La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2070 SIPE 2010-2011 Seminario Istruzione Presidenti Eletti (Firenze, 20 Marzo 2010) ROTARY OPEROSO A cura di: Paolo Margara.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2070 SIPE 2010-2011 Seminario Istruzione Presidenti Eletti (Firenze, 20 Marzo 2010) ROTARY OPEROSO A cura di: Paolo Margara."— Transcript della presentazione:

1 ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2070 SIPE Seminario Istruzione Presidenti Eletti (Firenze, 20 Marzo 2010) ROTARY OPEROSO A cura di: Paolo Margara PDG, R.C. Viareggio Versilia Commissione distrettuale Formazione

2 SEMINARIO ISTRUZIONE ISTRUZIONE è un MIX di: - INFORMAZIONE trasmette conoscenze allo scopo di far sapere - FORMAZIONE trasmette competenze cioè trasmette saper fare

3 SEMINARIO ISTRUZIONE In altre parole: - le INFORMAZIONI hanno lo scopo di fare il punto su dove siamo - la FORMAZIONE ha lo scopo di indicare in che direzione vogliamo muoverci

4 SEMINARIO ISTRUZIONE INFORMAZIONI ROTARY OPEROSO: perché ? 10 Anni: Punti di forza Piano Direttivo di Club

5 SEMINARIO ISTRUZIONE FORMAZIONE VOGLIAMO MUOVERCI con: - COERENZA operare nel rispetto rigoroso di statuti e regolamenti - CONCRETEZZA esporre fatti e non parole, evitando la retorica rotariana - SEMPLICITA eliminare ogni complessità non necessaria o inopportuna

6 PRESIDENTE DI CLUB RUOLO - figura rappresentativa e responsabile del club - propulsore e controllore delle attività del club - gestore attento e diligente della vita del club - modello di comportamento per tutti i soci

7 PRESIDENTE DI CLUB RESPONSABILITA - fa fronte ai propri compiti ed alle aspettative dei soci - forma lo spirito di corpo, cioè il senso della appartenenza al club ed al Rotary - motiva alla partecipazione, cioè infonde nei soci la volontà di esprimersi al meglio - condivide responsabilità e meriti con gli altri - previene la formazione nel club di gruppi ristretti

8 PRESIDENTE DI CLUB Prima del 1° Luglio partecipa al SIPE dove: - apprende ed approfondisce le linee operative distrettuali dellannata - insieme con lAssistente del Governatore: - imposta il calendario di massima della visita del Governatore al club - concorda i tempi ed i criteri degli incontri con i club e delle partecipazioni ai Consigli Direttivi - prefigura un incontro operativo di Area al quale prendano parte anche i Segretari eletti, da tenersi dopo l ASDI

9 PRESIDENTE DI CLUB Prima del 1° Luglio nel periodo fra SIPE ed ASDI: - riprende e completa, se è il caso, le linee guida del Piano Direttivo di Club basate in particolare sulle Commissioni Permanenti - nomina, con lapprovazione del Consiglio Direttivo, le 5 Commissioni Permanenti ed altre eventuali, se ritenute necessarie

10 PRESIDENTE DI CLUB Prima del 1° Luglio partecipa allASDI dove, con lAssistente del Governatore: - definisce la data e i modi della visita al club del Governatore - fissa la data dellincontro operativo di Area a cui far partecipare anche il Segretario eletto - si accorda per ricevere collaborazione nella preparazione della Guida alla Pianificazione di club efficienti

11 PRESIDENTE DI CLUB Prima del 1° Luglio dopo lASDI: - convoca il Consiglio Direttivo entrante per: - compilare con cura la Guida alla Pianificazione di club efficenti, da consegnare allAssistente entro il 1 Luglio - curare la stesura del Bilancio Preventivo - verificare il Regolamento del club per eventuali aggiornamenti - svolge almeno una riunione congiunta con il Consiglio Direttivo uscente

12 PRESIDENTE DI CLUB Dopo il 1° Luglio Attività nel club (1) - presiede le riunioni settimanali del club e si accerta della loro corretta organizzazione - presiede le riunioni del Consiglio Direttivo e le Assemblee dei soci e del club - prende parte alle attività delle Commissioni in modo da verificare il loro buon funzionamento - cura lorganizzazione della visita del Governatore al club e lapprontamento della documentazione - cura lo svolgimento degli incontri periodici, stabiliti al SIPE, con lAssistente del Governatore

13 PRESIDENTE DI CLUB Dopo il 1° Luglio Attività nel club (2) - controlla periodicamente landamento delle voci del bilancio - cura la circolazione delle informazioni e delle notizie allinterno del club - è in contatto con lAssistente e, tramite lui, con il il Governatore, per tutte le problematiche che riguardano il club - cura la partecipazione dei soci e propria personale alle riunioni distrettuali ed in particolare Assemblea e Congresso

14 PRESIDENTE DI CLUB Dopo il 1° Luglio Attività nel club (3) - in Gennaio o quando lo ritiene opportuno compie verifiche accurate del lavoro delle Commissioni, sia per il lavoro svolto che per quello da svolgere - concorda il passaggio delle consegne con il Presidente eletto e fissa con lui una riunione comune dei Consigli direttivi in carica ed entrante - in Giugno presenta al club un resoconto completo sulle attività svolte nellannata

15 PRESIDENTE DI CLUB DOCUMENTI DUSO - Statuto del Club, edizione in vigore - Regolamento del Club, edizione in vigore - Guida alla Pianificazione di club efficienti - Guida al Piano Direttivo di Club - Guida rapida della Fondazione Rotary

