La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA SECONDA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. Grandi scoperte e invenzioni Il decollo della seconda rivoluzione industriale avvenne attorno al 1870,ma a partire.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA SECONDA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. Grandi scoperte e invenzioni Il decollo della seconda rivoluzione industriale avvenne attorno al 1870,ma a partire."— Transcript della presentazione:

1 LA SECONDA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE

2 Grandi scoperte e invenzioni Il decollo della seconda rivoluzione industriale avvenne attorno al 1870,ma a partire dal 1850 ci fu un crescendo di scoperte e invenzioni. Nel 1855 furono perforati negli Stati Uniti i primi pozzi petroliferi. La luce elettrica fece la sua comparsa nel 1878 quando lamericano Thomas Alva Edison. Il telefono venne sperimentato per la prima volta dallItaliano Antonio Meucci nel Nel 1876 venne perfezionato e brevettato dallamericano Alexander Graaham Bell.

3

4

5

6

7 Nel 1864 lacciaio permise nuove soluzioni nel campo della meccanica. Il cemento armato nel 1870 in quello delle costruzioni. Nel i tedeschi Daimler e Benz produssero i primi motori a scoppio: iniziava lera dellautomobile. Nel 1895 i fratelli francesi Lumière, costruirono il primo apparecchio cinematografico. Nel 1903 gli americani Orville e Wright riuscirono a far decollare il primo aereo.

8 Conseguenze della seconda rivoluzione industriale Il modo stesso di produrre mutò a fondo:accanto a macchine sempre più evolute,in grado di prendere il posto delloperaio,comparve la catena di montaggio:un lavoro difficile,come costruire unauto,veniva ora diviso in tanti lavori semplici che anche un analfabeta era in grado di fare. Nel contempo la vita della gente assunse attuali caratteristiche:si formò la cosiddetta società di massa. Lo Stato divenne più democratico,concedendo il diritto di voto a un numero crescente di persone. Ciò prende il nome di seconda rivoluzione industriale.

9 Con la seconda rivoluzione industriale le scoperte scientifiche non rimasero inutilizzate:rapidamente le industrie le sfruttarono. Così,la scoperta della luce elettrica portò immediatamente alla produzione delle lampadine. Allo stesso modo la scoperta dellacciaio significò la produzione delle automobili e degli aerei. Dallestrazione del petrolio prese slancio lindustria chimica,che giunse allinvenzione della plastica. Vennero scoperti anche nuovi farmaci,grazie ai quali si fecero notevoli passi nella cura delle malattie. Tutto queste scoperte furono frutto della scienza e della tecnica unite insieme. Lingegnere era una figura professionale che tutti oggi conoscono,che fece la sua prima apparizione proprio allepoca della seconda rivoluzione industriale.

10 Questo entusiasmo culturale,questa assoluta fiducia nella scienza e nella tecnica prese il nome di positivismo. La scienza e la tecnica erano infatti considerate un saperepositivo,cioè utile alluomo. Lo sviluppo non fu privo di rischi,anche gravi,per la libertà dei cittadini e dei commerci:primo fra tutti laffermarsi di pericolose concentrazioni industriali. Se ci fosse una sola industria al mondo in grado di produrre automobili costerebbe più di ora acquistarle. Questo rischio,dovuto al cosiddetto monopòlio,cioè al dominio del mercato da parte di una sola industria,non fu tuttavia il solo. Venne accompagnato da un altro,quello delloligòpolio:è questo il caso che si verifica quando le industrie che dominano il mercato si accordano per stabilire il prezzo di un prodotto. Lo scopo è semplice:stabilire un prezzo il più elevato possibile. A tutto danno dei consumatori. Tra lottocento e il Novecento vennero emanate rigide norme per impedire la costituzione dei monopoli o degli oligopoli:le cosiddette leggi anti- trust,cioè anti-concentrazioni. ROOSEVELT

11 La società di massa La catena di montaggio venne inventata alla fine dellottocento da un americano,Fred Manville Taylor,il fondatore della casa automobilistica che porta il suo nome,ad applicarla per primo fu una grande industria. I principi fondamentali della catena di montaggio erano due: 1.Dividere i lavoro da compiere in tante operazioni facili; 2.Portare il lavoro agli operai e non gli operai al lavoro. Cioè loperaio non doveva più eseguire dallinizio ala fine un lavoro. La società di massa è la nostra società. Infatti nella nostra società i prodotti di consumo,sono di massa,nel senso che sono disponibili per un numero illimitato di persone. In altri termini la società di massa è quella in cui,secondo quanto scrive lo spagnolo Ortega Y Gasset,si verifica il fenomeno del pieno. Fred Manville Taylor

12 Media è un termine latino oggi diffuso: significa semplicemente mezzi. Da qui lespressione anglo-latina mass media a indicare i mezzi di comunicazione di massa. Sempre più forte diventa la presenza del cosiddetto settore terziario:cioè di quella parte delleconomia che non riguarda né lagricoltura,né lindustria,ma i servizi: le banche,gli ospedali,le scuole..

13 In una società come quella di massa si assiste a una maggiore diffusione della democrazia. La democrazia risponde a queste esigenze. Dunque,tra lOttocento e il Novecento anche il voto raggiunse le masse. Il suffragio universale,cioè la possibilità per tutti di votare,divenne unesigenza fortemente sentita. Mentre al loro interno gli Stati sceglievano la democrazia,in politica estera divennero particolarmente aggressivi. Due furono le soluzioni adottate: 1.Lintroduzione di forti dazi doganali,cioè elevate tasse sui prodotti stranieri(prese il nome di protezionismo) 2.La formazione di imperi coloniali,con loccupazione da parte delle principali potenze europee di alcuni tra i Paesi più ricchi di materie prime,ad esempio Paesi africani.


Scaricare ppt "LA SECONDA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. Grandi scoperte e invenzioni Il decollo della seconda rivoluzione industriale avvenne attorno al 1870,ma a partire."

Presentazioni simili


Annunci Google