La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dallintroduzione allambito «vita affettiva» di Raffaella Iafrate al Convegno Ecclesiale Nazionale Verona - 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dallintroduzione allambito «vita affettiva» di Raffaella Iafrate al Convegno Ecclesiale Nazionale Verona - 2006."— Transcript della presentazione:

1 Dallintroduzione allambito «vita affettiva» di Raffaella Iafrate al Convegno Ecclesiale Nazionale Verona

2 * Riduzione individualistica, a scapito dellincontro-relazione con laltro * Sbilanciamento sul versante affettivo/emozionale, a scapito di quello valoriale/etico

3 * La vita affettiva oggi è ridotta ad esperienza puramente individualistica: pura emotività, tutta interna al soggetto, autogenerantesi, passiva e ingovernabile dalla volontà e dalla ragione. * Affetto e amore sono spesso confusi con emozione, sentimento, soddisfazione effimera.

4 * Laffettività è percepita come pura saturazione di un bisogno, senza direzione e scopo, ridotta a puro sentimentalismo, a «ciò che si sente», si prova. * Il tempo del fidanzamento (affetto messo alla prova) lascia spazio ad esperienze «usa e getta» o tuttal più a reiterati tentativi per «prove ed errori».

5 * La dimensione relazionale * La dimensione etica Peculiari di unautentica vita affettiva della persona. Senza queste dimensioni, le relazioni affettive non tengono alla prova del tempo e non hanno nemmeno forza generativa e benefica sulle persone.

6 * La persona = essere in relazione. Non cè identità individuale senza capacità di stabilire relazioni adeguate. * «Affetto» = «sono colpito, sono mosso…». È apertura allaltro. * Relazione = legame che si crea nel tempo, condividendo la propria storia, prima e dopo lincontro.

7 * Relazione: combinazione di qualità etico-affettive: Qualità affettive: fiducia-speranza (matris-munus) Qualità etiche: lealtà-giustizia (patris-munus) * Laffetto, sradicato dallethos, si corrompe: il cuore deve essere educato; laffetto deve essere orientato in una prospettiva di senso

8 * Riduzione individualistica: illusione di onnipotenza narcisistica, confusione dei modelli di identificazione sessuale, ricerca di una fusionalità senza incrinature. * Sbilanciamento affettivo/emozionale: coppia autoreferenziale, consistenza del legame affidata alla discrezionalità dei partner la famiglia è ridotta ad una qualsiasi relazione umana. precarietà sempre incombente. affettività senza speranza.

9 Manca lannuncio autentico e concreto di Cristo nostra speranza! - tornare a scommettere seriamente sul dono che lumanità ha ricevuto di essere immagine di Dio, - investire in progetti grandi, alti che parlano di eternità e di Assoluto. - abbandonarsi al «divino» che cè in noi che parla di amore smisurato vissuto e sperimentato nella finitezza della limitata vita umana; - accettare il rischio di dare fiducia allaltro - riproporre il forte patrimonio della cultura cristiana che mette al centro la relazione con lAltro


Scaricare ppt "Dallintroduzione allambito «vita affettiva» di Raffaella Iafrate al Convegno Ecclesiale Nazionale Verona - 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google