La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Afrodite (Venere) era la dea greca dellamore, della bellezza e dei giardini. Veniva chiamata con molti epiteti, per esempio, Acidalia, dalla sorgente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Afrodite (Venere) era la dea greca dellamore, della bellezza e dei giardini. Veniva chiamata con molti epiteti, per esempio, Acidalia, dalla sorgente."— Transcript della presentazione:

1

2 Afrodite (Venere) era la dea greca dellamore, della bellezza e dei giardini. Veniva chiamata con molti epiteti, per esempio, Acidalia, dalla sorgente cui era solita fare il bagno, e Cipride, dallunione di Cipro e Citera, presunti luoghi della sua nascita. Aveva una festa, chiamata Afrodisia o Afrodisiaco, che si festeggiava in tutta la Grecia. Nacque dalla schiuma marina creata dai pezzi del corpo di Urano, fu accolta da una corte di divinità minori e accompagnata sullOlimpo da un carro di alabastro trainato da colombe bianche. Venere di Milo - Louvre La nascita di Venere di Botticelli - Galleria degli Uffizi

3 Il giardino delle Esperidi di Edward Burne-Jones – Staatsgalerie Stuttgart (Galleria degli Stati), Germania Siccome era molto bella, le altre dee erano gelose di lei e quindi la Discordia ne approfittò, penetrando nella sala dei banchetti degli dei e vi lasciò cadere un mela doro, destinata alla più bella. Ma chi era la più bella? Atena? Era? O forse Afrodite? Dopo che le tre dee furono andate da Zeus per chiedergli consiglio, questultimo affidò lincarico di scegliere fra loro tre a Paride, un pastore. Le tre dee offrirono ognuna un dono al ragazzo, ma lui scelse Afrodite, poiché gli aveva donato la mano di Elena, moglie del re Menelao e così scoppiò la guerra di Troia.

4 Era una delle poche divinità a essere sposata, ma il marito, Efesto (Vulcano) dio del fuoco, era stato scelto da Zeus per lei. Si dice che Efesto fosse zoppo e brutto e quindi, siccome non piaceva a Afrodite, lo tradiva con altri uomini o dei. Ares Adone Anchise Dal suo amore con Ares (Marte), dio della guerra, nacque Eros (Cupido) il dio dellamore. Vulcano di Guillaume Coustou Il Giovane - Louvre Era un esperto cacciatore che fu ucciso da Ares per gelosia. La dea pianse così tanto che Zeus le permise di passare con lei 4 mesi allanno. La morte del giovane rappresenta linaridire della vegetazione primaverile. Era un principe troiano da cui nacque Enea, che si fece forgiare da Efesto delle armi per combattere nella guerra di Troia.

5 Pigmalione, re di Cipro, era famoso per la sua abilità di scultore e riteneva che nessuna donna potesse eguagliare la bellezza femminile che lui rappresentava. Era affezionato ad una statua in particolare, infatti, le diede anche un nome: Galatea. Quando arrivò la festa in onore di Afrodite, Pigmalione pregò la dea di concedergli in sposa Galatea e la dea lo accontentò, così la statua prese vita. Pigmalione e Galatea si sposarono e dalla loro unione nacque Epafo, fondatore dellisola omonima. Pigmalione e Galatea di Étienne Falconet -Hermitage, St. Petersburg Afrodite obbligò una giovane ragazza ad innamorarsi, ma lei si rifiutò e chiese aiuto a Artemide. Artemide accettò e la giovane si unì alle Cacciatrici, ma Afrodite si vendicò, facendo in modo che la ragazza si innamorasse di un orso. Quando la dea Artemide lo scoprì, ne rimase disgustata e abbandonò la ragazza. Questultima rimase incinta dell'orso e diede alla luce due gemelli: Agrio e Orico, metà umani e metà orsi.

6 Eros (Cupido) era il dio greco dellamore e della bellezza. Figlio di Ares e Afrodite, veniva raffigurato armato darco con la faretra colma di frecce e come un fanciullo tra i 12 e i 20 anni. Cupid as Victor di Caravaggio – Gemäldegalerie, Berlino Il Principe Henryk Lubomirski come Amore di Canova, Museo del Castello di Lancut, Polonia Alle origini era considerato una forza di attrazione, poi divenne un dio temibile e infine nel dio dellamore. Nel Simposio, Platone lo rappresenta come la ricerca della completezza che causa lamore e le mille astuzie degli amanti.

7 Lamore tra Eros e Psiche nacque senza che lei lo avesse mai visto, poiché stavano insieme solo di notte. Lei dovette promettere di rinunciare a vederlo e di sapere chi fosse. La ragazza, provocata dalle sorelle gelose, una notte volle vederlo mentre dormiva. Il Dio, accortosene, fuggì, lasciando dolorosamente Psiche. Dopo lunghe peripezie, che la videro anche schiava di Afrodite, poiché era invidiosa della sua bellezza e di come aveva trattato il figlio, Eros la volle nuovamente con sé e così ottenne da Zeus immortalità per Psiche. E dal loro amore nacque Piacere. Amore e Psiche di Canova – Louvre Amore e Psiche di Canova - Louvre

8 Narciso, figlio di Liriope, era bello, forte ed era desiderato da molti. Un giorno, lo vide Eco, una ninfa che poteva solo ripetere le parole, che si innamorò di lui. Però il ragazzo, che era molto vanitoso, appena la vide le disse che era brutta e lei si nascose nei boschi, dove pian pano incominciò a scomparire. Intanto Narciso continuava a prendere in giro altre ninfe, finché una di queste lo maledì. La maledizione si compì quando raggiunse una fonte e mentre beveva si innamorò del suo riflesso, credendolo unaltra persona. Rimase lì a lungo, senza bere né mangiare, finché morì. Ma anche allinferno continuava a specchiarsi nello Stige e quando le sue sorelle decisero di fargli un funerale, videro che al posto del corpo cera un bellissimo fiore, Narciso di Caravaggio - Galleria Nazionale dArte Antica, Roma il narciso.


Scaricare ppt "Afrodite (Venere) era la dea greca dellamore, della bellezza e dei giardini. Veniva chiamata con molti epiteti, per esempio, Acidalia, dalla sorgente."

Presentazioni simili


Annunci Google