16 PRESIDENTE DI CLUB DOCUMENTI DI RIFERIMENTO - Manuale di Procedura, edizione in vigore - Manuale del Presidente di Club - 5 Manuali delle Commissioni di Club - Manuale del Segretario e del Tesoriere - RI Code of Policies (in inglese) - Sito web internazionale - Sito web distrettuale ed Area riservata

17 PRESIDENTE DI CLUB INDIRIZZI OPERATIVI Abbiamo visto: - cosa fare - quando farlo Adesso vediamo: - come farlo

18 PRESIDENTE DI CLUB BASE DELL IMPEGNO EFFICIENZA

19 EFFICIENZA DEFINIZIONE è la caratteristica delle persone o dei gruppi di persone che si dimostrano in grado di fornire le migliori prestazioni possibili nellassolvimento dei propri compiti

20 PRESIDENTE DI CLUB 5 CIRCUITO DELL EFFICIENZA PRESIDENTE efficiente e fra loro un organizza un e fra loro un organizza un DIRIGENTI CLUB efficienti efficiente che esprimono in cui sono impegnati che esprimono in cui sono impegnati SOCI efficienti

21 EFFICIENZA DEL SOCIO ROTARIANO un Socio rotariano è efficiente se raggiunge i ivelli qualitativi minimi di attività raccomandati per chiarezza si suddividono i Soci in gruppi che presentano caratteristiche omogenee in relazione alla loro appartenenza al club: - soci di recente ingresso nel club - soci in generale - soci con responsabilità direttive nel club

22 EFFICIENZA DEL SOCIO ROTARIANO SOCIO DI RECENTE INGRESSO NEL CLUB (1) - utilizza lesperienza del tutore e ne ascolta i consigli - stabilisce e mantiene corretti rapporti con gli altri soci - partecipa alle riunioni del club e soprattutto a quelle che fanno formazione - chiede quali soci compongono il Consiglio Direttivo e quali Commissioni operano mel Club - si informa sui progetti che il Club sta conducendo - fa conoscere al Consiglio Direttivo i propri interessi e le proprie preferenze per il lavoro nel Club

23 EFFICIENZA DEL SOCIO ROTARIANO SOCIO DI RECENTE INGRESSO NEL CLUB (2) - partecipa alle riunioni distrettuali in particolare a quelle raccomandate dal Consiglio Direttivo - recupera le assenze alle riunioni del Club visitando altri Club - riserva un poco del proprio tempo alla lettura ed alla comprensione di documentazione rotariana - visita periodicamente il sito web distrettuale ed anche larea riservata al socio in generale - visita il sito web internazionale dopo registrazione

24 EFFICIENZA DEL SOCIO ROTARIANO SOCIO IN GENERALE (1) - si impegna nel Club secondo le direttive del Consiglio Direttivo e gli incarichi a lui affidati - accetta gli incarichi, sia quelli elettivi (attività di tipo amministrativo del Consiglio Direttivo) sia quelli di nomina (attività operative delle Commissioni) - svolge con buona efficienza il lavoro che deriva da tali incarichi utilizzando la propria professionalità - facilita linserimento dei nuovi soci stimolandone la partecipazione ed il coinvolgimento

25 EFFICIENZA DEL SOCIO ROTARIANO SOCIO IN GENERALE (2) - visita altri club rotariani, non tanto per compensare unassenza, ma per capire e valutare comportamenti e modi di azione diversi da quelli del proprio club - partecipa metodicamente alle riunioni distrettuali, in particolare a quelle di formazione a numero aperto - verifica periodicamente qualità e quantità del proprio apporto al club

26 EFFICIENZA DEL SOCIO ROTARIANO SOCIO CON RESPONSABILITÀ NEL CLUB (1) - pianifica il proprio lavoro in base ai piani del club - rispetta date e scadenze di propria responsabilità - partecipa metodicamente alle riunioni distrettuali, in particolare a quelle di formazione a numero chiuso e a quelle indirizzate ai Dirigenti

27 EFFICIENZA DEL SOCIO ROTARIANO SOCIO CON RESPONSABILITÀ NEL CLUB (2) - collabora con i soci del club e ne stimola limpegno e la partecipazione - dà esempio, fornisce risposte, accetta suggerimenti, ascolta consigli - lavora con efficacia ed efficienza, trasmettendo entusiasmo - tiene sempre ben presente che nel nostro Rotary responsabilità non significa potere ma servizio

28 PRESIDENTE DI CLUB INTERLOCUTORI DISTRETTO CLUB - Governatore - Consiglio Direttivo - Assistente del Governatore - Commissioni del club - Commissioni distrettuali - Segretario - Segreteria distrettuale - Tesoriere - Prefetto - Istruttore PRESIDENTE DEL CLUB ALTRI CLUB COMUNITA - propria - di altri paesi

29 SQUADRA DISTRETTUALE RAPPORTI FUNZIONALI GOVERNATORE ASSISTENTI del COMMISSIONI ASSISTENTI del COMMISSIONI GOVERNATORE DISTRETTUALI GOVERNATORE DISTRETTUALI CLUB CLUB Operazioni Operazioni Informazioni Informazioni

30 PRESIDENTE DI CLUB CONCLUSIONI - EFFICACIA fare ciò che il Rotary ci chiede - EFFICIENZA farlo nel modo migliore di cui siamo capaci - ENTUSIASMO farlo perché vogliamo, non perché dobbiamo


Scaricare ppt "ROTARY INTERNATIONAL DISTRETTO 2070 SIPE 2010-2011 Seminario Istruzione Presidenti Eletti (Firenze, 20 Marzo 2010) ROTARY OPEROSO A cura di: Paolo Margara."

Presentazioni simili


Annunci Google