbimento di capitale sul 50% garantito Visto il successo del prodotto, è stato decisa unestensione del progetto pilota, nonché lestensione ai fondi di garanzia. Un budget più elevato è atteso per il periodo Banca europea per gli investimenti 25/11/201316

17 La risposta del gruppo BEI al Consiglio europeo di giugno 2013 Banca europea per gli investimenti 25/11/201317

18 Il Gruppo BEI incrementa il sostegno alle PMI: -Aumento delle linee di prestito BEI per almeno il 40% nel periodo ; -Ricorso a programmi di joint risk-sharing dintesa con la Commissione Europea (CE) e i paesi membri, unendo alle risorse del gruppo BEI i fondi strutturali e quelli di altri programmi EU (COSME/Horizon 2020) operativi a partire dal 2014; -Incremento della capacità di credit enhancement del FEI; -Espansione graduale delliniziativa Trade finance enhancement programme dedicata al sostegno delle SMEs dei paesi membri sotto programma; -Rafforzamento della cooperazione con le banche di sviluppo nazionale. Banca europea per gli investimenti 25/11/201318

19 Finanziamenti e erogazioni dal 2011 al 2015 A giugno 2012 il Consiglio europeo ha deciso di aumentare il capitale della BEI di EUR 10 mld. A giugno 2013 lo stesso Consiglio ha previsto che per il periodo lattività della BEI sia incrementata di almeno il 40% rispetto al /12/2013

20 Per ulteriori informazioni Tel: Fax: /12/2013


Scaricare ppt "Le opportunità della BEI e del Fondo europeo per gli investimenti Anna Fusari Bruxelles, 3 dicembre 2013 Banca europea per gli investimenti."

Presentazioni simili


Annunci Google